NFL 2016/17 Conference Preview: NFC!

Continuiamo l’analisi delle Conference andando nella NFC. Se i Patriots sembrano i chiari favoriti nella AFC, più complessa è la situazione nella NFC, dove diverse franchigie possono puntare al Superbowl LI. Ogni division ha uno o più favoriti ed è difficile indicare chi fra Arizona, Carolina, Seattle, Dallas (se arrivano ai playoff senza cerotti) e Green Bay possa spuntarla alla fine. Fra le possibili sorprese mettiamo i Redskins di Kirk Cousins.

NFC

West Division

Gli Arizona Cardinals e i Seattle Seahawks si contenderanno la leadership divisionale con buone possibilità, anche in caso di secondo posto, di accedere ai playoff via wild card. I “biancorossi” di coach Arians puntano a rifarsi dopo essere stati seppelliti dai Panthers nella finale di AFC lo scorso anno mentre per Russell Wilson & Co l’incognita è legata al non avere più a propria disposizione Marshawn Lynch: “Beast Mode” ha appeso (momentaneamente?) le scarpette al chiodo e per il team di coach Pete Carroll sarà indispensabile trovare nuovi schemi offensivi. Con i San Francisco 49ers in totale ricostruzione, rimane la curiosità per vedere il debutto dei Rams nella loro nuova casa di Los Angeles.

South Division

Cam Newton ha mal digerito la sconfitta nello scorso Superbowl e ha voglia di terminare quello che lo scorso anno non è riuscito a completare. I Panthers partono favoriti per la vittoria divisionale mentre c’è incertezza su chi potrà tentare di infastidire i “biancocelesti”.
New Orleans è sempre pericolosa (specie fra le mura amiche) finchè in cabina di regia c’è un certo Drew Brees mentre ci si aspettano progressi dai Tampa Bay Buccaneers dopo la positiva annata del quarterback Jameis Winston nel 2015. Curiosità intorno ai Falcons che dovranno mostrare se sono quelli della prima metà della scorsa stagione (6-1) o quelli della seconda (2-8 e addio ai playoff).

East Division

Gli infortuni di Dez Bryant e Tony Romo hanno pesantemente influenzato la stagione dei Cowboys nel 2015: il lato positivo della vicenda è stato il poter scegliere molto in alto nel draft passato: la dirigenza texana ha virato sulla potenza del running back Zeke Elliott. Purtroppo per i ‘Boys Romo si è di nuovo infortunato alla schiena in pre-season e, saltando le prime 8-10 partite di Regular Season, lascerà il palcosenico alla matricola Dak Prescott: l’ex Mississippi State si è ben comportato in pre-season e potrebbe tenere a galla Dallas in attesa del rientro del #9.
Alle spalle dei Cowboys ci sono gli insidiosi Redskins: lo scorso anno il quarterback Cousins ha zittito i (numerosi) critici portando Washington ai playoff e l’ex talento di Michigan State punta a ripetersi anche quest’anno (se non altro per poter strappare il contrattone della vita quando sarà free agent il prossimo anno).
Indecifrabili i Giants (che però si sono rinforzati in difesa) e gli Eagles che ripartiranno dalla scelta n.2 del draft, il quarterback Carson Wentz da North Dakota State

North Division

Il recupero di Jordy Nelson riconsegna al quarterback Aaron Rodgers il suo bersaglio preferito e a Green Bay il ruolo di favorita della Division. Grandi ambizioni le avevano anche i Minnesota Vikings cui solo il suicidio casalingo contro Seattle (ricorderete tutti l’incredibile calcio dalle 25 yards mancato dal kicker Blair Walsh nel freezer di Minneapolis…) aveva impedito di proseguire nei playoff nel 2015: a rompere le uova nel paniere è arrivato però il terribile infortunio al quarterback Teddy Bridgewater (ginocchio) che rischia di far evaporare le speranze playoff dei “viola”. L’arrivo di Bradford dagli Eagles dovrebbe tappare il buco creatosi anche se l’ex star di Oklahoma ha impressionato ben poco in questi anni.
Più indietro i Detroit Lions (orfani del wide receiver Calvin Johnson, recentemente ritiratosi) e i Chicago Bears (la cui discontinuità è spesso legata alle prestazioni del quarterback Jay Cutler).

📺COME E DOVE VEDERE L’NFL📺

SKY Sport (ch. 204)
Tre partite live ogni settimana e tutti i Playoff compreso il Super Bowl 51; una partita alle 19.00 e una alle 22.30 la domenica più il Monday Night Football.

Mediaset (ch. Premium Sport)
Tre partite live ogni settimana e tutti i Playoff compreso il Super Bowl 51, commento italiano; solo partite in notturna (la domenica è prevista qualche partita in diretta anche alle 22.30), live solo il Thursday Night, Sunday Night e Monday Night. Sembrerebbero confermate anche le repliche del giorno dopo alle ore 15.30.

Fabio G

Fabio G

Anconetano doc, seguo da anni gli Sport Americani e la NFL in particolare, con un occhio di riguardo per i Detroit Lions. Da poco collaboro con NBA-Evolution come redattore per la sezione NFL. Nickname: Fabio G