Finals G4: Finalmente Curry e Warriors 3-1!

Alla Quicken Loans Arena stavolta è gara vera, la prima di queste Finals, e a strappare il referto rosa sono stati i Golden State Warriors che finalmente hanno avuto una super prestazione dagli “Splash Brothers” (Curry 38, Thompson 27) oltre al prezioso contributo dalla panchina e alla bellezza di 17 triple, Cleveand troppo frenetica e caotica nel momento clou, 3-1 Warriors con 1° Match-Point tra le mura amiche lunedì notte!

Logo Finals

Cleveland Cavaliers (#1) – Golden State Warriors (#1) 97-108 [GSW 3-1]
CLE: James 25 (13 rimb), Thompson 10, Smith 10, Irving 34, Love 11
GSW: Barnes 14, Green 9 (12 rimb), Thompson 27, Curry 38, Iguodala 10

I Cavs iniziano gara 4 con le stesse facce e la stessa aggressività offensiva viste in gara 3. Ma questa volta i Warriors non si lasciano sorprendere dall’inizio lanciato dei ragazzi di coach Lue e ad un Kyrie Irving ispiratissimo risponde Harrison Barnes ed al primo time out con 7.06 da giocare siamo 13-10 CLE. Coach Kerr abbassa velocemente il quintetto ma se offensivamente si vedono sprazzi del gioco caratteristico di Golden State in difesa si paga un prezzo altissimo specie a rimbalzo, dove Tristan Thompson diventa il solito irrisolvibile rebus. I rimbalzi offensivi del canadese consentono secondi possessi fondamentali per i Cavs che rimangono avanti sul 20-17 con il primo canestro di LeBron James con 4.03 da giocare nel primo quarto. A quel punto per si sveglia e batte un colpo anche l’MVP. Due triple di Stephen Curry da Stephen Curry ed i Warriors rientrano e sorpassano, con James in panchina per i due falli commessi molto velocemente, dimostrando, almeno offensivamente, di essere nella partita. Il finale di quarto ci dice che abbiamo una partita equilibrata e che Kevin Love è in grado di giocare, ed anche su buoni livelli, ed il risultato si fissa sul 29-28 GSW.

L’inizio del secondo quarto è oltremodo nervoso. Le difese sembrano aver preso le misure sugli attacchi, la panchina Cavs regge l’impatto di quella Warriors. Il primo colpo lo batte Curry che con una tripla incredibile porta Golden State sul + 4, 37-33, con 7.02 da giocare. A quel punto Irving riprende a giocare la sua splendida ed incontenibile partita difensiva, aiutato finalmente anche da JR Smith, discontinuo come troppo spesso quando conta davvero, che mette la tripla del 39 pari con poco più di 5 minuti da giocare. Il finale di quarto vede i Cavs cercare di rimettere le mani sulla partita con un James molto attivo a rimbalzo, in difesa ed in avvicinamento. Golden State forza qualche soluzione offensiva di troppo specie con un Draymond Green molto nervoso, come spesso gli capita quando le cose non funzionano. Continui cambi di leadership nel punteggio, con Klay Thompson che entra nella partita con un gioco da tre punti che da l’ultimo vantaggio del quarto ai Warriors, 48-47, prima che il trio Irving, James e Smith, con il solito T.Thompson, confezionino il parziale che manda i Cavs al riposo lungo avanti 55-50.

Il terzo quarto si apre con l’amministrazione del tecnico preso da Luke Walton dopo la fine del primo tempo, i Cavs iniziano come al solito aggressivi e sembrano prendere in mano l’inerzia della partita con la tripla di James che porta i suoi sul +8, 61-53 con 9.29 da giocare nel quarto. Ma a quel punto arrivano alla partita gli splash brothers, tre triple in rapida successione e strappo ricucito in meno di due minuti, 65-64 CLE. Altro mini allungo tentanto dal solito duo James-Irving, 69-64, poi nella seconda metà del periodo arrivano i soliti Warriors. Aggressivi in difesa ed a rimbalzo, micidiali dal perimetro, altre tre triple di Curry, Thompson e del solito, quando serve, Iguodala, e sorpasso sul 72-69 con 4.09 da giocare. Per un paio di minuti le due squadre si scambiano dispiaceri sotto forma di canestri segnati, poi ancora Golden State con la difesa, Iguodala docet, i rimbalzi offensivi, importanti i tre minuti di Varejao, ed il movimento offensivo, tenta l’allungo sul 79-73, ricucito da Irving prima e da due liberi di Love, al suo ultimo acuto nella partita, che mandano gara 4 al quarto e decisivo periodo sul 79-77 GSW.

