Cleveland massacra Toronto, è Match-Point!

La Gara5 delle finali dell’Eastern Conference è senza storia, ancora una volta i Raptors fuori da casa loro sono una squadra smarrita e per i Cleveland Cavaliers è una passeggiata strappare il referto rosa che vale il Match-Point nella serie! Super partita per il trio James-Irving-Love con 71 punti combinati a referto.

EastFINAL

Cleveland Cavaliers (#1) – Toronto Raptors (#2) 116-78 [CLE 3-2]
CLE: James 23, Love 25, Irving 23, Thompson 9 (10 rimb), Jefferson 11
TOR: DeRozan 14, Lowry 13

Si torna alla Quicken Loans Arena e i Cleveland Cavaliers rispolverano il copione delle prime gare lasciando le briciole ai Toronto Raptors per il Match-Point della serie, LeBron James quasi da Tripla-Doppia (23+6+8) nel silenzio perché è stata la notte di Kevin Love (25 punti) e Kyrie Irving (23 punti), protagonisti assoluti dell’inizio spumeggiante dei Cavs, malissimo il duo Lowry-DeRozan rispettivamente da -25 e -32 di plus/minus con 7/20 dal campo; pronti via e l’ex Minnesota spara 4/4 dal campo per 12 punti, Kyrie Irving realizza 9 punti nel break di 17-3 negli ultimi 4’21” e i padroni di casa alla prima sirena sono già avanti 37-19, il tutto con un LeBron James da 4 punti e 4 assist, 68% dal campo contro il 41% degli avversari e con un ottimo controllo dei tabelloni (9-4 rimbalzi).
I Raptors non ci sono proprio, DeRozan spara a salve, sotto i tabelloni Tristan Thompson fa quello che vuole e la schiacciata in solitaria di James dopo furto di Irving a 3’03” dal riposo lungo vale il +26 (56-30). Cleveland arriverà a toccare pure il +34 dopo l’ennesima tripla piedi a posto di Kevin Love il quale all’intervallo avrà un tabellino immacolato con 6/6 dal campo per 19 punti, inoltre i Cavs col loro +31(64-34) registrano pure il record di divario all’intervallo nella storia delle finali di conference.
Il secondo tempo sarà puro Garbage-Time con Cleveland che arriverà massimo fino al +40 dopo una tripla di Frye (98-58), match dominato a rimbalzo per gli uomini di coach Lue con 48 rimbalzi a 27.

Gara 4: 27/5 @ Toronto

TOP 5

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • michele

    beh le finals 2011 le hai tirate fuori tu ieri, l’argomento è ancora abbastanza caldo da poterci tranquillamente infilare una battuta ( anche se so che per certuni le finali perse da lebron sono ancora un punctum dolens, e quindi una semplice battuta viene vista come il fumo negli occhi)…dura la vita dei lebroniani, sempre in trincea, mai un attimo di respiro!

  • gasp

    Ssssh… ma “gli infortuni fanno parte del gioco” Curry è il Goat

  • GiantBaba

    Il punto e’ propio quello, se Curry non fosse a posto, col cavolo che gli farebbero marcare Westbrook tutti quei minuti. Poi chiaro che non e’ al cento per cento, ma sai quanti giocatori non sono al cento per cento dopo una stacione di 90+ partite? Criticalo ci sta tutto, poi secondo me, il punto rimane sempre quello che pensavo anche quando era al top: Curry ha dimostrato di saper fare cose al livello dei grandissimi di questo sport, ma quel livello bisogna tenerlo per anni e con un gioco al limite come il suo, e con un fisico come il suo, mi sembra davvero una cosa difficile.

  • gasp

    “I’m back” “ain’t lillard time” “le facce gasate al pubblico e panchina dei blazers” “lo sguardo di sfida ad ibaka in gara2 dopo la tripla in faccia”

    Se lo avrebbe fatto qualcun’altro apriti cielo…

  • michele

    si dice “se lo avesse fatto”….agliagliai gasp…..

  • gasp

    Son sempre fisso su avrebbe… volevo scrivere avesse ma ho scritto inconsciamente avrebbe, sono un caso freudiano

  • gasp

    Ti voto solamente per il parallelo storico!

  • michele

    è giusto criticare Curry, tutti ci sono passati. Così come è inevitabile il revisionismo sugli scorsi playoff da parte degli sconfitti di un anno fa, che sono stati tutta la regular season zitti e adesso possono gioire. Fa parte del gioco. Se Golden State esce, come ormai quasi certo, avrà tutta l ‘estate per fare un salutare bagno di umiltà, capire cosa non ha funzionato e pianificare una regular season meno stressante ( per me hanno sprecato troppe energie nervose alla ricerca del record). Cmq riguardando gara 4 si vede che anche le condizioni precarie di Bogut hanno influito, praticamente i thunder potevano permettersi di lasciare un buco sotto canestro e chiudere tutti gli esterni senza mai pagare dazio.

  • michele

    eri cosi ansioso di unirti alla gogna pubblica per Curry che hai dimenticato di controllare la grammatica, capisco. Pensa se l’oggetto della discussione fosse stato Blatt, avresti combinato qualche obbrobrio ancora peggiore eheheeh

  • gasp

    Pensa se l’oggetto della discussione fossero stati i Pippers o ancora peggio i Celtici eheheh

  • Michael Philips

    “agliagliai”

    ??

  • Michael Philips

    Kerr solitamente evita di mettere curry su westbrook anche quando steph è al 110%. Se non sei bravo in difesa, non lo sei al 100% e non lo sei al 70%.

