Rockets e Clippers la scampano, Toronto domina!

James Harden e Houston rischiano ma la scampano nel finale contro Brooklyn mentre i Clippers lottano fino alla fine contro Portland e grazie alla freddezza di J.J Redick strappano il referto rosa, Toronto e Dallas vittorie sfolgoranti, Indiana bene contro Charlotte e Sacramento batte i lakers con un 3° periodo da 70% dal campo!

REGULAR SEASON

Indiana Pacers – Charlotte Hornets 110-94
IND: George 22, Turner 22, Teague 16 (11 ass), Stuckey 14, Miles 11
CHA: Kidd-Gilchrist 6 (10 rimb), Williams 13, Batum 13 (10 rimb), Walker 12, Belinelli 14

Italian Job: Belinelli 14 pt (3/6, 1/3, 5/5), 3 rimb, 2 ass, 1 rec in 27’

Ad Indianapolis bella vittoria per i pacers di Paul George (22 punti) contro gli Hornets di Marco Belinelli (Top-Scorer), successo maturato verso la metà del 4° periodo; partita combattuta con Charlotte che si porta sul -5 (87-82) con 7’ sul cronometro, Indiana risponderà con un parziale di 6-4 chiuso con da un layup di Turner per il +9 (93-84), vantaggio che i padroni di casa amministreranno e allungheranno fino al +15 (107-92).

Toronto Raptors – Milwaukee Bucks 122-100
TOR: Carroll 13, Valanciunas 11 (13 rimb), DeRozan 30, Lowry 18, Ross 25
MIL: Antetokounmpo 30, Parker 27, Monroe 11, Dellavedova 2 (10 ass)

Ai Toronto Raptors basta un solido primo tempo per archiviare la pratica Bucks; canadesi padroni della partita nei primi 24’ con DeMar DeRozan autore di 16 dei suoi 30 punti finali con i suoi avanti 69-49 tirando col 53% dal campo.
Milwaukee cercherà la rimonta arrivando fino al -8 (90-82) a 1’ dalla fine del 3° periodo ma Toronto non si scomporrà tornando subito avanti in doppia-cifra (92-82) per poi piazzare un break di 10-2 nei primi 4’ del 4° per il +18 (102-84).

Miami Heat – Washington Wizards 112-101
MIA: Whiteside 17 (16 rimb), Ellington 11, Dragic 34, T.Johnson 11, Richardson 10, J.Johnson 14
WAS: Morris 10, Gortat 7 (10 rimb), Beal 29, Wall 30

Bella battaglia all’American Airlines Arena di Miami dove ad aver la meglio sono stati proprio gli Heat grazie alle giocate di Goran Dragic (34 punti, Career-High) nel finale; a 3’31” dalla conclusione James Johnson perde palla sul 104-99 Heat, Bradley Beal però sbaglierà la tripla del potenziale -2 e Goran Dragic lo punirà col tiro del +7 (106-99) a 3’02”, lo sloveno realizzerà 13 punti nel 4° di cui 8 negli ultimi 4’ di partita

Houston Rockets – Brooklyn Nets 122-118
HOU: Anderson 19, Beverley 11, Harden 38 (11 ass), Gordon 24, Nene 12
BKN: Booker 10 (13 rimb), Lopez 26, Kilpatrick 17, Whitehead 13, HollisJefferson 11, Lin 10

Faticano e vincono solo nel finale gli Houston Rockets di James Harden (36+8+11) contro i Nets; texani sempre al comando delle operazioni ma mai senza trovare la fuga per aprire in due il match tanto che a 1’57” dal termine il tabellone del Toyota Center recita 113-1146Nets! Arriva la reazione degli uomini di D’Antoni con tripla del pareggio firmata Eric Gordon e poi col jumper di Harden dopo che Lopez lo aveva stoppato per il 118-116 a 1’11”.
Finale infuocato, Brooklyn non muore, Joe Harris pareggia i conti a 39”, Lin commette fallo su Nene col brasiliano is a 12”, va in lunetta Gordon ma anche lui fa 1/2 per il 120-118 a 11”, ultima chance per gli ospiti ma Kilpatrick perderà palla condannando i suoi.

Dallas Mavericks – Denver Nuggets 112-92
DAL: Finney-Smith 13, Barnes 18, Matthews 25, Williams 17, Curry 10, Anderson 11
DEN: Gallinari 12, Mudiay 17, Jokic 27 (11 rimb), Murray 15

Italian Job: Gallinari 12 pt (1/5, 2/5, 4/4), 8 rimb (1 off), 1 persa in 28’

Super vittoria per i Dallas Mavericks che demoliscono in casa i Denver Nuggets; padroni di casa che subito si impongono grazie ad un 2° periodo da 38-24 per andare al riposo lungo sul +22 (65-43) con 3 giocatori in doppia-cifra e il 65% dal campo contro il 40% di Denver, alla sirena del 3° quarto match già in ghiaccio sul 92-67 Dallas.

