Clippers che rimonta, Celtics e Warriors di misura!

I Los Angeles Clippers rimontano dal -19 e battono i Bulls per la loro 12esima vittoria, Golden State suda ma alla fine sbanca Milwaukee, James Harden “solo” 31+10 ma Houston vince, Joel Embiid trascina i Sixers, Boston all’ultimo secondo ad Atlanta mentre Anthony Davis (38+16) batte Super-Beli.

REGULAR-SEASON

Houston Rockets – Utah Jazz 11-102
HOU: Capela 20, Harden 31 (10 ass), Gordon 20, Nene 16
UTA: Lyles 21, Gobert 12 (14 rimb), Hood 25, Exum 10

Solo Doppia-Doppia stavolta per James harden ma basta nella vittoria casalinga dei suoi Rockets ui Jazz; Houston sempre davanti ma Utah è sempre a contatto, il break decisivo arriva verso la metà del 4° periodo, sul +8 (94-86), due triple consecutive firmate Beverley-Gordon e un gancio di Capela spingono i texani sul +16 (102-86), il tuto con un Harden da appena 3 punti nel 4° periodo.

New Orleans Pelicans – Charlotte Hornets 121-116 OT
NOP: Davis 38 (16 rimb), Frazier 17, Holiday 22, Galloway 23
CHA: Kidd-Gilchrist 10 (13 rimb), Williams 13, Walker 25, Belinelli 22 (10 rimb), Kaminsky 15

Italian Job: Belinelli 22 pt (0/4, 7/9, 1/2), 10 rimb, 5 ass, 4 perse in 32’

Marco Belinelli gioca una superba partita da 22+10 con 7/90 da tre ma per sfortuna sua e degli Hornets dall’altra parte c’era Anthony Davis, 38+16 e vittoria Pelicans all’overtime; proprio il “Monociglio” a 18” realizza il tap-in del 108-108 dopo il layup sbagliato da Holiday, ultima chance per Charlotte ma Kemba Walker non segnerà sulla sirena.
Nell’Extra-Time è Davis contro tutti, realizza 8 punti su 13 di squadra compreso il tiro del +3 (118-115) a 31”, Charlotte ha la chance di pareggiare per ben due volte, prima perché Cunningham si prende un fallo tecnico, Batum mette il libero a Walker sbaglierà il tiro del potenziale 118-118, poi a 9” perché Holiday fa solo 1/2 dalla lunetta ma stavolta sarà Batum a non trovare il canestro.

Washington Wizards – Miami Heat 111-114
WAS: Gortat 10 (16 rimb), Beal 34, Wall 34
MIA: Richardson 15, Williams 12, Whiteside 18 818 rimb), Waiters 16, Dragic 22, J.Johnson 17

La “House Of Guards” di 68 punti ma i Miami Heat mandano 6 giocatori in Doppia-Cifra a referto per il successo di misura nella capitale; gli Heat costruiscono la vittoria ad inizio dell’ultima frazione, break di 11-1 nei primi 7’ di gioco per il +17 (91-108), poi alzeranno le mani dal manubrio troppo presto ma Washington si sveglierà troppo tardi.

Orlando Magic – Dallas Mavericks 95-87
ORL: Ibaka 15, Vucevic 12 (12 rimb), Fournier 11, Biyombo 13 (10 rimb), Augustin 18
DAL: Barnes 11, Matthews 13, Curry 13, Gibson 26

Buona vittoria per gli Orlando Magic contro i derelitti Mavericks (privi di Nowitzki, Barea e Williams) che lottano ma cedono alla distanza; i texani infatti sono avanti 76-77 a 7’23” dalla conclusione, D.J Augustin si infiamma sparando 2 triple consecutive dando il via al parziale di 12-3 col quale Orlando si porterà sul +8 (88-80) con 4’12” sul cronometro, sarà poi una tripla di Evan Fournier a 2’05” a sancire la fine sul 91-84.

