Finals G2: Altro massacro Warriors, 2-0!

NBA Finals Gara2 senza storia e ancora in favore dei Golden State Warriors che massacrano nella ripresa i Cavaliers portandosi sul 2-0 nella serie, Draymond Green trascinatore con 28 punti e un 54% dal campo per i suoi contro il desolante 35% degli avversari costretti addirittura a 77 punti finali. Commozione per Kevin Love dopo una gomitata.

Logo Finals

Golden State Warriors (#1) – Cleveland Cavaliers (#1) 110-77 [GSW 2-0]
GSW: Green 28, Thompson 17, Curry 18, Barbosa 10
CLE: James 19, Irving 10, Jefferson 12

Gara 3: 8/6 @ Cleveland

Gara 2 inizia con dei Cavs più pronti ad entrare in partita, Kyrie Irving parte forte, Kevin Love e Tristan Thompson attaccano nel pitturato e complice dei Warriors caotici e confusionari al primo time out siamo 10-8 CLE con 5.54 da giocare nel primo quarto. Al rientro Golden State ritrova il suo ritmo offensivo e tenta un mini allungo sul 17-13 con le giocate difensive di Andrew Bogut, 4 stoppate nel solo primo quarto, ed offensive di Stephen Curry e Draymond Green, ma Cleveland fa uscire dalla panchina un Jefferson più deciso e grazie all’intensità del Thompson canadese chiude il primo quarto 21-19. Il secondo quarto inizia come si è chiuso il primo. Cavs presenti anche in difesa, LeBron James segna due bei canestri con scelte veloci e la partita sembra svoltare verso l’Ohio. Sembra appunto.

Perché sul 28-22 Cavs con 10.12 da giocare sul cronometro del 2°quarto la partita dei ragazzi di coach Lue in pratica finisce e si scatena la tempesta perfetta Warriors. Golden State va small ball, Klay Thompson arriva alla partita, Andrè Iguodala alza il volume della radio in difesa su James e due triple di Green ed un arresto e tiro di Curry portano i Warriors sul 39-30 a 5.53 dalla fine del 2° quarto. Finito il parziale? Nemmeno un po’. Curry e Thompson mettono due triple consecutive, e quando Iguodala segna un lay up subendo fallo la partita sembra prendere la strada della baia, 52-37 2.08. Ma come sempre succede sul più bello Golden State diventa supponente e si ferma ad ammirarsi, James batte due colpi offensivi dei suoi in avvicinamento ed il -8 con cui i Cavs vanno al riposo, 52-44 GSW, sembra un affarone.

L’inizio del terzo periodo è interlocutorio, non segna nessuno per quasi due minuti, poi Irving batte un colpo nella sua anonima partita portando a -6 i Cavs. Ma è un fuoco di paglia, l’ennesimo. Coach Kerr va subito con il quintetto piccolo e Lue lo segue andando, se possibile, ancora più piccoli, Curry mette una tripla delle sue in uno vs uno e i Warriors non si fermano più. Green sale in cattedra offensivamente, la difesa si chiude a ripetizione su James che non riesce ad incidere come sempre e Golden State vola. La tripla forzata di Green in palleggio arresto e tiro a 2.36 dal termine del quarto che porta i Warriors sul +17 fa capire che la partita sta finendo e male per i Cavs. L’ingresso di uno scatenato Barbosa sul quarto fallo di Curry non fa scendere l’intensità degli attacchi dei ragazzi di coach Kerr, anzi è proprio il brasiliano a piazzare un altro parziale che fa chiudere il periodo sul + 20 GSW, 82-62.
Gli ultimi chiodi sulla bara li mettono in avvio di quarto periodo Curry ed ancora Leandrinho, con un 7-0 di parziale che fa entrare la partita in un lunghissimo garbage time. Il quarto periodo è solo accademia Warriors, ci si trascina stancamente fino al finale, 110-77 GSW. I Warriors volano in Ohio sul 2-0 con la convinzione di avere in mano le chiavi tecniche della serie. Ancora una volata hanno vinto di squadra e grazie soprattutto alla difesa. Cleveland paga le solte disattenzioni nella propria metà campo, l’abulica partita di Irving e Love, fino a che è rimasto in campo, ed un James che è diventato presto un rebus risolto da Iguodala e soci.

