Mudiay domina Boston, Hayward che ritorno!

Domenica di fuoco in NBA con Emmanuel Mudiay protagonista assoluto con i suoi Nuggets a Boston, Harrison Barnes trascina i Mavs alla prima vittoria, debutto da urlo per Gordon Hayward che conquista la Grande Mela, Sacramento si impone a Toronto e i Lakers ci sono malgrado Devin Booker.

REGULAR SEASON

New York Knicks – Utah Jazz 109-114
NYK: Anthony 28, Porzingis 28, Lee 10, Rose 18
UTA: Favors 13, Hayward 28, Gobert 12, Hill 23, Hood 18, Johnson 10

Debutto stagionale col botto per Gordon Hayward (28 punti) che trascina i Jazz al successo in rimonta contro i Knicks, vani i 56 punti combinati dal duo Porzingis-Anthony; partenza a fuoco di Kristaps Porzingis che realizza 14 dei primi 20 punti dei suoi, New York che va al riposo lungo col 71% dal campo ma avanti solo di 5 (54-49), la partita è equilibrata e le squadre entrano sull’80-80 negli ultimi 12’ e sarà proprio Hayward a decidere la contesa, a 4’03” il prodotto di Butler piazza 4 punti consecutivi portando Utah sul +9 (100-109), vantaggio che NY non riuscirà a colmare.

Memphis Grizzlies – Portland Trail Blazers 94-100
MEM: Gasol 21, Conley 16, Allen 11, Randolph 15, Carter 11
POR: Harkless 18, Lillard 19, McCollum 37

Debutto stagionale da dimenticare per Chandler Parsons (0 punti in 22’) con i Grizzlies sconfitti dai Trail Blazers che stavolta hanno avuto in C.J McCollum (37 punti, Career-High) il trascinatore; è proprio McCollum l’uomo decisivo, sua la tripla a 3’26” per il +6 Portland (92-98) dopo che Ennis aveva sbagliato il potenziale canestro del -1. Portland difenderà il vantaggio fino alla fine, la rubata di Plumlee ai danni di Conley a 24” sul -4 Grizzlies (94-98) sancirà la fine dell’incontro.

Toronto Raptors – Sacramento Kings 91-96
TOR: Siakam 10, DeRozan 23, Lowry 15 (10 ass)
SAC: Gay 23, Cousins 22 (14 rimb), Koufos 13, Afflalo 12, Lawson 5 (11 ass), Barnes 8 (10 rimb)

Colpo esterno dei Sacramento Kings che espugnano Toronto col duo Gay-Cousins, DeMar DeRozan stavolta non tocca quota 30 e i Raptors cedono di schianto nel finale; a 3’56” dal termine del match Raptors sul +1 (88-87) ma da quel momento calerà il buio, Sacramento chiuderà la partita con un parziale di 9-3 con Toronto che segnerà solo a 12” dalla fine la tripla del -4 con Lowry, per i Kings unico canestro dal campo firmato da DMC a 2’55” per il sorpasso (88-90) poi 7 punti dalla lunetta.

Dallas Mavericks – Milwaukee Bucks 86-75 OT
DAL: Barnes 34, Bogut 2 (16 rimb), Barea 21
MIL: Antetokounmpo 11, Parler 16, Monroe 14 (12 rimb)

Ci è voluto un tempo supplementare e un Harrison Barnes stellare (34 punti) ai Dallas Mavericks (privi di Nowitzki e Williams) per conquistare la prima vittoria in Regular-Season; è proprio l’ex Warriors che a 13” dalla sirena dei regolamentari spara la tripla del 74-74 con Antetokounpmo che poi sbaglierà l’ultimo possesso.
Nell’Extra-Time Milwaukee sparirà dal campo realizzando 1 solo punto (0/4) contro i 12 di Dallas di cui 5 firmati J.J Barea.