Detroit Pistons – Boston Celtics 92-94
DET: Harris 19, Morris 24, Drummond 20 (17 rimb), Smith 12
BOS: Horford 18 (11 rimb), Bradley 13, Thomas 24

Al Horford torna a disposizione di coach Stevens ed è doppia-doppia al Palace di Detroit con Boston che strappa con una carambola finale il referto rosa; è proprio l’ex Atlanta l’eroe del match all’ultimo respiro, Tobias Harris fa impazzire l’arena con la tripla del pareggio (92-92) a 23” dalla fine, Crowder sbaglia da 3, Smart si immola a rimbalzo con una specie di Tap-In volante, la palla rimbalza contro il ferro, finisce nella mani di Horford che con un rifletto riesce a spingerla sul tabellone per i due punti che decideranno la partita!

Philadelphia 76ers- Phoenix Suns 120-105
PHI: Ilyasova 11, Embiid 26, Henderson 11, Rodriguez 8 (11 ass), Stauskas 21, Saric 10, Thompson 14
PHX: Booker 10, Bledsoe 27, Knight 12, Williams 12 (11 rimb)

Philadelphia c’è, batte i Suns con Joel Embiid da 26 punti (di cui 17 nel 1° quarto) in 20’ e grazie ai 21 uscendo dalla panchina di Nick Stauskas; partita magistrale per i ragazzi di coach Brown, che prima vanno al riposo lungo sul +10 (58-48) e poi scappano nella seconda metà del 3° con un parziale di 10-0 per il +16 (82-66) e stavolta non si gireranno più arrivando a toccare anche il +19!

Memphis Grizzlies – Minnesota Timberwolves 93-71
MEM: Ennis 11, Green 19, Conley 13, Harrison 13, Randolph 18
MIN: Towns 17, LaVine 22, Dieng 9 (11 rimb)

Vittoria senza problemi per i Grizzlies contro i T-Wolves grazie anche alla serata poco redditizia di Andrew Wiggins (2/11 al tiro); padroni di casa sempre al comando delle operazioni, Minnesota resiste il primo tempo (43-39) ma poi cede nella ripresa entrando nell’ultima frazione sotto 65-52.

Milwaukee Bucks – Golden State Warriors 121-124
MIL: Antetokounmpo 30, Parker 28, Dellavedova 10
GSW: Durant 33, Green 10, Pachulia 4 (10 rimb), Thompson 29, Curry 20, Iguodala 10

I Golden State Warriors ci tenevano particolarmente a questa partita visto che l’anno scorso videro proprio a Milwaukee lo stop della loro superba partenza stagionale, Durant-Thompson-Curry dicono 82 punti e i Bucks cedono solo nel finale; a 2’33” dalla fine Jabari parker firma il 2+1 per il 120-122, non segna più nessuno e il momento chiave arriva a 10” dalla fine, palla Bucks ma Tony Snell la perde con cortesia di Green, Thompson dalla lunetta sarà spietato per il +4 (120-124) che consenirà ai Warriors di conquistare la 7ima W consecutiva.

Los Angeles Clippers – Chicago Bulls 102-95
LAC: Griffin 26 (13 rimb), Redick 10, Paul 19, Speights 16
CHI: Butler 22, Gibson 11, Lopez 10,Wade 28, Rondo 9 (10 rimb)

Grande spettacolo allo Staples Center con i Clippers che conquistano al 12esima vittoria stagionale rimontando ben 19 punti ai Chicago Bulls, ancora una volta l’asse Paul-Griffin sugli scudi; a 7’ dal riposo lungo la partita è totalmente indirizzata verso la compagine dell’Illinois perché un personale break di 5-0 di Wade vale il +19 (26-45) ma i Clippers non mollano! Comincia la rimonta che si concluderà dopo 4’ del 4° periodo sull’82-82, finale in volata con i Bulls che inseguono sul 95-92 a 74” dalla sirena finale, Jamal Crawford sbaglia, rimbalzo di Speights e ancora Jamal ma stavolta a segno col layup del +5 (97-92) a 49”, Canaan terrà le speranze Bulls vice ma i Clippers saranno glaciali dalla lunetta negli ultimi 20”.

