Mike Conley il frustrato: “Sono da All-Star!”

Senza la decisione di Kevin Durant (28 anni) di portare i suoi talenti nella baia, l’uomo della Free-Agency 2016 sarebbe stato senza dubbio Mike Conley (29 anni) perché non Kobe Bryant, non LeBron James ma proprio il PG dei Memphis Grizzlies è il giocatore col contratto più oneroso della storia NBA (5 anni per $153 milioni), ma c’è qualcosa che gli manca ancora…e sa bene il perché.

La stagione 2016/17 è appena iniziata e i Memphis Grizzlies, finalmente al completo, stanno facendo la loro parte con un buon record (9-5) e in striscia positiva nelle ultime 5 partite, il ritorno di Marc Gasol (31 anni) si sente e anche Conley sta tornando ad essere il fattore che era tanto da essere il leader per punti (19.2) e assist (5.6), ma il prodotto di Ohio State ha una scimmia sulla spalla che fa fatica a mandare via, l’ancora mancata convocazione all’All Star Game!
In una recente intervista rilasciata a Jerry Zgoda dello Star Tribune ha ammesso la sua frustrazione nel non aver ancora vestito l’uniforme della Western Conference all’All Star Game:

È frustrante! La squadra sa come mi sento in merito e io mi sento un giocatore di livello All-Star, posso solo continuare a giocare in questo modo cercando di migliorare giorno dopo giorno. In un primo mento non ci pensavo e non mi pesava, poi però ho iniziato a giocare meglio anno dopo anno e sento di meritare di più. Non ho mai avuto i riflettori puntati addosso e giustamente perché ci sono così tante PG di livello ad Ovest.

Per il “povero” Conley la convocazione all’All Star Game è una di quelle cose che resterà un miraggio perché davanti a se ha forse una delle migliori classe di registi degli ultimi anni: Stephen Curry (28 anni), Russell Westbrook (28 anni), Chris Paul (31 anni), Damian Lillard (26 anni) e come se non bastasse adesso pure James Harden (27 anni) si è unito alla compagnia dei Point-Guards dell’Ovest…

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • brazzz

    153 milioni..non ci sono parole

  • Michael Philips

    “e giustamente perché ci sono così tante PG di livello ad Ovest.”

    ecco, Conley si è risposto da solo.
    Nella western c’è Westbrook, c’è Paul, c’è Curry e c’è Lillard. Non c’è posto per Conley. Nessuna ingiustizia, solo gente nettamente più forte di lui.

  • lorenzo tonelli

    Gran bel giocatore..niente da direa non da all star ad ovest..per quanto riguardo il contratto firmato..tanta ma tanta invidia

  • gasp

    A me sa anche tanto di scusa… per dire “secondo me gioco bene ma non sono All-Star perché ci sono altri”, vero ma non un grande pensiero

  • michele

    credo che un ‘occhiata al suo estratto conto basterà a lenire la sua amarezza.

  • Hanamichi Sakuragi

    molto distante dall’essere un all star anche se non ci fossero gli altri

  • mad-mel

    Nn avrà i numeri di lillard o di russell ma a me conley piace un sacco come pg. Solido e fa tante piccole cose che nn si vedono sulle stat.
    Poi quelli citati, escluso Paul, nn conoscono neanche l’esistenza della fase difensiva in qst sport e le stat offensive, che sono quelle che contanto per la convocazione sono abbastanza drogate in qst modo.
    Un discorso simile con le dovute proporzioni che si può fare anche con Leonard.
    Cmq è ancora inizio stagione ma la coppia Gasol-Conley sta facendo bene.
    Il record è buono, anzi ottimo in prospettiva sulle 50 vittorie.