Butler 52 da sogno, Houston ok in rimonta!

Jimmy Butler illumina la notte NBA e di Chicago con 52 punti nella successo dei Bulls contro gli Hornets, LeBron James trascina i Cavs su New Orleans, James Harden altra Tripla-Doppia, Warriors sono 30 vittorie. Crisi Knicks, Westbrook KO, Clippers respirano.

REGULAR SEASON

Milwaukee Bucks – Oklahoma City Thunder 98-94
MIL: Antetokounmpo 26 (10 rimb), Parker 19, Henson 12, Brogdon 12, Monroe 15
OKC: Adams 20, Oladipo 18 Westbrook 30, Christon 11

Milwaukee batte in volata Oklahoma City con un Westbrook da 30 punti ma con 9/28 dal campo; a 1’44” alla fine e Westbrook pareggia i coni sul 94-94, da quel momento OKC non troverà più la via del canestro col suo #0 che sbaglierà 3 tiri con una sanguinosa persa a 8” sul -2 Thunder (96-94) che manderà in lunetta il rookie Brogdon per il 2/2 che varrà il +4 finale.

Cleveland Cavaliers – New Orleans Pelicans 90-82
CLE: James 26, Love 12, Frye 14, Felder 12, Jefferson 12 (12 rimb)
NOP: Davis 20 (17 rimb), Hield 20, Holiday 11 (13 ass)

Brutta partita alla Quicken Loans Arena di Cleveland con Cavs (senza Irving) e Pelicans che tirano sotto al 40% dal campo, il referto rosa va ai campioni in carica trascinati da LeBron James (26+7+6); è propio il #23 che a 2’39” si carica sulle spalla la squadra realizzando tutti gli ultimi 6 punti portando i suoi dal +2 al 90-82 finale.

Brooklyn Nets – Utah Jazz 89-101
BKN: Booker 17 (15 rimb), Lopez 14, Whitehead 12, Hollis-Jefferson 11
UTA: Hayward 30, Gobert 15 (16 rimb), Hood 15, Mack 15

I Jazz escono nell’ultimo periodo e battono i Nets col solito duo Hayward-Gobert a fare da traino; partita equilibrata con le squadre che entrano nell’ultima frazione sul 70-70, i Nets però crollano tirando col 35% contro il 63% degli ospiti che metteranno a referto 31 punti contro i 19 dei bianco-neri.

New York Knicks – Orlando Magic 103-115
NYK: Anthony 19, Thomas 10, Noah 8 (10 rimb), Lee 14, Rose 18, Jennings 12
ORL: Gordon 22, Ibaka 22, Meeks 23, Payton 13 (14 rimb), Vucevic 14 (13 rimb), Green 10

Senza Krisptaps Porzingis i Knicks cadono per l’8^ volta (5^ consecutiva) nelle ultime 10, stavolta contro gli Orlando Magic di Aaron Gordon; Magic padroni della partita dall’inizio alla fine arrivando anche a toccare il +18 , partita decisa nel 3° quarto quando gli ospiti sono scappati via con un break di 9-2 per il +12 (67-79) a metà frazione.

Chicago Bulls – Charlotte Hornets 118-111
CHI: McDermott 11, Butler 52 (12 rimb), Carter-Williams 10, Mirotic 12
CHA: Batum 19, Walker 34 (11 rimb), Lamb 15, Hawes 10

Con Rondo ancora fuori e Dwyane Wade a riposo i Chicago Bulls sono tutti sulle spalle di Jimmy Butler e lui non ha deluso, 52 punti (15/24 dal campo con 21/22 dalla lunetta) e vittoria in rimonta per i suoi; si entra nel 4° periodo con Charlotte avanti 82-85 e Butler già a quota 35 punti, ospiti che tengono la leadership del match fino a 4’ dalla fine quando Butler alza il volume della radio! Realizza 17 punti su 21 finali di Chicago di cui 6 consecutivi per il +7 Bulls a 23” dalla sirena finale.

Houston Rockets – Washington Wizards 101-91
HOU: Ariza 10, Harrell 14, Harden 23 (10 rimb, 10 ass), Gordon 31
WAS: Morris 12, Gortat 13 (14 rimb), Beal 27, Wall 18 (12 ass)

Tripla-Doppia n°9 in stagione per James Harden (23+10+10) e vittoria dei Rockets in rimonta contro Washington; match segnato da un superlativo 3° periodo degli uomini di D’Antoni, andati al riposo sotto 41-53 i padroni di casa cambiano marcia nella ripresa, Harden e Gordon combinano 22 punti su 37 di squadra col 72% dal campo contro i 17 dei capitolini, da -12 a +8 (78-70). la partita rimane equilibrata e sarà nuovamente il duo Harden-Gordon a deciderla, break di 12-5 per il +10 (99-89) a 1’19” con i due che hanno realizzato rispettivamente 5 e 7 punti.

Los Angeles Clippers – Phoenix Suns 109-98
LAC: Mbah a Moute 13, Redick 22, Jordan 9 (20 rimb), Felton 16, Bass 10, Crawford 18
PHX: Warren 24, Chandler 12, Booker 13, Bledsoe 22, Tucker 6 (12 rimb), Len 10

Boccata d’ossigeno per i Los Angeles Clippers (senza Paul) che dopo 6 KO consecutivi tornano a vincere battendo i Suns; Clips sempre al comando delle operazioni con break decisivo nel 3° quarto di 14-0 per il +19 (89-70) a 1’50” dalla sirena, Phoenix arriverà massimo fino al -7 (97-90) a 3’12”.

