Curry chiude la serie, Toronto va sul 3-2!

Ancora una volta Stephen Curry si carica sulle spalle i suoi e li trascina al successo che vale la vittoria e il biglietto per la finale di Conference; Toronto domina, si fa rimontare ma grazie al duo DeRozan-Lowry batte Miami e si porta a Match-Point.

EASTERN CONFERENCE

Toronto Raptors (#2) – Miami Heat (#3) 99-91 [TOR 3-2]
TOR: Biyombo 10, DeRozan 34, Lowry 25 (10 rimb)
MIA: Johnson 11, Wade 20, Fragic 13, Richardson 13

Per la prima volta nella serie DeMar DeRozan gioca un’ottima partita con 34 punti e il 50% dal campo, Toronto batte Miami e si porta sul 3-2; padroni di casa che cominciano subito a marce late tanto che dopo 9’ il punteggio recita 23-8 Raptors!
Miami non riesce ad entrare partita e il divario tra le due raggiungerà anche i 20 punti dopo un layup di Kyle Lowry a 339” dal riposo lungo, gli ospiti trovano però il break di 10-0 con cui chiudere il 2° quarto e andar negli spogliatoi sul -10 (55-45).
Si arriva al finale in volata sul +1 Raptors (88-87) a 2’ dalla fine, sale in cattedra il duo DeRozan-Lowry col primo che realizza 2 liberi e il secondo la tripla spacca partita a 53” per il 93-87!

Gara 6: 13/5 @Miami

WESTERN CONFERENCE

Golden State Warriors (#1) – Portland Trail Blazers (#5) 125-121 [W GSW 4-1]
GSW: Green 13 (11 rimb), Thompson 33, Curry 29 (11 ass), Livingston 10
POR: Aminu 16, Harkless 13, McCollum 27, Lillard 28, Crabbe 20

Il primo Match-Point è quello buono per i Golden State Warriors che superano in volata Portland tra le mura amiche e tornano alla finale di Conference, ancora una volta Steph Curry sugli scudi con un finale da MVP; i Trail Blazers anche questa volta fanno partita alla pari e sono sul -1 (118-116) a 1’21” dalla fine, Lillard sbaglia il canestro del potenziale pareggio a a 42” e Curry non perdonerà con la bomba del 121-116 a 24”! L’MVP in carica realizzerà tutti gli ultimi 7 punti dei suoi (14 per lui nel 4°) compreso il decisivo 2/2 a 10” sul +3 Warriors.

TOP 5

https://www.youtube.com/watch?v=Qt2vRrQVPkY

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • Michael Philips

    “tripla sculata di allen”

    Questo sì che è un ossimoro!

  • michele

    beh si, se una tripla nasce non da un azione pulita ma in quel modo rocambolesco un po’ sculata lo è….come quella di Horry coi Kings nel 2002, ricordalo ai lacustri se sono loro a tirarla fuori eheheheh

  • Michael Philips

    Scusa ma l’intero hate game su lebron è nato sopratutto perché LUI è crollato in finale.

    Un conto se i mavs lo avessero obbligato a giocar male, ma lui smise letteralmente di giocare.

    Rifiutava i jumper piazzati, rifiutava di attaccare il ferro ecc.. i mavs avrebbero avuto più credito se lui avesse provato senza sosta a segnare senza riuscirci grazie alla difesa. Ma se uno da forfait che dai il merito agli avversari?

  • Michael Philips

    ora guarda, qui non si può bestemmiare, ma se dici 60% vuol dire che si era quasi divisi e mi salgono madonne e tutto il resto.
    NO, MANCO LONTANAMENTE!

    Basta revisionismo storico.

  • Michael Philips

    La tripla fu di horry, uno dei più clutch di sempre.
    Tra poco si inizierà a mettere * anche su come si arriva al tiro?
    Dai stiamo seri.
    Io attendo con ansia qualcuno che dica che comunque nel 2012 i thunder si sono suicidati perché harden non ha giocato per niente bene, quindi uguale uguale alle finals del 2011 quando fu lebron a sparire.
    Credo che qualcuno lo abbia pensato seriamente.

  • Michael Philips

    Brazzz dovresti sapere che metà del pubblico NBA è costituito da gente non esattamente di 20 anni. A loro piace sentire quelle parole e partire di nostalgia…dovresti sapere no?

