Curry brucia Portland, Spurs KO in casa, Cavs 4-0!

Al MODA Center di Portland è Stephen Curry show che in 12’ demolisce i Trail Blazers, clamoroso a San Antonio dove i Jazz sbancano l’AT&T center, Cleveland c’è in volata contro super Harden, Giannis Antetokounmpo doma Anthony Davis e si sbloccano Magic e Timberwolves

REGULAR SEASON

Cleveland Cavaliers – Houston Rockets 128-120
CLE: James 19 (13 rimb), Love 24, Thompson 4 (10 rimb), Smith 15, Irving 32, Dunleavy 11, Frye 11
HOU: Ariza 11, Anderson 12, Gordon 16, Harden 41 (15 ass), Nene 13

I Cleveland Cavaliers rimangono imbattuti malgrado la super Doppia-Doppia di James Harden (41+15 ass), LeBron James flirta con la Tripla-Doppia (19+13+8) e Kyrie Irving ne firma 32 a referto; Rockets in partita fino ad inizio 4° periodo, sul 92-92 Cleveland cambia marcia, parziale di 13-3 per il +10 (105-95), sarà poi J.R Smith a mettere la parola fine con la tripla del 122-116 a 68” dalla conclusione.

Philadelphia 76ers – Orlando Magic 101-103
PHI: Saric 21, Embiid 18 (10 rimb), Henderson 18, Rodriguez 12 (11 ass), Thompson 22
ORL: Ibaka 21, Vucevic 24 (14 rimb), Fournier 17, Payton 18 (10 ass)

Gli Orlando Magic conquistano la prima vittoria della stagione battendo in rimonta e in volata i Philadelphia 76ers dove non è bastata la coppia rookie Saric-Embiid; Sixers padroni della partita nei primi 24’ (57-43) ma i Magic tornano su e il finale è punto-a-punto. Evan Fournier pareggia a 37” sul 107-107, palla a Philly ma Payton scippa Embiid, palla Magic e Time-Out a 5”! Dalla rimessa arriverà un fallo Flagrant #1 di McConnell su Serge Ibaka il quale non tremerà e regalerà il successo ai suoi.

Indiana Pacers – Los Angeles Lakers 115-108
IND: George 30, Young 14, Ellis 17, Miles 16
LAL: Deng 10, Russell 11, Nance Jr. 11, Clarkson 15, Williams 19

Paul George dice 30 e i Pacers battono i Lakers ma solo in volata; i giallo-viola restano in scia tutta la partita e addirittura sono avanti 107-108 a 1’55” dalla conclusione, Paul George decide che è il suo momento e realizza tutti gli ultimi 8 punti della sua squadra.

Miami Heat – Sacramento Kings 108-96 OT
MIA: Babbitt 10, Whitesode 14 (11 rimb), Waiters 20, Dragic 25, Johnson 22
SAC: Gay 30 (12 rimb), Cousins 30, Afflalo 18

Rudy Gay & DeMarcus Cousins combinano per 60 punti ma i loro Kings cadono dopo un tempo supplementare in quel di Miami; sono proprio i padroni di casa che, dopo esser stati anche sul +12, agguantano alll’ultimo l’overtime grazie allo Step Back di Dion Waiters a 34” per il 91-91, Miami ha anche la chance di vincere a 10” dopo che Cousins ha perso palla ma Waiters stavolta non troverà il bersaglio.
Nell’Extra-Time non c’è storia, 17-5 il parziale in favore degli Heat con i Kings che sparano 1/7 dal campo (14%) contro il 66% degli avversari che però, da sottolineare, hanno giocato l’intero OT senza DeMarcus Cousins uscito per falli nell’ultimo minuto del 4°.

Detroit Pistons – New York Knicks 102-89
DET: Harris 25 (10 rimb), Morris 22, Drummond 9 (13 rimb), Caldwell-Pope 19, Smith 10
NYK: Anthony 24, Porzingis 18, Noah 2 (12 rimb), Rose 19, Jennings 12

Detroit batte New York guidata dal duo Harris-Morris anche se è stato Kentavious Caldwell-Pope ha decidere l’incontro; partita fallosa nell’ultimo periodo con le squadre che hanno tirato col 27% (Detroit) e 23% (NY), decisivo il mini break di 5-0 chiuso con tripla di Caldwell-Pope a 2’47” per il +10 (99-89), New York non ha trovato il canestro negli ultimi 5’40” di partita!

New Orleans Pelicans – Milwaukee Bucks 113-117
NOP: Hill 18, David 35 (15 rimb), Moore 17, Frazier 20, Hield 10
MIL: Antetokounmpo 24 (10 rimb), Parker 21, Snell 13 (10 rimb), Dellavedova 11, Monroe 6 (11 rimb), Brogdon 14, Beasley 12

Gianni Antetokounmpo (24+10+7) guida i Milwaukee Bucks alla vittoria in casa dei pelicans dove non basta l’ennesima prestazione altisonante di Anthony Davis (35+15); è proprio il greco il match-winner dell’incontro, finale in volata con Davis che porta i suoi sul -2 (112-114) a 1’56” dalla sirena finale ma ecco l’assist di Dellavedova per la tripla del “Greak Freak” che vale il +5 (112-117) uccidendo di fatto le speranze locali.

Minnesota Timberwolves – Memphis Grizzlies 116-80
MIN: Wiggins 17, Dieng 17, Towns 11 (10 rimb), LaVine 31, Dunn 10
MEM: Williams 14, Harrison 12, Davis 17

Si sbloccano i Minnesota Timberwolves alla prima da titolare di Kris Dunn (10+6) ma dall’altra parte Memphis giocava senza Marc Gasol e Mike Conley; match già in archivio dopo il primo tempo con gli ospiti avanti 36-62 con Zach LaVine autore di 20 dei suoi 31 punti finali e con i Grizzlies che sparano a salve (13/40).

San Antonio Spurs – Utah Jazz 91-106
SAS: Leonard 30, Aldridge 21
UTA: Hood 19, Gobert 6 (12 rimb), Hill 22, Mack 14, Lyles 15

Colpo di scena a San Antonio con gli Spurs che perdono la prima stagionale IN CASA contro gli Utah jazz dell’ex George Hill; Spurs che entrano nell’ultimo periodo sotto 71-73 ma non riescono a cambiare la musica tanto che Utah li domina negli ultimi 12’, Hill realizza 10 punti su 33 di squadra (66%) dal campo mentre dall’altra parte non basta il solo Kawhi Leonard, 33-20 l’ultima frazione e referto rosa ai Jazz!

Portland Trail Blazers – Golden State Warriors 104-126
POR: McCollum 16, Lillard 31, Turner 14, Aminu 6 (10 rimb)
GSW: Durant 20, Thompson 14, Curry 28, Iguodala 11, Clark 22

Stephen Curry si infiamma come solo lui sa fare nel 3° quarto e da solo demolisce i Portland Trail Blazers; le squadre vanno al riposo lungo sul 53-59 Warriors, rientrati in campo è un “ne Man Show” che conosciamo bene: Curry realizza 23 punti (su 41 di squadra) sparando 5 triple per un complessivo di 8/12 dal campo, Portland è impotente e dal -6 precipita sul -27 (73-100).

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B