Pelicans all’ultimo respiro, Westbrook ancora KO!

Notte NBA con poche emozioni, l’unica arriva da New Orleans dove di misura i Pelicans conquistano la 2^ vittoria stagionale di misura su Boston, tutto nella norma per James Harden e i Los Angeles Clippers, New York rialza la testa contro Dallas mentre flessione Thunder ancora sconfitti.

REGULAR-SEASON

Indiana Pacers – Orlando Magic 88-69
IND: George 13, Young 11, Ellis 13, Teague 11, Miles 16, Seraphin 6 (10 rimb)
ORL: Fournier 14, Ibaka 6 (13 rimb), Vucevic 2 (12 rimb), Payton 12, Gordon 11

Buona vittoria degli Indiana Pacers che battono gli Orlando Magic senza troppi patemi; Indiana entra nell’ultima frazione avanti di 14 (71-57), Orlando abbozza una pseudo rimonta ma arriverà un parziale di 10-0 per il +21 (83-62) a 5’18” dalla conclusione.

New York Knicks – Dallas Mavericks 93-77
NYK: Anhony 24, Porzingis 24 (11 rimb), Holiday 16
DAL: Barnes 20, Barea 17

New York esce nel 3° quarto e supera i Dallas Mavericks grazie ai 48 punti combinati del duo Anthony-Porzingis; squadre che vanno al riposo lungo sul 36-39 Dallas con Harrison Barnes autore di 16 dei suoi 20 punti finali, rientrati dagli spogliatoi è il momento di Melo (4 punti all’intervallo) che ne piazza 17 in 12’ su 31 di squadra, dall’altra parte Dallas sparerà a salve (5/20) per 12 punti, da -3 a +16 (67-51) e match in ghiaccio.

Detroit Pistons – Oklahoma City Thunder 104-88
DET: Harris 22, Baynes 20, Caldwell-Pope 17, Smith 11, Udrih 10
OKC: Westbrook 33 (15 rimb), Kanter 10, Grant 11

Russell Westbrook sfiora un’altra Tripla-Doppia (33+15+8) ma nuovamente è troppo solo e i suoi Thunder perdono a Motor City contro i Pistons privi tra l’altro di Andre Drummond; OKC prova a stare in scia entrando negli ultimi 12’ sotto 78-68 ma Detroit vuole chiuderla subito, break di 10-4 nei primi 4’ per il +16 (88-72) che di fatto segnerà la fine dell’incontro,

New Orleans Pelicans – Boston Celtics 106-105
NOP: Smart 15, Bradley 19 (10 rimb), Thomas 37
BOS: Davis 25 (16 rimb), Frazier 10, Jones 15 (10 rimb), Galloway 21

Non bastano ai Celtics i 37 punti di Isaiah Thomas, a New Orleans sono i Pelicans gli ultimi a ridere grazie alla Doppia-Doppia di Anthony Davis ma soprattutto grazie a Tim Frazier; finale in volata con Thomas che sigla il canestro del 105-105 a 7” dalla sirena, ultimo possesso Pelicans ed è Tim Frazier che subisce fallo con 2” sul cronometro facendo cascare Kelly Olynyk come un pollo su una finta, l’esterno di New Orleans mette il primo ma sbaglia il secondo lasciando 1” e rimessa dal fondo Celtics. I Pelicans però difenderanno bene perché Boston non riuscirà a tirare.

Houston Rockets – Philadelphia 76ers 115-88
HOU: Ariza 17, Capela 8 (13 rimb), Gordon 16, Harden 33, Nene 13
PHI: Saric 11, Embiid 13 (10 rimb), Henderson 11, Ilyasova 13, Stauskas 12

Al Toyota center James Harden ha retta di andare a casa e da solo chiude la prratica Sixers nei primi 12’ di partita; pronti via il “Barba” realizza 23 dei suoi 33 punti nel 1° quarto portano Houston sul +12 (38-26) alla prima sirena, Phila non rientrerà più tanto che alla sirena del 3° il vantaggio dei texani sarà di 25 lunghezze.

San Antonio Spurs – Miami Heat 94-90
SAS: Leonard 24 (12 rimb), Aldridge 18, Gasol 12, Parker 11, Mills 10
MIA: Whiteside 23 (17 rimb), Waiters 27, T.Johnson 11

Massimo risultato col minimo sforzo per i San Antonio Spurs sui Miami Heat; classica vittoria da Spurs degli Spurs, dominano il 1° tempo (55-40) e poi amministrano il 2° facendo arrivare Miami fino al -4 (87-83) a 1’56” dalla conclusione, Miami però non segnerà più per 96” e agli Spurs basterà piazzare 4 punti dalla lunetta per assicurarsi la vittoria.

Utah Jazz – Memphis Grizzlies 96-102
UTA: Hayward 13, Ingles 20, Lyles 18, Mack 17
MEM: Gasol 22, Conley 18, Carter 20, Randolph 18 (10 rimb)

Vittoria in rimonta ed in volata per i Memphis Grizzlies che espugnano Salt Lake City; a 2’55” dalla fine dell’incontro il punteggio dice 88-88, Memphis cambia marcia e piazza un parziale di 6-0 per il +6 ad 85” dalla sirena finale, sarà proprio quel break a decidere il match anche perché negli ultimi 33” i Grizzlies tireranno 6/& dalla lunetta

Los Angeles Clippers – Brooklyn Nets 127-95
LAC: Mbah a Moute 11, Griffin 20, Jordan 7 (14 rimb), Redick 18, Paul 21, Crawford 17, Felton 11
BKN: Bogdanovic 18, Kilpatrick 14, Ferrell 13, McCullough 13

Tuto facile per i Los Angeles Clippers che sbrigano velocemente l’affare Nets e firmano la vittoria consecutiva nuermo 7; tanto per cambiare match già finito dopo la prima frazione di gioco, 39-14 Clips con 13 punti di Blake Griffin, 6 assist per Chris Paul, 59% dal campo (contro il 27% di Brooklyn)

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • In Your Weis

    Ogni volta che vedo Carter schiacciare ho le lacrime agli occhi. Quel tizio è ancora più atletico dell’80% dei giocatori NBA

  • Michael Philips
  • Ma Jeff Teague alla Maravich?
    https://www.youtube.com/watch?v=V3o3o33oR0o

  • 8gld

    Questa West l’ha giocata da solo. No perché’ cavallo pazzo ma perché’ solo. Non c’è’ stato nessuno che ha provato a stargli dietro. Adams-Sabonis-Kanter hanno fatto diventare Baynes Drummond e gli altri si sono nascosti. Troppo stanchi, hanno mollato dopo il secondo giocato molto bene da Detroit.
    Detroit bene in generale, bene le rotazioni. Una buona addizione Leuer nei cambi. Bene Harris. Aspetto la partita o le partite dove Morris non litiga troppo con il tiro.
    Marjanovic stoppa senza saltare. Aumenterei i minutaggi.
    Le assenze di Jackson e Drummond lasciano intravedere un bel gruppo o roster a Detroit.

  • gasp

    I Clippers stanno giocando un grande inizio di stagione, il problema è come arriveranno ad aprile… vedremo nei prossimi mesi se è l’anno buono per loro

  • mad-mel

    Da uno che odia Harden:
    Harden is the 1st player in NBAHistory to have 300+ pts and 120+ast through his team’s first 10 games of a season.

    Come il baffo dopa le stat dei play nn c’e nessuno al mondo.