Quarto periodo che si apre con un James che vola sopra il ferro per dare il nuovo vantaggio Cavs, 81-79, ma l’attacco di Cleveland si ferma li. Iguodala, Green e Thompson alzano il volume della radio nella propria metà campo riuscendo a chiudere la strada verso il canestro a James e soci, in attacco l’MVP gioca per come tutti lo stavano aspettando, ed aiutato da Barnes e dal solito #9 crea il parziale decisivo sul +10, 96-86 a 3.22 dalla fine della partita. Partita che nel finale si innervosisce, con qualche parola, e qualche tentativo fallito di contatto, tra James e Green, ed un tentativo isolato di invasione di campo da parte di un tifoso, se così si può definire un imbecille tale. Golden State mette le mani sulla partita grazie alla difesa che non cala mai anche quando in attacco Curry & co. si prendono qualche pausa di troppo.

L’ultimo minuto serve solo a fissare il risultato sul 108-97 Warriors, che vincono la partita numero 88 della stagione, record all time della lega, segnano 17 triple, record per singola partita delle Finals, e volano ad Oakland con il primo di tre match point in tasca da sfruttare tra le mura amiche.

Doc. Abbati

Doc. Abbati

Il diversamente giovane del gruppo, appassionato di motociclismo e, soprattutto, dello sport made in USA , fan dei Lakers, dei Raiders e dei Mets rigorosamente in quest’ordine, seguo il basket NBA fin dagli anni 70 Nickname: Doc.Abbati

  • gasp

    Non nascondo che simpatizzo per “il muscoloso” però Curry e i Warriors non mi dispiacciono.. . solo che non mi piace l’aura di intoccabilità che si è creata negli ultimi due anni, facendo passare sottotraccia molti comportamenti dove fossero stati altri sarebbero stati lapidati… solo perché Curry e GS sono giovani e attirano più pubblico (specialmente giovane)

  • 8gld

    Bogut ha un’altro anno di contratto (contratto in scadenza il prossimo) e 32 anni (poi se rimane ok. Il mio è un discorso in prospettiva)…inizio a vagliare. Per età e nuovo salary rimango ottimista su Barnes.

  • Michael Philips

    Già che ho promesso di non parlare di arbitri, falli, favoritismi ecc… mi limiterò a postare questa foto.

  • ILTG6

    Iguodala scade con Bogut giusto? Quindi il prossimo anno scadono Bogut, Iguo e Curry? Situazione non facile se si da il max a Barnes, Bogut sono d’accordo sul fatto che non sara’ rifirmato…
    La dirigenza dei Warriors ha comunque dimostrato di saperci fare ed ora ha tutto nelle sue mani, in piu’ il cap aumenta al momento giusto per loro, molto dipendera’ anche dalla volonta’ dei giocatori di mantenere il nucleo a discapito di qualche $$, il gruppo da questo punto di vista sembra molto affiatato

  • 8gld

    quoto l’ultima parte.
    Iguo scade il prossimo e oggi ha 32 anni. Da rifirmare assolutamente alle cifre giuste (si parla per i 34 anni in poi…quindi dovrebbero trovare l’accordo). Su Curry-Barnes e dirigenza rimango ottimista…poi può capitare che cambi franchigia. Nel mio concetto di cose sarebbe un errore…vista anche e sopratutto l’età e l’avventura che con questi Warriors vivi e potresti vivere.

  • gasp

    Era solo per ironizzare sugli argomenti più usati nei prossimi giorni

  • mad-mel

    barnes fuori dai warriors fara cagare…scrivetela…pero andra via perche lui vorra un sacco di soldi e qualche idiota lo firmera.
    se avesse cervello…se..

