Paul Pierce adesso è ufficiale: ultima stagione!

Nel Week-End Kevin Garnett aveva annunciato il ritiro dopo 20 anni di carriera (CLICCA QUI per leggere), dopo Tim Duncan e Kobe Bryant un altro duro colpo per i fan NBA che vedevano in Dirk Nowitzki (38 anni), Vince Carter (39 anni) e Paul Pierce (38 anni) gli ultimi della vecchia guardia, “The Truth” sarà in campo quest’anno…per l’ultima volta.

Tramite “The Players Tribune” l’ex leggenda dei Boston Celtics ha comunicato che la stagione 2016/17 sarà la sua ultima da giocatore professionista, nessuna lettera, solo due semplici parole più un video (vedi sotto) dove comunica la sua scelta (CLICCA QUI per leggere il pezzo); 19 stagioni PRO, 10 volte convocato per l’All Star Game, 2 NBA Finals, 1 titolo con tanto di MVP, capocannoniere del 2002 e una sfilza infinita di momenti in cui ha lasciato il segno per la gioia dei suoi tifosi.

Pierce è stato ed è unico, non un giocatore dinamico o spaventosamente atletico, ma terribilmente tecnico, furbo, intelligente, elegante in ogni movimento, anche all’età di 38 anni la sua finta in partenza fa cascare tutti, sangue freddo nei momenti cruciali…tutto in un uomo che non avremmo neanche avuto il piacere di vedere se nel 2000 Tony Battie e suo fratello non furono così svelti nel portarlo all’ospedale dopo aver ricevuto 11 coltellate alla schiena durante una rissa scoppiata al Buzz Club.

This is it, my final season.
It’s time to move on from the game of basketball.
Just like any difficult decision, I think you’ve got to be at peace with yourself. I’m at peace with retiring, but I’ve got one more ride left.
One more season.
One more opportunity.

Già durante l’estate si era vociferato di un possibile ritiro ma “The Truth” vuole regalarsi e regalarci un ultima cavalcata, negli ultimi anni lo abbiamo visto con le uniformi di Brooklyn, Washington e Los Angeles Clippers ma la data clou di questa Regular-Season è per forza di cose quella del 5 febbraio 2017 quando per l’ultima volta calpesterà quello che è stato e sarà sempre il suo parquet, quello del Boston Garden.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B