HIGHLIGHTS

Doc. Abbati

Doc. Abbati

Il diversamente giovane del gruppo, appassionato di motociclismo e, soprattutto, dello sport made in USA , fan dei Lakers, dei Raiders e dei Mets rigorosamente in quest’ordine, seguo il basket NBA fin dagli anni 70

Nickname: Doc.Abbati

  • michele

    ma non erano i dissidi sull’utilizzo di Love (“it’s either me or Kevin” frase che, se non apocrifa, pare sia stata pronunciata proprio da Blatt), giocatore che proprio non si riusciva ad inserire?

  • ILTG6

    Come immaginavo per i Cavs e’ davvero una missione impossibile, se riuscissero a ribaltarla farebbero una delle rimonte piu’ incredibili di sempre,le possibilita’ reali di vittoria si aggirano intorno al 5%…
    Ad inizio stagione avevo posto l’attenzione sulla differenza di IQ tra queste due squadre, i Warriors, oltre ad essere superiori in 4/5 del quintetto e panchina, sono anche piu’ intelligenti nel capire le giocate e i momenti della partita.

    Mio MVP di giornata e della serie Green.
    James non ha giocato bene, il suo gioco contro la difesa dei Warriors non funziona perche’ gli interpreti della baia sono in grado di raddoppiarlo o triplicarlo in avvicinamento e allo stesso tempo fare i close out e chiudere le linee di passaggio, nel frattempo i suoi compagni di squadra non riescno a spaziarsi bene ed essere pericolsi, se i Cavs vogliono avere almeno una chace devono cambiare il modo di attaccare.
    Cio’ nonostante a livello statistico viaggia a 21 11 9 3 che sarebbe una tripla doppia con tipo 24 di media senza garbage time. Pero’ ovviamnte e’ colpa solo sua, e’ lui il gm, coach dei Cavs(cit) ..

    Inutile dire che se la serie finisce come e’ lecito pensare servira’ una rivoluzione in Ohio.

  • ILTG6

    Iguodala sta difendendo benissimo su James ma la difesa sul 23 e’di squadra, Green non sta sbagliando un singolo aiuto o raddoppio, inoltre in attacco, con il basso rendimento degli Splash, sta facendo la differenza

  • Michael Philips

    Gara orrida e gran batosta per i cavs.

    Green mvp, bravo e coraggioso a punire gli spazi che i cavs hanno dovuto concedergli.
    Curry il suo lo ha fatto, niente di incredibile ma c’era. Klay idem.

    Lebron tante cose buone in difesa ma altrettante brutte sia in difesa che in attacco e dal palleggio.
    Mi ha sinistramente ricordato il lebron delle finals 2011 e delle prime gare delle finals 2013: apatico, discontinuo, in continua attesa di chissà cosa poi.

    Non ci riesco proprio a difendere o giustificare un giocatore che ha messo via il suo jumper(quello che gli fece vincere i duelli contro george e leonard nel 2013)e che ha attaccato in modo confuso e poco lucido. Sopratutto l’approccio mentale a queste due gare nella baia per me lo ha toppato. Perché è proprio fuori casa che i compagni hanno più bisogno di lui, e dei suoi punti.

    Jr un cancro, irving spento e l’unico decente è stato jefferson. Love male dopo una buona gara 1. Frye sparito.
    Ora spero che lue da gara 3 metta jr dalla panca, e tenti mozgov per dare un minimo di protetione nel pitturato, sopratutto quando c’è bogut.

    Nulla è perduto ma la serie si fa critica. Vediamo se ci sarà una reazione dei giocatori e del coach.
    Jr smith lo vedo a rischio di contrarre la malattia di nick anderson, che dopo quei liberi sbagliati nelle finals 1995, non si riprese mai più. Ecco, giocare due finali pessime potrebbe compromettere la testa di un giocatore come lui.

  • ILTG6

    Pensi davvero che con Blatt i Cavs avrebbero avuto piu’ chance? Lue non sta facendo bene ma non penso che con David le cose, con questi roster, sarebbero molto diverse

  • gasp

    Anche… ma sembra che la cosa che fece di Blatt un “dead man walking” fu proprio la totale indulgenza con LeBron

  • Gattoneoneone

    Ma che tipo di rivoluzione? Come fai a rivoluzionare una squadra come questi Cavs che sono pieni di contratti ingombranti?