Boston Celtics – Denver Nuggets 107-123
BOS: Bradley 14 (11 rimb), Thomas 30, Smart 13
DEN: Gallinari 16, Harris 12, Mudiya 30, Chandler 22, Faried 12 (11 rimb)

Italian Job: Gallinari 16 pt (5/9, 2/4 da 3), 3 rimb (1 off), 3 ass, 1 persa, 1 stop in 41’

L’uomo della notte però è Emmanuel Mudiay che da solo, in 12’, demolisce i Boston Celtics guidando i Nuggets ad una grande vittoria fuori casa: il PG dei Nuggets pareggia il suo Career-High a quota 30 ma 24 di questi tutti nel 1° quarto su 42 di squadra! Denver domina la prima frazione 34-42 e al riposo lungo è già notte fonda per i Boston Celtics che inseguono sul -25 (52-77) con Denver che tira col 64% dal campo.

Los Angeles Lakers – Phoenix Suns 119-108
LAL: Randle 18, Mozgov 14, Young 22, Russell 11, Clarkson 18, Williams 14
PHX: Warren 22, Dudley 10, Chandler 9 (12 rimb), Booker 39, Bledsoe 19

I Los Angeles Lakers smaltiscono la sbornia post-Warriors e tornano sopra al 50% di vittorie (non succedeva dal 6 dicembre 2013) dopo aver domato i Phoenix Suns dello scatenato Devin Booker (39 punti nuovo Career-High), Top-Scorer per i giallo-viola Nick Young con 22 punti; Booker da solo tienei i Suns in partita e a metà dell’ultimo quarto il tabellone dello Staples Center dice +1 Lakers (93-92), le due squadre non segnano per 2’ abbondanti poi ecco i Lakers! Break di 9-0 con tanto di gioco da 4 punti di “Swaggy P” e bomba di D’Angelo Russell per il +10 Lakers (102-92) a 3’45” dalla conclusione.

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • In Your Weis

    Boston sta boccheggiando, senza Horford, Crowder ed il Metallaro, la difesa, marchio Stevens, sembra quella dei Suns di D’Antoni, urge recuperare salute ed un minimo di coesione

    Sul versante opposto ottimi Nuggets, con quella frontline di visi pallidi molto anni ’80, una panca che porta punti, ed un Mudiay che malgrado le palle perse e delle percentuali al tiro orride (parlo in generale, non stanotte), è comunque in piena crescita

    In questa Western conference che ha solo 3 squadre davvero buone, e dietro un’ammucchiata per i playoff, questi Lakers possono davvero pensare di far bene già da quest’anno, hanno al momento la panchina più produttiva della Lega, l’idea di far partire Clarkson dal pino, assieme a Williams, permette di ovviare alle tare mentali di Young (ammetto di odiarlo), e di andare sopra contro tutte le altre second unit

    Sono solo 7 partite, ma la mano di Walton si vede, i miglioramenti dei singoli pure, la mancanza di Kobe (intesa come distrazione) anche. Non farò mai il tifo per i Lakers, ma in questa versione mi piacciono molto

  • lorenzo tonelli

    Walton è sicuramente la miglior scelta dei Lakers degli ultimi 4-5 anni…non seguendo nulla del ncaa da una seconda scelta ti aspetti un certo impatto ma evidentemente ingram non è ancora pronto…

  • Io lo dico, il vero “Small Ball” lo giocano i Lakers, se azzeccano una buona striscia tipo 5 partite su 7, in un Ovest così, possono giocarsi le loro carte.

    Su NY ho una domanda: ma cosa giocano? Ancora il triangolo??? Segnano sempre quei 3 li ma il resto mi sembra sperduto

  • Michael Philips

    eh ma questo draft non è che sia da fantascienza. Pensa che poi che manca Simmons.

    Fino a qui hanno fatto pochino:

    https://uploads.disquscdn.com/images/f82e73d638e0aa1633a287ca8f5362b4d74aadb4657d5bdfa1e28a44bf530e19.jpg

  • Intanto i Pelicans hanno tagliato Lance Stephenson perché dovrà operarsi all’inguine

  • ILTG6

    Vittorie inaspettate di Denver e Sacramento
    Importante la prestazione di Mudiay, dopo un pessimo inizio di stagione una serata del genere può fare la differenza in termini di fiducia oltre a ricordare a tutti il suo potenziale.
    Celtics troppo corti con le 3 assenze, nota positiva Isiah Thomas che è diventato un giocatore da 25e7 di media con discrete %

    Buona vittoria per i Kings che trovano la W nell’ultima partita del giro di trasferte sfruttando la prima brutta serata di Derozan.