  • ILTG6

    Dici? Secondo me ha tecnica e fisco per fare bene, forse qualche limite di personalita’ ma in queste finals sta rispondendo presente e nella notte ha messo la triple che ha chiuso i conti…

    Se volesse rinnovare a prescindere l’avrebbe gia’ fatto, probabilmente vuole ascoltare le varie offerte, si parla di 20 mln per Parsons quindi a quella cifra puo’ ambire anche lui sicuramente, le squadre con spazio soprattutto ad est, ma anche ad Ovest lo cercheranno sicuramente

  • Rui85

    attggiamento tutto italiano????ahahahah
    Ma per favore, a me non interessa che non vedrò piu una finale con James.
    ma non raccontiamoci frottole…se stanotte Irving che si è messo in proprio nn faceva quello che ha fatto, altro che armonia in attacco, la partita era finita a fine primo tempo.
    Oltre al 2 e al 23 che ha segnato 6 punti nel finale inutili gli altri hanno segnato 0.
    inoltre, carissimo, non parlo se non vedo le partite quindi mi dispiace ma non mi sono soffermato alle statistiche che tr l’altro se così fosse, farebbero sembrare la partita dell’onnipotente James anche importate….
    25 pp 52% da 2 13 rimbalzi e 9 assist!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Quindi non rompete le palle co ste storie
    Se c’hai un fuoriclasse ci deve mettere la faccia e la voglia di vincere anche da solo, la storia degli sport la scrivono LORO non i buoni giocatori ARMONIOSI.
    BAsta con questi moralismi e per questo che guadagnano di più o che vedi la loro faccia sulle pubblicità di tutto il mondo.
    Anche questa notte ha avuto la possibilità di fare la differenza e non c’è riuscito, 7 TO, e tiri nel finale decisivo presi e non riusciti. Le chiacchiere stanno a 0

  • sconocchini

    fischi e piriti

  • michele

    eja seu casteddaiu!

  • mad-mel

    Lebron che si lamenta del trash talking di draymond. Altra magra figura.

  • michele

    tu invece sei vecchio e parteggi per lebron a causa di cio’? ehehehhe

  • michele

    nella civilissima Spagna lanciarono una testa di maiale a Figo nella sua prima partita da ex a Barcellona.

  • michele

    sì avrebbe dovuto starsi zitto e “vendicarsi” sul campo in gara 5, cosi ci fa la figura del corruru e appaliau ( cornuto e mazziato)

  • trizio81

    troppo forti gli Warriors ,ho visto una finale notevolmente squilibrata dove da una parte c’era una rotazione a 10 giocatori dall’altra a massimo 8 con James e Irving che hanno dovuto giocare 46 minuti o qualcosa del genere…. nn c’era partita nè in difesa nè in attacco,ho letto varie critiche a James ma sinceramente anche col Lebron degli anni ruggenti nn si sfuggiva alla spada di Damocle della sconfitta….Golden State è un mostro a 7 teste si può permettere di far riposare le stelle tanto ha produzione e difesa dai Livingstone Iggy Barnes Boguto Barbosa persino Varejao stanotte…..complimenti a loro nn si vincono 73 partite a caso…Curry invece al di là di questa notte mi continua a lasciare qualche dubbio

  • gasp

    Io parteggio per chi non tira calci sulle balle agli avversari eheheh…

  • gasp

    Ma ancora ancora la Spagna è molto vicina a noi come mentalità…io penso anche nelle avanzatissime e multiculturali Inghilterra o Olanda dove ci sono cori a sfondo razziale, sessista e religioso quasi ogni domenica (anti Islam, antisemita)

  • Lorenzo Escriva

    secondo me Mel qui sbagli…..(notare che l’ho scambiato al fantabasket, ma sono idiota lasciamo stare) però Barnes secondo me in una squadra stile atlanta farebbe bene per esempio…come altre realtà a cui manca poco per fare bene….ogni squadra che vuole durant e non lo prenderà potrebbe prendere Barnes…meno forte etc ovviamente però più giovane e comunque efficace….comunque vedremo…

  • 8gld

    Che faccia cagare fuori dai Warriors non saprei (comprendo il tuo “farà’ cagare”)…ma: a) non vale 20 ml. b) Penso che i Warrios andranno tra i 12 max 17…tanta differenza per età’ e possibilità’? Altri lidi che non siano una manciata di franchigie lo vedrei fuori luogo, un errore.