    Gioco più duro non vuol dire migliore. Giocavano più duro perché anche gli era concesso dalla nba, mica quelli di oggi scelgono di trattenersi come fanno. Poi nei 90’s anche se non sapevi difendere ti bastava trattenere l’avversario o direttamente picchiarlo. Potevi anche non avere alcuna tecnica difensiva, ma se sotto il pitturato picchiavi duro un paio di volte e facevi male, allora la gente non tornava nel pitturato.

    Ma il talento, l’intelligenza e l’intuito difensivo non hanno nulla a che fare con questo.
    Troppo spesso di confonde gioco duro=gioco di più alto livello. Sai cosa? perkins nei 90’s sarebbe stato molto più forte rispetto a qualche anno fa. Uno come lui avrebbe picchiato, si sarebbe fatto una reputazione di difensore duro(molto più di oggi). Tanti scarsoni in difesa grazie all’hand-check se la sono cavata, mentre oggi sei in balia dell’attaccante, ovvero se sei bravo lo rallenti(leonard, green e altri) altrimenti ti va via e ciao ciao.
    Leonard nell’era dell’hand-check non sarebbe stato minimamente legale. Già ora senza toccare l’avversario riesce a soffocarlo figurati che danni avrebbe fatto potendo usare le mani.

  • Michael Philips

    ” iniziarono a parlare della mitologica assenza di bynum”

    ma tipo la mitologica assenza di perkins in gara 7 delle finals del 2010? Quella che secondo alcuni (tifosi celtics, incluso te)ha fortemente penalizzato boston?

  • Jurassic_Park

    No no, è esattamente anche colpa sua. Ai playoff le difese si aggiustano, e se continui a giocare come in RS (cioè senza uno straccio di gioco) difficilmente migliorerai le prestazioni

  • gasp

    Ma quindi al primo e al secondo posto chi c’e?

  • gasp

    Vero, da tifoso purtroppo mi ricordo bene: i Lakers si aggiudicarono la loro conference e alla vigilia della serie finale contro Boston il pronostico era tutt’altro che scontato.
    Il Big Three facevano paura, ma i pronostici degli esperti erano divisi (ovviamente dire io, con tutta la fatica che avevano fatto a vincere la Eastern ci stava anche se dopo quasi 10 anni sembra ridicolo).

  • Michael Philips

    Lui si sa non è una mastermind, e sembra sempre affidarsi al motto “squadra che vince non si cambia” quindi come a dire, se ha funzionato fino ad ora, non cambio. Cosa sbagliata.

    Ma è innegabile che lowry e derozan abbiano sbagliato più del dovuto, cose che dipendono da loro, canestri facili, palle perse stupide.

    Guarda sono calati anche nelle % dei tiri liberi(derozan dall’85% della rs al 76%, che non è poco eh), e mi pare che per lunghi tratti di gara soffrano la pressione tipica delle gare di playoffs.

    Infatti non mi spiego come poi nei momenti davvero stressanti come i finali di gara, questi(lowry per lo più) abbiano rimesso le cose a posto.

  • gasp

    Comunque ti dico che fra già qualche anno tutte le polemiche su quelle Finals saranno solo che sbiaditi ricordi, si ricorderà solo che Miami ha vinto… già le opinioni sulle Finals 2012 sono cambiate e a malapena ci si ricorda del fallo-non fallo in gara 2 ai danni di Durant

  • michele

    1) the shot vs cavs 89 2) baseline doctor j vs lakers 82 3) ray 4) bird steal 87 5) the shot 2

  • Hanamichi Sakuragi

    Mp nessun revisionismo storico c’era la maggioranza foraggiata dai maniavantisti che dava okc favorita. Qualcuno che sceglieva in base al fattore campo..io dicevo heat..eravamo una minoranza ma non così esigua. O prendi i post di allora, ed in tal caso ti chiedo scusa, oppure non parlare di revisionismo storico. In proporzione quelli che davano i lakers vincenti erano di più di quelli che davano i Thunder vincenti

  • michele

    beh ricorderai che i lakers erano andati con bryant per pareggiarla, prese il ferro, divac la butto’ fuori proprio sulle mani di horry…persino piu’ casuale di quella di allen, visto che l’assist era stato dei kings..se tu parli di suicidio miami nel 2011 perchè uno non dovrebbe farlo per i thunder nel 2012? dallas ha vinto nel 2011, miami nel 2012. stop

  • michele

    e che ne so io di cosa aveva in testa lebron? i mavs hanno vinto 4-2, resta scritto quello sull’albo d’oro, e di quella serie si ricordano soprattutto i tiri decisivi di dirk in gara 2, 5 e 6.

