Clippers che rimonta, Celtics e Warriors di misura!

I Los Angeles Clippers rimontano dal -19 e battono i Bulls per la loro 12esima vittoria, Golden State suda ma alla fine sbanca Milwaukee, James Harden “solo” 31+10 ma Houston vince, Joel Embiid trascina i Sixers, Boston all’ultimo secondo ad Atlanta mentre Anthony Davis (38+16) batte Super-Beli.

REGULAR-SEASON

Houston Rockets – Utah Jazz 11-102
HOU: Capela 20, Harden 31 (10 ass), Gordon 20, Nene 16
UTA: Lyles 21, Gobert 12 (14 rimb), Hood 25, Exum 10

Solo Doppia-Doppia stavolta per James harden ma basta nella vittoria casalinga dei suoi Rockets ui Jazz; Houston sempre davanti ma Utah è sempre a contatto, il break decisivo arriva verso la metà del 4° periodo, sul +8 (94-86), due triple consecutive firmate Beverley-Gordon e un gancio di Capela spingono i texani sul +16 (102-86), il tuto con un Harden da appena 3 punti nel 4° periodo.

New Orleans Pelicans – Charlotte Hornets 121-116 OT
NOP: Davis 38 (16 rimb), Frazier 17, Holiday 22, Galloway 23
CHA: Kidd-Gilchrist 10 (13 rimb), Williams 13, Walker 25, Belinelli 22 (10 rimb), Kaminsky 15

Italian Job: Belinelli 22 pt (0/4, 7/9, 1/2), 10 rimb, 5 ass, 4 perse in 32’

Marco Belinelli gioca una superba partita da 22+10 con 7/90 da tre ma per sfortuna sua e degli Hornets dall’altra parte c’era Anthony Davis, 38+16 e vittoria Pelicans all’overtime; proprio il “Monociglio” a 18” realizza il tap-in del 108-108 dopo il layup sbagliato da Holiday, ultima chance per Charlotte ma Kemba Walker non segnerà sulla sirena.
Nell’Extra-Time è Davis contro tutti, realizza 8 punti su 13 di squadra compreso il tiro del +3 (118-115) a 31”, Charlotte ha la chance di pareggiare per ben due volte, prima perché Cunningham si prende un fallo tecnico, Batum mette il libero a Walker sbaglierà il tiro del potenziale 118-118, poi a 9” perché Holiday fa solo 1/2 dalla lunetta ma stavolta sarà Batum a non trovare il canestro.

Washington Wizards – Miami Heat 111-114
WAS: Gortat 10 (16 rimb), Beal 34, Wall 34
MIA: Richardson 15, Williams 12, Whiteside 18 818 rimb), Waiters 16, Dragic 22, J.Johnson 17

La “House Of Guards” di 68 punti ma i Miami Heat mandano 6 giocatori in Doppia-Cifra a referto per il successo di misura nella capitale; gli Heat costruiscono la vittoria ad inizio dell’ultima frazione, break di 11-1 nei primi 7’ di gioco per il +17 (91-108), poi alzeranno le mani dal manubrio troppo presto ma Washington si sveglierà troppo tardi.

Orlando Magic – Dallas Mavericks 95-87
ORL: Ibaka 15, Vucevic 12 (12 rimb), Fournier 11, Biyombo 13 (10 rimb), Augustin 18
DAL: Barnes 11, Matthews 13, Curry 13, Gibson 26

Buona vittoria per gli Orlando Magic contro i derelitti Mavericks (privi di Nowitzki, Barea e Williams) che lottano ma cedono alla distanza; i texani infatti sono avanti 76-77 a 7’23” dalla conclusione, D.J Augustin si infiamma sparando 2 triple consecutive dando il via al parziale di 12-3 col quale Orlando si porterà sul +8 (88-80) con 4’12” sul cronometro, sarà poi una tripla di Evan Fournier a 2’05” a sancire la fine sul 91-84.