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • gasp

    ” superba partita da 22+10 con 7/90 da tre” avrà avuto un pò male al braccio dopo 90 tiri da tre ahahaha

  • Appare ancora 7/90? Ma l’avevo corretto….stupido WordPress

  • Loco Dice

    Zi-Bo 6 uomo dell’anno?
    Se la gioca con Clarkson maybe

  • Michael Philips

    Che finale grottesco tra warriors e bucks ahahah
    sono rimasti sul 122-120 per quanto? 3 minuti?

    Warriors che riprendono il loro ruolo di corazzata e dal mio punto di vista queste vittorie nel tour ad est hanno fatto molto a livello di chimica. Non le stanno vincendo di 30 dopo 2 quarti ma è qusto il lato positivo per loro, perché già da novembre si stanno abituando a combattere invece di scoprire come si fa nei playoffs.
    Durant se continua così può tranquillamente essere l’mvp stagionale.

  • misterwolf

    sono sorpreso della facilita con cui stanno trovando la chimica

  • misterwolf

    tra i pretendenti ci metterei C.J. Miles, e E.Gordon

  • Michael Philips

    – Felice per Jabari che sta iniziando a piazzare grandi gare anche se ancora manca la continuità.
    – Gran ritorno per Al Horford
    – Davis Totale
    – Embiid 26+7 in 20 minuti e vittoria per Phila. Ma stiamo scherzando?
    – Nei Dubs se tira bene curry tira male klay e viceversa, mentre Durant è una macchina. 28pts con il 57% dal campo, il 43% da 3 e il 63% da 2.

  • Michael Philips

    Io sono sorpreso nel vedere che fino a qui nessun team ha provato a fare una gara intelligente contro di loro. Tutte le avversarie hanno provato a batterli giocando al loro gioco, andando al loro ritmo.
    Le finals non hanno proprio insegnato nulla.
    Se provi a batterli giocando a ritmi alti e sfidandoli in attacco perdi. Il 90% delle volte, se non di più.

  • gasp

    Ovviamente si scherza

  • gasp

    Jabari in 32 minuti sta producendo quasi 19 punti… peccato per l’infortunio due anni fa che ha ritardato la sua crescita

  • Michael Philips

    sì quello lo ha costretto a ripartire da zero, ma con tanta pressione sul groppone.
    Poi un infortunio del genere fosse capitato a 30 anni lo avrebbe forse spezzato, ma a 19 lo ha assorbito alla grande, così come fece griffin dopo il primo anno passato ai box.

  • gasp

    Anche meglio di Griffin, perché era il crociato

  • ILTG6

    Parker ha un’esplosivita’ che non mi aspettavo…sia in contropiede che è difesa schierata arriva a schiacciare con estrema facilità.
    Deve migliorare nelle scelte e diventare un po’ piu’ produttivo in isolamento ma la sua crescita e’ evidente

  • ILTG6

    Pazzesco Harden, in attacco fa letteramente quello che vuole, D’Antony ha creato un sistema offensivo mettendo palla in mano al Barba ed eliminando il gioco in post: pick’n’roll di Capela o Nene( guardare le loro cifre per capire quanto siano beneficiati dal gioco del 13)che bloccano e tagliano, palla in mano ad Harden e 3 tiratori piazzati, se hai il barba per avere un attacco efficace basta questo.
    Beverly, Ariza,Capela garantiscono difesa e la squadra squadra sembra avere una sua costruzione logica. Dopo tante critiche giusto dare dei meriti al Baffo

  • ILTG6

    Torna Holiday e i Pelicans ne vincono 2 in fila, ricordo quando Jrue era un All Star a Phila ed era ottimo sia in attacco che in difesa, spero torni ad avere continuità, tornare con due 20elli e 2 W è una buona partenza, Davis ha bisogno di supporto

  • Michael Philips

    il baffo se ha un play che fa muovere il team velocemente sa cosa fare. Per questo ai lakers e ai knicks non aveva alcun senso il suo gioco. Harden sta facendo gli assist di nash ma segnando 28-30 pts a gara. Se riesce a reggere per una stagione allora i rockets possono provare a vincerle con l’attacco. Chiaro che così ogni gara storta di harden sarà una sconfitta già sicura nel primo quarto.

