NFL Tuesday 19: Recap della Week #2!

Seconda Week stagionale NFL con piacevoli conferme, brutti infortuni che hanno colpito Patriots, Vikings e Broncos ma tutte e tre vincenti, Los Angeles torna alla vittoria dopo 22 anni malgrado senza TD, continua ad impressionare Carson Wentz e la sua Philadelphia.

NFL WEEK #2

week-2La Week #2 si apre con l’anticipo del giovedì che vede i Jets fare di tutto per perdere una partita in pieno controllo e che solo il sangue freddo di Ryan Fitzpatrick (24 su 34 per 374 yards e 1 td) e l’efficacia del running back Matt Forte (100 yards su 30 portate ma ben 3 td) permette di vincere. Per l’ex quarterback di Harvard si tratta della prima vittoria contro una squadra allenata da Rex Ryan e conferma la bontà dell’intero apparato dei biancoverdi.

La domenica comincia invece con la conferma delle qualità di Jimmy Garoppolo: il quarterback da Eastern Illinois (la stessa “piccola” università da cui uscì, tanti anni fa, un certo Tony Romo) impressiona contro i Miami Dolphins e guida i Patriots ad un rassicurante 21-0 di inizio. Poi un deciso tackle del linebacker dei Dolphins Kiko Alonso gli procura un problema alla spalla e lo costringe ad uscire (New England soffrirà la rimonta di Miami, ma terrà botta per la seconda W stagionale). Il ruolo da titolare di Tom Brady non è in discussione ma le prestazioni di Jimmy G fanno stare tranquillo il management di New England per il prossimo futuro.

A Los Angeles l’NFL torna invece protagonista dopo 22 anni e, davanti ad un Memorial Coliseaum pieno in ogni ordine di posto (oltre 90.000 anime presenti), i Rams ingaggiano una furiosa battaglia difensiva contro i Seahawks riuscendo a prevalere con un misero 9-3. Per entrambe le squadre rimangono però irrisolti i problemi legati ad attacchi troppo anemici che, se non risolti, non consentiranno alcuna speranza playoff (specie dopo che Arizona ha asfaltato i promettenti Tampa Bay Buccaneers sotto 40 punti riprendendosi dalla sconfitta con i Patriots e mostrando tutto il suo potenziale offensivo…). Nella NFC East i Giants anestetizzano l’attacco dei New Orleans Saints confermando i grandi progressi difensivi, i Cowboys sbancano Washington facendo sorgere le prime critiche nei confronti dei Redskins (e alcuni report parlano di frizioni esistenti fra il quarterback Kirk Cousins e alcuni suoi compagni di squadra) mentre Wentz conferma il buon inizio di carriera guidando gli Eagles ad una vittoria sul campo dei delundenti Chicago Bears.

Dopo aver assistito da spettatore alla prima giornata di campionato contro i Titans, Sam Bradford si prende le chiavi dell’attacco dei Minnesota Vikings e, nonostante l’infortunio al running back Adrian Peterson, battezza il nuovo stadio dei “viola” con una fondamentale vittoria contro i Green Bay Packers (male, ma non solo lui, Aaron Rodgers).

Se la difesa dei Broncos risulta ancora la più decisiva in NFL nel portare a casa il risultato per Denver (contro degli Indianapolis Colts sempre più in crisi), così non lo è quella dei Raiders (supposto punto di forza della squadra) che vanifica la buona prestazione dell’attacco lasciando campo libero a Matt Ryan e i suoi Atlatnta Hawks che possono così rifarsi dopo la sconfitta alla prima giornata.

PROTAGONISTI

Jimmy Garoppolo, QB, New England Patriots 18 su 27 per 234 yards e 3 td. Le cifre di Jimmy G sono relative a meno di due quarti di gioco e, al di là del fatto che si giocasse contro i Dolphins, mettono in luce come le qualità di Garoppolo, inserite nel sistema Patriots, possano emergere in maniera prepotente. E’ altresì evidente (ma qui scopriamo l’acqua calda) il genio dell’Head Coach Bill Belichick, in grado di trasformare in oro qualsiasi cosa

Stefon Diggs, WR, Minnesota Vikings Devasta le secondarie dei Packers che, prive di Sam Shields (il miglior cornerback della squadra) vengono fatte a fette dall’ex ricevitore di Maryland che ammassa 182 yards su 9 ricezioni condendo il tutto con 1 touchdown

Cam Newton, QB, Carolina Panthers Dopo la giornataccia in Colorado la scorsa settimana, l’MVP della stagione 2015 decide di tornare ai suoi livelli e con una striscia da 24 su 40 per 353 yards e 4 td guida i vice-campioni in carica dei Panthers alla prima vittoria stagionale contro i San Francisco 49ers

MATCH OF THE WEEK

Pittsburgh Steelers – Cincinnati Bengals  24-16

Dopo le scintille del match di playoff NFL dello scorso anno, in molti aspettavano questa partita per poter assistere ad una nuovo scontro fra queste acerrime rivali della AFC North. In particolare il team di coach Marvin Lewis puntava ad una rivincita dopo la cocente sconfitta nel Divisional 2015.
In effetti si è assistito ad una vera battaglia che ha visto ben disimpegnarsi le due difese che han tenuto a bada le star offensive delle squadre avversari: Sia i quarterback (Andy Dalton per Cincinnati e Roethlisberger per gli Steelers) che i loro ricevitori super star (AJ Green per i Bengals e Antonio Brown per gli Steelers) hanno avuto una giornata complicata per la pressione delle “D” avversarie. La differenza l’ha fatta la maggiore concretezza dei padroni di casa nei momenti decisivi. Pur non brillando dal punto di vista statistico, Ben Roethlisberger (19 su 37 per 259 yards 3 td e 2 intercetti) è stato in grado di concretizzare le occasioni in redzone affidandosi a due tight end quasi sconosciuti (Jesse James e Xavier Grimble) per le due ricezioni che hanno scavato il solco decisivo per la vittoria finale. Dal canto suo Andy Dalton (31 su 54 per 366 yards e 1 td) è stato poco efficiente nei momenti clou e ben tre drive dei Bengals si sono arenati a poche yards dalla meta (ben tre i field goald calciati all’interno delle 35 yards dal kicker di Cincinnati Mike Nugent). Al di là della vittoria/sconfitta, sia gli Steelers che i Bengals possono essere soddisfatti per il rendimento dei loro reparti difensivi che rendono più realistici i sogni di playoff/Superbowl.

Next Week

New England – Houston
Buffalo – Arizona
Tennessee – Oakland
Washington – New York Giants
Miami – Cleveland
Green Bay – Detroit
Jacksonville – Baltimore
Cincinnati – Denver
Carolina – Minnesota
Tampa Bay – Los Angeles
Seattle – San Francisco
Kansas City – New York Jets
Indianapolis – San Diego
Philadelphia – Pittsburgh
Dallas – Chicago
New Orleans – Atlanta

 

Fabio G

Fabio G

Anconetano doc, seguo da anni gli Sport Americani e la NFL in particolare, con un occhio di riguardo per i Detroit Lions. Da poco collaboro con NBA-Evolution come redattore per la sezione NFL. Nickname: Fabio G