  • 8gld

    Anche tu ti sei accorto del rimbalzo di iguodala con conseguente tripla di Barnes? 🙂 …si’, vuole ascoltare varie offerte. Non saprei con il nuovo salary in quanta percentuale incide sul salary di ieri. Ma rimanendo all’attuale…come Parsons non li vale, lo stesso Barnes. Poi qualche franchigia che lo firma a quella cifra può’ uscire fuori….poi? Dopo aver dato 20, o l’aggiunta della percentuale del prossimo salary, cosa hai risolto? Hai messo in cascina lo spot? Sei una Washington, Pistons, Wolves, Kings…etc, può’ rimaner così’ determinante? Per come lo conosco e per il suo basket a oggi meglio trovare un’accordo con i Warriors. Gruppo consolidato con margini di miglioramento, eta’ giusta, prospettive che in altre franchigie richi diventino lontani ricordi. Rimanere in un gruppo vincente non vale 2-4-6 milioni nell’anonimato. Non trovare l’accordo sarebbe un’errore.

  • IlvicinodiErba

    come si dice da noi i punti di Lebron sono a “Babbu Mottu”

  • Michael Philips

    Lamentarsi del trash-talk è proprio assurdo, anche se green gli avesse insultato i figli, nel senso, non credo siano parole dette seriamente, ma solo per provocare.

    Credo invece che sia lue che james abbiano straparlato riguardo quel fatto per mettere pressione alla lega riguardo l’eventuale sospensione di draymond.

    Un Phil jackson, dovendo giocare una serie come coach dei cavs contro questi warriors e un green in allarme disciplinare, avrebbe ripetuto in ogni conferenza stampa dei calci tirati da green, della sospensione di jones, dei mancati tecnici per taunting e per le urla in faccia ai grigi.
    Insomma avrebbe come sempre tirato su un casino a livello mediatico per mettere pressione agli arbitri e allo stesso green.

  • ILTG6

    20 non li vale lui come non li vale Parsons ma con il nuovo Cap probabilmente se li prendono, Barnes rimane comunque un giocatore da quintetto che ha dimostrato di poter stare bene in campo nei PO, firmarlo a lungo termine sarebbe un’ottima mossa gia’ per le squadre da te citate,hanno bisogno di giocatori che portino solidita’..

  • 8gld

    Cmq quello che indichi può’ capitare, ci mancherebbe. Di sicuro è’ un nodo che Barnes e i Warriors dovranno sciogliere, vediamo.
    Tolto i soldi e la somma è’ sicuramente un giocatore affidabile in molti aspetti.
    Dovesse decidere di lasciare i Warriors, per me errore, gli auguro di trovare la giusta franchigia e non di trovare un contratto rimanendo, però’, nell’anonimato.

  • mad-mel

    beh dai la lagnata ha avuto effetto….lebron pesa molto di piu di durant e company

  • Pingback: Finals-Shock: sospeso Draymond Green! - NBA-Evolution - NBA-Evolution()

  • Michael Philips

    Visto? Non mi piace come meccanismo, per niente.
    Ha funzionato quando fu van gundy a frignare sui falli in attacco di lebron e la gara dopo lebron finì con 2-3 falli in attacco, proprio in automatico.

    Funzionava quando era phil jackson a fare i suoi mind games e probabilmente aveva funzionato fino a oggi pensando a tutte le volte che steve kerr aveva parlato nel dettaglio dei tecnici di green e di quanto fosse proprio vicino vicino alla sospensione, come a dire: ehi, a draymond manca nulla eh, occhio eh!
    Infatti vai a vedere la sospensione per cosa l’ha piglata, per il contatto meno duro tra tutti quelli che aveva messo a segno fino a qui. Alla fine la sospensione pare più una punizione cumulativa per tutte quelle che gli hanno salvato.