Washington è tornata, Embiid piega Brooklyn!

Washington batte anche i Clippers con 41 punti di Bradley Beal, Joel Embiid Career-High e vittoria su Brooklyn, tutto facile per Boston, Toronto, Dallas e San Antonio nella notte del ritiro della maglia di Tim Duncan (sotto video con l’intera cerimonia).

REGULAR SEASON

Washington Wizards – Los Angeles Clippers 117-110
WAS: Morris 23, Beal 40, Wall 18 (11 ass)
LAC: Griffin 26, Jordan 13 (17 rimb), Redick 17, Paul 13, Rivers 12, Speights 14

Bella partita nella capitale con Washington che batte i Clippers e conquista la 5^ vittoria nelle ultime 6 partite con Markieff Morris protagonista ma soprattutto con 40 punti di Bradley Beal; finale in volata con le squadre sul 110-108 Wizards, Morris realizza il jumper dalla media per il +4 (112-108) a 101” dalla fine, DeAndre Jordan fa 0/2 dalla lunetta e Washington piazza la zampata decisiva! Ancora Morris dalla media poi doppio tecnico ed espulsione per Doc Rivers, Beal va in lunetta per il +8 (116-108) che di fatto manderà i titoli di coda.
Sconfitta e beffa per i Los Angeles Clippers che perdono per qualche settimana Blake Griffin, il PF dovrà operarsi al ginocchio (niente di grave) che lo terrà fuori almeno fino a metà gennaio.

Dallas Mavericks – Sacramento Kings 99-79
DAL: Finney-Smith 17, Barnes 15, Matthews 15, Williams 15, Harris 14, Curry 13
SAC: Cousins 33, Lawson 10

Basta il terzo quarto ai Dallas Mavericks per battere i Sacramento Kings; texani sempre in controllo avanti 55-44 al riposo lungo malgrado i 23 punti di DeMarcus Cousins, nella ripresa non arriva la reazione degli ospiti e Dallas incrementa il suo vantaggio arrivando anche sul +20 (76-56) dopo un parziale di 7-0 chiuso con un gioco da 4 punti di Devin Harris a 2’33” dalla sirena della frazione.

Memphis Grizzlies – Utah Jazz 73-82
MEM: Green 10 (11 rimb), Conley 14, Randolph 12 (11 rimb)
UTA: Hayward 22, Diaw 11, Gobert 21 (12 rimb), Hood 10, Mack 10

Continua l’ottimo momento degli Utah Jazz che vincono la 7^ gara nelle ultime 8 espugnando Memphis grazie al duo Hayward-Gobert; a metà dell’ultimo periodo match equilibrato con Gasol che porta sul +2 i suoi (66-64), Utah risponderà e lo farà con un break di 11-0 in 4’ per il +7 (66-75), break che ha visto ben 3 triple consecutive realizzate da Diaw, Hayward e Mack a 2’18”. Memphis non riuscirà a rispondere e Gobert schiaccerà per il +9 (79-79) a 55”.

Philadelphia 76ers – Brooklyn Nets 108-107
PHI: Embiid 33 (10 rimb), Okafor 3 (11 rimb), Ilyasova 22
BKN: Bogdanovic 14, Lopez 22, Whitehead 11, Harris 19, Lin 16

Joel Embiid firma il suo Career-High con 33 punti e trascina i Sixers al successo di misura contro Brooklyn; partita molto combattuta con ben 21 cambi di leadership, il momento chiave arriva a 2’43”, Sixers sul -1 (97-98) e tripla di Embiid seguita poi da 2 liberi di Covington per il +4 (102-98) a 2’13”.
Lin accorcia sul -1 (102-101) e poi sarà il caos tra palle perse e tiri sbagliati da entrambe le parti. Sarà, ancora una volta, Embiid a lasciare il segno con 2 liberi a 12” per il +3 (104-101) con Lin che sbaglierà la tripla del possibile pareggio a 9”.

Orlando Magic – Toronto Raptors 79-109
ORL: Ibaka 10, Biyombo 8 (12 rimb), Fournier 15, Payton 13, Vucevic 10
TOR: Valanciunas 16 (13 rimb), DeRozan 31, Lowry 16 (10 ass), Ross 11

Toronto annichilisce con la difesa gli Orlando Magic annullandoli per tutto il secondo tempo e potandosi a casa un comodo successo; dopo i primi 24’ Raptors avanti 51-55, nella ripresa i canadesi limiteranno a soli 28 punti i padroni di casa (12/39 dal campo e 11 perse) e realizzeranno 54 punti per chiudere poi sul +30.

