Evolution Players Ranking 16/12/2016

Settimana interessante per il nostro Evolution Players Ranking. Westbrook mantiene il primato, new entry sia nel podio che nei dieci. Anche nei rookie stessa leadership, cambio nel podio e new entry.

PLAYERS RANKING

1) Russell Westbrook (OKC) =: Malgrado una settimana con qualche pausa di troppo, ed i Thunder ne hanno ovviamente risentito, Westbrook mantiene saldamente il primato della nostra classifica, continuando a veleggiare in tipla doppia di media, 30.6 punti, 10.5 rimbalzi e 10.6 assist. Ci si chiede quanto riuscirà a resistere su questi ritmi elevati.

2) James Harden (HOU) +1: Più ecumenico da un punto di vista realizzativo, ha riniziato a far giocare i compagni servendo assist di pregevole fattura. Houston vola letteralmente grazie alle giocate del barba, 27.6 punti, 11.7 assist e 7.8 rimbalzi le sue medie stagionali.

3) LeBron James (CLE) +1: Questa settimana il ragazzo di Akron ha deciso di far aumentare il numero dei giri, mettendo in piedi un paio di partite di pregevole fattura. Poi, come sempre, ti accorgi della sua presenza quando non gioca….Per gli amanti delle statistiche ricordiamo i 25 punti, 7.6 rimbalzi e 9 assist con cui viaggia, aggiungendo il 51.8% dal campo.

4) Anthony Davis (N.O.) -2: Qui è un attimo e non puoi rallentare, ne tu e nemmeno la tua squadra. Settimana a marce basse di Davis ed eccolo giù dal podio. Certo giocare nei Pelicans non aiuta, ma comunque il #23 ci ha abituato meglio nelle precedenti settimane. 30.5 punti, 11.2 rimbalzi e 2.8 stoppate, anche se è sceso sotto il 50% dal campo.

5) Kevin Durant (G.S.) =: Periodo di stallo per Durant, che continua a giocare con grande tranquillità e sta dimostrando di poter essere utile in altre zone del campo che non siano quelle offensive. 25.9 punti, 8.2 rimbalzi e 4.6 assist, sempre abbondantemente sopra il 50% dal campo.

6) DeMar DeRozan (TOR) +1: Dietro la notevole settimana dei Raptors c’è DeRozan, che ha ripreso ad essere l’esecutore offensivo micidiale di inizio Regular Season, tornando a scalare la nostra classifica. 28 punti, 5.2 rimbalzi e 4.2 assist le sue statistiche.

7) Giannis Antetokounmpo (MIL) +1: The Greek Freak continua a giocare una stagione di altissimo livello, malgrado i Bucks facciano fatica a trovare continuità. In questo momento è indiscutibilmente l’attacco e la difesa della squadra di coach Kidd, dando l’idea che possa ancora farci vedere molto di più. I numeri ci dicono 22.3 punti, 8.9 rimbalzi, 5.9 assist, 2.0 recuperi e 2.0 stoppate a sera. Ed i numeri non sono tutto.

8) Kawhi Leonard (S.A.) N.E.: Chiamato a gran voce dai fans, eccolo qui come new entry nella players ranking, grazie ad una settimana giocata, finalmente, con grande continuità anche statistica. Ed emrgere in questo modo in un sistema come quello Spurs è tanta roba davvero. 24.7 punti, 6 rimbalzi e 2 recuperi.

9) Damian Lillard (POR) -3: Come abbiamo scritto anche le altre settimane la difficoltà più grande dei Blazers e del loro incredibile PG è trovare una continuità di rendimento. Perchè fino ad ora ci sono state troppe pause nel gioco di Lillard. Questa perdita di posizioni nel ranking è figlio di questo, malgrado i 27.3 punti, 5.8 assist e 4.7 rimbalzi.

10) Stephen Curry (G.S.) -1: Stesso discorso fatto per Lillard, con forse qui la scusante di avere nel roster quel fenomeno in più da inserire ed a cui garantire alcuni possessi offensivi. Detto questo quando gioca come sa fare è un piacere per tutti, specie per i suoi Warriors ch continuano a vincere. 25.6 punti, 5.8 assist, 4.2 rimbalzi e 1.7 recuperi.

ROOKIE RANKING

1) Joel Embiid (PHI) =: Il ragazzo questa settimana è stato più attivo sui social che sul parquet, ma per le referenze in campo hiedere ad Anthony Davis, comunque dal #1 di questa classifica non si trova chi potrebbe toglierlo. Davvero troppo più forte degli altri rookie, 17.6 punti, 7.5 rimbalzi e 2.5 stoppate ed un minutaggio che inizia a salire.

2) Dario Saric (PHI) +1: Primo e secondo posto per i Sixers che fa ben sperare per il futuro, in attesa di Simmons. Di certo il croato è diventato un fattore specie offensivo in questa squadra. 9.6 punti e 5.8 rimbalzi le sue statistiche.

3) Malcolm Brogdon (MIL) +1: Questo ragazzo sta sorprendendo per la facilità con cui riesce a farsi trovare pronto per i suoi Bucks. Non stupisce che sia tornato sul podio, a fronte dei 7.7 punti, 2.8 assist e 2.2 rimbalzi, calcolando i 21 minuti di impiego.

4) Jamal Murray (DEN) -2: Mantiene sempre delle ottime medie, 9.8 punti, 3 rimbalzi e 2 assist, ma questa settimana meno continuo sul parquet e troppo bucato difensivamente.

5) Isaiah Whitehead (BRO) N.E.: New entry per una delle pochissime note liete dei Nets. Sta trovando spazio e lo sta sfruttando bene e quando Brooklyn ha vinto lui è sempre stato protagonista. 6.7 punti, 3 assist e 2.3 rimbalzi le sue medie.

Doc. Abbati

Doc. Abbati

Il diversamente giovane del gruppo, appassionato di motociclismo e, soprattutto, dello sport made in USA , fan dei Lakers, dei Raiders e dei Mets rigorosamente in quest’ordine, seguo il basket NBA fin dagli anni 70

Nickname: Doc.Abbati