NBA-NBPA fumata bianca: rinnovo da 7 anni!

La notte NBA giocata no ha regalato grossi colpi di scena ma quella dietro le scrivanie è stata decisiva, infatti la Lega e l’Unione Giocatori si sono strette la mano firmando il nuovo contratto collettivo dalla durata di 7 anni.

Per chiudere il cerchio manca solo la ratifica col voto dei giocatori atteso per settimana prossima ma il più è fatto, il solito Adrian Wojnarowski di “The Vertical” ha riportato anche alcuni dettagli del nuovo CBA con regole che andranno a tutelare i giocatori e ritoccare alcune riguardanti la Free-Agency:
• Rimane la regola “One-And-Done” in merito ai prospetti NBA ossia almeno un anno obbligatorio in NCAA prima di dichiararsi al Draft
• Non più 72 ma solo 48 ore saranno concesse alle squadre per pareggiare le offerte ai giocatori in caso di “Offer-Sheet” durante la Free-Agency
• Non sarà consentito firmare contratti da 5 anni a giocatori che hanno compiuto 36 anni (prima la soglia era 38 anni)
• Pre-Season più corta
• Verranno inseriti due posti nel roster (16° e 17°) per i giocatori provenienti dalle squadra affiliate in D-League
• Con l’aumento del Salary-Cap ci saranno aumenteranno anche i contratti: mid-level/bi-annual exceptions e minimo da veterano
• Pacchetto di assistenza sanitaria per i giocatori in pensione e benefici per i giocatori attivi. I pensionati saranno ammissibili soltanto con 3+ anni di servizio NBA.
• I team potranno designare qualsiasi veterano per una proroga di 5 anni (e in alcuni casi anche di 6 anni), per incentivare i giocatori a rimanere con le loro squadre in carica.

Molto soddisfatto il Presidente della NBPA Chris Paul (31 anni) il quale ha commentato così:

È grandioso! Sono emozionato, sono contento per la nostra Lega, per i giocatori, per i proprietari, per i fans e per tutte le persone coinvolte, è stato un ottimo accordo! Sono stato sempre in contatto con Michelle Roberts (Executive Director, ndr), con James Jones e siamo tutti estremamente contenti per quello che siamo riusciti a raggiungere soprattutto nei confronti degli ex giocatori che hanno eretto le fondamenta su cui noi viviamo noi oggi.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B