Golden State massacra pure Harden, Sixers ok!

Golden State massacra pure James Harden e i suoi Rockets a domicilio, Philadelphia all’ultimo batte Portland, brutte sconfitte per Toronto e Milwuakee, Gobert 27+25 a Dallas con vittoria Jazz, Atlanta domina Chicago.

REGULAR SEASON

Philadelphia 76ers – Portland Trail Blazers 93-92
PHI: Covington 22, Ilyasova 24, Embiid 18 (10 rimb)
POR: Vonleh 10, Plumlee 14 (11 rimb), McCollum 16, Lillard 30

Non si fermano più i Philadelphia 76ers, sesta vittoria nelle ultime 7 per i ragazzi di coach Brown che nella notte hanno vinto in rimonta e all’ultimo respiro contro Portland, eroe Robert Covington; primo tempo di dominio Trail Blazers con gli ospiti avanti 43-56 con Lillard autore di 20 dei suoi 30 finali, Phila non molla, ricuce il distacco a a 58” dalla conclusione è sotto 87-91. Entra in scena Robert Covington, tripla del -1 (90-91) a 38”, Lillard va in lunetta a 14” ma fa 1/2 e sul capovolgimento di fronte ancora Covington spara la bomba del sorpasso Sixers (93-92) con 4” sul cronometro! Ultimo tentativo nelle mani di Plumlee ma niente da fare.

Charlotte Hornets – Toronto Raptors 113-78
CHA: Williams 10, Kidd-Glchrist 8 (11 rimb), Zeller 11, Batum 13, Walker 32, Kaminsky 16, Sessions 10
TOR: Valanciunas 11, DeRozan 23, Lowry 24

Italian Job: Belinelli 6 pt (2/3, 0/4, 272), 1 rimb, 1 ass, 1 persa, 1 rec in 21’

Kemba Walker trascina gi Hornets ad una bella vittoria casalinga contro i Toronto Raptors, decisivo il 3° quarto; all’intervallo canadesi ancora in partita sul -7 (55-48), nel 3° periodo Kemba si infiamma realizzando 16 punti su 33 di squadra, 57% dal campo e dominio a rimbalzo (16 a 6) contro una Toronto da 6/18 dal campo, dal +7 al +25 (88-63) per poi arrivare pure sul +37.

Orlando Magic – Milwaukee Bucks 112-96
ORL: Gordon 17, Ibaka 13, Vucevic 13, Payton 20, Green 18, Augustin 10. Biyombo 13 (13 rimb)
MIL: Antetokounmpo 17 (14 rimb), Parker 25, Brogdon 16

Brutta batosta anche per i Milwaukee Bucks battuti nettamente dai Magic ad Orlando; stesso copione di Charlotte, intervallo partita equilibrata (59-55) e nel 3° i padroni di casa scappano via grazie ad un break in chiusura di frazione di 7-0 per il +14 (88-74).

Memphis Grizzlies – Sacramento Kings 107-91
MEM: Ennis III 10, Gasol 28, Allen 13 (10 rimb), Conley 16, Randolph 20 (10 rimb)
SAC: Temple 14, Cousins 19 (10 rimb), Lawson 13

Marc Gasol e Zach Randolph domano DeMarcus Cousins e i suoi Kings in rimonta; Sacramento parte bene e dopo i primi 12’ è avanti 15-23 ma da quel momento sarà un assolo Memphis, prima i Grizzlies capovolgono al situazione con un 2° periodo da 34-19 (11 di Carter) per andare negli spogliatoi sul 49-42 e nella ripresa vanno via grazie ad un break di 15-4 negli ultimi 99” toccando il +19 (83-64).

New Orleans Pelicans – Brooklyn Nets 114-143
NOP: Cunningham 14, Davis 22, Hield 11, Holiday 12, Jones 13
BKN: Bogdanovic 23, Lopez 23, Dinwiddie 10, LeVet 17, Acy 12, Hollis-Jeffrson 12, Foye 11, Scola 14

Notte di grazia per i Brooklyn Nets che sparano 140 punti a New Orleans tirando 15/30 da 3 con 46 unti del duo Bogdanovic-Lopez; match deciso dei periodi centrali dove Brooklyn ha realizzato 80 punti contro i 52 di New Orleans entrando nell’ultimo quarto avanti 84-109!

