Playoffs SUKA Award 2016 (Finali Conf.)

Troppo scontato per come è arrivato, gli Oklahoma City Thunder trionfano nel nostro SUKA Award di questi Playoffs come i Los Angeles Clippers nella passata stagione vanti 3-1 si fanno rimontare ed eliminare, i Clippers smisero di giocare nel 4° periodo di Gara5, i Thunder sono andati letteralmente in crash a 5′ dalla conclusione di Gara5. Un finale amaro per una squadra che mai come quest’anno poteva davvero dire la sua anche in caso di Finals.

OKLAHOMA CITY THUNDER

Eppure sembrava che tutto stesse andando per il meglio, una Gara1 sofferta e vinta di grinta anche con un aiuto arbitrale nel finale (passi di Westbrook non fischiati), le due casalinghe rasenti alla perfezione con un Russell Westbrook anche da Tripla-Doppia, un Kevin Durant immarcabile ma soprattutto uno Steven Adams monumentale nonché migliore dei Thunder in questa serie. Gara5 era abbastanza proibitiva anche perché i Warriors perdere 3 gare di fila era abbastanza difficile, Gara6 vivere o morire per entrambe, OKC gioca bene ed entra avanti di 8 dell’ultimo periodo e poi…E poi “Error 404” e tanti cari saluti a partita e serie!
Thunder traditi non dal supporting cast perché Andre Roberson, Serge Ibaka, Steven Adams avevano fatto il loro, traditi da Kevin Durant & Russell Westbrook, fino a 5′ dalla fine di Gara5 gli eroi di Oklahoma City!
Scelte sbagliate, scelte scellerate, tiri senza senso, forzature al limite, palle perse banali, palle perse sanguinose poi Golden State magari la prima no, ma alla seconda di uccide col sorriso, vedi la tripla di Thompson del +3 e poi il bellissimo Fade-Away al tabellone di Curry per il +5 nato da un rimbalzo offensivo.
Ho lodato spesso il lavoro di Billy Donovan, a livello tecnico/tattico non ha dato nulla di nuovo ma è riuscito in quello che Scott Brooks fallì, ha dato un’identità alla squadra, l’ha motivata facendole credere di essere la migliore, ha messo il duo Westbrook-Durant sui giusti binari con le giuste motivazioni e il fatto che come me anche altri vedevano i Thunder come mina vagante è stata la conferma…e forse questa è stata l’arma a doppio taglio, in quei 5′ è sembrato che l’effetto fosse finito e che tutti fossero tornati con i piedi per terra, tutte le ansie, le insicurezze, i fantasmi dal passato, tutti in una volta…un po’ come quando Ken perfora la mano sinsitra di Shin e lo massacra sparandolo contro la colonna per intenderci (chi non ricorda si vergogni!)

DURANT

Per quanto ne dica Adam Silver, a nessuno frega niente dei Thunder, si parla di loro solo per gli outifit e le Triple-Doppie di Westbrook e quindi niente tornado mediatico però questa sarà una ferita lunga da ricucire, soprattutto per Kevin Durant, quello che ha sukato più di tutti; se già prima non era molto considerato l’esplosione di Steph Curry lo ha messo in un angolino, i fans se lo erano dimenticato ma in questi KD ci ha tenuto a fa ricordare chi è e cosa può fare, probabilmente l’unico essere umano che può davvero ambire a battere il record di punti di Kareem Abdul-Jabbar, lo ritengo il miglior attaccante della Lega perché a differenza di Curry ti può far male da qualunque posizione del campo, in questi Playoffs ha preso a pesci in faccia il miglior difensore della Lega e per 5 gare e 43′ era l’incubo di Steve Kerr…Già quei maledetti 5′ finali, un DISASTRO totale roba che neanche quando i Monstars hanno rubato il talento a Charles Barkley era così sconnesso col gioco!
Stanotte in G7 ci ha provato in tutti i modi e bisogna dargliene atto, l’ultimo ad arrendersi però a livello personale questa è una sconfitta che ti uccide dentro e fa riemergere i vecchi fantasmi, quelli del “Crolla sotto pressione” o “Non è un vincente“, fantasmi che potrebbero influenzare la sua decisione in Free-Agency.
Westbrook mi state chiedendo? Eh…non molto lontano da KD ahimè.

F.M.B SUKA!

Eh bè si, me lo merito anche io perché al 15 di aprile avevo pubblicato sui social la mia previsione sulle “Final 4” di questi Playoffs, Warriors-Thunder & Cavaliers-Heat con finalissima Thunder-Cavs, Miami uccellata dai Raptors a Gara7 e Thunder lo abbiamo visto tutti; peccato perché ci credevo davvero in OKC, mai visti così in palla dai Playoffs 2012, doppio rammarico perché perdere così a Gara7 dopo esser stati sul 3-1, era meglio prendere 4-0, sarebbe stato rapido ed indolore.

Quindi cari amici di Oklahoma City…e caro me

* Il SUKA Award è stato introdotto su NBA-Evolution l’anno scorso, è il riconoscimento che assegniamo a quella squadra o giocatore che rosicano ardentemente, un award che si sta espandendo tanto che a SKY Sport Formula 1 il grande Leo Turrini ha il suo chiamato “Rododendro”.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B