Westbrook 45 e vittoria, bene Nuggets e Pacers

Nella notte in cui vengono nominate le Riserve dell’All Star Game (CLICCA QUI per leggere) con i Bulls che saltano per aria via Instagram il capo ci dice che Russell Westbrook ne spara 45 nel successo OKC che però perde Kanter, Gallinari-Jokic trascinano Denver, bene Indiana.

REGULAR SEASON

Oklahoma City Thunder – Dallas Mavericks 109-98
OKC: Sabonis 10, Adams 15, Oadipo 17, Westbrook 45
DAL: Finney-Smith 11, Barnes 31, Curry 11, Anderson 17

Niente Tripla-Doppia ma ben 45 punti (16/29 dal campo) per Russell Westbrook che trascina i Thunder al successo contro Dallas; primo tempo equilibrato con Dallas che va negli spogliatoi sul 53-55, nel 3° quarto gira la partita in favore di OKC, Russ ne piazza 13 con i suoi che tirano 12/21 contro il 7/20 dei texani, 34-21 il parziale del quarto e Thunder avanti 87-73. Dallas arriverà massimo fino al -6 (98-92) a 2’45” dalla fine ma una bomba di Westbrook a 1’57” chiuderà i giochi.
Notte rovinata per i Thunder dall’infortunio all’avambraccio destro di Enes Kanter, per lui si prospetta uno stop di 6/8 settimane…infortunio procuratosi da solo tirando un pungo ad una sedia della panchina!

Minnesota Timberwolves – Indiana Pacers 103-109
MIN: Wiggins 21, Towns 33 (10 rimb), LaVine 23, Rubio 4 (12 ass)
IND: George 32, Turner 23, Teague 20 (13 ass)

Bella vittoria in trasferta per gli Indiana Pacers di Paul George che espugnano Minnesota; match deciso da un break di 6-0 Pacers a 5’36” dalla conclusione che ha dato il +11 (84-95), nel finale rimonta di Minnesota che arriverà fino al -3 (103-106) a 15” ma un Alley-Oop Teague-To-Turner manderà i titoli di coda.

Denver Nuggets – Phoenix Suns 127-120
DEN: Gallinari 25, Faried 15, Jokic 29 (14 rimb), Nelson 13, Barton 16
PHX: Warren 21, Booker 24, Bledsoe 28, Tucker 11, Knight 17

Italian Job: Gallinari 25 pt (5/9, 2/7, 9/12), 7 rimb (1 off), 1 ass, 1 persa, 1 stop in 35’

Danilo Galinari e Nikola Jokic (29+14+8) trascinano i Nuggets contro i Suns; a 3’39 dal termine Suns in partita sul -2 (118-116), Jokic sbaglia ma si corregge da olo per il Tap-In che darà vita ad un mini-break di 5-0 Nuggets per il +7 (123-116) a 2’27”, Phoenix non riuscirà più a rimontare e nel finale Danilo col 2/2 siglerà il +7 finale.

Utah Jazz – Los Angeles Lakers 96-88
UTA: Hayward 24, Gobert 9 (13 rimb), Hill 12, Burks 11
LAL: Young 13, Carkson 16, Williams 20, Zubac 16 (10 rimb)

Gli Utah Jazz escono nella seconda parte di gara e battono i Lakers col solito Gordon Hayward e con un Rudy Gobert da 9 punti, 13 rimbalzi e 6 stoppate; la partita ha la sua svolta a metà del 3° quarto, Lakers avanti 52-56, Hayward spara la tripla che scaturirà un break di 18-4 per il +10 Jazz (70-60), punteggio col quale le squadre entreranno nell’ultimo quarto. Utah toccherà anche il +14 e poi resisterà agli assalti dei giallo-viola.

TOP 5

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Per commentare le RISERVE ASG trovate il post apposito nella sezione, la notte NBA non ci ha detto molto di nuovo, a parte questa chimera di Rajon Rondo……. https://uploads.disquscdn.com/images/b69cf4a0b0d9bdf20af90d41f32ae1bd2d6c0c6c0b4d00a6b1ffaf5be682973d.png

  • michele

    la chicca della foto è l’assenza di ray allen eheheheh

  • Michael Philips

    Ray who?