  • ILTG6

    Bosh e Wade non hanno nulla a che vedere con Love e Irving, a livello di mentalita’ e difesa siamo su pianeti differenti

  • Hanamichi Sakuragi

    sinceramente si.. ad ora il confronto con le altre finals è imporponibile per Lue… dopo 2 partite i cav erano 1-1 e dopo 3 partite erano in vantaggio 2-1, con la squadra rotta e con un ben altro atteggiamento in campo e negli occhi a partitre da james.

    @ gasp: secondo me il problema è che aveva in primis lebron contro che faceva che cazzo voleva, non lo spogliatoi. e lo spogliatoio era dietro a james. ora blatt come si sarebbe mosso avrebbe pestato la proverbiale merda. se puniva lebron, ad esempio panchinandolo per una parttita, si trovava tifosi, dirigenza, stampa e squadra contro. e quella partita l’avrebbe persa sicuramente.
    a non fare un cazzo, ha sbagliato ugualmente con i risultati che si sono visti.
    in questa situazione c’era, a mio modo di vedere, una persona che doveva essere intelligente, altruista e sensibile nel capire che per il bene di tutti doveva difenre il suo allenatore. ed era james. che ha scelto di non farlo.
    per me la situazione era questa.

  • ILTG6

    Via o Love o Irving, stanno dimostrando di non essere sostenibili in queste due partite, poi aspettiamo di vedere come finisce la serie

  • ILTG6

    Secondo me le serie sono troppo diverse, l’anno scorso Green e Thompson, cosi’ come i Warriors squadra in generale, non erano a questo livello, inoltre quello che non condividevo si sta rivelando vero, con sia Irving che Love in campo trovare l’equilibrio giusto vs i Dubs e’ difficilissimo perche’ in attacco nn riescono ad ingranare, aspettiamo la fine della serie e vediamo se Lue riuscira’ a fare aggiustamenti positivi

  • ILTG6

    Oltretutto Blatt non mi sembra sia stato ingaggiato da qualche franchigia quindi per ora, in America, non e’ considerato da nessuno un coach che sposta

  • Il lacustre

    Parliamo di campioni (WADE) e ottimi giocatori (BOSH)rispetto ad accumulatori di statistiche (IRVING e LOVE)

  • Gattoneoneone

    Love secondo me si è svalutato a Cleveland (non che abbia fatto schifo eh, ma sicuramente il suo apporto è stato minore delle attese), per cui l’unico mi sembra possa essere Irving, che peraltro sembrava volesse andare via stando a qualche rumor uscito a febbraio..
    Io ai Cavs vedrei bene un play in grado di mettere ordine e portare al tempo stesso difesa, senza che chieda troppe attenzioni in attacco (Mike Conley who?).

  • gasp

    Perché poi alla fine sia vincessero i Warriors che per qualche miracolo i Cavs avrebbe comunque l’anello… Varejao MVP di tutto

  • Lorenzo Escriva

    perchè rischia? è un idiota e un cazzone, ma è questo il bello!! ahahahha se lo vince si ride…ahhahahahah

  • Lorenzo Escriva

    ILTG6 fino a prima di queste due gare il tuo discorso e di altri era: “Love e Irving non c’erano l’anno scorso, quella è una finale con l’asterisco” … ci prendi per il culo? vuoi mandare via Love o Irving? ma fammi il piacere va…nessuno dice che è solo colpa di lebron, ma nemmeno che lui non le ha (come pensate voi)….poi comunque è G2 e parlare di queste cose non ha senso…aspettiamo la fine

  • gasp

    Beh diciamo che molti vorrebbero avere il suo finale di carriera “piuttosto triste” e essere una” delusione totale” come lui… ha fatto qualche autogol di troppo che gli hanno precluso molte gioie e quindi ha ingoiato tanti bocconi amari… un po’ come Chamberlain

  • Lorenzo Escriva

    Mp ti spieghi il perchè di questo calo drastico dalle gare di conference a queste 2? ps: comunque hai fatto una buona analisi, la penso come te…e niente è perduto ancora…

  • ILTG6

    Conley sarebbe perfetto ma e’ FA quindi impossibie arrivi…
    Su Irving il discorso e’ difficile, ha un talento offensivo clamoroso ma ha grandi limiti di lettura( non e’ mai stato un play) e difensivi, scambiarlo potrebbe essere una scelta giusta ma se matura potrebbero arrivare tanti rimpianti ( contratto buono per lui considerando il nuovo cap).
    Love soffre incredibilmente Goden State, contro altre squadre non e’ necessariamente un cancro, da voi ad esempio lo vedrei bene.
    Il problema dimostrato in queste sue gare e’ averli tuttie due in campo assieme perche’ un cattivo dfensore puo’ essere mascherato,2 e’ gia’ piu’ difficile in particolar modo a questi livelli e contro questa squadra..

