NFL Tuesday 19: Recap della Week #4!


La NFL gioca la prima partita stagionale a Londra, le difese di Minnesota e Denver continuano a dominare la Lega, la crisi di Arizona e Carolina si fa sempre più acuta e, dopo anni, cade un record al Gillette Stadium di Foxborough!!

NFL WEEK #4

NFL - Risultati - Week #4 - 2016Il primo dei due grandi rientri in NFL è quello di Le’Veon Bell: il running back degli Steelers fa a fette la quotata difesa dei Kansas City Chiefs, cancella il ricordo della pessima figura di Philadelphia e fa venire un brivido sulla schiena a tutti i defensive coordinator della Lega che si troveranno ad affrontare, d’ora in poi, uno degli attacchi più esplosivi degli ultimi anni.

L’altro grande rientro è previsto per settimana prossima: Tom Brady tornerà al centro dell’attacco dei Patriots che, in questa tornata, si devono inchinare ai Buffalo Bills che impongono alla squadra di Bill Belichick il primo shut out della storia al Gillette Stadium. Nella stessa division Jets e Dolphins vengono sconfitti rispettivamente da Seahawks (finalmente una buona prestazione offensiva per Seattle) e Bengals (guidati da un super AJ Green) precipitando ad un deludente 1-3 di record.

La difesa di Minnesota non è più una sorpresa in NFL, mette il bavaglio a Odell Beckham Jr, pressa tutta la partita Eli Manning e consente al team di coach Mike Zimmer di rimanere imbattuta.

Quello che invece continua a sorprendere è la crisi dei Panthers: i vice campioni in carica vengono seppelliti da quasi cinquanta punti con il duo Matt Ryan-Julio Jones che riescono a sopperire ad una difesa che, come quella dei Panthers, fa acqua da tutte le parti.

Altra squadra in profonda crisi è Arizona: partita in pompa magna con un unico obiettivo (il Superbowl) si ritrova affondata a 1-3 dopo l’imbarazzante sconfitta interna con i sorprendenti Rams che, cavalcando un’ottima difesa, riescono a stupire gli addetti ai lavori issandosi in vetta alla NFC West.

Rimanendo a “West” ma in AFC, i Denver Broncos passano in Florida con i Buccaneers nonostante l’infortunio al quarterback Trevor Siemian: il rookie Paxton Lynch completa il lavoro e, assistito da una difesa monstre, mantiene il percorso netto della franchigia del Colorado. I Raiders (vittoriosi ancora una volta in trasferta sul campo degli ex imbattuti Ravens) mantengono il passo e sfruttando il ko di Chiefs e Chargers si propongono come seconda forza della Division.

PROTAGONISTI

Le’Veon Bell, RB, Pittsburgh Steelers

Il miglior running back della Lega torna in azione e lo fa alla sua maniera con una prestazione super che fa intravere l’enorme potenziale dell’attacco degli Steelers. 144 yards su 18 portate e i Kansas City Chiefs maledicono il fatto che la squalifica dell’ex Michigan State sia stata ridotta di una giornata!

Julio Jones, WR, Atlanta Falcons

300 receiving yards sono un traguardo toccato solo sei volte nella storia NFL. L’ex superstar di Alabama (universalmente considerato uno dei due migliori ricevitori della Lega) fa a fette le secondarie dei Panthers facendo passare una giornata da incubo ai rivali divisionali e segnando anche uno spettacolare td.

Zeke Elliott, RB, Dallas Cowboys

Con Bryant e Romo fuori uso, i Cowboys vanno subito sotto a San Francisco contro i 49ers. Purtroppo per i red&gold, ci pensa il rookie da Ohio State (138 yards su 23 portate e un 1 td) a dettare il ritmo dell’attacco di Dallas andando a perforare la difesa avversaria in maniera sistematica e guidando, assieme al qb rookie Dak Prescott, i ‘Boys alla vittoria

MATCH OF THE WEEK

Atlanta Falcons – Carolina Panthers 48-33

Una delle partita clou della giornata è quella che va in scena ad Atlanta, dove i padroni di casa provano a dare continuità ai positivi risultati delle prime giornate, mentre i campioni in carica sono alla disperata rircerca della forma perduta.

Pronti via e Atlanta scappa subito con i touchdown di Jacob Temme (td su lancio di Ryan) e Davonta Freeman che scavano il solo che i Panthers non riusciranno più a colmare. Quello che desta impressione nella prova dei vice campioni in carica è la debolezza della sua difesa: in molti puntano sul mancato rinnovo del cornerback Josh Norman (finito ai Redskins) ma le ragioni vanno ricercate anche nella mancata pressione difensiva messa dalla linea difensiva (vero punto di forza degli scorsi anni) che consente al quarterback di turno di avere il tempo per trovare i ricevitori del caso. E’ ovvio che se poi davanti ti trovi una super star come Julio Jones i problemi aumentano: l’ex Alabama è inarrestabile per tutto il match e le 300 yards su ricezione sono lì a dimostrarlo.

Non pervenuti a livello difensivo, i Panthers riescono a sfruttare i buchi di una difesa dei Falcons più che sospetta riaprendo la partita nel quarto quarto anche quando, uscito Cam Newton per una possibile commozione celebrale, è il back up Derek Anderson a segnare i due td che riaccendono la speranza di una clamorosa rimonta. Proprio lo stesso Anderson però incappa nell’intercetto a poco più di un minuto dalla fine che, con in mano il drive del possibile pareggio, chiude la partita.

Next Week

San Francisco – Arizona (#TNF)
Baltimore – Washington
Cleveland – New England
Detroit – Philadelphia
Indianapolis – Chicago
Miami – Tennessee
Minnesota – Houston
Pittsburgh – New York Jets
Denver – Atlanta
Dallas – Cincinnati
Los Angeles – Buffalo
Oakland – San Diego
Green Bay – New York Giants
Carolina – Tampa Bay (#MNF)

Bye Week

New Orleans, Seattle, Jacksonville, Kansas City

Fabio G

Fabio G

Anconetano doc, seguo da anni gli Sport Americani e la NFL in particolare, con un occhio di riguardo per i Detroit Lions. Da poco collaboro con NBA-Evolution come redattore per la sezione NFL. Nickname: Fabio G