Golden State umilia Cleveland nel MLK Day!

Martin Luther King Day con il 2° atto tra Warriors e Cavs che stavolta va a Golden State che demolisce i campioni in carica senza pietà, i Clippers domano Russell Westbrook, Atlanta vince in volata a New York, Phila c’è a Milwaukee col solito Joel Embiid, bene Denver, Utah e Washington.

MARTIN LUTHER KING DAY

New York Knicks – Atlanta Hawks 107-108
NYK: Anthony 30, Kuzminskas 14, Baker 12, Rose 18, Holiday 11
ATL: Bazemore 16, Millsap 17, Hardaway Jr. 20, Schroder 28, Humphries 14

I Knicks tornano a casa dopo il massacro di Toronto ma cadono ancora (2-11 nelle ultime 13) stavolta in volata contro gli Hawks grazie a Dennis Schroder e soprattutto a Paul Millsap, Carmelo Anthony chiude con 30 ma stecca sul più bello; finale in volata con Millsap che col suo 2/2 dalla lunetta a 60” firma il 105-105, NY va da Derrick Rose che è in palla e il suo floater nel pitturato vale il +2 (105-107) a 43” ma Atlanta risponde d’autorità con la bomba sullo scadere dei 24” di Dennis Schroder a 16” per il sorpasso (107-109. Ultimo possesso Knicks, palla a Rose che si butta dentro ma viene stoppato da Millsap, la sfera però finisce nella mani di Anthony che da 2 metri sbaglia il tiro della vittoria e stavolta la palla la recupera Atlanta.

Washington Wizards – Portland Trail Blazers 120-101
WAS: Porter Jr. 12, Morris 17 (13 rimb), Beal 25, Wall 24, Oubre Jr. 18, Satoransky 10 (10 rimb)
POR: Aminu 12, McCollum 12, Lillard 22, Turner 14, Vonleh 10

Dominio assoluto nella Capitale dove i Wizards della “House Of Guards” spazzano via i Portland Trail Blazers con un grande primo tempo: Portland non c’è proprio a differenza dei padroni di casa che a 1’18” dalla sirena dell’intervallo arrivano a toccare il +28 (70-42) per poi andare negli spogliatoi sul 75-50 con Bradley Beal autore di 21 punti (su ** finali) e 54% dal campo di squadra contro il desolante 34% degli avversari con Damian Lillard autore di 18 punti ma con 5/14 dal campo. Nel secondo tempo arriverà anche il +30.

Milwaukee Bucks – Philadelphia 76ers 104-113
MIL: Antetokounmpo 23, Paker 23, Brogdon 11, Monroe 14
PHI: Embiid 22 (12 rimb), Covington 11, Ilyasova 12, Rodriguez 10, Okafor 10, Henderson 11, Randle 10, Saric 17

Gran battaglia a Milwaukee dove i Philadelphia 76ers strappano il referto rosa uscendo nell’ultimo quarto contro i Buck, solito Joel Embiid (22+12) ma ben 8 giocatori in doppia-cifra a referto; le squadre entrano negli ultimi 12’ di gioco con gli ospiti avanti 78-81, Sixers che cominciano a marce alte l’ultimo periodo e con un parziale di 15-8 scappano sul +10 (86-96) con 5’15” sul cronometro. I Bucks cercano di rientrare ma a 3’53” arriva il pugno del KO da parte di Philly, tripla di Ilyasova e 2 liberi di Embiid per il +13 Sixers (89-102), vantaggio che difenderanno fino alla fine! Quarta vittoria nelle ultime 5 per i ragazzi di coach Brown.

Indiana Pacers – New Orleans Pelicans 98-95
IND: George 19, Young 17, Turner 18 (12 rimb), Teague 16 (10 ass), Jefferson 10
NOP: Davis 16, Hield 10, Holiday 11, Evans 12, Moore 15, Jones 15

Partita tirata anche ad Indianapolis con i Pacers che riescono a domare i Pelicans con brivido finale; a 41” dalla sirena finale Solomon Hill schiaccia per il -1 Pelicans (96-95) dopo esser stati sotto anche di 14 nel 1° quarto, Myles Turner va in lunetta a 21” ma fa 1/2 lasciando un’ultima possibilità a New Orleans. Usciti dal Time-Out Jrue Holiday cerca un Alley-oop per Jones ma cambia idea durante l’esecuzione tirando sul primo ferro, rimbalzo di Glen Robinson III che viene invitato in lunetta ma fa peggio di Tuner, 0/2 e 17” ai Pelicans per riprovarci. Palla a Evans che passa a Moore, l’ex Treviso si butta dentro ma il suo layuop finisce sul 2° ferro, rimbalzo di Tuner e altro giro in lunetta con 3”, il lungo dei Pacers fa 1/2 per il +3 (98-95). Evans si prenderà l’ultima tripla ma senza fortuna.