    Prima W per Dallas, in questo difficile inizio di stagione Barnes è stato il migliore senza dubbio, c’erano dubbi sulle sue capacità di essere il giocatore più importante di una franchigia ma per ora sta rispettando il contrattone.

    Bene i Jazz che sono una squadra migliore dei Knicks in questo momento e portano a casa una bella W guidati da un sorprendente Hill ( super inizio di stagione per lui, scambiarlo per Teague potrebbe non essere stato un affare per Indiana )

  • ILTG6

    Ingram non è ancora pronto soprattutto fisicamente, troppo gracile rispetto ai 3 di questa lega, nonostante ciò non mi sembra stia andando male, esce dalla panchina e fa il suo senza strafare lasciando vedere ogni tanto sprazzi di grande talento offensivo

  • Michael Philips

    Knicks ancora male, Melo gioca le sue belle gare eppure non sposta più una cippa.
    Lakers giovani e divertenti.
    Devin Booker vabbè, questo tra 1-2 anni inizia a spaccare culi seriamente.
    Barnes primo vero guizzo con la maglia dei mavs.
    Blazers che per me sono ad un lungo decente dall’essere contender o almeno pretender.

  • Michael Philips

    Ingram penalizzato da improbabili paragoni con Durant. A 19 KD era gracile eppure il 20ello era già in grado di metterlo.
    Non credo Ingram possa guadagnare il posto da titolare a discapito di Deng.

    Chi ha fatto i paragoni con Durant si è dimenticato di controllare che KD nel suo unico anno di ncaa(a 18 anni) fece faville mettendo a referto numeri tipo 26+11 a sera.

    Di buono c’è che Ingram inizia in un team di “coetanei”perché tanto anche nick young ha il cervello di un 19enne. Partire in un team di veterani che giocano assieme da anni e poco inclini a collaborare con un ragazzino sarebbe stata ben più dura come situazione.

  • In Your Weis

    A me Booker ricorda Klay Thompson, tiratore puro come la seta, capace di caricare in un istante. Rispetto a Klay manca qualche cm, ma lo vedo più vario come modi di segnare, più esplosivo

    Sui Lakers, per me era abbastanza pacifico che prendendo Deng, stavano dicendo in modo esplicito “Ingram non è pronto”. Ed è giusto così, questo è uno che deve spaccare il Mondo fra 2-3 anni, non ora, lui come molti altri che escono a 19 anni, debbono essere alimentati col cucchiaino, non con la pala, meglio dargli 18-20′ e non bruciarli da un punto di vista psicologico, che buttarli subito nell’acqua alta

    Per ogni LBJ e KD, pronti da subito, ci sono 100 Antetokounmpo che crescono anno dopo anno, ed a cui dare responsabilità gradualmente

  • mad-mel

    i knicks hanno perso i 18 milioni di liberi dati ai jazz nel primo tempo che li ha tenuti a galla e per hornacek che ha fatto giocare troppo i panchinari nell’ultimo quarto.
    I knicks sono in fase di lavoro in corso. I problemi principali sono:
    -noah per ora scommessa persa, è un cadavere
    -la panchina: è da d-league
    – Rose: mette cifre fine a se stesso.

  • Michael Philips

    rispetto a Klay mancano appena 3 cm già che booker è dato come 198cm(sembra moooolto più basso comunque), ma in effetti a livello di soluzioni offensive questo sta già oltre. Dal palleggio è letale e sa creare da zero oltre ad essere ottimo off the ball.
    20 anni e già ha mostrato guizzi da superstar.
    Sembra uno strano mix tra curry e klay. E la faccia da baby killer c’è tutta, questo dimostra 15 anni.