Miami Heat – Boston Celtics 95-105
MIA: Whiteside 23 (17 rimb), Dragic 31
BOS: Crowder 15, Horford 17, Bradley 20, Thomas 23

Boston domina il primo tempo a Miami e si porta a casa il referto rosa senza troppi patemi; i Celtics mettono subito le cose in chiaro chiudendo i primi 12’ sul 19-37 col 65% dal campo per poi andare negli spogliatoi sul +17 (41-58) dopo esser stati anche sul +21 ad inizio 2° quarto. Unica nota stonata l’espulsione di Isaiah Thomas per gomitata in faccia a Winslow.

San Antonio Spurs – New Orleans Pelicans 113-100
SAS: Leonard 13, Aldridge 22, Gasol 7 (14 rimb), Parker 12, Simmons 12, Ginobili 17, Mills 11
NOP: Davis 12, Ajinca 16, Hield 14, Frazier 11, Galloway 12

A San Antonio è la notte del ritiro della #21 di Tim Duncan e gli Spurs non deludono, dominati dall’inizio alla fine i Pelicans limitando Anthony Davis a 12 punti con 5/12 dal campo; match mai in discussione, alla sirena del 3° quarto Spurs già in doccia sul +21 (92-71) con Aldridge a quota 22, Leonard 13 e Manu Ginobili a 17.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • brazzz

    buono embidio……pare che la scelta sia dar via noel…

  • Vediamo chi busserà ai Sixers per Noel, molto curioso

  • Duncan spettacolare chiusura: “Ho vinto un sacco di scommesse stanotte. Non ho indossato un jeans, ho messo una giacca…e ho anche parlato per più di 30 secondi”.

  • GiantBaba

    Povero Hinkie, si stara’ mettendo le mani nei capelli. Se Embiid non stava fermo due anni, questo qua era ancora al suo posto e tutti a chiamarlo genio del tanking..

  • In Your Weis

    Non male Gobert che si autoproclama miglior 5 della Lega…che in difesa ci può pure stare, come mobilità, tempismo, centimetri…certo in attacco siamo ai livelli di DeAndre, forse un pelino meglio…se lui è il meglio su piazza c’è comunque da preoccuparsi…Utah comunque è una squadra coi controcazzi

    Washington, pian piano…il talento in teoria c’è tutto, con quel back court…anzi, sarebbe un sacrilegio non puntassero almeno ai playoff

    Inutile dire niente su Duncan, il più grande, anche nel giorno del ritiro della maglia

  • Utah è la versione più solida dei Celtics e Hayward sta giocando da MIP!
    Washington è Morris la chiave, se giocasse come ieri più di 8 volte l’anno

  • ILTG6

    Direi la versione dei Celtics con un 5 serio e una panchina migliore

  • sconocchini

    embiid è fortissimo ed è anche un pazzo. sembra che stia in campo solo per divertirsi, mi fa impazzire.

  • ILTG6

    Beh Gobert credo sia il miglior difensore al ferro della NBA, in difesa è un totem e in attacco oltre a segnare solo “alla Jordan” tira discretamente i liberi. Ha le caratteristiche perfette del centro di difensivo di adesso ma non ha il talento di Cousins o Gasol. Nelle ultime 6 partite ha segnato 21-16-12-17-20-22 sbagliano 6 tiri dal campo in totale, è in fiducia e da questo derivano le sue dichiarazioni

  • mad-mel

    La candidata più seria per Noel pare che siano i Blazers.
    Okafor in teoria non lo toccano e i sixers lo vogliono mettere a capo delle secondo linee (ahimè ce l’ho al fantasy).
    Vogliono tradare Noel per ragioni contrattuali visto che oka scade tra due anni, ed inoltre penso che abbiano mille candele accese sperando nell’integrità di Embiid e oka lo tengono come polizza almeno per un altro annetto.

  • michele

    beh, se Embiid non si fosse rotto prima del draft lo avrebbero scelto i cavs ( e forse l’avrebbero tenuto)…sarebbe stato interessante vedere lebron e joelone insieme. Come sempre il destino nel basket e nel draft in particolare si diverte a rimescolare tutte le carte.

  • michele

    viene spesso accostato anche ai Celtics.