Antetokounmpo gela NY, Warriors vittoria tirata

Milwaukee espugna la Grande Mela in rimonta con Buzzer-Beater di Giannis Antetokounmpo, Chicago passa a Cleveland senza Irving, Love e James in campo ma ammalato, Golden State suda ma alla fine batte Portland, Charlotte supera Westbrook.

REGULAR SEASON

Charlotte Hornets – Oklahoma City Thunder 123-112
CHA: Kidd-Gilchrist 14 (11 rimb), Batum 28, Walker 20, Kaminsky 17
OKC: Adams 18 (12 eimb), Oladipo 18, Westbrook 33 (15 rimb), Kanter 22

Italian Job: Belinelli 7 pt (1/3, 0/1, 5/6), 2 rimb, 1 ass in 14’

I Charlotte Hornets resistono a Russell Westbrook e battono finalmente gli Oklahoma City Thunder dopo 11 sconfitte consecutive contro la franchigia dell’Oklahoma; partita combattuta con OKC sul -1 (105-104) a 3’59” dalla conclusione, Westbrook però entra in uno dei suoi Black-Out offensivi sbagliando 5 tiri consecutivi e Charlotte ne approfitta, piazza un break di 9-0 per il +10 (114-104) a 1’19” che stroncherà la partita.

Orlando Magic – Atlanta Hawks 92-111
ORL: Gordon 15 (10 rimb), Ibaka 9 (11 rimb), Payton 15, Fournier 14, Vucevic 10, Green 10
ATL: Millsap 16, Howard 13 (12 rimb), Bazemore 17, Schroder 18, Hardaway Jr. 12, Delaney 11

Atlanta porta a casa la 4^ vittoria consecutiva vincendo stavolta in quel di Orlando; successo costruito sul finale del 3° quarto, i Magic rimontano dal -12 e si portano sul -4 (65-69) con 4’04” da giocare, Atlanta si riprenderà con un parziale di 11-0 con canestro di Delaney in aprtura di 4° periodo che varrà il +15 (65-80), Hawks che difenderanno il risultato fino alla fine.

New York Knicks – Milwaukee Bucks 104-105
NYK: Anthony 30 (11 rimb), Lee 11, Rose 15, Kuzminskas 15
MIL: Antetokounmpo 27 (13 rimb), Parker 15, Brogdon 12, Teletovic 13, Monroe 18

Al Madison Square Garden è la notte di Giannis Antetokounmpo, chiude con 33+11 rimbalzi ma soprattutto la decide lui all’ultimo respiro contro i Knicks (privi di Porzingis); Knicks che giocano bene nei primi 3 quarti entrando nell’ultimo avanti 87-73 con Melo autore di 24 punti (su 30 finali), nell’ultima frazione però si scatenano i Bucks, rimontano e a 8” dalla fine Rose perde palla con i suoi avanti 104-103! Palla al “Greak Freak” che riceve in post-basso, si allontana per il Log-Two e segna sulla sirena il canestro della vittoria Bucks!

Cleveland Cavaliers – Chicago Bulls 94-106
CLE: James 31, Frye 15, Thompson 3 (11 rimb), McRae 21
CHI: Butler 20, Gibson 18, Wade 10, Carter-Williams 13, McDermott 17, Mirotic 16

Sneza Kyrie Irving, Kevin Love, J.R Smith e con un LeBron James sotto influenza i Cavaliers devono arrendersi in casa contro i Chicago Bulls fdi Jimmy Butler, anche stanotte decisivo nel 4° periodo; Cleveland malgrado tutto è in partita sul -1 (88-89) a metà frazione ma il #21 di Chicago ha altri piani, realizzerà 14 dei suoi 20 punti finale nel 4° periodo di cui 7 consecutivi per il +8 Bulls (88-96) a 5’03” dal termine! I Cavs non riusciranno a rimontare.

Los Angeles Clippers – Memphis Grizzlies 115-106
LAC: Rivers 28, Jordan 18 (20 rimb), Redick 11, Felton 11, Crawford 22
MEM: Gasol 23, Allen 13, Conley 17 (12 ass), Carter 11, Randolph 13

Los Angeles stregata per i Grizzlies che perdono anche con i Clippers del rientrante J.J Redick; al riposo lungo sono i Grizzlies a dettar legge sul +10 (53-63) con Gasol autore di 13 punti, nella ripresa però i Clips cambiano marcia. Prima piazzano un 3° periodo da 36-22 (10 punti di Redick) ne negli ultimi 99” è Austin Rivers che si carica la squadra sulle spalle! Il figlio del Doc realizzerà 5 punti consecutivi nel break di 7-0 col quale L.A si porterà sul +10 (109-99) a 44”.

Golden State Warriors – Portland Trail Blazers 125-117
GSW: Durant 30, Pachulia 13, Thompson 14, Curry 35, Green 9 (11 ass)
POR: Aminu 12, Harkless 10, Plumlee 16 (10 rimb), Crabbe 18, McCollum 35, Turner 11

Kevin Durant e Stephen Curry combinano per 65 punti e salvano i Warriors dalla furia di CJ McCollum; a 4’53” dalla fine Golden State comanda ma solo di 6 punti (113-107), Aminu perde palla, Plumlee sbaglia il tiro del possibile -4 e i Warriors non perdoneranno. Schiacciata di Livingston e tripla di Curry che danno vita ad un parziale di 10-3 Warriors per il +13 (123-110) a 2’06”.

Sacramento Kings – Miami Heat 102-107
SAC: Barnes 12, Cousins 13, Collison 10, Tolliver 14, Temple 15, Afflalo 15, Lawson 15
MIA: Dragic 19, J.Johnson 14, T.Johnson 23, Ellington 13

Belal vittoria di Miami (priva di Whitese e di Winslow che salterà il resto della stagione) in quel di Sacramento dove è andata in scena una vera battaglia delle riserve; finale in volata con Sacramento che pareggia sul 102-102 a 1’16” poi la giocata decisiva degli Heat dalle mani di Tyler Johnson, si inventa un pazzesco gioco da 3 punti per il +3 (102-105) a 27” dalla fine, Cousins sbaglia prima il layup e poi la tripla del possibile pareggio a 14”, ancora Johnson che dalla lunetta chiuderà i conti. A fine partite punti del quintetto Heat 46 mentre 61 dalla panchina, quintetto Kings 41, panchina 61!

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B