Finals G1: Livingston affossa Cleveland!

È subito Golden State nella prima gara delle NBA Finals 2016, malgrado i peggior 1° quarto del duo Curry-Thompson i campioni in carica piegano alla distanza i Cavaliers con uno Shaun Livingston da urlo (20 punti) e una panchina Warriors che ha umiliato quella Cavs 45-10, pessima prestazione del trio James-Love-Irving.

Logo Finals

Golden State Warriors (#1) – Cleveland Cavaliers (#1) 104-89 [GSW 1-0]
GSW: Barnes 13, Green 16 (11 rimb), Bogut 10, Curry 11, Iguodala 12, Livingston 20, Barbosa 11
CLE: James 23 (12 rimb), Love 17 (13 rimb), Thompson 10 (12 rimb), Irving 26

Gara 2: Domenica 5 (h2:00) @ Oakland
La partita inizia come ci si aspettava, Warriors a cercare i ritmi alti e Cavs a cercare James, l’inizio è tutto del duo BarnesBogut con Lue ha chiamare il primo time out dopo la prima tripla di Steph Curry che da il 14-9 GSW.
Alla ripresa delle operazioni James attacca il canestro spazzando via tutti e Kerr riferma la partita subito, 16-15 GSW. Ma il problema Cavs è la difesa, con i ritmi alti la difficoltà ad accoppiarsi con gli attaccanti Warriors è palese, due triple consecutive di Draymond Green ed ancora Curry creano un altro mini allungo per i Warriors, richiuso sul finale di quarto da una tripla di Iman Shumpert. 28-24 Warriors alla fine del primo quarto.

Il secondo quarto si apre con la panchina Warriors che continua a tenere altissimi i ritmi, Livingston e Barbosa segnano con continuità e quando anche Klay Thompson si iscrive a referto c’è il primo vantaggio in doppia cifra per i campioni in carica, 43-29 con 6.22 da giocare nel 2° periodo. A quel punto in soccorso di un LeBron James comunque discretamente contenuto dal solito Andrè Iguodala, maestro di mani veloci, arriva Kyrie Irving. I Cavs si riavvicinano e vanno -8 con una tripla di un troppo discontinuo Kevin Love , 41-48 2.27 2°Q. Il finale di periodo vede il terzo fallo di Klay Thompson e la tripla di Green manda le squadre all’intervallo lungo sul 52-43 GSW.

Il terzo periodo si apre con un altro approccio difensivo tragico per i Cavs, due canestri facili di Bogut e Green e coach Lue pronto a fermare la partita con 9.40 da giocare, su un altro vantaggio in doppia cifra Warriors, 56-45. E da quel time out le due squadre rientrano in maniera diversa. I Cavs specie in Irving iniziano ad attaccare finalmente la partita, Golden State non riesce a creare per almeno tre minuti niente di buono, e quando anche Love prima e Tristan Thompson a rimbalzo offensivo portano aiuto al duo #23-#2 la partita sembra girare, con il primo vantaggio degli ospiti dopo il 3-0 iniziale, 64-63 CLE con 3.57 da giocare nel quarto. Ma ancora una volta è la difesa a far danni per i Cavs, due buchi clamorosi consentono due canestri facili ai Warriors che riescono a rispondere colpo su colpo a due belle giocate di James. Il quarto si chiude con l’ineffabile Iguodala che dopo un acuto, uno dei pochissimi, di Curry in avvicinamento, segna la tripla del +6 GSW alla fine del terzo quarto, 74-68.

Ci si aspetta un quarto periodo elettrizzante, invece pronti via ed il duo Livingston-Barbosa riprende da dove aveva lasciato e nemmeno il time out chiamato dopo 50 secondi da Lue serve a qualcosa. Il parzialone con cui Golden State grazie alle giocate delle sue seconde linee è incredibile, e la schiacciata dell’MVP delle scorse finals mette i primi chiodi sulla bara Cavs, 96-76 con 5.44 da giocare. Ma come sempre Warriors non fa rima con gestione del vantaggio, Irving e James tentano un ultimo sforzo riportando Cleveland al -11, 98-87 3.23, ma a questo punto gli splash brothers decidono di partecipare alla partita con una tripla a testa e game set and match Golden State, che vince gara 1 104-89, grazie ad una grande prova di squadra, alla fine ben sette uomini in doppia cifra. Ai Cavs l’idea di poter stare nella serie se si riesce a difendere bene per tanto tempo ed a non lasciare soli James e Irving.

