Grizzlies epica rimonta a Oakland! Vola Houston

I Memphis Grizzlies piazzano la rimonta dell’anno, da -28 espugnano all’overtime Oakland, Houston vince la 7^ di fila, Boston doma i Sixers nel finale come i Clippers i Kings, NY rimonta e dominio nel 4° a Milwaukee, James+Irving 68 e referto rosa.

REGULAR SEASON

Washington Wizards – Minnesota Timberwolves 112-105
WAS: Porter 17, Morris 15, Gortat 19 (10 rimb), Beal 22, Wall 18 (18 ass), Smiath 10
MIN: Wiggins 41, Dieng 15 (11 rimb), Towns 18 (10 rimb), Rush 10

Washington esce nell’ultimo periodo e grazie alla Doppia.Doppia di John Wall (18+18) batte Minnesota e i 41 di Andrew Wiggins; T-Wolves che entrano sul +5 (80-85) nell’ultima frazione, Washington rimonta, si porta avanti ma rimane un match botta-e-risposta, la giocata chiave arriverà a 1’09” dalla fine quando sul +2 Wizards (105-103) Wall serve Beal per la tripla del +5, Wiggins accorcia sul -3 ma sul capovolgimento ecco l’Alley-oop Wall-To-Gortat per il nuovo +5 (110-105) a 48”.

Orlando Magic – Houston Rockets 93-100
ORL: Gordon 18, Ibaka 16 (12 rimb), Fournier 10, Payton 12, Augustin 19
HOU: Ariza 13, Anderson 19, Beverley 17, Haden 14 (10 ass), Gordon 17

Vittoria consecutiva n°7 nonché 18esima nelle ultime 20 per gli Houston Rockets che vincono ad Orlando cn un James Harden normale da 14+7+10; Orlando comanda nel 1° tempo, nel 2° si fa rimontare e sorpassare ma resta in scia sul -5 (87-92), anche qui sarà una tripla a decretare la partita, Eric Gordon sbaglia da 3 a 4’0”, rimbalzo offensivo di Harden dal quale nascerà la bomba di Trevor Ariza per il +8 (87-95) a 3’54”.

Boston Celtics – Philadelphia 76ers 110-106
BOS: Johson 13, Horford 19 (12 rimb), Bradley 26, Thomas 24, Smart 14
PHI: Ilyasova 20, Embiid 23, McConnell 9 (17 ass), Noel 13, Henderson 18

Al TD Garden di Boston i Celtics sudano ma alla fine domano i Sixers di Joel Embiid nel finale grazie ad Al Horford; a 28” dalla conclusione Embiid fa 2/2 dalla lunetta per il sorpasso Sixers (104-106), sul capovolgimento di fronte arriverà però la giocata decisiva con la tripla di Horford per il contro-sorpasso (107-106) con 17” da giocare! Finale convulso, i Sixers vanno da Ilyasoa che sbaglia il jumper del possibile contro-sorpasso, Amir Johnson va in lunetta per Boston ma fa 1/2 per il +2 a 6”, palla di nuovo a Phila di uovo ad Ilyasova per la vittoria ma neanche la tripla andrà a segno.

Brooklyn Nets – Cleveland Cavaliers 108-116
BKN: Bogdanovic 23, Booker 13 (12 rimb), Lopez 17, Whitehead 10 (10 rimb), LeVert 19
CLE: James 36, Love 17 (13 rimb), Thompson 10, Irving 32

LeBron James & Kyrie Irving combinano per 68 punti, Kevin Love dice 17+13 e Cleveland domina a Brooklyn; match a senso unico che vede gli ospiti sul +18 (68-86) alla sirena del 3° con LBJ autore di 29 dei suoi 36 punti, nel 4° periodo Uncle Drew ne realizzerà 16 dei suoi 32 per difendere il vantaggio.