Denver Nuggets – Orlando Magic 125-112
DEN: Gallinari 15, Faried 20, Jokic 30 (11 rimb), Mudiay 18 (13 ass), Nelson 18, Barton 11
ORL: Ibaka 15, Vucevic 17, Meeks 11, Payton 20 (12 ass), Biyombo 15, Green 13, Augustin 14

Italian Job: Gallinari 15 pt (3/5, 2/6, 3/4), 6 rimb, 2 ass, 3 persa, 1 rec in 40’

Vittoria anche per l’altra partecipante al Global Game di Londra ossia i Denver Nuggets del sempre più ispirato Nikola Jokic (30+11) sui Magic; Nuggets che dopo aver chiuso il primo tempo sul 69-61 partono forte nel 3° con un parziale di 14-4 nei primi 4’30” scappando sul +18 (83-65) per non girarsi più. Per Thomas altro 4° periodo da urlo con 17 punti su 35 finali, miglior marcatore della Lega negli ultimi 12′ con 10.2 punti!

Boston Celtics – Charlotte Hornets 108-98
BOS: Crowder 15, Horford 22, Thomas 35, Olynyk 15
CHA: Williams 21, Zeller 13, Batum 8 (10 rimb, 10 ass), Walker 24

Italian Job: Belinelli 7 pt (2/3, 1/4 d 3), 2 rimb, 3 ass in 17’

Boston ed Isaiah Thomas (35 punti) proseguono il loro ottimo momento di forma battendo i Charlotte Hornets; Boston comanda per tutta la partita ma non riesce a sbarazzarsi degli avversari che a 2’43” sono in scia sul -4 (100-96), palla al #4 che realizza 4 punti consecutivi nel parziale finale di 8-4 Celtics.

Golden State Warriors – Cleveland Cavaliers 126-91
GSW: Durant 21, Green 11 (11 rimb, 13 ass), Pachulia 4 (13 rimb), Thompson 26, Curry 20 (11 ass), Iguodala 14, Livingston 13
CLE: James 20, Shumpert 15, Irving 17, Korver 11, Jefferson 11

Golden State asfalta senza pietà i Cleveland Cavaliers pareggiano la mini serie stagionale con Draymond Green autore della 3^ Tripla-Doppia stagionale, per i Cavs infortunio alla schiena per Kevin Love; partita già bella che finita all’intervallo con i Warriors sul 78-49 con tanto di Buzzer-Betaer firmato da Steph Curry, padroni di casa col 62% dal campo, Durant a quota 19 (su 21 finali) e Cleveland insistente col 34% dal campo, Golden State arriverà a toccare anche il +39 ad un certo punto.

Phoenix Suns – Utah Jazz 101-106
PHX: Warren 15, Booker 25, Bledsoe 31, Tucker 8 (13 rimb)
UTA: Hayward 17, Favors 11, Gobert 18 (17 rimb), Ingles 11, Hill 17, Johnson 15, Diaw 12

Vittoria di personalità degli Utah Jazz che escono negli ultimi 50” e battono i Suns con Joe Johnson protagonista; a 1’13” dalla fine Warren porta avanti i Suns sul 101-99, risposta Jazz con tripla di JJ che darà vita ad un break di 7-0 con u i Jazz trionferanno.

Los Angeles Clippers – Oklahoma City Thunder 120-98
LAC: Rivers 16, Jordan 19 (15 rimb), Redick 20, Felton 15, Speights 23, Bass 10
OKC: Sabonis 10, Westbrook 24, Kanter 12, Lauvergne 13

Partita senza storia allo Staples Center tra Clippers e Thunder con i padroni di casa che in 24’ archiviano Westbrook & Co. malgrado un Chris Paul nuovamente acciaccato; JJ Redick realizza 11 dei suoi 20 punti all’intervallo e i Clips sono comodamente avanti 64-47 con Westbrook che ha si 13 punti ma con 3/13 dal campo, nella ripresa OKC non rientrerà in partita e finirà anche sotto di 27

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B