Atlanta beffa gli Spurs, McCollum (43) batte Minnie!

Atlanta comincia l’anno nuovo battendo San Antonio grazie alle prodezze di Paul Millsap e Tim Hardaway Jr., CJ McCollum trascina da solo Portland , DeRozan-Lowry schiantano i Lakers.

REGULAR SEASON

Atlanta Hawks – San Antonio Spurs 114-112 OT
ATL: Millsap 32 (13 rimb), Schroder 16 (10 ass), Korver 14, Hardaway Jr. 29
SAS: Leonard 13, Aldridge 27 (13 rimb), Gasol 18, Parker 22, Ginobili 10

Atlanta torna a battere San Antonio dopo averci perso per 11 volte di fila, Paul Millsap dice 32+13 e gli Hawks superano di misura i texani dopo un tempo supplementare; eroe del match è Tim Hardaway Jr., sua la tripla a 3” dalla sirena dei regolamentari per il 100-100 (San Antonio era sul +6 a 2’48”) con Leonard che sbaglierà il Buzzer-Beater o meglio, il ferro sputa letteralmete il Fade-Way del #2 nero-argento.
Overtime combattuto tanto che a 34” dalla fine Leonard pareggia sul 112-112, Hardaway ci mette di nuovo lo zampino conquistando un prezioso rimbalzo offensivo a 10” e andando in lunetta. L’esterno degli Hawks però non è preciso e fa 1/2 ma sul secondo errore altro rimbalzo offensivo Hawks firmato Millsap con Schroder che andrà in lunetta. Anche il tedesco fa 1/2 lasciando 4” agli ospiti ma Leonard sbaglierà il tiro del pareggio.

Miami Heat – Detroit Pistons 98-107
MIA: Ellington 18, Richardson 14, T.Johnson 11, J.Johnson 20, Williams 10
DET: Morris 11, Drummond 2 (18 rimb), Caldwell-Pope 23, Jackson 27, Harris 17

Detroit esce nella ripresa e batte in rimonta gli Heat privi di Winslow e Whiteside; Pistons che risalgono dal -14 del primo tempo e grazie ad un break di 11-0 a cavallo tra il 3° e 4° periodo si portano sul +10 (81-91). Miami non riuscirà ad andare oltre al -6 (94-100) con Detroit che ingrazierà per i 3 liberi concessi da Josh Richardson (fallo e tecnico) a 2’30” per il +9.

Indiana Pacers – Orlando Magic 117-104
IND: George 19, Young 10, Turner 23 (12 rimb), Teague 12, Jefferson 12, Brooks 14
ORL: Gordon 13, Ibaka 17, Meeks 11, Vucevic 18 (11 rimb), Green 17

Seconda vittoria consecutiva per gli Indiana Pacers che battono Orlando senza problemi in un match mai messo in discussione; ospiti sempre al comando delle operazioni sin dalla palla a due, alla sirena del 3° i ragazzi di coach McMillan sono già sotto la doccia avanti 73-89 con 5 giocatori in doppia-cifra, arriveranno anche a toccare il +20.

Minnesota Timberwolves – Portland Trail Blazers 89-95
MIN: Wiggins 24, Dieng 12, Towns 11 (13 rimb), LaVine 13, Muhammad 12, Dunn 11
POR: Plumlee 18, Crabbe 10, McCollum 43, Turner 11

CJ McCollum si carica sulle spalle i Trail Blazers, chiude con 43 punti a referto (16/25 dal campo) e batte Minnesota; grazie ad un 3° quarto da 32-15 con McCollum autore di 16 punti Portland rimonta dal -12 dell’intervallo entrando nell’ultima frazione avanti 64-69.
Il momento chiave arriva negli ultimi 2’, Minnie è sul -4 (84-88) e possesso, LaVine perde palla scippato da quel Plumlee che poi segnerà col fallo completando il gioco da 3 punti per il +7 Blazers (84-91) a 64” dalla fine.

Los Angeles Lakers – Toronto Raptors 114-123
LAL: Randle 15, Young 26, Russell 28, Robinson 12
TOR: Valanciunas 14 (10 rimb), Siakam 3 (10 rimb), Lowry 41, DeRozan 31, Ross 11

A Los Angeles Kyle Lowry e DeMar DeRozan combinano per 72 punti battendo i Lakers; canadesi che scappano via subito ad inizio 4° periodo con un break di 9-0 per il +11 (83-94) dopo appena 2’ di gioco, Lakers tramortiti dall’avvio degli avversari che non si fermeranno arrivando a toccare il +19 (88-107) a metà frazione (parziale di 22-5 in 5’30”). I giallo-viola si sveglieranno troppo tardi e la loro rimonta si fermerà sul -5 (114-11) con 42” sul cronometro segnano la sconfitta n° 7 nelle ultime 8 uscite. Per Lowry superbo 4° periodo da 20 punti con 5/6 dal campo!

TOP 5

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B