  • gasp

    Come ho scritto a michele nel 2008 dare i Lakers vincenti non sembrava ridicolo, si erano considerati sfavoriti ma non di tanto… come i Thunder nel 2012, perché battere le vincitrici dei precedenti 5 anni della Western non è cosa da tutti i giorni, anche se dopo la gara 6 di LeBron tutta la certezza che c’era stata dopo la vittoria di OKC nelle WCF su una loro vittoria incominciava a cedere…

  • Michael Philips

    Vero, che poi quel contatto non ha mai creato davvero grosse discussioni(e c’era) perché Durant nella conferenza stampa post partita disse qualcosa tipo “I shoot, I’ve failed” e sembrava più incazzato per aver sbagliato da 2 metri che dal non fischio.

    Poi non so, sono passati 10 anni dalle finals tra miami e dallas eppure io ancora ricordo i mille mila liberi dati a wade.
    Cioè voglio dire, 16 liberi di media nella serie, con 25 tiri liberi in gara 5 sul 2-2 e 21 liberi in gara 6 a dallas.

  • michele

    La mitologica assenza è quella di Garnett nel 2009 semmai. Peraltro ricordi male, Perkins salto’ anche gara 6, visto che il suo ginocchio fece crack nel primo quarto di quella gara, che poi i celtics nemmeno giocarono tanto forte fu lo shock per la rottura di perk….direi che due gare su sette delle finals senza il pivot titolare sono un bell’handicap….è vero che rasheed gioco’ benissimo gara 7 ma è ovvio che le rotazioni dei celtics furono fortemente ridimensionate…in gara 7 gioco’ un po’ di minuti pure scalabrine ,non dico altro.e poi sheed usci’ per falli. Per quanto riguarda Bynum: un buon cambio per far rifiatare Gasol e Odom, che sono stati i due magnifici lunghi titolari di quei Lakers, niente di piu’..solo che a sentire i tifosi dei lagunari sembrava che nel 2008 mancasse la reincarnazione di kareem abdul jabbar eheheh..infatti poi si è visto cosa ha fatto Bynum nel prosieguo, nel 2011 inesistente contro dallas ( espulso dopo una gomitata a barea in g4) e poi dato via per Howard, segno di grande fiducia eheheheh

  • michele

    dai, i lakers erano favoriti all’unanimità nonostante il fattore campo contrario ( panel espn 9 su 10 docet). La motivazione principale era che i big 3 dei celts erano alla prima finale e avevano stentato troppo* e che bryant e jackson non avrebbero mai perso, circondati da una specie di aura di invicibilità. * Stenti dovuti anche al fatto che la eastern conference era tostissima allora, con i giovani hawks, i cavs di lebron e i pistons all’ultimo valzer…mica come adesso eheheheh

  • Michael Philips

    Ora i dati del blog sono cancellati, ma è possibile trovare i risultati del sondaggio degli esperti per le finals 2012.

    Considera che espn all’epoca era all’apice del tifo per lebron eppure la maggioranza diede i thunder favoriti.

    Anche brian Windhorst, che è colui che segue lebron fin da quando stava all’HS ed è chiaramente un suo fan, diede i thunder vincenti.

  • gasp

    Ma dimmi quanta gente lo ricorda… tu, Cuban, Nowitzki i tifosi Mavs di vecchia data e chi? Tutti si ricordano di una grande serie di Wade e basta

  • gasp

    Talmente giovani che finirono 37-45, che tosti ehehehe… comunque l’ago della bilancia fu che finalmente Allen dalle ECF trovò la via del canestro perché fino allora aveva fatto non pena di più… altro particolare che praticamente nessuno si ricorda

  • gasp

    Io il baseline move di doctor J lo avrei messo al primo… ancora a 35 anni di distanza non si riesce a capire come lo abbia fatto

  • michele

    invece i denver nuggets di iverson pensionato incontrati dai lakers che persero 0-4 con 20 punti di scarto di media erano proprio forti eheheh….gli hawks erano in rampa di lancio, avevano una squadra con horford, josh smith, bibby, joe johnson,,..infatti poi negli anni successivi furono protagonisti fissi dei playoff, andando spesso in semifinale di conference, Il particolare di allen io me lo ricordo eccome, fu trattato coi guanti nel suo periodo peggiore della carriera…troppo buoni a boston!