Los Angeles Clippers – Portland Trail Blazers 121-120
LAC: Mbah a Moute 10, Griffin 26 (12 rimb), Jordan 9 (12 rimb), Redick 19, Paul 21 (14 ass), Crawford 14, Felton 10
POR: Aminu 10, Plumlee 18, McCollum 25, Lillard 24, Turner 15, Crabbe 13

Altra vittoria arrivata all’ultimo respiro allo Staples Center di Los Angeles con i Clippers che battono di misura i Trail Blazers in un match che visto 12 volte a parità e 12 volte il cambio di leadership; i momenti chiave del match sono due, il primo arriva a 4’14” dalla conclusione, Portland conduce 105-107 quando McCollum commette fallo su tiro da 3 di Redick con tanto di tecnico, l’ex Duke fa 4/4 per il +2 (109-107) e sul possesso successi sempre Redcik scippa Lillard con Griffin che realizzerà il Tap-In del 111-107 a 3’49”.
Il secondo momento clou invece è a 2’33” con Griffin che sbaglia sul +1 (111-110) ma DeAndre Jordan ira giù il rimbalzo dal quale scaturirà il canestro di Chris Paul e poi nuovo fallo tecnico a Portland (Plumlee) e libero di Redick per il +5 (115-110) a 2’11”. Il finale sarà tutto dalla lunetta dove i Clippers non falliranno sempre con Redick, suo il 2/2 a 7” per il +3 (120-117).

Sacramento Kings – Los Angeles Lakers 116-92
SAC: Cousins 31 (16 rimb), Koufos 10, Collison 20, Temple 16, Casspi 13
LAL: Deng 16, Russell 17, Clarkson 15, Williams 14

Cadono ancora i Los Angeles Lakers stavolta a Sacramento contro i Kings di DeMarcus Cousins (31+16); primo tempo che vede i giallo-viola avanti 48-59 dopo un 2° quarto da 34-18 ma nella ripresa entreranno in campo solo i Kings, 39-13 il parziale della 3^ frazione col 70% dal campo, 16 punti (su 36 finali) di DMC e Lakers limitati a 5/19 dal campo con 7 palle perse, dal -9 dell’intervallo i Kings si troveranno sul +17 (88-71). Da sottolineare l’espulsione di coach Walton dopo 8′ per vigorose proteste dopo un fallo non fischiato a DeMarcus Cousins contro Julius Randle

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • Michael Philips

    E dire che un anno fa si stava seriamente discutendo su chi fosse meglio tra Klay e Harden.

  • michele

    vabbè un anno fa qualsiasi cosa inerente i warriors era ricoperta di una patina messianica. Io pero’ la curiosità di vedere Thompson primo violino in un’altra squadra, senza dover coprire i buchi difensivi dei compagni, ce l’avrei ( posto che Harden è meglio)…

  • misterwolf

    va be diciamo che harden + d’antoni da comunque delle cifre gonfiate , vedi l’effetto su gordon
    (fermo restando che harden è meglio)

    P.S. se l’est continua cosi avremo dei primi turni e delle serie P.O. molto equilibrate e toste

  • Michael Philips

    e ma primo violino senza curry e ora senza durant vuol dire che i raddoppi se li beccherebbe tutti lui, che non è bravissimo a passarla o a sgusciare via a due marcatori partendo dal palleggio.

  • mad-mel

    Idem, inoltre aspetto come sempre ogni anno Harden ai po, dove puntualmente invece di alzare l’asticella, fa sempre pessime prestazioni e brutte figure.
    Klay ha dimostrato invece più di una volta di che pasta è fatto.
    Poi aggiungo che giocare una sola fase del gioco droga parecchio le stat. Ma ripeto ai po poi la si paga con gli interessi.

  • mad-mel

    Invece cambiando discorso hanno rotto le palle jay-z lebron e company con sta storia di phil jackson.

  • michele

    beh primo violino si intende non in una squadra di disperati…tipo ai celtics sarebbe perfetto un giocatore cosi.

  • michele

    Diabolico Cousins che fa fallo, simula, si prende il fischio arbitrale e fa cacciare Walton ( una flemma olimpica la sua, al primo quarto) per proteste. Ha vendicato i Kings 2002 eheheheheh

  • Michael Philips

    sì, ma resta il fatto che Klay è uno che prende e tira e qualche volta invece di tirare finta e va al ferro, e quì si chiude il suo repertorio in attacco.

