Simmons-Ingram, chi a Philadelphia?

Non essendoci argomenti di cui discutere al di fuori dei Playoffs volevo tornar a parlare del Draft 2016 perché se nella passata edizione era una lotta a 3 per le prime due scelte quest’anno i candidati sono due, Ben Simmons di LSU e Brandon Ingram di Duke, uno sicuramente diventerà il prossimo Go-To-Guy dei Philadelphia 76ers, l’altro solo dopo la scelta saprà del sui destino. ieri il nostro Ste ha steso il suo Mock-Draft (CLICCA QUI per leggere), oggi tocca a me andare nello specifico: Simmons-Ingram, chi per la #1?

Non c’è unanimità tra i vari siti di Mock Draft anche perché i due giocatori sono molto diversi tra loro fatta eccezione che vedono molto bene il canestro, il tanto contestato ex GM dei Sixers Sam Hinkie alla fine ha avuto ragione, Philly avrà la prima scelta assoluta e adesso si frega le mani ma fino ad un certo punto perché questa scelta deciderà il futuro dei 76ers e sbagliarla potrebbe pesare un macigno, chiedere ai Portland Trail Blazers quando scelsero Greg Oden e non Kevin Durant…Comunque, non avete seguito la stagione NCAA? Non li avete mai visti giocare? State sereni, adesso ve li descrivo con tanto di caratteristiche tecniche e di paragoni con i PRO, alla fine considerazioni sulle destinazioni e sondaggio!

Brandon Ingram

Altezza: 2,06
Peso: 88
Ruolo: SF
College: Duke
Anno: Freshman
Punto Forza: Braccia infinite che ricordano molto Tayshaun prince, ottime percentuali dalla media distanza, capacità di sfruttare il suo fisico nei miss-match, ottimo 1-Vs-1 soprattutto dalla linea di fondo, intelligenza tattica e capacità di coinvolgere i compagni.
Punto debole: Fisico gracile, difesa non eccelsa sia sull’uomo che sul lato debole, non ha la sinistra, giocatore silenzioso con poca leadership.
Paragone NBA: Kevin Durant

https://www.youtube.com/watch?v=u15OOjLowj8

Ben Simmons

Altezza: 2,08
Peso: 109
Ruolo: SF/PF
College: LSU
Anno: Freshman
Punto Forza: Estremo concentrato di potenza, forza, dinamismo e atletismo, attitudine da leader, macchina da punti, rimbalzi e anche da assist, resistenza ai contatti, potenziale Tripla-Doppia a serata.
Punto debole: Tiro da rivedere sotto tutti gli aspetti da quello tecnico a tattico, poca fiducia nel fondamentale, poca tendenza ad utilizzare il suo corpo
Paragone NBA: LeBron James

https://www.youtube.com/watch?v=Acpii_OmL6I

Chi per Philadelphia? Io vado con Ben Simmons!
Perché a Phila serve un giocatore a 360°, con carisma, personalità per caricarsi sulle spalle la squadra e città, può creare un asse molto pericoloso con Okafor per le sue doti di assist-man, non è al livello di Ingram a sotto l’aspetto tecnico/attico e lo soffrirà all’inizio ma pure LeBron nei suoi primi anni era abbastanza mono-dimensionale in attacco, ma ha la mentalità giusta per migliorare.

Capitolo Lakers
Lo snobbato tra Simmons-Ingram NON vestirà i colori dei Los Angeles Lakers, non c’è da discutere o ipotizzare, NON giocherà nella città degli angeli! La franchigia, ma soprattutto la piazza, sono stanche di aspettare, D’Angelo Russell e Julius Randle sono e rimarranno i tasselli presi dal Draft giallo-viola, questa seconda scelta è stata una manna dal cielo perché il tragicomico duo Kuphack-Buss la notte del Draft potrà andare a bussare a tutte le porte dell’NBA offrendo uno tra Ingram/Simmons per un top-player; si mormora che Paul George sia il forte candidato a finire in questa trade ma vai a sapere cosa l’inquietante duo sta pianificando per il 23 giugno.

Adesso tocca a voi, quale sarà il primo nome che Adam Silver pronuncerà al Barclays Center la notte del Draft?

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • MarcoManiac83

    I Lakers scambieranno davvero chi prenderanno al draft? Mi sembra un suicidio per la controparte, che sia i Pacers o i Bulls, scambiare il loro top player ovvero George o Butler per ricevere una matricola che avrà sì del gran potenziale, ma mi sembra che gli interrogativi siano diversi e tutti di non poco conto.
    Temo seriamente che il duo Nobel dei Lakers qualsiasi cosa decida, tenere la scelta o scambiare, farà la frittata…perchè non credo che arriverà uno fra George e Butler.

  • In Your Weis

    Simmons come giocatore ha maggiori margini di crescita, personalmente mi piace molto anche se prima o poi uno straccio di tiro da fuori lo dovrà mettere, perchè tirare massimo dai 5 metri nella NBA lo puoi fare se sei un lungo, non un 3 che si presuppone debba generare attacco per se e per gli altri

    Ingram è forse più pronto tecnicamente, già da domani potrebbe farne 17-18 a partita, forse (mia opinione) per i 76ers sarebbe meglio però un Simmons che distribuisce cioccolatini soprattutto ai lunghi, due dei quali (Noel ed Embiid, se mai tornerà a giocare) sono molto limitati nel costruirsi un tiro da soli

    Ingram sarebbe meglio avendo già un playmaker accanto, in modo da poter da subito essere innescato secondo potenziale offensivo

    Personalmente non ho questa sicumera sui Lakers, i due di cui sopra sono talenti cristallini, nel caso riescano davvero a mettere sotto contratto DeRozan ed a scambiare per George ben venga la cessione, altrimenti meglio non lasciarli andare a cuor leggero

  • Ai Lakers serve un perno, una stella di riferimento, Russell NON è pronto, Randle è troppo indisciplinato…e vuoi caricare ad un rookie la responsabilità di essere il go-to-guy dei Lakers dopo 3 anni d’inferno?

  • Hanamichi Sakuragi

    io dei lakers non so una mazza.. ancora non ho trovato la notizia di walton allenatore… per dire..
    ad ogni modo penso che con uno come simmons e soldi da spendere magari qualcuno lo attrai.. se invece scambi il simmons della situazione x george dubito che PG ci venga felice a LA…

  • Magic

    La seconda pick dei lakers da sola non vale minimamente una stella NBA: Indiana e Chicago non scambieranno mai George o Butler per la pick, ergo il pacchetto dovrà essere più convincente, specialmente nel caso in cui si parli con i Pacers.

  • Quaqquo

    Io non sono così sicuro che allo stato attuale delle cose ci siano trioppe stlle NBA pronte a voler divenatare l’uomo frachigia di una franchigia che per 3 anni ha fatto pietà. A meno che non ci siano motivi contingenziali tipo tornare a casa (e PG13 mi pare sia prorpio di LA). Ma quel punto ci sarebbe anche Westbrook in scadenza l’anno porssimo, quindi bho??
    P.S. DeRozan uomo franchigia… DIREI DI NO!!!!

  • Quaqquo

    Vabbè non doveva essere un reply ma un post normale.. pazienza