Porzingis conquista Los Angeles, Warriors di forza!

Si ferma la striscia di Triple-Doppie di Russell Westbrook ma non lui che trascina OKC al successo su Boston, Porzingis spettacolare a L.A contro i Lakers, Philadelphia domina i Pistons a Detroit, Warriors di prepotenza a Minnesota.

REGULAR SEASON

Detroit Pistons – Philadelphia 76ers 79-97
DET: Morris 28, Drummond 14 (14 rimb), Jackson 10
PHI: Covington 16, Ilyasova 15, Okafor 14, McConnell 12 (10 rimb), Stauskas 10

Super vittoria dei Philadelphia 76ers al Palace di Detroit, privi di Embiid i Sixers dominano i Pistons nel giorno del ritorno di Nerlens Noel (8 punti ed infortunio alla caviglia) e con un TJ McConnel quasi da Tripla-Doppia (12+10+9); il match dura giusto i primi 12’, 12-32 il parziale con Phila che tira col 72% dal campo, arriverà anche a toccare il +25 con Detroit mai in partita.

Oklahoma City Thunder – Boston Celtics 99-96
OKC: Adams 16, Westbrook 37 (12 rimb), Kanter 14
BOS: Crowder 18, Horford 19, Bradley 18, Smart 11

Si ferma a 7 la striscia di Triple-Doppie consecutive per Russell Westbrook ma non il suo dominio, 37+12 nella notte e altra vittoria stavolta di misura (con brivido) contro Boston; a 3’05” sono i Celtics avanti (89-92), break di 9-2 OKC con i primi 7 punti tutti firmati Westbrook per il 98-94, Smart accorcia sul -2, Westbrook va in lunetta a 5” ma fa 1/2 lasciando l’ultima speranza agli ospiti che però non la frutteranno con Marcus Smart. Per Westbrook 14 dei suoi 37 nell’ultimo quarto, Tripla-Doppia mancata per 4 assist.

Minnesota Timberwolves – Golden State Warriors 108-116
MIN: Wiggins 25, Dieng 11, Towns 25 (18 rimb), LaVine 25
GSW: Durant 22, Green 18, Thompson 30, Curry 22

Tornano a vincere i Golden State Warriors e lo fanno con 74 punti del trio Durant-Thompson-Curry e dominando l’ultimo quarto a casa dei T-Wolves; Minnesota c’è e grazie ad un 3° quarto da 30-18 entra negli ultimi 12’ sopra di 10 (88-78)…ma la reazione Warriors è dietro l’angolo.
Thompson realizzerà 14 dei suoi 30 punti, Golden State tirerà col 57% dal campo con ben 11 assist per un totale di 38 punti contro i 20 dei Timberwolves (7/19 dal campo e 1 assist).

Phoenix Suns – New Orleans Pelicans 119-120 OT
PHX: Chandler 14 (21 rimb), Tucker 9 (10 rimb), Booker 16, Bledsoe 32, Dudley 12, Barbosa 18
NOP: Davis 14 (12 rimb), Holiday 23, Galloway 12, Frazier 14 (11 rimb, 11 ass)

Torna Anthony Davis (14+12) e New Orleans sbanca all’Overtime Phoenix grazie anche alla Tripla-Doppia di Tim Frazier (14+11+11); a salvare la partita sono i Suns con Eric Bledsoe che pareggia a 35” dalla fine per il 110-110 e sarà lo stesso Bledsoe ad avere l’ultimo possesso die regolamentari ma stavolta la tripla non andrà a segno.
Nell’Extra-Time è Jrue Holiday che fa la differenza, realizza 7 punti consecutivi che portano i Pelicans sul +3 (116-119) a 7” dalla conclusione, Booker sbaglia la tripla del pareggio (semi stoppata di Davis) e Frazier con un libero gelerà il match.

Los Angeles Lakers – New York Knicks 112-117
LAL: Deng 22, andle 17 (10 rimb), Young 15, Clarkson 14, Williams 24
NYK: Anthony 13, Porzingis 26 (12 rimb), Lee 16, Rose 25, Hernangomez 6 (12 rimb)

Non bastano i ritorni di D’Angelo Russell e Nick Young ai Lakers per evitare il KO casalingo contro i Knicks di uno spaventoso Kristaps Porzingis da 26+12+7 stoppate; partita combattuta con NY che trova un break di 13-2 verso la metà del 4° periodo scappando sul +10 (89-99), i giallo-viola però non mollano e tornano sul -4 (98-102) a 4’04” dalla fine con le fiammate di Deng, Anthony prima e Jennings poi spegneranno dalla lunetta la rimonta dei Lakers, per NY 8^ vittoria nelle ultime 11.