HIGLIGHTS

https://www.youtube.com/watch?v=LDKmWeKJbT0

Doc. Abbati

Doc. Abbati

Il diversamente giovane del gruppo, appassionato di motociclismo e, soprattutto, dello sport made in USA , fan dei Lakers, dei Raiders e dei Mets rigorosamente in quest’ordine, seguo il basket NBA fin dagli anni 70 Nickname: Doc.Abbati

  • Non Bevo Acqua

    giustizia?
    ahahahahahahahah
    diamo a lebron un westbrook,un durant,un davis e un cousins così avrà la giustizia che si merita. coprirsi di ridicolo dopo aver digerito male la sconfitta non dev’essere facile per un tifoso pagliaccio.
    vorrei ricordare al pagliaccio che se curry e thompson avessero giocato come ieri notte anche contro i thunder la serie sarebbe finita 4 a 0 per oklahoma.

  • Barone birra

    Ma il piagnone undicenne non aveva promesso che non si sarebbe lamentato e fatto il vittimista non più tardi di 2-3 giorni fa? Ahhah ahhhh è bastata una sconfitta che non decide nulla per scatenare un mare di lacrime .è sempre uno spasso.

  • Barone birra

    I comici toscani sono in miei preferiti

  • Barone birra

    Penso abbia non meno di 30 anni. È questo il bello

  • Barone birra

    Hai notato anche tu che praticamente vive sul blog rispondendo a chiunque su qualsiasi cosa per darsi un tono. Per poi scappare quando qualcuno come me lo prende per il culo

  • Barone birra

    Con un sedicenne ha in comune la verginità

  • Barone birra

    Ma sui sedicenni non sono sicuro della verginità. Lol

  • michele
  • Barone birra

    Anche a Wade capito di giocare belle gare contro i mavs per poi perdere per colpa di qualcuno. È la vita

  • Barone birra

    E il bello che 2 giorni fa aveva promesso di non fare il piagnone. Tutto da ridere

  • michele

    Inevitabile gif a parte, credo che le finals saranno ancora lunghe…come ricordava il tifoso lebroniano gasp, è prassi per james perdere gara 1, quindi una reazione cavs è abbastanza scontata. Devono pero’ sperare che il duo di GS scioperi un’altra volta. Certo che in caso di vittoria golden state con mvp uno tra leandrinho e il gabbiano livingstone il mito di Curry verrebbe davvero appannato ( si parlerebbe soltanto, a ben donde direi, di mito Golden State).

  • gasp

    La sua croce e delizia… sembra proprio che abbiano una sudditanza totale al 23

  • gasp

    Te credo che nessuno gli ha ancora fatto qualcosa, se lo tocchi ALMENO tutte le Finals te le guardi in giacca e cravatta…

  • Fabio Massimo Stoppani

    Comunque praticamente nessuno l’ha solamente minimamente accennato. Ma se questo gesto l’avesse fatto Draymond Green adesso in 21 gli avrebbero augurato di perdere una mano, in 8 di spaccarsi il ginocchio e in 57 di perdere i gioielli di famiglia.

    https://www.youtube.com/watch?v=S8QS2EHTMmU

    Nemmeno Flagrant 1 eh

  • gasp

    Addirittura anche “tifoso lebroniano” … io ufficialmente tifo Lakers le altre sono solo blande preferenze eheheh

  • IlvicinodiErba

    Il piagnisteo alla prima è molto quotato. Se i cavs vincono alla seconda è già trionfo.

  • IlvicinodiErba

    Tifavi lakers al tempo di jabbar

  • gasp

    Ho iniziato quando Jabbar ancora giocava…

  • IlvicinodiErba

    Peccato abbia cambiato idea successivamente allora

  • IlvicinodiErba

    carezze..

  • gasp

    I Warriors negli ultimi due anni hanno fatto grandissime RS ma ai PO sono sembrati molti più battibili specialmente Curry: se l’MVP delle Finals lo vincerà ancora una volta un giocatore considerato role player o anche Thompson si parlerà solo della grandezze di Golden State, meno di Curry che per me è il miglior tiratore della storia NBA ma per il miglior giocatore… se ne parla con altri

  • Michael Philips

    Io comunque non è che mi sia lamentato perché i cavs hanno perso, anche se il solito gruppetto munito di ritardi degni dei peggiori regionali di trenitalia prova a buttarla su questo aspetto.

    Ripeto, non c’è giustizia perché c’è chi può giocare di merda e comunque evitare le giuste critiche per questo. Curry ha fatto una delle performance peggiori per uno del suo livello nelle finals(mvp unanime ecc..) e pare che tutto sommato la cosa sia OK.