  • michele

    vabbè. jordan deve essere al primo posto a prescindere eheheh

  • gasp

    Beh fino al 2012 ci si chiedeva se era meglio Howard e Bynun… tanto che nello scambio con atre Lakers – Phila-Orlando tutti pensavano che fosse un win situation per le prime due… quindi forse la reincarnazione di Jabbar no, ma neanche un Mahimi qualunque come lo vuoi farlo passare ehehehe (ormai te l’ho rubato)

  • gasp

    però fu perdonato l’anno successivo quando fece una signora serie con i Bulls con tanto di career high in gara 4 credo

  • michele

    “Beh fino al 2012 ci si chiedeva se era meglio Howard e Bynun” ma chi dai? Howard rispetto a Bynum era Olajuwon….giocatore dall’hype spropositato solo perchè giocava nei lakers, ma la carriera di Andrew “fuckin” ( copyright kobe) Bynum parla da sola.

  • michele

    a scanso di equivoci comunque avrei voluto che le sfide tra lakers e celtics in quegli anni si giocassero sempre con tutti gli effettivi abili.

  • michele

    gara 6, 51 punti..career high nei playoff, in regular season coi sonics era arrivato a 54. Playoff molto belli, purtroppo per i celtics senza il numero 5…..

  • michele

    un giocatore dei lakers di quegli anni che adoravo era lamar odom, giocatore meraviglioso…un piacere da veder giocare..altro che quel tamarro di bynum

  • mad-mel

    beh leonard negli anni 90…lo identificherei xon un pippen tutta la vita…difensivamente…

  • Michael Philips

    uhm…se su google scrivi “nba finals 2006 il secondo risultato che ti consiglia è “rigged” ovvero truccata. Proprio per via dei tanti liberi che wade fu in grado di tirare senza aver cambiato modo di attaccare la difesa.

    Io per la cronaca tifavo Miami, per via di Zo che fu assurdo nei pochi minuti che ancora riusciva a giocare.

    Ma non ho mai più rivisto una roba del genere, con uno che va nel pitturato e boom, fallo e liberi a comando. Solo shaq che subiva l’hack-a-lui ne ha tirati di più in finale.
    * anzi no, wade più di shaq..

  • Michael Philips

    Sì è il primo che viene in mente, e pippen era molto più atletico di leonard, saltava quasi quanto mj, eppure sai cosa? Leonard senza hand-check e dovendo passare attraverso blocchi e blocchi mi pare molto più forte quando si tratta di rallentare i grandi realizzatori.

    Pippen se ci pensi un attimo, quali giocatori col trentello ha dovuto marcare? Malone? Uhm…spesso lo marcava rodman o nel primo three-peat horace grant(altra bestia in difesa).
    I durant, kobe, lebron, curry, wade ecc…non c’erano mica eh. Cio+ penny era uno degli attaccanti più forti e segnava 20 a sera. Grant hill idem, richmond 22.
    Leonard spesso è riuscito a rovinare completamente le gare di gente come lebron, durant, curry, george e tanti altri.
    Io credo che così come curry sarà(lo è già) il più grande tiratore di sempre, leonard potrebbe finire per l’essere il miglior difensore della storia nba.

  • Jurassic_Park

    Lungi da me cercargli giustificazioni, anche perché se non è il tuo coach a darti delle direttive dovresti essere tu giocatore a cacciare gli attributi, però entrambi stanno avendo problemi fisici: Lowry non si è ancora ripreso del tutto dll’infortunio al gomito, DD ieri pareva soffrire al pollice.

    Probabile che poi nei pivotal games e nei finali stringano di più i denti. A ogni modo Toronto è una squadra che vive molto meno delle sue stelle rispetto ad altre formazioni.

  • Michael Philips

    Avevo visto qualche giorno fa la foto del gomito di lowry e pareva avesse due ossa sporgenti. Una roba brutta.

  • Hanamichi Sakuragi

    su espn non mi esprimo, ricordo anche io che davano i thunder vincenti nettamente. questo è sicuro. come ricordo che lo fecere coi lakers. io speravo ci prendessero ma non ne ero molto convinto. non ricordo le % per cui sarà sicuro come dici tu