TOP 5

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • misterwolf

    quest’anno nessuno vuole tankare
    guardando gli ultimi 2 quarti di OKC- boston direi che ok il westbrook centrismo ma confrontando con i rockets e l’harden centrismo direi che i meriti di D’antoni (il coach da cui nasce il gioco dell nba anche se non ha vinto nulla)sono straordinari ,visto che secondo me intorno al buon Russell c’è piu talento.
    Knicks che secondo me mancano a rimbalzo per diventare una vera contender

  • sconocchini

    ma rose? non seguo i knicks ma ieri sembrava in gran spolvero. è stato solo un episodio?

  • mad-mel

    Da un po di partite i Knicks stanno facendo bene, cominciano a trovare la quadratura del cerchio.
    Rose si sta adattando molto bene al ruolo, quasi da terzo violino colpisce a fiammate e soprattutto non blocca più la palla e non si ostina a più a mille prenetrazioni come a inizio stagione. Ieri c’era una autostrada ogni volta che penetrava e quindi ha fatto bene.

  • NY sta trovando la sua identità, vincere aiuta a vincere soprattutto quando la scampi all’ultimo, stanno trovando la quadra e Rose si sta rivelando sempre più importante.
    DEVONO LASCIARLI LAVORARE, cosa ardua in quel puttanaio di Nuova York

  • michele

    ma non eri tu quello che a inizio stagione dopo due sconfite interne parlava di “Picchetti fuori dal MSG” eheheheh?….vedi che bisogna sempre aspettare un po’ prima di emettere sentenze.

  • ILTG6

    Warriors che giocano con intensità solo il 4/4 e la portano a casa, bravi loro ma a Minnie sono veramente fragili e inconsistenti.
    I Timberwolves solo l’unica squadra assieme a Cavs e GSW ad avere 3 giocatori con almeno 20 pt di media eppure sono ad un passo dall’avere il peggior record della lega a causa di una pessima difesa e della crisi di gioco che li colpisce nel 3o4 quarto, brutto segnale dato che in regolar season sono gli spezzoni di partita giocati più ” seriamente”.
    Lavine è diventato un attaccante completo e a 21 anni il suo potenziale e simile a quello di Wiggins, non penso che il GM di Minnesota voglia correre il rischio di scambiarlo, Rubio sembra essere il più accreditato a partire, a me piace come giocatore ma in questa squadra, che ha 3 attaccanti capaci di segnare anche da soli, ha poco senso. Il suo pessimo tiro da 3 chiude inoltre l’area a possibili penetrazioni di due super atleti come Wiggins e LaVine.

  • Michael Philips

    visto il primo tempo tra wolves e warriors. Che dire i lupi hanno un enorme talento, direttamente proporzionale ad un bassissimo IQ cestitstico. Il trio dei giovani talenti gioca senza intensità, e sembra che gestiscano i possessi in modo forzatamente democratico (prima ho tirato io, ora tocca a te, anche se oggi fai schifo).

    Thibo non ha inciso in alcun modo, e leggevo su espn che l’anno scorso la difesa dei wolves era migliore di quella attuale…non può trasformare dei 21enni in grandi difensori, e probabilmente è una cosa che mai ha fatto già che tra boston e bulls aveva il giusto materiale umano per impostare una grande difesa.

    Ho come l’impressione che wizards e wolves dovrebbero scambiarsi i coach.

    Rubio è un disastro. Quando towns si mette in post non può ricevere perché viene raddoppiato, tanto rubio lo si può lasciare con metri di spazio e questo non riuscirà a segnare, quindi è costretto a passarla dall’altro lato del campo. Uno così non serve a nulla.

