Harden spettacolo a NY, Chicago cade a Boston!

Nella notte in cui i Chicago Cubs tornano a vincere le World Series dopo 108 anni rimontando sotto 1-3 nella serie contro i Cleveland Indians (…) e al 10° Inning, in NBA James Harden continua a piazzare prestazioni mostruose e stavolta Houston vince! Colpo Lakers in casa Hawks, Chicago primo stop in casa Celtics, super vittoria Suns con Eric Bledsoe eroe del match intanto Westbrook & Co. vincono ancora.

REGULAR SEASON

Washington Wizards – Toronto Raptors 103-113
WAS: Porter Jr. 23 (13 rimb), Gortat 15 (10 rimb), Wall 33 (11 ass), Beal 15
TOR: Patterson 10, DeRozan 40, Lowry 18, Valanciunas 10, Ross 15

I Toronto Raptors di DeMar DeRozan (40 punti con 14/23 dal campo) escono negli ultimi 6’ del 4° periodo e battono i Washington Wizards lasciandoli ancora a 0 vittorie; dopo esser stati sotto di 11 nel 3° i capitolini rimontano e impattano sul 92-92 a metà dell’ultima frazione, Toronto reagisce con un parziale di 8-2 con tripla di Kyle Lowry sul 92-93 a 5’46”, i canadesi difenderanno il vantaggio fino alla fine.

Charlotte Hornets – Philadelphia 76ers 109-93
CHA: Williams 11, Zeller 13,, Kidd-Gilchrist 6 (13 rimb), Walker 22, Batum 20, Kaminsky 14, Belinelli 11
PHI: Holmes 11, Saric 14, Rodriguez 10, Henderson 11, Ilyasova 14, Okafor 12

Italian Job: Belinelli 11 pt (1/3, 3/6 da 3), 3 rimb, 2 ass in 21’

Solita partita dei Sixers (senza Embiid ma con Okafor) che giocano bene un tempo per poi crollare nella ripresa, stavolta loro carnefici i Charlotte Hornets di Kemba Walker; Philadelphia chiude il primo tempo avanti di 7 poi è i Black-Out con Charlotte che dominerà il 3° quarto 39-20 e non si girerà più. Buon esordio del neo-arrivato Ersan Ilyasova (14 punti) in casa Sixers.

Brooklyn Nets – Detroit Pistons 109-101
BKN: Lopez 34 (11 rimb), Lin 10, Bogdanovic 11, Kilpatrick 24, Harris 13
DET: Morris 23, Morris 23, Caldwell-Pope 15, Leuer 11, Udrih 10

I Brooklyn Nets di Brook Lopez (34+11) dominano in casa i Detroit Pistons; anche qui partita segnata dai primi 24’ con i bianco-neri che vanno negli spogliatoi sul 71-55 con Lopez autore di 24 dei suoi 34 finali! Detroit ci prova arrivando però solo fino al -5 (96-91) a 5’41” ma poi la tripla di Kilpatrick spegnerà i sogni degli ospiti.

New York Knicks – Houston Rockets 99-118
NYK: Anthony 21, Rose 16, Lee 16, Jennings 12
HOU: Anderson 16, Gordon 21, Harden 30 (15 ass), Harrell 17

James Harden (30+15 assist) porta il suo spettacolo anche al Madison Square Garden ma stavolta lui e i Rockets escono col referto rosa, massacrati i Knicks; match segnato già al riposo lungo con i texani in totale controllo sul 51-68 dopo essere stati anche sul +20 con Harden autore di 18 punti (su 30 finali) e 6 assist (su 15 finali).

Atlanta Hawks – Los Angeles Lakers 116-123
ATL: Millsap 10, Bazemore 11, Howard 31 (11 rimb), Schroder 11, Humphries 11, Hardaway Jr. 26
LAL: Young 17, Deng 12 (10 rimb), Russell 23, Nance Jr. 14, Clarkson 16, Williams 18

Bella vittoria dei Los Angeles Lakers a casa degli Atlanta Hawks dell’ex Dwight Howard (31+11), protagonisti D’Angelo Russell e Lou Williams; finale in volata con Dwight Howard che 2’36” porta sul -1 (112-113) i suoi ma sul capovolgimento di fronte ecco la terrificante tripla di Lou Williams per il +4 (112-116), Atlanta andrà nel pallone e a mettere la parola fine ci penserà Nick Young con l tripla del 114-121 a 17” dalla sirena finale!

Memphis Grizzlies – New Orleans Pelicans 89-83 OT
MEM: Green 21, Ennis 16 (10 rimb), Gasol 8 (11 rimb), Conley 20, Randolph 10
NOP: Davis 10, Galloway 18, Hield 18, Stephenson 21

I Memphis Grizzlies la scampano all’overtime contro i New Orleans Pelicans nella peggior partita di Anthony Davis (10+7 con 3/13 dal campo) di questo inizio stagione, vana l’ottima prestazione del rookie Buddy Hield (18 punti con 4/9 da 3); a 1’35” dalla sirena dei regolamentari JaMychal Green spara la tripla del pareggio Grizzlies sul 75-75 e da li fino al suono della sirena nessuna delle due squadre segnerà più con Anthony Davis che sbaglierà l’ultimo tiro.
Nell’Extra-Time non c’è storia, 12-1 nei primi 2’ di gioco e partita indirizzata.