Detroit Pistons – Boston Celtics 92-94
DET: Harris 19, Morris 24, Drummond 20 (17 rimb), Smith 12
BOS: Horford 18 (11 rimb), Bradley 13, Thomas 24

Al Horford torna a disposizione di coach Stevens ed è doppia-doppia al Palace di Detroit con Boston che strappa con una carambola finale il referto rosa; è proprio l’ex Atlanta l’eroe del match all’ultimo respiro, Tobias Harris fa impazzire l’arena con la tripla del pareggio (92-92) a 23” dalla fine, Crowder sbaglia da 3, Smart si immola a rimbalzo con una specie di Tap-In volante, la palla rimbalza contro il ferro, finisce nella mani di Horford che con un rifletto riesce a spingerla sul tabellone per i due punti che decideranno la partita!

Philadelphia 76ers- Phoenix Suns 120-105
PHI: Ilyasova 11, Embiid 26, Henderson 11, Rodriguez 8 (11 ass), Stauskas 21, Saric 10, Thompson 14
PHX: Booker 10, Bledsoe 27, Knight 12, Williams 12 (11 rimb)

Philadelphia c’è, batte i Suns con Joel Embiid da 26 punti (di cui 17 nel 1° quarto) in 20’ e grazie ai 21 uscendo dalla panchina di Nick Stauskas; partita magistrale per i ragazzi di coach Brown, che prima vanno al riposo lungo sul +10 (58-48) e poi scappano nella seconda metà del 3° con un parziale di 10-0 per il +16 (82-66) e stavolta non si gireranno più arrivando a toccare anche il +19!

Memphis Grizzlies – Minnesota Timberwolves 93-71
MEM: Ennis 11, Green 19, Conley 13, Harrison 13, Randolph 18
MIN: Towns 17, LaVine 22, Dieng 9 (11 rimb)

Vittoria senza problemi per i Grizzlies contro i T-Wolves grazie anche alla serata poco redditizia di Andrew Wiggins (2/11 al tiro); padroni di casa sempre al comando delle operazioni, Minnesota resiste il primo tempo (43-39) ma poi cede nella ripresa entrando nell’ultima frazione sotto 65-52.

Milwaukee Bucks – Golden State Warriors 121-124
MIL: Antetokounmpo 30, Parker 28, Dellavedova 10
GSW: Durant 33, Green 10, Pachulia 4 (10 rimb), Thompson 29, Curry 20, Iguodala 10

I Golden State Warriors ci tenevano particolarmente a questa partita visto che l’anno scorso videro proprio a Milwaukee lo stop della loro superba partenza stagionale, Durant-Thompson-Curry dicono 82 punti e i Bucks cedono solo nel finale; a 2’33” dalla fine Jabari parker firma il 2+1 per il 120-122, non segna più nessuno e il momento chiave arriva a 10” dalla fine, palla Bucks ma Tony Snell la perde con cortesia di Green, Thompson dalla lunetta sarà spietato per il +4 (120-124) che consenirà ai Warriors di conquistare la 7ima W consecutiva.

Los Angeles Clippers – Chicago Bulls 102-95
LAC: Griffin 26 (13 rimb), Redick 10, Paul 19, Speights 16
CHI: Butler 22, Gibson 11, Lopez 10,Wade 28, Rondo 9 (10 rimb)

Grande spettacolo allo Staples Center con i Clippers che conquistano al 12esima vittoria stagionale rimontando ben 19 punti ai Chicago Bulls, ancora una volta l’asse Paul-Griffin sugli scudi; a 7’ dal riposo lungo la partita è totalmente indirizzata verso la compagine dell’Illinois perché un personale break di 5-0 di Wade vale il +19 (26-45) ma i Clippers non mollano! Comincia la rimonta che si concluderà dopo 4’ del 4° periodo sull’82-82, finale in volata con i Bulls che inseguono sul 95-92 a 74” dalla sirena finale, Jamal Crawford sbaglia, rimbalzo di Speights e ancora Jamal ma stavolta a segno col layup del +5 (97-92) a 49”, Canaan terrà le speranze Bulls vice ma i Clippers saranno glaciali dalla lunetta negli ultimi 20”.

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B