Gallinari sui Nuggets: “Possiamo fare meglio”

Tanti problemi per i Denver Nuggets (14-23) in questo inizio stagioni sia dentro che fuori dal campo con coach Mike Malone che non riesce a trovare la quadra e accusa i veterani di mancanza di leadership creando qualche crepa con lo spogliatoio, giovedì sera i Nuggets scenderanno in campo a Londra contro gli Indiana Pacers, queste le parole di Danilo Gallinari (28 anni) sulla situazione dei suoi.

Giovedì 12 gennaio (diretta dalle 21.00 su Sky Sport 2 e su NBA League Pass) alla O2 Arena di Londra andrà in scena l’NBA Global Game 2017 tra Nuggets-Pacers, noi di NBA-Evolution ci saremo per raccontarvi tutto l’evento, intanto le squadre sono già atterrate nella capitale del Regno Unito, il Gallo si è concesso ai microfoni facendo un bilancio della prima parte di stagione sua e della sua squadra:

Abbiamo avuto un po’ di alti e bassi, credo che possiamo fare meglio. Miglioreremo nella seconda parte di stagione e vedremo cosa succederà. Dal punto di vista personale credo di stare giocando abbastanza bene. Penso di avere un gioco versatile, provo a lavorare su tutti gli aspetti e su entrambi i lati del campo

C’è attesa anche per l’incontro londinese con i Pacers:

Ci stiamo preparando per quella che sarà una grande partita. Indiana sta giocando molto bene al momento, sarà di sicuro un match interessante da vedere per i tifosi, probabilmente con punteggi alti. Sarà un’occasione speciale per tutti, non è una partita normale dato il contesto ma è molto importante per noi.

Paul George (26 anni) sarà chiaramente il pericolo numero uno per i Nuggets, Gallinari loda l’avversario e spiega come si ferma:

Può segnare in diversi modi. Credo sia uno dei migliori realizzatori della Lega, quindi ci vorrà un gran lavoro di squadra per fermarlo

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B