Golden State Warriors – Denver Nuggets 127-119
GSW: Durant 21, Green 15 (10 rimb, 13 ass), Pachulia 11, Thompson 25, Curry 22, Clark 12
DEN: Gallinari 19, Chandler 21, Jokic 21 (13 rimb), Harris 11, Barton 14, Nurkic 15

Italian Job: Gallinari 19 pt (5/8, 2/7, 3/4), 8 rimb (1 off), 4 ass, 1 persa, 2 rec in 32’

I Golden State Warriors diventano la prima squadra di questa stagione a raggiungere 30 vittorie col trio Durant-Thompson-Curry da 68 punti con Tripla-Doppia di Draymond Green (15+10+13); Nuggets che restano comunque in scia fino ad inizio 4° periodo sul -6 (104-98) poi Golden State cambia marcia, parziale di 9-2 per il +13 (113-100) a metà frazione per non girarsi più.

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • In Your Wais

    Bentornata ABA…8 giocatori con almeno 50 punti realizzati in stagione, pareggiato il record, ed abbiamo ancora metà stagione davanti. Ed un sacco di nomi mancano all’appello, KD, Curry, Derozan, Irving, tutta gente che ce la può fare

    Continuo a non capire in base a cosa i Bulls sarebbero la squadra di Wade. Forse l’ex Miami avrà maggiore carisma, ma il n.1 è il tizio che ne ha segnati 52 stanotte, si va da lui quando serve

    Orrenda partita in quel di Cleveland, c’è da dire comunque che i Pelicans erano reduci da 4W, e che i Cavs sono decimati dagli infortuni, ora ci si è messo pure Love con la dissenteria

  • Squadra di Wade perché lo spogliatoi pende dalle sue labbra da quello che si legge e spesso è decisivo, poi chiaro che la stella è Jimmy e prestazioni così ce le ha, soprattutto in volata.
    Sul prossimo 50ellista io punto su DeRozan

  • Hanamichi Sakuragi

    harden l’avevo messo assieme a KD… avevo omesso curry e proprio butler perchè ci credevo un pò meno…

  • Michael Philips

    avevo letto su sb nation(non ricordo se sul blog dei bulls o sul sito principale) che nei bulls attuali c’è un pò la situazione che c’era nei denver di melo e billups.
    Il go-to-guy è Butler(melo) ma lo spogliatoio ascolta solo wade(billups).

  • Michael Philips

    Si sta giocando a ritmi assurdi e poi con l’abuso delle triple spesso di vedono team come warriors, cavs e rockets che fanno la rimessa e al secondo passaggio stanno già tirando da 3 in contropiede. Un numero di possessi folle.

    10 anni fa, quando c’erano ancora i suns di nash e stat, ecco quel team che correva come pochi aveva 95.6 possessi a sera, relativamente medio nel basket di oggi.
    I dallas mavericks da 67 vittorie invece un ritmo lento con 89.5 possessi e gli Spurs futuri campioni 89.8.

    in questa stagione invece abbiamo i warriors dominanti con 100.4 possessi a gara, houston con 98.4.
    Dietro cavs con 96.3(superiore a quello dei suns d’antoniani) e spurs con 93.8.

    I ritmi di oggi sono molto simili a quelli degli 80’s e infatti all’epoca vedevi gente da 20 pts metterne 27 o 28.

  • sconocchini

    ma lebron pensano davvero di farlo giocare 40 minuti a sera fino a giugno? mi pare una follia…

  • In Your Wais

    I Cavs non hanno molte alternative, Irving fuori, JR fuori, Love fuori, non sempre troveranno Felder o McRae a farne 15-20. Quindi tutto passa dalle mani di LeBron

    Spero che entro Febbraio riescano a puntellare la panchina con un paio di giocatori di rotazione, il fatto che non siano back-up per il play e per i lunghi costringe Lue a spremere i suoi. Si è visto lo scorso anno come sia stata pagata dai Warriors

  • gasp

    Però i risultati son diversi fino ad ora…

  • Michael Philips

    Butler da ammirare considerati i limiti fisici dovuti a braccia da t-rex stile kevin willis.
    Butler è sì alto 201cm, ma dato che non segna con la testa ma con le mani, a livello laterale e verticale lui arriva dove arrivano giocatori di 191, 192cm.

    Quelli della sua altezza hanno molti più vantaggi.

    Jimmy Butler(201cm), apertura braccia(201cm) altezza raggiunta con braccia alzate e senza saltare(257cm)
    Draymond (201cm), apertura braccia(217cm) altezza raggiunta con braccia alzate e senza saltare(265cm)
    Kawhi (201cm) apertura braccia(222cm!) altezza raggiunta con braccia alzate e senza saltare(268cm)
    Lebron (203cm) apertura braccia(214cm) altezza raggiunta con braccia alzate e senza saltare(269cm)
    Wade(194cm) apertura braccia(210cm) altezza raggiunta con braccia alzate e senza saltare (258cm)

    quindi quanto sarà dura marcare un Durant, alto 211cm, braccia di 226cm e altezza braccia da fermo a 280cm?

  • mad-mel

    December PER:
    1. G. Hill: 37.5
    2. Westbrook: 31.9
    3. Giannis: 31.9
    4. Jokic: 31.5
    5. I. Thomas: 30.6
    6. Harden: 29.0

  • sconocchini

    appunto, meglio perdere le partite che spremere quello che dovrebbe portarli al titolo.