Harden batte gli Spurs, cadono Bulls e Thunder

James Harden e il suo show continua dominando il derby contro gli Spurs malgrado il tentativo di harakiri nel finale, Atlanta batte anche i Bulls, Indiana solo all’OT su Philadelphia, Toronto espugna OKC mentre vittoria schiaccianti per Clippers e Warriors.

REGULAR-SEASON

New York Knicks – Brooklyn Nets 110-96
NYK: Anthony 22, Porzingis 21, Lee 13, Rose 14, Jennings 3 (11 ass)
BKN: Lopez 21, Hamilton 21

I New York Knicks rialzano la testa nel derby battendo senza difficoltà i Nets; partita equilibrata per 3 quarti con le squadre che entrano sul 72-71 Knicks, padroni di casa che però cominciano subito a marce alte l’ultima frazione, break di 20-7 nei primi 6’ con Porzingis autore di 9 punti e Hernangomez di 8, +14 (92-78) e partita finita.

Washington Wizards – Boston Celtics 118-93
WAS: Porter 34 (14 rimb), Gortata 13, Wall 19, Thornton 16, Burke 18
BOS: Johnson 11, Bradley 21, Thomas 23 (10 ass), Smart 20

Nella Capitale i Wizards strapazzano i Boston Celtics trascinati da Otto Porter (34+14) in un match chiuso dopo i primi 12’; 1° quarto shock per i Celtics che chiudono i primi 12’ con 8 punti tirando 4/22 dal campo con 7 rimbalzi contro i 34 punti dei capitolini di cui 13 firmati da Porter, 14/26 dal campo e 18 rimbalzi. Partita tutta in discesa per i padroni di casa. Nota stonata della serata John Wall ancora espulso, seconda partita consecutiva!

Charlotte Hornets – Utah Jazz 104-98
CHA: Williams 19, Zeller 12, Walker 21, Kaminsky 13, Belinelli 13, Hawes 11
UTA: Hayward 29, Favors 16 (10 rimb), Gobert 7 (11 rimb), Hood 20, Lyles 10

Italian Job: Belinelli 13 pt (4/5, 1/2, 2/2), 1 rimb, 1 ass, 2 perse in 27’

Gli Hornets si confermano squadra pericolosa, battuti in rimonta gli Utah Jazz con 6 giocatori in doppia-cifra a referto; finale in volata con Jazz sul -3 (91-88) a 4’34” dalla fine, break di 5-0 Hornets per il +7 (95-87), vantaggio che i padroni di casa difenderanno fino alla fine arrivando a toccare anche il +10.

Orlando Magic – Minnesota Timberwolves 107-123
ORL: Ibaka 11, Vucevic 24 (14 rimb), Fournier 13, Payton 18, ugustin 10, Hezonja 11
MIN: Wiggins 29, Dieng 12 811 rimb), Towns 20 (11 rimb), LaVine 37, Muhammad 13, Jones 10

Convincente vittoria dei Minnesota Timberwolves in Florida col trio LaVine-Towns-LaVine sugli scudi; partita già in ghiaccio all’intervallo per i ragazzi di Thibodeau, 47-74 con LaVine-Wiggins già a quota 19 punti a testa e un ottimo 55% dal campo di Minnie.

Indiana Pacers – Philadelphia 76ers 122-115 OT
IND: George 28, Turner 15, Teague 30, Miles 12, Jefferson 18
PHI: Covington 23, Saric 14 (12 rimb), Okafor 15, Henderson 17, Thompson 19

Niente da fare ancora per i Philadelphia 76ers e la prima vittoria, beffati all’Overtime ad Indianapolis da Paul George e i Pacers; Sixers che pregustano che la vittoria quando a 6” Henderson spara la tripla del sorpasso sul 107-109 ma 3” dopo Paul George non perdonerà col canestro del pareggio! Phila ha l’ultimo tiro, lo prende Okafor ma niente da fare.
Nell’overtime segna subito Phila con Saric poi è buio per 4’, Indiana piazza un parziale di 8-0 per il +6 (117-111) a 1’21” che basterà per portare a casa il successo.

Atlanta Hawks – Chicago Bulls 115-107
ATL: Millsap 16 (11 rimb), Howard 18 (10 rimb), Korver 11, Schroder 13, Muscala 11, Sefolosha 20, Hardaway Jr. 11, Delaney 10
CHI: Butler 39, Gibson 13, Wade 25

Atlanta conferma l’ottimo momento, dopo aver espugnato Cleveland torna a casa, doma i 39 punti di Jimmy Butler e batte i Bulls mandando la bellezza di 8 giocatori in Doppia-Cifra a referto; Hawks che comandano la gara, toccano anche il +10 ma i Bulls non mollano mai e a 4’55” dalla sirena finale il punteggio recita (103-101)!
Chicago però da quel momento andrà in totale Black-Out offensivo per 4’ abbondanti, Atlanta lo sfrutterà al meglio segnando 8 punti filati per il +10 (111-101) a 1’54”.