    Ai celtics potrebbe funzionare meglio che in altri team ma resta il solito problema: nel momento in cui il team si deve affidare a lui e lui viene raddoppiato questo non riesce a creare per se e forse perde pure la palla.

    Può segnare 60punti(e in quella gara contro indiana poteva arrivare a 80 o più), ma devi servirlo sempre alla perfezione e devi avere un team che si muove tanto e crea spazi perché a ritmi lenti lo uccidi, e non parlo di un giocatore che viene limitato, ma di uno che viene quais annullato. Se non è in giornata continuerà comunque a tirare perché questo fa. Raramente va in post, e non ha un “piano B” in grado di farlo sopravvivere ad una serata no al tiro dalla lunga.

  • Michael Philips

    oddio sta ancora andando avanti sta lagna?

  • Hanamichi Sakuragi

    magari mi sbaglio ma con klay riesco a prendere un altro signor giocatore con harden ho qualche dubbio anche in virtù del carattere che sembra avere.
    klay più completo harden attaccante migliore, forse più forte nel complesso.

  • michele

    uhm non so quanto convenga raddoppiarlo ai celtics, significa lasciare libero uno tra horford e soprattutto thomas ( uno da 26ppg in stagione che non si farebbe certo pregare),,,cmq io non ho detto che sarebbe mvp in un’altra squadr ( come harden che mette statistiche da mvp in tante voci), ma sarei curioso di vederlo all’opera in un diverso contesto.

  • Michael Philips

    “Klay ha dimostrato invece più di una volta di che pasta è fatto.”

    beh nelle finals ha fatto male fino a qui.
    Poi Klay gioca in un sistema perfetto e ben aiutato dai compagni, Harden è il deus ex machina del suo team ormai, e in sostanza fa il lebron james senza giocare in difesa e segnando con % più basse, ma fa tutto e houston sta vincendo con ritmi inattesi.

    Per me rimane una differenza enorme tra i due.

    Su Klay e la difesa io credo che lo si stia facendo campare di rendita, perché è dall’anno scorso che ha smesso di difendere.

    Thompson defensive +/- -3,4
    Harden defensive +/- +0,9

    *e lo ripeto, a me harden starebbe pure sulle palle.

  • michele

    non che Curry abbia fatto molto meglio l’anno scorso nelle finals. per i dubs è stata una serie stranissima: e Harden una gara 6 come quella di Klay a OKC a livello di WCF non l’ ha ancora fatta ( gli auguro quest’anno di riuscirci, i Rockets mi stanno simpatici).

  • Michael Philips

    ma veramente di gare così ne ha fatte due in finale di conference, nel 2015 e proprio contro Klay.

    gm2: 38pts 10reb 9ast col 61% dal campo e houston che perde di 1 punto.
    gm4: 45pts 7reb 5ast col 60% dal campo e 7/11 da 3, e houston vincente.

  • michele

    beh gara 4 coi warriors già sul 3 a 0 pero’, un po’ a babbo morto dai. e in gara 2 mi pare che combino’ un paio di pasticci nell’ultimo minuto, vanificando quanto di buono fatto prima.

  • Michael Philips

    eh ora stai girando attorno alla questione. Chi aveva come secondo violino? Curry e Green come spalla o aveva ariza e howard ridotto com’era?
    Si parla di performance di livello in finale di conference e harden ha messo anche queste, questa era la questione.

  • Michael Philips

    klay più completo perché 2 anni fa difendeva? e oltre a segnare non fa altro, non sa passarla e non sa battere l’uomo dal palleggio?

    Harden che prende più rimbalzi(quasi 8), che è il n.1 della lega in assist e mette pure 28pts a sera non è completo come klay?

  • michele

    si pero’ a mio avviso non dominante/importante come quella di klay a OKC, che riprese i compagni per i capelli giù dal burrone e li tiro’ fuori.