  • Michael Philips

    Sinceramente non so cosa non riesca a funzionare di preciso. Direi la difesa, perché melo e porzy il loro lo stanno facendo, ma sembrano(con rose) tre elementi che giocano senza collaborare.
    Ripeto, Melo segna ma se prima riusciva a farti vincere con ottime prestazioni ora anche quando gioca bene non sembra incidere abbastanza sul destino della gara.

    Rose non è male, ma non è il play che serve a questi. Ai bulls(2008-2012) rendeva anche da playmaker perché aveva il monopolio dell’attacco e i compagni erano totalmente d’accordo con questo, mentre ora sta giocando nel team di Melo, quindi sembra che faccia il suo, ma così come melo le sue prestazioni non incidono.

  • Michael Philips

    la beffa per lance è che probabilmente negli anni futuri verrà ricordato solo ed esclusivamente per questo:

    https://uploads.disquscdn.com/images/8e1f1edd329468165ad0d2c2f3e62c22ba61564863890eb490d79080a8e2a9ac.jpg

  • michele

    sarà ricordato anche per aver detto a hibbert che george gli trombava la consorte ehehehe

  • Michael Philips
  • michele

    Non ho visto la partita visto che stamattina avevo lezione all’uni alle 830, ma non mi stupisce piu’ di tanto la sconfitta. I celtics hanno già avuto queste imbarcate nei due anni passati. Sono una squadra operaia che deve sempre dare il massimo per avere risultati, nelle serate no manca il talento per sopperire alle lacune di concentrazione e di centimetri sotto canestro ( esemplare la schiacciata di gallinari). Meglio cosi, già a inizio stagione avevo detto che non eravamo certo la seconda forza a est, come vaticinato dagli incompetenti di gazzetta.it. Una volta recuperati gli infortunati potremo dire la nostra nel gruppetto che sgomita per trovare un posto al sole alle spalle degli irraggiungibili cavs e di toronto, ricordiamo che solo una settimana fa i celts al completo avevano vinto a charlotte ( oggi meritatamente secondi), bisogna recuperare quello spirito.

  • michele

    porzi sta avendo il “sophtware slump”, per citare un disco dei Grandaddy eheheh

  • Michael Philips

    Sì ma pure te leggi notizie NBA sulla gazzetta..

    https://www.youtube.com/watch?v=GqNEqmMhN20

  • michele

    mi piace informarmi, faccio cose, vedo gente…

  • Hanamichi Sakuragi

    mi sembra impossibile pensare di andare ai p.o.. ma il buon doc abbiati scrisse qualcosa come il 40% di probabilità.. non ci credo ma ci spero

  • Hanamichi Sakuragi

    cmq stephenson quell’anno era veramente buono.. uno tosto, un lottatore.. chissà che cazzo gli ha detto il cervello.. mah

  • lorenzo tonelli

    Che ingram ha il fisico da lanciatore di coriandoli come durant me ne ero accorto ma non seguendo il college non so com’è

  • mad-mel

    Vabbè come sempre l,nba essendo uno spettacolo, premia sempre qst azioni.
    Ma ieri Gobert ha visto i sorci verdi con Porzi soprattutto nel primo tempo.
    Poi porzi sta facendo dei falli molto ingenui, e ieri lo hanno limitato. Difensivamente fatica perchè Noah è un cadavere e Rose è stato un telepass con George Hill.
    Ma ripeto guardati il primo tempo e vedrai l’ipotenza di Gobert.
    Tra l’altro Gobert copia sbiadita ( per la pelle) di Deandre. Vediamo se mette su un mezzo movimento in attacco.

  • Michael Philips

    eh ma che c’entra? Guarda che anche l’ultimo arrivato può posterizzare un big o una superstar. Quindi figurati quanto sarà strano gobert che schiaccia in testa a porzy.

    Tra 1 o 2 anni c’è il rischio che tra il lettone e il francese ci sia lo stesso divario che c’era tra Dirk ed Eric Dampier.

    Più che il gesto in se, a me fa impressione quanto va in alto il francese saltando da fermo in pratica. Ok è alto 218cm, ma una schiacciata così non te la stoppa nessuno.

  • brazzz

    cervello?