Oklahoma City Thunder – Toronto Raptors 102-112
OKC: Adams 14 (12 rimb), Oladipo 18, Westbrook 36
TOR: Carroll 10, DeRozan 37, Lowry 19 (13 ass), Patterson 13, Nogueira 10

Primo KO casalingo per i Thunder che devono arrendersi ai Toronto Raptors dello scatenato DeMar DeRozan (37 punti) e alla Doppia-Doppia di Kyle Lowry (19+13 ass); grazie al 2° periodo (42-28 Toronto) i canadesi prendono le redini del gioco ma OKC resta sempre in scia, 2 liberi di Adams a 4’48” dalla fine tengono in vita Oklahoma City sul -4 (95-99) ma Toronto non starà a guardare, break di 8-0 con 5 punti di DeRozan e tripla di Lowry, +12 Raptors (95-107) con 2’46” sul cronometro.

Phoenix Suns – Detroit Pistons 107-100
PHX: Warren 18, Len 16 (14 rimb), Booker 11, Bledsoe 21 (11 rimb), Knight 14, Dudley 19
DET: Morris 16, Drummond 18 (14 rimb), Caldwell-Pope 27, Leuer 11

I Phoenix Suns cominciano a prendere confidenza e battono i Detroit Pistons con Eric Bledsoe che sfiora la Tripla-Doppia (21+11+8); anche qui partita con finale in volata, Detroit si porta sul -3 (99-96) a 2’09” dalla fine, Caldwell-Pope sbaglia la tripla del potenziale pareggio a 1’36” e i Suns non perdoneranno, mini-break di 4-0 per il +7 (103-96) a 20” dalla fine.

San Antonio Spurs – Houston Rockets 99-101
SAS: Leonard 34, Aldridge 14, Mills 8 (10 ass), Lee 10
HOU: Anderson 20, Capela 12, Harden 24 (12 rimb, 15 ass), Dekker 10

È un James Harden d’antologia quello che sta giocando questa prima parte di stagione, Tripla-Doppia (24+12+15) e vittoria di misura, con molti brividi, a casa degli Spurs; Rockets che rischiano di buttare vi al vittoria, a 2’08” Ariza assiste Ryan Anderson per la tripla del 97-101 e sarà anche l’ultimo canestro della partita dei Rockets! Harden fa 0/2 dalla lunetta a 1’27”, San Antonio accorcia con Leonard a 1’10” (99-101), Harden sbaglia la tripla del KO ma Leonard sbaglierà sul capovolgimento di fronte il tiro del potenziale pareggio con 28” sul cronometro. Non è finita Harden commette sfondamento lasciando un’ultima chance ai texani con 5” da giocare, Leonard si butta dentro, il suo layup non avrà fortuna e neanche il Tap-In di Aldridge.

Los Angeles Clippers – Portland Trail Blazers 111-80
LAC: Griffin 22 (13 rimb), Jordan 16, Redick 10, Paul 19, Speights 12
POR: Napier 11, Vonleh 5 (11 rimb)

I Los Angeles Clippers dominano Portland e annullano dal campo il duo Lillard-McCollum, 8 punti a testa con un combinato di 5/21 dal campo; match in archivio al riposo lungo con i Clips avanti 61-32 con Griffin autore di 17 dei suoi 22 punti finali con Portland che tira col 30%.

Golden State Warriors – Dallas Mavericks 116-95
GSW: Durant 28 (10 rimb), Green 16, Thompson 20, Curry 24
DAL: Barnes 25, Powell 14, Anderson 16, Curry 10

Harrison Barnes torna per la prima volta ad Oakland da avversario e i Warriors demoliscono lui dei Mavericks con 72 del trio Durant-Thompson-Curry; stesso copione di L.A con i Warriors che dominano il primo tempo andando al riposo lungo sul 67-36 con Durant a quota 19 e Thompson 20, il tutto col 66% dal campo (14/20 da 3)! Unica note stonata della notta l’infortunio alla caviglia di Curry (girata).

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • onic

    Warriors…visto di peggio… hanno cambiato stile di gioco ma il trio magico non è limitabile…
    2 sole lacune al momento (escluso che la chimica nn è ancora ottimale ma lo sarà) il centro e sopratutto una panca che è veramente poca cosa.. potrebbero pagare il fatto di arrivare cotti ai PO

  • brazzz

    prima o poi una la si vincerà..ieri fuori anche embidio..i pacers devono essere davvero poca cosa al momento…warriors..queste partite non vogliono dire niente,,SE avranno problemi non sarà certo conto squadre tipo mavs..per il resto,harden pentole e coperchi..mi piace zero o anche meno,ma quel che è giusto è giusto

  • Atlanta con questa chimica è forse meglio dell’anno scorso, Howard non è mobile/perimetrale come Horford e Millsap ha più libertà.

