Lakers incubo Warriors, Rose sgambetto ai Bulls!

I Los Angeles Lakers si confermano la bestia-nera di Golden State nella notte in cui Steph Curry chiude con 0 (dopo 157 gare consecutive) alla casella triple realizzate, New York domina Chicago con gli ex sugli scudi, DeMar DeRozan ancora 30 punti, Damian Lillard invece 42 e dominio solitario a Dallas, Devin Booker salva i Suns!

REGULAR SEASON

Washington Wizards – Atlanta Hawks 95-92
WAS: Morris 18, Gortat 12 (15 rimb), Beal 28, Wall 21 (10 rimb)
ATL: Millsap 16, Howard 20 (12 rimb), Schroder 20, Muscala 10, Hardaway Jr. 10

Si sbloccano i Washington Wizards, prima vittoria stagionale arrivata di misura contro gli Atlanta Hawks con la “House Of Guards” sugli scudi (49 punti); finale con brivido per i capitolini, dopo il Tap-In di Gortat per il +6 (95-89) a 47” sembrava fatta ma tripla di Kover per riaprire i gioco a 41”, Beal sbaglia la bomba ammazza-partita e a 11” gli Hawk hanno l’ultimo possesso, per fortuna di Washington Korver stavolta sbaglierà.

Toronto Raptors – Miami Heat 96-85
TOR: DeRozan 34, Valanciunas 5 (11 rimb), owry 13, Ross 20
MIA: Winslow 13, Whiteside 21 (16 rimb), Dragic 17, T.Johnson 16, J.Johnson 11

Quinta partita consecutiva sopra quota 30 punti per DeMar DeRozan e Toronto batte in casa Miami; padroni di casa che reagiscono sul -13 piazzando un parziale di 10-0 negli ultimi 80” del 3° quarto rientrando in partita sul 72-75, Toronto però non si farà prendere dal panico e in apretura di 4° quarto risponderà con un contro break di 7-0 tornando sul +10 (72-82) con 8’44” da giocare, Miami non rientrerà più.

Brooklyn Nets- Charlotte Hornets 95-99
BKN: Hollis-Jefferson 11, Booker 12 (13 rimb), Lopez 18, Bogdanovic 14, Kilpatrick 19
CHA: Zeller 10, Kidd-Gilchrist 6 (10 rimb), Batum 18, Walker 30, Hawes 13

Italian Job: Belinelli 2 pt (1/4, 0/2 da 3), 3 rimb, 2 ass, 2 perse, 3 rec in 21’

Charlotte corsara a Brooklyn col solito Kemba Walker (30 punti) in un match vinto in volata; 1’19” dalla conclusione Bogdanovic fa 2/2 dalla lunetta per il -1 Nets (91-92) ma sul possesso successivo Marvin Williams gelerà il Barclays Center con la tripla del +4 (91-95) con 65” da giocare, Brooklyn ri-accenderà le speranze a 19” con la bomba di Killpatrick (93-96) ma Batum dalla lunetta chiuderà il discorso.

Chicago Bulls – New York Knicks 104-117
CHI: Butler 26, Wade 35 (10 rimb), Mirotic 14
NYK: Anthony 25, Porzingis 27, Noah 16, Lee 17, ROse 15 (11 ass)

Derrick Rose e Joakim Noah tornano per la prima volta a Chicago e la rifanno loro, sfolgorante vittoria dei Knicks che per la prima volta in stagione giocano al loro meglio chiudendo con tutto il quintetto in doppia-cifra, vana la doppia-doppia d Dwyane Wade (35+10); match che vive sul botta e risposta, le squadre entrano negli ultimi 12’ sul +3 Knicks (81-84) grazie alla bomba di Wade sul finire del 3°.
New York però romperà gli indugi cominciando l’ultimo quarto con un parziale di 10-0 nei primi 3’ con Porzingis autore di 6 punti, +13 (81-94) e match in ghiaccio per gli ospiti.