Houston Rockets – Golden State Warriors 108-125
HOU: Ariza 12, Beverley 13, Harden 17 (11 ass), Dekker 17, Capela 22 (12 rimb)
GSW: Durant 32, Green 15, Pachulia 10, Thompson 16, Curry 24

Il Big-Match della notte è stato un altro massacro firmato Golden State Warriors, tutto il quintetto in doppia-cifra nella sfolgorante vittoria al Toyota Center contro Houston con i Rockets limitati a 7/35 da dietro l’arco; Houston tiene botta nei primi 24’ andando negli spogliatoi sotto 57-62 con Harden a quota 15 punti ma con il trio Durant-Thompson-Curry a quota 41! Nel 3° quarto Golden State uccide la partita, Durant ne piazza altri 10, la squadra 37 col 61% dal campo e Houston spara 0/11 da 3 per soli 22 punti (Harden 2!), dal +5 del primo tempo i Warriors scappano sul +20 (79-99).

Atlanta Hawks – Chicago Bulls 102-93
ATL: Sefolosha 10, Millsap 14, Howard 11, Schroder 25
CHI: Butler 19, Lopez 10, Zipser 10, Portis 10, Grant 12

Atlanta domina in lungo e in largo i Chicago Bulls in una partita già finita dopo i primi 12’ ma che hanno rischiato di ri-aprire nel finale; pronti via e 35-13 Hawks, 10 per Dennis Schroder e 78% dal campo di squadra contro il 35% degli ospiti che dopo i primi 34’ saranno sotto 65-36, Chicago che toccherà anche il -34! I Bulls però non si abbattono e con le seconde linee tornano in vita sul -5 (95-90) a 69” dalla conclusione, Atlanta però non si fa prendere di sorpresa e piazza un 5-0 per ri-chiudere la partita.

Dallas Mavericks – Utah Jazz 107-112 OT
DAL: Matthews 11, Barnes 19, Nowitzki 3 (10 rimb), Curry 15, Williams 16, Harris 10, Barea 10, Powell 14
UTA: Hayward 26, Gobert 27 (15 rimb), Ingles 12, Hill 13

A Dallas è la grande notte di Rudy Gobert che chiude con 27+25 nel successo all’overtime dei Jazz contro i Mavericks; a riacciuffare la partita sono i Mavs quando a 25” dalla sirena finale Seth Curry spara la bomba del 98-98 con Hayward che sbaglierà l’ultimo tiro.
Il supplementare è tirato fino a 1’47” dalla fine, sul 107-107 Utah riesce a dare quel colpo di reni tradotto in un 5-0 con Dallas che non segnerà più dal campo, decisiva la tripla sbagliata da Nowitzki a 10” sul -3 Mavs.

Los Angeles Lakers – Indiana Pacers 108-96
LAL: Ingram 15, Randle 16, Mozgov 4 (11 rimb), Young 15, Clarkson 12, Williams 27, Black 8 (13 rimb)
IND: George 21, Turner 15, Teague 11, Jefferson 20

Vittoria per i Los Angeles Lakers che grazie ai 27 punti uscendo dalla panchina Lou Williams battono gli Indiana Pacers; L.A che grazie al 3° quarto prende le redine salde del match sul +11 (6-75) e in apertura di 4° chiude i giochi grazie ad un break di 8-0 per il 13-3 per il +19 (99-80). Unica nota stonata l’infortunio al ginocchio (MCL sprain, calf strain) per D’Angelo Russell.

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Luigi

    A questi golden state manca un centro tipo Davis

  • gasp

    E anche fetta di culo

  • Lo prendono in estate, tranquillo…o Davis o Towns

  • low profile

    sistemerebbero il quintetto, ma la panchina rimarrebbe ancora piuttosto scarna

  • Con i Clippers martoriati dagli infortuni, Utah può seriamente (e meritatamente) prendersi il 4° posto ad Ovest.

  • Michael Philips

    Gasol sta giocando la miglior stagione in carriera. Non capisco le sue medie basse a rimbalzo(6 a gara)né il 45% dal campo, bassino se hai quel talento e sei pure 216cm. Ma rispetto ad altri anni gioca molto più come leader del team, e in attacco non sta prendendo lunghe pause come spesso accadeva.

    Ne mette 20, la passa bene e da quest’anno si è pure reinventato tiratore da 3.

    Guardando Karl Anthony Towns mi pare di vedere una versione più atletica dello spagnolo, ma lo stile è incredibilmente simile. Dalla meccanica di tiro gobba(identica) ai movimenti in post.

    Durant non fosse che gioca nel miglior team degli ultimi 2 anni sarebb da MVP, senza dubbio. Troppo efficiente in attacco, la sicurezza nei suoi mezzi atletici e tecnici è ai massimi storici e finalmente, dopo anni, si è messo a difendere. Il passaggio di consegne per il ruolo di n.1 tra lui è Lebron è ormai imminente.