    Lebron non lo avrebbe giustificato nessuno(io nemmeno già che lo infamai nelle finals del 2011) dopo un gara così, e la vittoria dei suoi avrebbe solo dato un motivo in più per sminuirlo.

    Ma il blog è così, la maggior parte degli utenti da anni segue le finals tifando contro qualcuno e non per qualcuno.

    Questo sì che è una roba triste e infantile.

  • Michael Philips

    Io l’anno scorso non fui d’accordo riguardo il finals mvp a iguodala.
    No perché nel complesso, pur avendo giocato così così le prime 3 gare, curry è stato il migliore dei suoi.

    Cioè gara 5, pivotal, vinta dai warriors è stata la migliore che ha giocato tra quelle in finale(37pt) quindi già lì poteva starci.
    Un conto sono gli spurs del 2014 dove davvero leonard fu il migliore(ma dopo aver fatto pena nelle prime due eh)ma comunque non c’era una vera alternativa a lui da quanto si divisero i meriti.

    E nel 2013 nelle prime 5 gare delle finals se ricordi il primo candidato al finals mvp era….danny green…cioè assurdo.

    Credo che l’anno scorso chi ha votato per il FMVP sia stato tentato fino all’ultimo di darlo a LeBron ma poi hanno avuto il buon gusto di non fargli lo stesso amaro regalo che fecero nel 1969 a jerry west.
    Iguodala fece bene e si ritrovò nel mezzo della contesa per il premio.

  • Michael Philips

    Non c’è giustizia davvero oh, non puoi essere così bastardo da mettere una gif con un giocatore come questo, che oltre a non starmi particolarmente simpatico, si permette pure di rubarmi la battura senza citare la fonte.

  • gasp

    Beh Iguo fu il giocatore che cambio letteralmente la serie con la sua marcatura su LeBron e il contributo offensivo grazie agli spazi avuti da tutte le attenzioni su Curry

  • Michael Philips

    Sì ma nel complesso non puoi vincere l’mvp delle finals(6 gare eh) senza fare davvero bene per tutta la serie.

    Ancora ricordo che si parò di come iguodala creato grandi difficoltà a lebron anche in attacco, segnando un sacco contro lbj.

    Questa fu una cosa che dissero in molti, peccato che non era vera.

    Iguoala segnò qualcosa come 10 canestri contro lebron, ma in 6 gare(nulla in pratica) mentre un sacco di canestri arrivarono contro mozgov e tanti altri li fece con dei piazzati creati dallo small ball, che di fatto lasciava il russo in balia degli eventi.

  • mad-mel

    qst deriva dalla decision e dalla costruzioni di superteam in un estate…
    Lebron e unico tra i campioni di qst sport con qst caratteristica…e per forza che la quintalata di merda sia sempre pronta al primo passo falso…
    Curry alla fine e un warriors da sempre…e cresciuto e ha fatto crescere qst franchigia…le critiche sono gia meno pesanti su di lui…
    cmq se i warriors perdevano…mi sa che sarebbe arrivata molta merda anche a curry…

  • Lorenzo Escriva

    Mp non so se mi includi nel tuo gruppetto, però so di non tifare contro lebron ne pro curry o Gs, a me non interessa chi vince, deve vincere chi lo merita….e vorrei ricordarti ancora che il basket è uno sport di squadra, è inutile che dici che Lebron ha fatto una super prestazione e ha perso e invece curry ha fatto cagare e ha vinto…Lebron è un giocatore migliore di curry sicuramente però non conta un cazzo questo, non è un 1vs1 è una partita di basket (se lo dici nel senso che uno è MVP e l’altro no, non credo che a lebron interessi il titolo di MVP, gli interessa portare a casa l’anello e basta)…e dire che non c’è giustizia quando Lebron ha scelto giocatori e allenatore non ha senso…e comunque nel mio commento ho scritto bene che è solo gara1 magari vincono la serie…non significa nulla (o comunque significa poco) una gara 1 sulla serie a 7….la prossima partita sarà importante. Per tornare al tuo discorso, Curry ha fatto cagare e si può infamare quanto si vuole però hanno vinto…se perdevano sicuramente gli splash brothers si prendevano la merda anche loro…

  • Michael Philips

    La truce camminata dei celtics verso le finali nel 1961.
    Erano proprio tempi duri quelli e bisognava superare insormontabili serie, lunghe e spossanti.

    Ah no.