NBA-Evolution Moment Of The Year 2016

Mancano poche ore e poi approderemo nell’anno solare 2017, abbiamo vissuto un 2016 che passerà alla storia per tanti colpi di scena e trionfi inaspettati , da prassi qui ad NBA-Evolution stiliamo una Top 10 dei migliori momenti dell’anno solare ma quest’anno ho voluto cambiare, perché ho scelto quello che per me è stat il “Moment Of The Year” di questo 2016 firmato NBA.

MOMENT OF THE YEAR

Golden State che firma la miglior Regular-Season di sempre, San Antonio che a momenti chiude la RS da imbattuta in casa, Oklahoma City che elimina gli Spurs ai Playoffs e a momenti piazza l’Upset del secolo alle finali della Western Conference, Cleveland che rimonta 1-3 e vince il suo 1° titolo, Kevin Durant che saluta OKC per andare ai Warriors nella Free-Agency, Villanova che vince le Final Four sulla sirena, la delusione del Pre-Olimpico Azzurro di Torino, Team USA che conquista l’oro ai Giochi di Rio…Davvero l’anno solare 2016 a livello cestistico ci ha regalato tanti momenti che in WWE chiamano “Shocking Moments” ma io ne ho scelto UNO, quello che per me è stato il simbolo di questo anno, un momento che ci ha tenuti tutti svegli davanti la TV la notte tra il 19 e 20 giugno.

Kyrie Irving - Cleveland Cavaliers - NBA Finals - 2016 - Game7 - The Shot

Perché Cleveland è la città di LeBron James (33 anni) ma il giorno dopo avrei messo questa istantanea dove oggi c’è il mega-poster nonché forse unica attrazione turistica della città, come dimenticare quel momento: NBA Finals, Gara7, 1’09” dalla fine, 89-89 sul tabellone dell’Oracle Arena, possesso Cavs dopo che Stephen Curry ha sbagliato la tripla del potenziale sorpasso.
Rimessa dal lato sinistro, la sfera arriva nelle mani di Kyrie Irving marcato da Klay Thompson, Pick’n Roll con J.R Smith con Curry che finsicse su Irving sul lato destro del campo, 1,2,3,4,5,6,7 palleggi per poi alzarsi da dietro l’arco per la bomba del +3 Cavs con 54″ sul cronometro! Curry non riuscirà a rispondere e con un libero LeBron chiuderà i conti. Titolo ai Cavs

Moment of The Year 2016. Si dice che dopo la partita Irving abbia telefonato (Face Time) a Kobe Bryant per fargli notare la sua “Mamba Mentality” che tutt’oggi porta in campo ogni notte. Abbiamo rischiato delle NBA Finals da 4-1 dopo le prime 4 gare per poi arrivare alle 6 del mattino ora italiane in piedi sul divano per assistere una pagina della storia dell’NBA, magari molti (specialmente i più giovani) per anni si sono sentiti dire “Quella notte di Gara6 delle NBA Finals 1997 io c’ero al The Shot di Michael Jordan!” però c’eravate quando Kyrie Irving distrusse i sogni di gloria dei super Warriors vincendo Gara7 e il 1° titolo della storia rimontato sotto 1-3.

Questo è il mio “NBA Moment Of The Year 2016“, se dovessi sceglierne uno fuori dal mondo cestistico andrei per forza di cose con le World Series MLB che a pathos non hanno per nulla scherzato tanto da tenere svegli anche molti non appassionati del diamante per il fascino della sfida.

Qui sotto una tabella realizzata sempre da me con i momenti shock dell’anno solare (sicuramente ho dimenticato qualcosa), ma adesso basta, la parola a voi col vosto (in generale) Moment Of The Year 2016!

Moments Of The Year - 2016

P.S
Tanto ci vediamo domani mattina con i tabellini della notte, sempre alle 9:00!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Luca Casadei

    Concordo

  • Hanamichi Sakuragi

    ConcOrdo anche io