    Io non capisco perché negli anni ho potuto criticare senza problemi melo per la non difesa, durant, lo stesso westbtook in diverse occasioni, nash e tanti altri, ma con curry non puoi dirlo altrimenti partono dei tackle verbali che manco Baresi nei 90’s.

  • Michael Philips

    sì ricordo vagamente un annetto fa questa storia che non ci sono scusanti in caso di infortuni.

    Il bello è che io rimango dell’idea che gli infortuni spostano eccome(e intendo quanto ti lasciano i giocatori in borghese)e se curry non fosse più tornato dopo quell’infortunio al ginocchio, gli interi playoffs avrebbero avuto un mezzo asterisco sul groppone, perché con o senza di lui non può essere lo stesso.

    Curry è in campo.
    Curry nega ufficialmente di avere problemi. Kerr nega che curry abbua problemi.
    Stop.

    Quando gli gira te ne mette 20 in un amen, quando non gli entra nulla sembra un giocatore incapace di incidere se non con qualche assist.

    Durant se non gli entra il tiro da fuori prova con il mid-range, se non va quello si butta in area. Westbrook idem. Lebron idem e kobe idem.

    Steph o tira da 8 metri o va al ferro. In tutta la stagione avrò visto il 30 tirare 7-8 volte da 5-6 metri.

  • In Your Weis

    Ogni tanto lancio perle di cultura in questo blog di poveri stolti!!!

  • Michael Philips

    “inevitabile il revisionismo sugli scorsi playoff da parte degli
    sconfitti di un anno fa, che sono stati tutta la regular season zitti e
    adesso possono gioire.”

    qualcosa non torna in questa affermazione. Chi è che è rimasto zitto?

    Comunque mi vien da ridere a vederti così zen e distaccato già che non hai nessuno per cui fare il tifo(al massimo qualcuno per cui tifare contro, ma non saprei chi) e parli come se tu fossi estraneo a queste dinamiche.
    Aspetto con ansia di rivedere i celtics ai piani alti, e poi vedi dove lo infili lo zen e tutto il resto ahahah

  • gasp

    Beh LeBron praticamente ha la penetrazione o il gioco in post, altre vie non ha… ma Curry più che incapace di incidere quando non gli entra nulla mi sembra completamente fuori da sta serie mentalmente

  • In Your Weis

    Piccola curiosità statistica su LeBron: in queste 13 partite di PO, non ha mai segnato meno di 20 punti, e non ne ha mai fatti più di 29. E’ la sua grandezza e, in alcune singole partite, il suo limite

  • michele

    beh quando è servito le sue partite da 40 e passa punti le ha fatte…sarà cosi anche quest’anno, quando gli ostacoli saranno piu alti.

  • michele

    su curry sono assolutamente zen, è cosi asettico che non mi suscita grandi sentimenti, né da una parte né dall’altra…un anno fa poi io ero del partito “Harden mvp” eheheheh

  • michele

    ahahahah…è una citazione di mio padre quando dico qualche inesattezza o combino qualche guaio…si riferisce a una pubblicità dei suoi tempi ( “no alpitour, agliagliai”)..una cosa del genere, mi è rimasta sottopelle lol

  • mad-mel

    se nn ho letto male….deandre jordan first defense e all nba first team…..dio mio….

  • michele

    ahahahahahahahha…beh per la difesa puo’ anche starci, ma il primo quintetto è ridicolo…avrebbero dovuto mettere durant e lebron da 5. non c’è stato nessun pivot classico degno di un first team, a parte ovviamente Cousins ( che pero’ è penalizzato dal contesto perdente quindi non lo mettono).

  • In Your Weis

    Credo che lui si auguri di poter continuare a tirare così poco e con quelle percentuali…vorrebbe dire che Irving e Love stanno facendo il loro dovere…se ne deve fare 35 a partita è un bruttissimo segno

  • gasp

    Non è una specie di esclamazione calabrese o cose del genere?

  • gasp

    Anche perché è una testa di cazzo

  • michele

    Cousins? sarà, ma uno cosi ai Celtics lo vorrei eccome…talento ne ha a pacchi, il resto si puo’ limare.

  • gasp

    Se uno in 6 anni che è in NBA non ha ancora capito come starci e a sfruttare al meglio il talento che ha perché fa cazzate e litiga con gli allenatori sicuramente non scambierei mezza squadra per lui perché non è un giocatore franchigia … poi potrà essere l’ambiente di Sacramento ma io ci credo fino a un certo punto

  • Michael Philips

    è esattamente così.

  • michele

    il talento c’è e non si discute, il contesto di Sacramento certo l’ha aiutato: concordo pero’ che se fossi un gm non farei follie per averlo, troppo rischioso…l’ideale sarebbe ingaggiarlo da free agent eheheheh

  • Max

    arrivo a casa solo ora da lavoro..beh asfaltati i toronto.vediamo se avranno la forza di portare i cavs a gara 7.certo non gli avrei dato un briciolo neppure prima di gara 3 e 4 ma in casa questi si trasformano.vediamo!!

  • Loco Dice

    Diciamo che appunto é tutta la stagione che ha il fiato corto, ricordo l’anno scorso che fece una buonissima stagione mentre quest’anno è stato usato poco.
    Tuttavia credo che appunto come single coverage su Lebron sia perfetto: ha fisico e atletismo per tenerlo quei 10/15 min in cui Carroll deve rifiatare…
    Poi son d’accordo con te che schierarlo come unico lungo non sia una buona mossa

  • Lorenzo Escriva

    questa miche potevi risparmiarla dai…commentiamo il presente…