  • Gattoneoneone

    Da noi intendi a Washington? Sono d’accordo che ai Wizards manchi un’ala grande decente (oltre ad un’ala piccola) per poter fare il salto di qualità, ma non credo Love sia quella giusta. Anche perché ad oggi lo scambierei alla pari con Nenè……… 😉

  • Lorenzo Escriva

    però paragonare Blatt a lue……per ora è presto per tirare le somme, però Blatt anno scorso ha fatto molto bene quindi non so, (ricorda quella era la finale con *)….vediamo come finisce…però io fossi un Gm prenderei sempre Blatt davanti a Lue

  • gasp

    Si vero, era in una situazione molto difficile… ma comunque la colpa della mancato matrimonio tra Blatt e James è imputabile alla dirigenza, perché dovevano sostenere l’allenatore che loro avevano scelto

  • ILTG6

    Si a Wash, squadra che mi piace perche’ Wall e’ il mio Play preferito.
    Secondo me fareste un bel salto in avanti con Love

  • Gattoneoneone

    Però i Cavs chi prendono in cambio? Questo intendevo quando parlavo della difficoltà di scambiare il contrattone.

  • Gattoneoneone

    Ho provato a fare due giri sulla Trade Machine di ESPN e ad occhio, viste le cifre in giro, l’unica trade che converrebbe ai Wizards, ma ovviamente non ai Cavs, sarebbe Love per Nenè+Dudley. Roba che manco Branca accetterebbe..
    Discorso diverso se Beal rinnovasse a cifre simili a quelle di Love. Secondo te in un ipotetico scambio alla pari Love-Beal chi ne guadagnerebbe?

  • gasp

    Più che non sposta credo sia considerato o inadatto al mondo NBA o non pronto… se pensiamo che Messina di cui oltreoceano parlano immensamente bene fino ad ora è stato preso in considerazione da diverse squadre ma dopo hanno scelto allenatori con meno competenza ma più esperienza in NBA non oso pensare che considerazione abbia Blatt in quegli ambienti…

  • ILTG6

    Love-Beal non lo farei mai fossi in voi, tra Cavs e Wash difficile intavolare una trade, si potrebbe fare una roba tipo Morris e Dudley/Porter per Love ( anche se i salari sono diversi forse gli Wiz, con l’aumento del cap, potrebbero digerire quello di Love) ma non so quanto possa essere un Upgrade per i Cavs

  • Michael Philips

    Beh, potrei anche provare a fare un’analisi del perché, ma posso facilmente riassumerla con una parola: cagotto.

    Jr non c’è con la testa, irving è fuori sync e ogni pallone che gestiscono sembra pesare una tonnellata.

    Comunque, Lue non ha provato mezzo accorgimento(mozgov), lebron sta continuando a fare il gioco di kerr che tiene le marcature strette sul perimetro sfidandolo a rifarne 40 a sera, ma lebron si sente obbligato a mettere in gioco i compagni, quando forse(non è detto) i vari jr, love e irving non aspettano altro che vedere lui all’arrembaggio.

    Per assurdo, sono molto meno arrabbiato dopo queste due sconfitte rispetto a quanto lo fossi l’anno scorso dopo gara 5 e il 3-2 warriors.
    Perché l’anno scorso ci hanno provato fino all’ultimo, quest’anno stanno proprio giocando male.

    Lebron inattaccabile dopo 36pts di media nelle finals 2015, ora invece perde uguale, ma in modo più netto e incidendo molto poco a livello offensivo.

    Fa comunque rabbia chiaro, ma giocando così meriti di perdere quindi non c’è nulla di cui lamentarsi.

    Serie non chiusa. Avrei detto serie chiusa dopo un 2-0 warriors ottenuto giocando le prime due in ohio.
    I warriors qualche settimana fa stavano sotto 1-3 con l’eliminazione ad un passo da loro.
    Hanno reagito, contro la storia, contro i pronostici e hanno capovolto la serie.
    Vediamo se i cavs ritrovano un pò di grinta tra le mura di casa.