    Wall che si fa espellere per la seconda gara consecutiva? EROE!

    Harden finché fiato/gambe lo sostengono è irreale

  • Michael Philips

    Harden e DeRozan fuori dal mondo fino a qui.
    Confusione invece tra mavs e warriors vedendo s. curry contro s. curry, e klay che marca harrison barnes.

  • lorenzo tonelli

    Continuo a reputare harden odioso e a non apprezzarlo come uomo franchigia ma giù il cappello..sta facendo sfracellì..squadra scarsa ma se regge la porta anche ai playoff…per ora..la base di partite è ovviamente poca ma Mvp…ah..e credo che nesiano abbia mai fatto un tripla doppia contro il pop

  • Michael Philips

    se escludiamo le finals…forse hai ragione.

  • brazzz

    mm,tolti warriors,spurs e clip che saranno le prime 3 tutte e nessuna sono da po a ovest…equilibrio con qualità in calo,per cui anche i rox,che sono una squadraccia ,potrebbero farli,i po..harden ovvio che così non può continuare..

  • misterwolf

    sicuramente è ancora presto per avere un quadro generale veritiero pero est e ovest le vedo molto piu equilibrate come conference

  • Su San Antonio NON ci scommetterei

  • ILTG6

    Harden devastante, come gira il blocco sul p’n’roll la difesa non sa che fare perche’ ha troppe soluzioni per far canestro ed una visione di gioco pazzesca: 30 8 13 con il 50% e 40% da 3, record di squadra 5-3, per ora MVP a mani basse

    Orlando squadra senza identita’, non difendono anche se ne avrebbero il potenziale e in attacco fanno una fatica esagerata a trovare ritmo e punti, Voge avra’ il suo bel da fare.

    Grandissimo inizio di stagione dei Clippers, difensivamente mai visti cosi’ in forma

  • Shady

    il buco nero nel pitturato della AT&T comincia ad assumere dimensioni preoccupanti

  • 8gld

    Mancano più’ di 70 partite.

    Due ultime belle W di Atlanta.
    Clippers mettono su’ una bella difesa continuando ad andare a canestro. È’ arrivato qualche assistente nuovo? Giusta posizione.
    Bene Charlotte-Toronto-Utah-Okc, anche se le ultime sconfitte. Partite giocate e importanti minuti di Nogueria.
    Male Detroit.
    Wolves ancora al 30%_40% in difesa ma almeno entrano i tiri.
    Su Orlando concordo con ILTG6.
    Harden, dopo altra prova di sostanza, la stava per buttare via. Ma sta/nno giocando.
    Partita quasi a 360 gradi. Gli ultimi possessi e i troppi TO macchiano una partita ad alta utilita’.

  • Michael Philips

    zach lavine a me pare sempre di più un t-mac 2.0

  • Michael Philips

    Aldridge+gasol(36enne)+david lee

    guarda è il minimo.

  • Michael Philips

    e DeRozan sta mettendo gli stessi canestri che metteva kobe. Senza tirare da 3, ma tirando con il 53% dal campo invece che con il 45%.
    No, non sto dicendo che DeRozan è meglio di Kobe. Tranquilli.

  • Loco Dice

    Niente Horford e niente Crowder, ma la difesa Celtics improponibile dai, han fatto sembrare Thornton, Burke e compagnia dei fenomeni.
    Capitolo a parte per Porter che ok che ha giocato la partita della vita, ma comunque ogni anni si migliora. I mezzi fisici (braccia lunghissime) e atletici ci sono, se ingrana nel tiro perimetrale può diventare un ottima SF.

    L’altro giorno leggevo delle Trade per Washington… ovvio che il meglio sarebbe dar via Beal, ma chi se lo prende con il suo contratto e il suo fisico precario? Ben altra cosa Wall che ai suoi tempi firmó per il massimo che ad oggi equivale a un contratto medio.
    Comunque è evidente che i due non si piacciono più di tanto (sul campo) e anche sta notte usciva Beal e JW si trasformava.

  • mad-mel

    Porzingis mostruso in attacco.
    Ha dei quei momenti di onnipotenza.
    Immarcabile.
    E mi sembra sempre più alto…224?
    Se non ci sono infortuni tra un paio di anni dirà la sua in questa lega.

  • Michael Philips

    potrebbe essere cresciuto ancora sì. Ma già a 221cm se mette un jumper buono(già ci siamo) non lo fermi.