  • gasp

    Il Baffo una delle cose che sa fare bene è costruire attorno al play… hanno tolto Howard e hanno fatto un FA mirata, forse un pò troppo onerosa ma per ora sta dando i suoi frutti

  • 8gld

    Nottata:

    Hou-Utah:
    mi è’ parsa di vedere della difesa da parte di Houston.
    Hanno giocato una bella partita e se la perdevano era solo per loro demerito.
    Utah anche vicina ma mai con l’idea di andare avanti.
    Harden? Così’ vale la pena seguirlo. Il play forte prende palla e inventa. Quando vuole il tiro si crea sempre lo spazio e lo prende poco contestato. Su una finta si è’ perso l’avversario tra il pubblico. Bene così’.

    Det-Bos:
    Intravista. Equilibrata. Poi i Pistons perdono quando Morris la mette. Un buon reset a Detroit. Bene Celtics

    Bucks-Warriors:
    Nei primi due un quarto per uno. Partono bene i Bucks nel primo Durant li riprende nel secondo ( mette due triple è un jumper nel giro di un minuto).
    Bene Warriors dal terzo fino a 7 dalla fine…poi i Bucks ci credono e rientrano.
    Finale convulso, più’ casino che altro. Determinante una bella entrata al ferro di Curry.
    Bucks bene, bel roster. Giannis è’ qualcosa di diverso ha doti fuori dal comune. Ma continuo ad avere la sensazione che la posizione non sia adatta. Questo mette jumper in testa forse anche a Marjanovic. Bene Parker e il resto.
    Buone le rotazioni Warriors, bene West.
    Male con Pachulia (come assetto intendo), meglio con il 5 Green e i pochi minuti del presidente. Si prega il coach di aumentare minutaggi o a McGee, grazie.

    Beh, Clippers Bulls bella e tirata. I Bulls sembravano averla chiusa dopo due quarti. I Clippers zitti zitti piano piano hanno ricucito. Strano ma vero, importante apporto da parte di Speight.
    Partita anche nervosa all’ultimo…bene.

    Mem-min ho fatto bene a saltarla. Memphis in un buon momento.

  • Michael Philips

    Ma vi pare brutta/assurda l’idea di un Cousins ai wizards in cambio di beal+gortat+qualche altro per rivedere il duo di kentucky 2010 edition?

  • Philadelphia è una squadra ordinata, Rodirguez la smista, Henderson è un guardia di tutto rispetto, il gruppo del “The Proes” il suo lo fa e adesso hanno la stella, il vero dilemma è: quando a gennaio Okafor-Embiid-Noel-Simmons tutti arruolabili, che succederà?

  • ILTG6

    Se uno dei due è disposto a fare il back up di Joele forse potrebbe rimanere, Okafor un contratto più lungo da Rookie quindi lo vedo favorito nel restare a Phila( anche perché non ha dimostrato di poter fare il titolare in una squadra seria), Noel con le caratteristiche che ha può essere utile a qualsiasi squadra, l’unico suo problema e che va in scadenza. Secondo me parte Noel

  • Michael Philips

    phila deve sbrogliare subito Noel e tenere Okafor almeno per questa stagione, come assicurazione per eventuali infortuni di embiid, quindi usare anche lui per ottenere giocatori utili al progetto.

  • ILTG6

    Vero togliere Howard che rallenatava il gioco e pretendeva palloni in post è stato uno dei punti di svolta…il lavoro di Mike comunque si vede anche nell’apporto che danno i comprimari: Gordon,Capela, Nene,Dekker stanno tutti avendo un rendimento superiore rispetto agli anni scorsi, poi in difesa sono meno peggio di quanto si potesse immaginare

  • brazzz

    via okafor per una guardia,poi simmons 3, più gli altri 2…

  • ILTG6

    Quest’anno non sta andando male Statuskas, forse nel roster del futuro per lui ci sarà spazio