Memphis Grizzlies – Los Angeles Clippers 88-99
MEM: Gasol 21, Conley 30 (10 ass), Ennis 9 (11 rimb), Randolph 15
LAC: Griffin 14 (10 rimb), Jordan 6 (21 rimb), Redick 12, Paul 27 (11 ass)

Buona vittoria in trasferta per i Clippers di Chris Paul (27+11 ass) in quel di Memphis; partita dominata dall’inizio alla fine da parte degli uomini di coach Rivers, già all’intervallo lungo la pratica Grizzlies è archiviata sul 35-53 con CP3 autore di 15 dei suoi 27 punti finale e DeAndre Jordan già a quota 12 rimbalzi su 21 finali, il tutto con Memphis limitata al 27% dal campo.

New Orleans Pelicans – Phoenix Suns 111-112 OT
NOP: Jones 19, Davis 22 (11 rimb), Moore 16, Frazier 13, Asik (11 rimb), Hield 10, Galloway 14, Stephenson 10
PHX: Warren 18, Chandler 12 (18 rimb), Booker 38, Bledsoe 17, Len 4 (10 rimb), Knight 10

Ancora Overtime e ancora Phoenix Suns vincitori di misura con Devin Booker eroe del match reo anche del suo career-high a quota 38 punti (13/22 dal campo), beffato di nuovo Anthony Davis; è proprio il figlio di Melvin che salva sulla sirena i Suns col jumper del 102-102 dopo che lance Stephenson a 2” aveva siglato il canestro del +2 Pelicans.
Extra-Time e il copione si ripete ma con protagonisti diversi, Moore fa 2/2 dalla lunetta a 8” per il sorpasso Pelicans (110-111), neanche 1” di gioco e i Suns trovano il canestro del contro-sorpasso con la schiacciata di T.J Warren, New Orleans ha l’ultima chance ma Moore sbaglierà il tiro dalla media.

Dallas Mavericks – Portland Trail Blazers 95-105
DAL: Barnes 17, Barea 23, Williams 12
POR: Aminu 12 (10 rimb), Plumlee 19, Lillard 42

Damian Lillard dice 42 (12/18 dal campo con 5/6 da 3!) e Portland sbanca Dallas nella notte in cui Dirk Nowitzki si infortuna al tendine d’Achille (OUT una settimana); Dame si scatena nella ripresa, quarto realizzando 18 dei 25 punti dei suoi nei primi 14’ di gioco, dal +3 dell’intervallo gli sopiti volano sul 62-78 grazie anche ad un 7/8 da 3 ma Dallas non molla! Infatti Appena finita la vena realizzativa da dietro l’arco dei Blazers comincia la rimonta locale che arriverà fino al -1 (78-79) ad inizio 4° periodo! Come detto prima, Lillarsd è scatenato e realizzerà 12 punti consecutivi per il +11 (80-91) e stavolta Dallas dovrà cedere.

Utah Jazz – San Antonio Spurs 86-100
UTA: Johnson 14, Hood 18, Hill 13
SAS: Leonard 29 (11 rimb), Aldridge 19, Mills 16

Nessun problema per i San Antonio Spurs in quel di Salt Lake City con Kawhi Leonard da 29+11; partita sempre nelle mani dei texani che sulla sirena del 3° quarto sono avanti 66-82 con Leoanrd già a quota 25 punti.

Los Angeles Lakers – Golden State Warriors 117-97
LAL: Randle 20 (14 rimb), Young 12, Russell 17, Nance Jr. 12, Ingram 12, Williams 20
GSW: Durant 27, Green 16, Thompson 10, Curry 12 (11 ass), Livingston 11, Looney 11

E anche quest’anno i Los Angeles Lakers si confermano l’incubo dei Golden State Warriors e di Stephen Curry che chiude con 0/10 dal 3 interrompendo la striscia di 157 partite consecutive con almeno una tripla a segno; Lakers superbi nei primi 24’ tanto da andare al riposo lungo avanti 65-49 con Julius Randle mattatore del match, Golden State non c’è, abbozza una rimonta ma i giallo-viola ne hanno di più e nel 4° periodo Lou Williams chiuderà i conti. Warriors che hanno tirato 5/32 da 3 punti!

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B