Boston Celtics – Chicago Bulls 107-100
BOS: Johnson 23, Crowder 10, Zeller 11, Bradley 13, Thomas 23 (10 ass)
CHI: Rondo 12 (10 rimb), Wade 15, Butler 15, Mirotic 17

Anche a Boston finale cardio-palma con i Celtics (senza Horford, Olynyk e Crowder dal 3° quarto) che, con tutto il quintetto base in doppia-cifra, infliggono la prima sconfitta stagionale ai Chicago Bulls; a cavallo tra il 3° e 4° periodo i Celtics rompono gli indugi e scappano sul +16 (86-70) ma i Bulls non mollano non solo rientrano ma pareggiano sul 100-100 a 1’57” dalla conclusione!
Finale in volata, Amir Johnson fa 1/2 dalla lunetta, sul capovolgimento tocca a Mirotic ma lo spagnolo fa 0/2 e i Celtics gliela faranno pagare prima con layup di Thomas per il +3 (103-101) e poi col jumper di Smart per il +5 (105-100) a 25, canestro nato da un rimbalzo offensivo di Bradley dopo la tripla.

Utah Jazz – Dallas Mavericks 97-81
UTA: Johnson 13, Gobert 12 (12 rimb), Hill 25, Hood 22, Exum 10
DAL: Barnes 14, Williams 12, Matthews 12, Powell 11

Buona vittoria senza problemi per gli Utah Jazz sui Dallas Mavericks, Jazz ancora una volta guidati da George Hill; Dallas sta in scia fino ad inizio 4° periodo (71-67) poi ecco il break di 12-2 per Utah nel giro di 3’ che poi darà il là alla vittoria fino a toccare anche il +17.

Phoenix Suns – Portland Trail Blazers 118-115 OT
PHX: Warren 27, Booker 15, Bledsoe 20, Len 18, Knight 16, Chandler 6 (18 rimb)
POR: Harkless 13, Plumle 4 (12 rimb), McCollum 24, Lillard 27, Turner 11 (10 rimb), Crabbe 14, Leonard 12

Vittoria a sorpresa, all’overtime, di misura e prima in stagione dei Phoenix Suns che riescono ad avere la meglio sui Portland Trail Blazers grazie a 27 punti di T.J Warren; Suns che sentono il profumo della vittoria quando ad 1” dalla fine dei regolamentari Eric Bledsoe si inventa il layup del 103-101, sembra fatta ma Leonard pareggia sul suono della sirena!!!
Si va ai supplementari, punto-a-punto, Damian Lillard entra in scena con un gioco da 3 punti a 6” dalla fine che vale il 115-115 ma stavolta sono i Suns gli ultimi a ridere, tripla sulla sirena sempre di Eric Bledsoe e vittoria Phoenix!

Los Angeles Clippers – Oklahoma City Thunder 83-85
LAC: Griffin 14, Paul 15 (11 rimb), Speights 14
OKC: Westbrook 35 (10 perse), Adams 10 (11 rimb), Kanter 6 (12 rimb)

Con una Doppia-Doppia non convenzionale (35 punti e 10 perse) Russell Westbrook guida comunque gli Oklahoma City Thunder al successo si misura a casa dei Clippers; partita da spacca-ferri per entrambe (Clippers 39% dal campo, Thunder 40%) con altro finale cardio-palma, a 1’ dalla ifne J.J Redick spara la tripla del -2 (81-83), Westbrook prova a rispondergli, sbaglia il jumper ma rimbalzo offensivo OKC dal quale arriverà un fallo per i liberi di Roberson. ROberson fa 0/2 ma sul secondo errore altro rimbalzo offensivo per gli ospiti e a questo giro Westbrook non sbaglia, canestro dalla media e +4 OKC (81-85) a 18”, canestro che di fatto fa calare il sipario allo Staples Center.

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • gasp

    NY se fa una stagione da 40-45 W sarà considerata un fallimento, nella FA Jackson ha forzato la mano e ha allestito una squadra da tutto e subito o quasi…

  • gasp

    Hanno in comune la caratteristica di scegliere tiri sempre non facili

  • gasp

    Tra i due drought più lunghi dello sport professionistico americano l’ha spuntata quello che durava di più… sarà contento Peterson

  • gasp

    Perché aveva un contorno che orrido era dire poco…

  • Michael Philips

    eh ma appunto, uno se si ritrova a giocare senza un secondo violino che deve fare?

  • gasp

    Situazione totalmente diversa da quella di Westbrook

  • mad-mel

    purtroppi porzi si trova nella franchigia peggiore della lega dopo phila come ambiente.
    Con l’arrivo di Rose e noah è tutto peggiorato.
    L’ anno scorso era secondo violino e c’era l idea di farlo crescere e con Lopez faceva scopa.
    Quest’anno è abbandonato, lasciato al suo destino.
    L’ultima partita è l’emblema della situazione.
    Dio lo salvi.