Rockets e Clippers la scampano, Toronto domina!

James Harden e Houston rischiano ma la scampano nel finale contro Brooklyn mentre i Clippers lottano fino alla fine contro Portland e grazie alla freddezza di J.J Redick strappano il referto rosa, Toronto e Dallas vittorie sfolgoranti, Indiana bene contro Charlotte e Sacramento batte i lakers con un 3° periodo da 70% dal campo!

REGULAR SEASON

Indiana Pacers – Charlotte Hornets 110-94
IND: George 22, Turner 22, Teague 16 (11 ass), Stuckey 14, Miles 11
CHA: Kidd-Gilchrist 6 (10 rimb), Williams 13, Batum 13 (10 rimb), Walker 12, Belinelli 14

Italian Job: Belinelli 14 pt (3/6, 1/3, 5/5), 3 rimb, 2 ass, 1 rec in 27’

Ad Indianapolis bella vittoria per i pacers di Paul George (22 punti) contro gli Hornets di Marco Belinelli (Top-Scorer), successo maturato verso la metà del 4° periodo; partita combattuta con Charlotte che si porta sul -5 (87-82) con 7’ sul cronometro, Indiana risponderà con un parziale di 6-4 chiuso con da un layup di Turner per il +9 (93-84), vantaggio che i padroni di casa amministreranno e allungheranno fino al +15 (107-92).

Toronto Raptors – Milwaukee Bucks 122-100
TOR: Carroll 13, Valanciunas 11 (13 rimb), DeRozan 30, Lowry 18, Ross 25
MIL: Antetokounmpo 30, Parker 27, Monroe 11, Dellavedova 2 (10 ass)

Ai Toronto Raptors basta un solido primo tempo per archiviare la pratica Bucks; canadesi padroni della partita nei primi 24’ con DeMar DeRozan autore di 16 dei suoi 30 punti finali con i suoi avanti 69-49 tirando col 53% dal campo.
Milwaukee cercherà la rimonta arrivando fino al -8 (90-82) a 1’ dalla fine del 3° periodo ma Toronto non si scomporrà tornando subito avanti in doppia-cifra (92-82) per poi piazzare un break di 10-2 nei primi 4’ del 4° per il +18 (102-84).

Miami Heat – Washington Wizards 112-101
MIA: Whiteside 17 (16 rimb), Ellington 11, Dragic 34, T.Johnson 11, Richardson 10, J.Johnson 14
WAS: Morris 10, Gortat 7 (10 rimb), Beal 29, Wall 30

Bella battaglia all’American Airlines Arena di Miami dove ad aver la meglio sono stati proprio gli Heat grazie alle giocate di Goran Dragic (34 punti, Career-High) nel finale; a 3’31” dalla conclusione James Johnson perde palla sul 104-99 Heat, Bradley Beal però sbaglierà la tripla del potenziale -2 e Goran Dragic lo punirà col tiro del +7 (106-99) a 3’02”, lo sloveno realizzerà 13 punti nel 4° di cui 8 negli ultimi 4’ di partita

Houston Rockets – Brooklyn Nets 122-118
HOU: Anderson 19, Beverley 11, Harden 38 (11 ass), Gordon 24, Nene 12
BKN: Booker 10 (13 rimb), Lopez 26, Kilpatrick 17, Whitehead 13, HollisJefferson 11, Lin 10

Faticano e vincono solo nel finale gli Houston Rockets di James Harden (36+8+11) contro i Nets; texani sempre al comando delle operazioni ma mai senza trovare la fuga per aprire in due il match tanto che a 1’57” dal termine il tabellone del Toyota Center recita 113-1146Nets! Arriva la reazione degli uomini di D’Antoni con tripla del pareggio firmata Eric Gordon e poi col jumper di Harden dopo che Lopez lo aveva stoppato per il 118-116 a 1’11”.
Finale infuocato, Brooklyn non muore, Joe Harris pareggia i conti a 39”, Lin commette fallo su Nene col brasiliano is a 12”, va in lunetta Gordon ma anche lui fa 1/2 per il 120-118 a 11”, ultima chance per gli ospiti ma Kilpatrick perderà palla condannando i suoi.

Dallas Mavericks – Denver Nuggets 112-92
DAL: Finney-Smith 13, Barnes 18, Matthews 25, Williams 17, Curry 10, Anderson 11
DEN: Gallinari 12, Mudiay 17, Jokic 27 (11 rimb), Murray 15

Italian Job: Gallinari 12 pt (1/5, 2/5, 4/4), 8 rimb (1 off), 1 persa in 28’

Super vittoria per i Dallas Mavericks che demoliscono in casa i Denver Nuggets; padroni di casa che subito si impongono grazie ad un 2° periodo da 38-24 per andare al riposo lungo sul +22 (65-43) con 3 giocatori in doppia-cifra e il 65% dal campo contro il 40% di Denver, alla sirena del 3° quarto match già in ghiaccio sul 92-67 Dallas.

Los Angeles Clippers – Portland Trail Blazers 121-120
LAC: Mbah a Moute 10, Griffin 26 (12 rimb), Jordan 9 (12 rimb), Redick 19, Paul 21 (14 ass), Crawford 14, Felton 10
POR: Aminu 10, Plumlee 18, McCollum 25, Lillard 24, Turner 15, Crabbe 13

Altra vittoria arrivata all’ultimo respiro allo Staples Center di Los Angeles con i Clippers che battono di misura i Trail Blazers in un match che visto 12 volte a parità e 12 volte il cambio di leadership; i momenti chiave del match sono due, il primo arriva a 4’14” dalla conclusione, Portland conduce 105-107 quando McCollum commette fallo su tiro da 3 di Redick con tanto di tecnico, l’ex Duke fa 4/4 per il +2 (109-107) e sul possesso successi sempre Redcik scippa Lillard con Griffin che realizzerà il Tap-In del 111-107 a 3’49”.
Il secondo momento clou invece è a 2’33” con Griffin che sbaglia sul +1 (111-110) ma DeAndre Jordan ira giù il rimbalzo dal quale scaturirà il canestro di Chris Paul e poi nuovo fallo tecnico a Portland (Plumlee) e libero di Redick per il +5 (115-110) a 2’11”. Il finale sarà tutto dalla lunetta dove i Clippers non falliranno sempre con Redick, suo il 2/2 a 7” per il +3 (120-117).

Sacramento Kings – Los Angeles Lakers 116-92
SAC: Cousins 31 (16 rimb), Koufos 10, Collison 20, Temple 16, Casspi 13
LAL: Deng 16, Russell 17, Clarkson 15, Williams 14

Cadono ancora i Los Angeles Lakers stavolta a Sacramento contro i Kings di DeMarcus Cousins (31+16); primo tempo che vede i giallo-viola avanti 48-59 dopo un 2° quarto da 34-18 ma nella ripresa entreranno in campo solo i Kings, 39-13 il parziale della 3^ frazione col 70% dal campo, 16 punti (su 36 finali) di DMC e Lakers limitati a 5/19 dal campo con 7 palle perse, dal -9 dell’intervallo i Kings si troveranno sul +17 (88-71). Da sottolineare l’espulsione di coach Walton dopo 8′ per vigorose proteste dopo un fallo non fischiato a DeMarcus Cousins contro Julius Randle

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B