NBA Playoff 2016: Finals, preview!

Eccoci qui, dove tutti volevano essere da Ottobre, e con la rivincita delle NBA Finals che in pratica tutto il globo cestistico attendeva con ansia, i campioni in carica dei Golden State Warriors contro i Cleveland Cavaliers stavolta al completo. Proviamo a dare degli spunti di riflessione su questa serie, augurandoci che sia soprattutto caraterizzata da del bel basket giocato.

FINALS

Golden State Warriors (#«) – Cleveland Cavaliers (#1)

Percorso: GSW (4-1, 4-2, 4-3); CLE (4-0,4-0, 4-2)
Serie: Mi verrebbe da scrivere tutti la volevano adesso cercate di giocarla bene e di farci anche divertire, ma credo che non ce ne sia bisogno. La domanda che viene spontanea è come entreranno i Warriors in queste NBA Finals 2016. Carichi?
Decisamente si, stanchi? Probabilmente, anche se vincere una serie così difficile rimontando da 1-3 aiuta a non sentire l’eventuale stanchezza. Di sicuro sanno che, se mai ce ne fosse stato bisogno, a Cleveland hanno scoperto che sono umani e possono essere battuti, ad OKC è mancato quel poco che i Cavs sperano di avere. E quel “poco” potrebbe avere la maglia #23, visto come ha giocato questi playoff fino ad ora. I Cavs, d’altra parte, hanno potuto valutare che su una serie lunga la capacità di adattarsi senza snaturare troppo il proprio gioco per trovare il modo di vincere è propria dei Warriors. La bestia deve essere uccisa quando viene ferita, altrimenti diventa davvero difficile, ma può essere ferita.
In campo: Quest’anno le due squadre arrivano senza infortuni con i roster sani, e questo è già una cosa positiva. Non credo che ci sia molto da analizzare tecnicamente, a questo livello la differenza vera la faranno le difese e le panchine. La capacità di non far scendere la qualità del gioco in contumacia dei giocatori da quintetto, specie se la serie dovesse allungarsi, e come si difenderà specie sul perimetro da entrambi le parti, sono le cose da tenere a mente e che potrebbero far ruotare l’ago della bilancia da una o dall’altra parte. Senza contare la voce rimbalzi, specie in attacco. Come ho scritto più volte in questi playoff, controllare i rimbalzi significa controllare il ritmo e di conseguenza partita e serie.
Match-Up: Klay Thompson vs J.R. Smith. No, non sto scherzando. Per come entrambe le franchigie hanno giocato questi playoff, lo spot di guardia tiratrice con annesse percentuali dall’arco dei tre punti, farà la vera differenza. Chi riuscirà a trovare il canestro con continuità in queste Finals farà un vero vantaggio alla sua squadra.
Mister X: Vabbè dai questo è abbastanza facile, e ad Akron, Ohio, li conoscono entrambi. Tutti aspettano Stephen Curry e LeBron James a queste Finals. Certo per loro non sarà una sfida tipo O.K. Corrall, ma entrambi saranno lo specchio degli umori che si vedranno in campo dalle rispettive squadre, sanno perfettamente di avere gli occhi di tutti addosso, anche perché per molti chi dei due dovesse perdere avrebbe fallito. Ma per una volta un pochino più di pressione non è sulle spalle di LeBron, che questo possa far cambiare qualcosa? Si anche se Steph con la pressione addosso diciamo che qualcosa l’ha fatta vedere…..
E adesso ragazzi basta chiacchiere e godiamoceli, sperando di vederli entrambi al loro meglio, e vinca il migliore alla fine.

DATE

Gara Data Ora Match
1 2/6 3:00 GSW-CLE
2 5/6 2:00 GSW-CLE
3 8/6 3:00 CLE-GSW
4 10/6 3:00 CLE-GSW
5* 13/6* 3:00 GSW-CLE*
6* 16/6* 3:00 CLE-GSW*
7* 19/6* 2:00 GSW-CLE*

PRONOSTICI

Pronostici Finals

SONDAGGIO

Doc. Abbati

Doc. Abbati

Il diversamente giovane del gruppo, appassionato di motociclismo e, soprattutto, dello sport made in USA , fan dei Lakers, dei Raiders e dei Mets rigorosamente in quest’ordine, seguo il basket NBA fin dagli anni 70 Nickname: Doc.Abbati

  • Hanamichi Sakuragi

    Non lo discuto, quella fu una serie a % basse x le grandi difese. Artest era la 4° 5° opzione d’attacco…. In generale nei lakers non era proprio un cecchino.. da qui secondo me le paure del 24, x un tiro che poteva essere preso ma che poteva anche chiudersi più facilmente con un’entrata al ferro

  • Michael Philips

    No ma aspetta, capisco cosa dici. Sinceramente quando tirava artest, non so perché ma ero certo che avrebbe smattonato – ogni- singolo-tiro.
    Da un lato fu la miglior scelta per quel tiro, ma capisco anche la strizza di kobe nel vedere quel pazzoide prendere il tiro dell’anello. Roba da matti!