  • lilin

    Rubio sinceramente credo che sia una delle scelte con hype piu immotivato per lo meno del nuovo millenio, questi a minnesota pensavano di aver pescato il jolly…
    La squadra qui deve andare in mano a towns e uno tra wiggins e lavine a fare da spalla, rubio e l altro tra i due da scambiare. Serve esperienza a questa squadra…

  • ILTG6

    Anche io ero convinto che LaVine potesse essere scambiato, nelle ultime partite mi sono ricreduto e ora come ora non rischierei la trade, fare crescere insieme lui Wiggo e Towns come nucleo della squadra la vedo come la soluzione migliore, bisogna avere pazienza.
    Rubio deve partire sicuramente, un G Hill che i Jazz hanno ottenuto per poco sarebbe stato perfetto

  • mad-mel

    Non me la sento di dare tutta la colpa a Rubio. Bisogna dire che wiggins è fine a se stesso. Diventerà un grandissimo realizzatore ma produrrà pochissimo gioco. Una specie di Derozan.
    Lavine io lo scambierei anche domani, è dannoso. Le cifre sono fuorvianti.
    Altro punto debole di Minnie è la panca. Il nulla cosmico.

  • Michael Philips

    rubio ha le sue colpe, ovvero non saper tirare. Bastano e avanzano.
    Wiggins è vero che potrebbe andare incontro a quel destino. Una via di mezzo tra derozan e rudy gay.
    Lavine in diverse occasioni ha mostrato più carattere tra i 3, ma è discontinuo e si vede da un miglio che ha bisogno di più spazio. Mi ricorda harden nei thunder.

  • Michael Philips

    rubio sì è stato uno dei più pompati, ma fin da quando aveva 17 anni. Ora ne ha 26 e ancora non ha imparato a tirare. Si rompe sempre e difende il giusto.
    Logicamente i wolves lo hanno tenuto stretto…

    Io spero proprio che lavine e wiggins si separino al più presto. Si rovinano a vicenda.

  • Michael Philips

    a questi servono giocatori di esperienza, e un play che li fa correre e che sa punire i raddoppi.

  • brazzz

    datemi simmons e vado ai po in due anni eheheh

  • misterwolf

    io credo che nello spogliatoio manchi un leader di esperienza secondo me un garnett sarebbe stato ottimo e se tornasse anche in versione consulente sarebbe una gran cosa, a me sti wolves mi danno l’idea di non essere squadra , sono tre talenti ma vanno tutti un po’ per conto loro non difendono perche nessuno sente sua la squadra e nessuno dei tre ha la capacita di imporsi in modo chiaro , credo si sentano inespressi individualmente e non sono abbastanza maturi da cercare un equilibrio per la squadra . credo che la soluzione piu rapida sia farne sbocciare uno da qualche altra parte . cmq sono convinto che potrebbero convivere benissimo semplicemente non in questa fase delle loro carriere, ed è un peccato

  • ILTG6

    Correre sempre che Thibo ne abbia voglia, da come imposta la difesa lui ha sempre preferito un basket a ritmo basso, esperienza serve sicuramente, non hanno 1 veterano ne in campo ne in panchina

  • Michael Philips

    con wiggins, towns, lavine e tutti gli altri la filosofia del basket duro e lento di thibo pare davvero fuori luogo.

  • lilin

    Credo non vi sia alcun dubbio che tra i 3 talenti di minnie kat sia quello su cui investire maggiormente. Gli altri due in prospettiva possono diventare delle star ma come questo qui non ne passano tanti. Oltretutto lo stiamo vedendo in un contesto cosi cosi dove sono tutti troppo giovani e le gerarchie non sono chiare.
    Dato che chiaramente non sarà lui ad essere scambiato mi chiedo: chi scambiereste tra rubio lavine e wiggo? E per chi?
    Io darei rubio e wiggins per un 3 con i contro e una guardia 3&D

  • misterwolf

    io credo che guardandosi in torno in questo momento darei rubio con wiggins o lavine per Wall per avere uno scambio che dovrebbe accontentare tutti

  • lilin

    Fossi washington però non lo farei mai nella vita! Chiaro che per minni sarebbe tanta roba!

  • misterwolf

    nei wizard si è rotto qualcosa devono cambiare ,tanto intorno a wall o cambiare wall e ripartire,non so ma credo minnesota sia quella che possa dare piu futuribilita in cambio di wall

  • Quella è la legge! Non si scappa, io vedo una squadra in miglioramento poi chiaro che se ne perdono 2 di fila è insurrezione dei tifosi come da prassi a NY.
    Devono essere bravi a gestire la pressione della città, credo che se agguantano la top 4 ad East entro metà stagione poi allora potrebbero davvero giocare più sereni senza le ansie/frenesie/isterismi della città.