  • Michael Philips

    su Harden sembra di leggere i commenti che Mark Cuban ancora si ostina a fare nei confronti di Westbrook che a suo parere non è ancora una superstar…

  • michele

    tra l’altro se si parla di compagni, ricordati i josh smith che rimontarono i clippers in gara 6 2015 mentre HArden era in panca…cmq il Barba è un fuoriclasse, non credo si possa discuterlo: ci si aspetta pero’ un edizione playoff degna del suo pedigree, quest’anno è probabile che sia la volta buona. Con D’antoni all the things are coming together come dicono in US

  • ILTG6

    La differenza fra Harden e Thompson e nettissima, la barba è molto più forte.
    28 12 8, buone % e record super positivo per una squadra che era considerata fra quelle che avrebbero lottato fino alle fine per i PO.
    Thompson è un super realizzatore e un ottimo difensore ma deve essere innescato, mai e poi mai potrebbe trascinare una squadra per 82 partite come Harden. Può capitargli la serata al tiro come contro OKC che ti cambia una partita ma di certo non ha la continuità del n 13 di Huston.
    Ricordiamoci che Thomposon gioca in una squadra in grado di metterlo in condizioni perfette per esaltare il suo gioco, sarei anche io curioso di vederlo altrove

  • mad-mel

    Il plus/minus è la stat più pericola e fuorviante che esista.

  • Shady

    thompson è il pippen dei nostri anni, probabilmente il miglior secondo violino (fatto e finito) che una star vorrebbe avere.
    penso che tutti creano una squadra da zero fra i due sceglierebbero thompson per poi puntare su altre superstar che non siano il babra
    però dire che thompson è più forte di harden implica demenza cestistica

  • mad-mel

    Anche leonard segna meno, prende meno rimba e meno assist. Ma non mi sogno neanche di notte di mettere Harden davanti.
    Ah mi ero scordato lo Usage %.

  • mad-mel

    Yessa, alla serata di SI

  • lilin

    Il barba è un fenomeno offensivamente parlando ma credo sia il peggior difensore dellla lega, parlo proprio di atteggiamento del corpo…È veramente imbarazzante in alcuni casi e sintomo di mentalità perdente. Che messaggio dai ai tuoi compagni che poi dovresti trascinare?
    Ci vuole un minimo di dignità anche nel non difendere. …
    Detto questo il paragone con garden klay non comincia nemmeno per completezza e talento. …anche se sarei curioso di vederlo in un contesto con maggiore libertà. Secondo me potrebbe stupire. ..

  • Hanamichi Sakuragi

    Klay adesso non difende più???

  • ILTG6

    Parlando delle nuova generazione di lunghi occhio a Turner di Indiana. A differenza di Towns e Porzingis non ha la capacità di creare punto dal palleggio ma il potenziale rimane tutto li da vedere: cm, range di tiro da 3pt e istinti difensivi notevoli, sarà un giocatore fondamentale per i Pacers in futuro, 2o3 violino. Deve migliorare a rimbalzo e nel concludere al ferro ma considerando che è al 2 anno il prospetto è ottimo

  • Michael Philips

    oddio che palle. Per quanti mesi hanno intenzione di andare avanti?

  • Michael Philips

    Leonard è più forte di Harden, eppure è tutto da vedere il suo rendimento in un contesto diverso da quello di san antonio, solo sull’isola com’è stato harden da quando è arrivato ai rockets.

    Poi Leonard sta segnando 24-26pts a sera ed è con green il miglior difensore della lega. Gli mancano gli assist perché non gestisce gli attacchi in quel modo, ma rispetto a Klay c’è un abisso nel trattamento della palla.

  • mad-mel

    fino alle final di conference

  • mad-mel

    Sarei curioso di vedere anche Harden nel contesto spurs.

  • Michael Philips

    beh sarebbe un miglioramento per lui di sicuro. Green e Leonard a proteggerlo in difesa o comunque aldridge e gasol sotto.

    Auguri! Harden è lo stesso che ai thunder sapeva stare al suo posto pur sapendo di avere un talento che andava ben oltre il ruolo dalla panca. Non credo ci sarebbero grossi problemi. Popovich gli romperebbe le palle per la difesa e credo che in contesto così, pure lui possa rendere un minimo.

  • Michael Philips

    vedi cavs vs knicks? Io sper in cavs contro knicks nelle semi-finali e cavs vs bulls nelle finali.

  • In Your Weis

    Due giocatori differenti, a loro modo perfetti per la situazione in cui si trovano. Individualmente, dire o anche solo pensare che Klay sia migliore di Harden, lo si può fare solo in malafede o per antipatia spinta. Ovvio che il Barba sia individualmente 2 spanne sopra

    Poi si può scegliere l’uno o l’altro a seconda dei contesti, per partire da zero prendo Harden, tutta la vita, idem se ho poco talento in squadra, e serve uno che generi attacco pure per gli altri 4. In questo neanche si comincia a discutere, Klay è una macchina ma come creatività stiamo un paio di universi dietro, è uno che gode enormemente degli spazi aperti da Curry e KD, e che si nutre degli assist altrui, se dovesse crearsi da solo la conclusione sarebbe molto meno efficace