  • tommy23285

    Condivido analisi. Pero dopo finals dello scorso anno con un lbj davvero super e degli ottimi cavs al netto di infortuni e inesperienza (roster completamente nuovo, allenatore comprala). Serie assolutamente non chiusa alla fine gsw ha vinto le 2 gare in casa e ci può stare. Ora sta a Cleveland alzare livello del gioco in casa e provare a ribaltare la serie. Stupisce la poca preparazione a livello tattico dei cavs,
    X me contro gsw se vai small hai poche chance. Sembra che lue non abbia visto serie vs OKC. Ad oggi è palese la differenza con un allenatore come Blatt che può non piacere ma ero molto preparato e con esperienza. Per me i cavs a pagano anche un est poco competitivo che alla fine gli ha portati poco preparati anche a livello mentale a giocare una serie vs gsw dove se vuoi vincere devi giocare ogni gara alla perfezione e al Max del l’intensità,
    Come ha dimostrato perfettamente serie vs OKC.

  • tommy23285

    Potrebbero pagare a livello mentale livello molto diverso avversario rispetto a prevenuto incontddfo nei “playoff” ad est. Se cavs cmq la vogliono ribaltare devono cambiare quintetto e rotazioni così come nelle prime 2 hanno zero chance X me

  • Hanamichi Sakuragi

    sicuro colpa della dirigenza

  • 8gld

    Bene Warriors, bene Kerr.

    Cavs:
    non si scopre l’acqua calda, devono vincere le prossime 2.
    Dal 5 TT passa nel 3° alla ipersmall e paga dazio contro il 5 Green.
    L’approccio alla prossima sarà fisico, di energia. Questo all’inizio poi sui 96 minuti contro i Warriors lo ottieni solo se allunghi la coperta, se no rischi di pagarla.
    Se abbassi Kerr gioca il 5 Green che ha portato grandi dividendi, barcollando di brutto solo con i Thunder. Con TT 5 trovano uno libero sul perimetro e Bogut sta giocando bene.
    Proverei ad alzare…renderei la coperta più lunga verso Mozgov-Frey. TT 5 o verso l’alto, se abbassano rischiano.

    Warriors:
    Andare a prendere almeno una a Cleveland puntando già sulla terza, non abbassare la guardia.

  • Shady

    causa esami posso scrivere sul bolg solo ora:
    dopo gara 1 ero stato attento a commentare e emettere giudizi perchè nella singola gara può sempre succedere di tutto ed essere smentita alla successiva, invece in questo caso si poteva scrivere già tranquillamente tutto dato che sono state entrambe due gare indegne per le Finals…
    una volta scrissi riguardo alle vittorie dei cavs nella EC che non contata tanto la vittoria in se ma come si vinceva (convinto dal gioco dei cavs), e su queste due sconfitte replico che il fatto preoccupante in se non è il perdere ma come sono arrivate queste due sconfitte…
    giocatori senza palle, molli completamente inguardabile, roba che neanche ti ci incazzi ma ti lascia inerme privo di ogni sensazione, perdono così male che manco ti fanno provare la rabbia.
    continuo a dire che più che la difesa mi fa schifo l’attacco per la completa mancanza di movimenti, avessi visto un giocatore muoversi per prendere palla!
    comunque adesso le speranze dei cavs sono ridotte “alla legge di murphy”, spero nonostante tutto che riescano a acquisire un minimo di dignità

  • Il lacustre

    Si posso essere d’accordo, ma con una sostanziale differenza…questo era il giocatore più atteso per lo meno degli Ultimi 20 anni. …e se si guarda nel complesso ha deluso,e non poco…

  • mad-mel

    Il peccato originale e’ della dirigenza e quindi penso anche di lebron…visto che ha molto peso.
    Nn puoi prendere un allenatore che e famoso perche in carriera si e fatto umiliare con infinita presa per il culo da Iverson.
    E il suo diretto avversario e’ uno che ha prima preso un pugno da the goat e poi ha avuto la sua massima stima con relativo passaggio buzzerbeater contro Utah.
    A parte qst, io sono un amotoriale del settore, ma si e visto che i warriors possono essere vulnerabili con la fisicita e il doppio lungo. Lo si e visto quest anno contro okc e anche l anno scorso contro i cavs.
    Invece diventano micidiali se provi imitare il loro small ball…perche loro sono gli originali, e sono unici. Le brutte copie nn funzionano. E lue sta facendo qst
    Poi altra follia e raddoppiare cosi come pazzi gli splash brothers. Follia.
    Aggiungi che irving fa cagare, e a me nn sorprende. Love si sa…
    Insomma o cambia registro tattico…o il mio 4-1 preventivato era troppo ottimistico