Milwaukee Bucks – New York Knicks 111-116
MIL: Antetokounmpo 25, Parker 25, Snell 13, Brogdon 10, Monroe 19, Teletovic 11
NYK: Anthony 26 (10 ass), Porzingis 24, Lee 11, Rose 12, Thomas 10

Tora Kristaps Porzingis (24+6) e torna il sorriso a New York che rimonta e domina nel 4° periodo i Bucks a Milwaukee; padroni di casa in totale controllo alla sirena del 3° sul 96-83 ma poi in totale Black Out negli ultimi 12’, NY tirerà 10/19 dal campo per 33 punti di cui 12 firmati Carmelo Anthony, Milwaukee appena15 punti con 5/19 dal campo, il momento chiave a 51” quando melo spara la bomba del sorpasso (111-112) e Cortney Lee schiaccia dopo la persa di Antetokounmpo per il +3 (111-114) a 27”. Milwaukee 0 punti negli ultimi 2’36” di partita.

Los Angeles Lakers – Miami Heat 127-100
LAL: Deng 19 (14 rimb), Randle 15, Russell 19, Black 10 (11 rimb), Ingram 17, Williams 24
MIA: Reed 22 (12 rimb), Dragic 16, J.Johnson 20, T.Johnson 11

Nessun problema per i Los Angeles Lakers che battono Miami con un ottimo Brandon Ingram da 17 punti; giallo-viola sempre al comando delle operazioni, nel 3° quarto scappano sul +11 (90-79) e nell’ultimo uccidono la partita (37-21) grazie a Lou Williams che ne piazza 16 dei suoi 24 finali e Ingram con 11 dei suoi 17. Inoltre rissa con tanto di doppia espulsione tra Goran Dragic e Jordan Clarkson.

Golden State Warriors – Memphis Grizzlies 119-128 OT
GSW: Durant 27 (13 rimb), Green 11, Pachulia 10, Klay Thompson 17, Curry 40
MEM: Parsons 10, Gasol 23, Allen 11 (12 rimb), Conley 27 (12 ass), Randolph 27 (11 rimb)

Clamorosa rimonta dei Memphis Grizzlies all’Oracle Arena, dal -28 rimontano, portano all’overtime i Warriors e li battono trascinati dal loro trio Gasol-Conley-Randolph, vani i 40 di Steph Curry; per 3 quarti è il tipico copione Warriors, dominio totale, toccano il +28 ed entrano nell’ultimo quarto sul 98-79 con Curry autore di 36 dei suoi 40 finali. Memphis però non ci sta, Golden State alza le mani dal manubrio e nel 4° periodo subisce 32 punti realizzandone 13 e tirando col 15% dal campo!
Risultato, a 8” dalla sirena dei regolamentari Mike Conley realizza lo Step Back del 111-111 con Curry che sbaglierà l’ultimo tiro, Overtime!!!
Golden State non c’è più, subisce un break di 8-2 nei primi 2’30” del supplementare finendo sul -6 (113-119), torna sul -3 (119-122) a 73” dalla fine ma prima Conley e poi Tony Allen rifileranno il classico “desto-sinistro” per il +7 (119-126) a 21”. Memphis tirerà con l’87% nell’overtime!

Sacramento Kings – Los Angeles Clippers 98-106
SAC: Gay 18, Cousins 25 (11 rimb), Collison 10, Lawson 17
LAC: Rivers 24, Jordan 10, Redick 19, Paul 14 (12 ass), Speights 7 (11 rimb)

Los Angeles batte Sacramento col ritorno di Chris Paul che grazie ai suoi 12 assist supera Rod Strickland al 10° posto della classifica All-Time Assist; Clippers che vincono con brivido perché a 56” dalla fine Collison porta i Kings sul -2 (100-98), Paul perde palla a 40” ma andrà a riprendersela 17” dopo scippando Cousins e andando in lunetta per il +4 (98-100), L.A chiuderà con 6-0 la partita segnando solo dalla linea della carità.

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B