    Senza contare che come passatore è piuttosto mediocre. Allo stesso tempo, uno come Harden ai Warriors dubito farebbe bene, anzi, 100 volte meglio Klay in quel contesto. Sulla difesa per carità, avete ragione voi, certo però che quando non devi sobbarcarti tutto il peso dell’attacco è anche molto più facile spendere sudore dietro

    Non per niente, quando era ad OKC e faceva il 3° violino, nessuno si sognava di dire che Harden fosse un difensore mediocre

  • michele

    pound for pound

    1) Lebron
    2) Westbrook
    3) Durant
    4) Leonard
    5) Curry
    6)Davis
    7) Harden
    8) Paul
    9) Irving
    10)Thompson

    il numero 1 è indiscusso, dalla 2 alla 5 sono tutti vicinissimi.

    al posto di Klay si puo’ benissimo mettere Marc Gasol

    cosi e’ deciso, l’udienza è tolta.

  • sconocchini

    michael phillips klay difende ancora oggi, non diciamo sciocchezze. senza la sua difesa curry sarebbe stato umiliato già da tempo (invece che soltanto alle ultime finals). harden chiaramente ha bun talento molto superiore a thompson, ma io ancora oggi non sono sicuro di chi vorrei in squadra. anzi, so che vorrey klay, perché harden (facendo anche finta che il sistema di dantoni non sia uno steroide nucleare per le stat) è una specie di piccolo lebron dei primi tempi, fa tutto lui. ma A) lo fa peggio di lebron e B) ancora dobbiamo vederlo mostrare un po’ di palle nei play off, dico palle adeguate a quello che lui crede di essere e vuole essere.

  • sconocchini

    d’accordo, stranamente, quasi su tutta la classifica. magari per molti è un eresia, ma secondo ma davis non ha fatto assolutamente niente per dimostrare di valere quella posizione. lo toglierei proprio dalla classifica e metterei al decimo posto gasol. avrei messo cousins per amore, ma poi ho guardato i 10 e onestamente non ce la faccio a toglierne uno. e dopo di lui griffin, tutti e due prima di davis che per me al momento va in 13 o 14 posizione.,

  • michele

    beh certo in carriera non ha fatto ancora molto ( a parte trascinare NOLE ai playoff due anni fa quasi da solo), pero’ mi pare sia innegabile il suo impatto, aldilà dei numeri. d’altronde dovessimo guardare alla carriera bisognerebbe mettere wade in top 10 ad honorem

  • 8gld

    Chi e’ più’ forte tizio o caio?
    Si gioca a tennis? Forse prendo Harden
    A basket? a 2 prendo Klay anche andando nettissimamente controcorrente.
    Harden play? Fino a oggi una figata.
    Klay si trova nel sistema Warriors? Il sistema Warriors è’ nato sopratutto per Curry e Thompson…poi Barnes. Forse in una percentuale da definire si può’ dire che il sistema nasce grazie a Thompson o anche Thompson. Thompson non è’ arrivato dopo il sistema, il sistema è’ nato con Thompson presente.
    Tra Harden e Thompson a due prenderei il secondo.
    Harden a play? Quanto mi piacerebbe James.
    Devo mettere giù’ un quintetto base e devo usare a 2 Thompson e Harden…proviamo a metterli giu’.
    Deve mettere giu’ un quintetto base e devo usare a play Harden…qualcosa mi viene in mente anche se c’e’ qualcuno che mi piacerebbe di più’.
    A 2 vado con Thompson
    A 1 voglio aspettare ancora…ma li’ mi rimane sicuramente più’ facile strutturargli un quintetto che a 2.

  • Michael Philips

    ma dici seriamente?
    Hai visto a che ritmi stanno giocando i warriors? Questi sono tornati agli anni 80’s con un ritmo di gioco folle, senza pause in attacco al punto di “obbligare” le avversarie a correre quanto loro. In tutto questo delirio nessuno sta difendendo davvero escluso green. Non c’è il tempo per difendere e Klay pure l’anno scorso aveva mollato parecchio a livello di impegno difensivo. Chi gioca contro Klay segna un casino di punti, stesso succede per chi se la vede con curry.

    Nel 2014-15 invece meritava almeno una selezione nel quintetto difensivo, anche solo nel secondo.
    Se domani Klay lo piazzi ai celtics o ai jazz o spurs, giocando a ritmi più calmi allora sono certo che si rivedrebbe il mastino che è stato nell’anno del titolo, ma ad oggi non è cosa in cui si sta impegnando.

  • mad-mel

    Pensavo di si…ma appena provo sognare torno subito sulla terra.
    Sconfitta contro phoenix inaccettabile.

  • ILTG6

    Butler, George al posto di Thompson