Primo mese NBA, Top 5 delusioni!

Nessuna partita nella notte quindi tiriamo le somme di quelli che secondo noi sono le prime delusioni di questo inizio stagione NBA: giocatori, GM; allenatori nessuno escluso in questa particolare Top 5 delusioni con tanto di sondaggio in fondo per sentire la vostra.

NBA TOP 5 DELUSIONI

Portland Trail Blazers Supporting-Cast: Io non sono un genio ma dare $70 milioni (per 4 anni) ad uno che soffre di doppia-personalità, che ha fatto della discontinuità di rendimento il suo marchio di fabbrica e che, ad oggi, viaggia a 8.6 punti di media uscendo dalla panchina (Turner)…non sembra esser stata una mossa saggia, prendo Turner per esempio ma lo stesso Allen Crabbe è sparito dai radar e se vogliamo CJ McCollum non sta aiutando Lillard con la continuità dell’anno scorso, 8-9 con 5 sconfitte nelle ultime 6.

Emmanuel Mudiay (DEN): Detto e ridetto più volte, a Denver manca una gerarchia e il buon Mudiay va troppo oltre quelli che sono i suoi limiti condizionando la squadra (senza metterla in ritmo) col coach che sembra incoraggiarlo. I Nuggets potenziale per fare bene ce l’hanno ma serve ordine.

Rob Hennigan (GM, ORL): Serge Ibaka, Bismack Biyombo, il super rinnovo a Jeff Green…$100 milioni che ad oggi non stanno dando i frutti, 6-9 con molto da lavorare sull’identità di squadra, in primi chi è il go-to-guy.

Victor Oladipo (OKC): Rimpiazzare Kevin Durant non è minimamente possibile, poter esser un alfiere di livello invece è quello che i Thunder gli stanno chiedendo ma le prestazioni del buon Victor sono troppo incostanti, Westbrook ha il suo show però non gli si può già a novembre chiedere di fare 48′ alla morte, ridendo e scherzando è Enes Kanter (come nella stagione 2014/15) l’unico su cui possa contare lo #0 e non sempre con risultati positivi. Oladipo o trova la sua dimensione o non è detto che resti ancora nell’Oklahoma.

Dallas Mavericks: Mark Cuban si vanta e difende l’investimento su Harrison Barnes e l’ex Warriors si sta facendo valere, ma il resto? Nowitzki siamo ai titoli di coda, Deron Williams un miracolo se gioca 30 partite, Wes Matthews impalpabile e l’unico che dava una mano al buon Barnes, J.J Barea, si è pure infortunato. Sono 7 sconfitte consecutive, peggior record della Lega (2-12). Cuban ci crede, “Se si deve tankare lo si farà alla 75esima partita”, squadra in mano ai giovani come Dwight Powell e il fratellino di Curry, ma questo non era nei piani dei texani.

MENZIONE D’ONORE

Sacramento Kings: Seriamente pensavate che non li citassi? Neanche un mese e il neo-arrivato Ty Lawson (contributo pari a 0 per ora) ha subito detto pubblicamente che ai Kings ci si allena col culo, DeMarcus Cousins è sempre il solito nel bene e nel male come d’altronde Rudy Gay la cui permanenza è sempre in dubbio. Coach Joerger ha finalmente capito che non può giocare con 2 lunghi e il passaggio all’ipotetico Small-Ball sta dando qualche risultato…ma vai a capirci qualcosa in casa Kings.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B