  • Lorenzo Escriva

    si ok tommy….però non sono i cavs dell’anno scorso…cioè giocavano meglio senza irving e Love…ahahahah quindi secondo me c’è altro…non può essere solo il fatto mentale playoff est…che magari influisce (è da mesi che si dice)

  • Lorenzo Escriva

    ma poi dopo una serie come quella di OKC come è possibile che vogliano giocarla small ball? mah…questi cavs devono fare come facevano anno scorso se vogliono fare qualcosa…sennò rischiano davvero…comunque staremo a vedere

  • michele

    cmq ho letto in alcune analisi la parola “cagotto”, che mi sembra un po’ fuorviante…un anno fa contro la stessa squadra non avevano mica il cagotto. a me pare soltanto i cavs che stiano trovando una squadra di due spanne piu’ forte rispetto a quelle battute in questi playoff e per adesso pagano dazio….i warriors non sono gli hawks che si sono fatti impallinare da tre e che non avevano armi offensive: golden state sa difendersi e colpire in maniera micidiale.

  • tommy23285

    Io l’ho scritto varie volte ed è palese. Non ti puoi premettere love e irving in difesa è un attacco stanno dando davvero poco, irving non ha fatto quello step X diventare un all star e ad oggi come secondo vìolino il confronto con kt neanche comincia. Love poco funzionale ai cavs servirebbe un giocatore che sa difendere e tirare sugli scarichi. Scorso anno squadra molto forte nn difesa poi se hai lbj dei buoni tiri X gli altri teli crea sempre ma parte tutto sempre dalla difesa e dal controllo dei tabelloni

  • tommy23285

    Si michele condivido. Poi problema difensivo di irving e love. È davvero assurdo come dopo una serie vs OKC che ha messo in super difficoltà i dubs squadra che gli affronta in finale non fa nulla di simile ai thunder o a quello che aveva fatto blatt un anno fa e messo in difficoltà kerr

  • mad-mel

    Sapere di giocare contro un avversario dove sei sicuro di essere nettamente superiore, rende le cose molto piu facili. Giochi sciolto con fiducia, fai giocate difficili, anche azzardate e spesso ti riesce. Vale a qualsiasi livello. Dal torneo parrocchiale fino ai po nba.
    Invece al contrario qnd sai che giochi contro una piu forte e per batterli devi essere perfetto e aovraperformare, rende tutto piu difficile. Diventa molto piu difficile a livello mentale, oltre che giocare con ansia e nervosismo.
    Tutto qst si vede dalle percentuali dal campo di alcuni e la nn difesa in alcune situazioni.
    Vediamo se in casa possono avere un iniezione di fiducia

  • michele

    oggi i warriors comunque sono molto piuì forti rispetto a quelli di un anno fa, soprattutto a livello di convinzione: aver toccato il baratro ed essere risaliti contro i thunder gli ha dato una carica emotiva eccezionale. Thompson e Green un anno fa non erano questi. Lebron invece nelle prime due ha fatto molta fatica, mentre l’anno scorso gioco’ forse le sue migliori finali di sempre. Lue e i comprimari dei Cavs non ci stanno capendo nulla….davvero dura per cleveland, di finals ribaltate dallo 0-2 mi ricordo solo quella del 2006, ma credo sia irripetibile con quelle modalità.

  • Jove

    consideriamo poi che potrebbe essere 1 su 7…citofonare ad un certo Ray Allen per info.

  • Jove

    e potrebbe essere anche peggiore la situazione se non fosse per un certo Ray Allen…

  • brazzz

    quale testa?

  • brazzz

    te lo spiego con meno giri di parole..squadre incontrate a est ridicole,ecco qua

  • Michael Philips

    Brazzz, credo proprio che le uniche cose su cui non saremo mai d’accordo sono il basket e i Pink Floyd pre e post barrett(meglio dopo) …

  • brazzz

    sei un uomo confuso in entrambi i campi ahaha..scherzo…ma ti ravvederai