    – garnett&rondo

  • Michael Philips
  • L’unico fenomeno che è riuscito a far incazzare Ray Allen

  • Poi ci sarebbe da discutere di Phil Jackson che sta regalando Melo ai Clippers

  • Michael Philips

    e non so nemmeno quanto si sia incazzato Allen. Forse per lui fu peggio sentire Garnett che faceva lo gnorri riguardo il fantomatico ex-compagno con la canotta n.20

  • Michael Philips

    Si parla giustamente di un Jokic(pure ieri dominante)ma nel sempre più ampio gruppo di giovani lunghi di talento non si può ignorare Myles Turner.
    20 anni, enormi progressi in una sola estate, ora se continua a crescere i pacers potranno avere un duo super tra attacco e difesa.
    Il ragazzo coi capelli stupidi viaggia 16+7+2.3blk, ottime percentuali dal campo, pure un 40% da e 80% ai liberi. Sa difendere e proteggere bene il pitturato e l’anno scorso sembrava più che altro uno destinato a fare lo specialista in difesa.
    Oggi è già diventato uno che sa attaccare, segnare da sotto o dalla lunga, ed è ulteriormente cresciuto fisicamente. Ora sembra leggermente sopra i 213cm. Ma lo stesso vale per un Jokic(dato 211cm) che ieri sembrava alto quanto Chandler(216cm).

  • Visto a Londra, promette bene, deve chiaramente educarsi tatticamente ma non è male…apertura alare paurosa

  • Michael Philips

    Kanter, un uomo un perché.

  • gasp

    Batte Stat in quanto a stupidità dopo una partita

  • Michael Philips

    e se la gioca con Blake.

  • michele

    beh meglio per voi no, di che vi lamentate? Allen è andato a miami e ha ripreso per i capelli impomatati di Riley un titolo lebroniano già perso eheheheh….che poi, aldilà delle liti ray-rajon 1) Allen aveva perso il posto da titolare per Bradley, poi infortunato…decise che il sesto uomo era meglio farlo in una squadra piu’ giovane e talentuosa, fece benissimo dal suo punto di vista 2) L’incazzatura di Garnett è anche comprensibile…se a giugno Suarez andasse a giocare al real madrid immagino che Pique o Iniesta farebbero lo stesso ( sono cose che non condivido, ma da che mondo è mondo, quando c’è una rivalità tra due squadre e un atleta passa nel campo avversario, queste dinamiche si verificano).

  • michele

    Kancer.

  • Michael Philips

    “di che vi lamentate?”

    e chi si lamenta?

  • michele

    beh mi sembra evidente un retrogusto polemico nei vostri commenti, vi conosco dai.

  • michele

    esame di maturità fallito dai giovani wolves, non riescono proprio a iniziare quella striscia positiva che servirebbe loro come il pane ( come successo ad esempio a phila).

  • Michael Philips

    Ma proprio no. La polemica la fecero i tifosi dei celtics, che comunque mai hanno “odiato” ray, nonostante la sua scelta di lasciare boston per miami.
    Per cosa dovrei fare polemica? Per la reazione di KG?
    Ho solo detto che per me al massimo ray allen ci sarà rimasto male per le parole di Garnett, non tanto per quelle di rondo. Non si sono mai sopportati comunque e poi rajon all’epoca era “l’apprendista” quindi non aveva abbastanza potere per disturbare allen. KG invece sì.

  • michele

    beh se allen fosse andato in un altra squadra ( non reduce da una finale di conference molto controversa), credo che i tifosi celtics non lo avrebbero detestato cosi ( penso sia lo stesso per Garnett). io come sai non gli ho mai dato del traditore, mi limito a mandargli ogni tanto qualche frecciatina delle mie ehehehe

  • Michael Philips

    Sì ma dopo l’anello del 2008 e poi l’enorme rispetto che aveva nell’ambiente e in generale agli occhi dei fan NBA, allen raramente ha ricevuto critiche.
    Non credo lo fischiarono al suo ritorno a boston.

  • michele

    ovvio no…mica come a Figo che al ritorno al Camp Nou gli tirarono adosso pure una testa di maiale..altra cultura sportiva nel basket. Pero’ certo il 20 sarà usato da altri giocatori in futuro.

  • Michael Philips

    Ma credo anche il 5 di garnett, o lo hanno ritirato?

  • michele

    ancora non si sa, per adesso solo il 34 è prenotato da mettere accanto ai banner.

  • Michael Philips

    quello sicuro.

  • michele

    io non lo ritirerei, lo darei volentieri a un altro grande hall of famer dopo walton e kg eheheheh

  • ILTG6

    Turner è meno “star” degli altri nuovi talenti: e un giocatore che deve essere servito , in futuro può essere un 2/3 violino che difende, segna e apre il campo, un 5 ottimale per l’NBA moderna.. Deve migliorare a rimbalzo, se diventa un giocatore da doppia-doppia con quelle capacità difensive e quel range di tiro tanta roba

  • Michael Philips

    Vero ma è meno star, o comunque riceve meno attenzione, anche perché gioca nel team di Paul George. Ogni vittoria dei pacers è una vittoria “grazie a George”. A me pare di vedere tutto quello che doveva essere Hibbert e mai è stato.
    Miles tra 4-5 anni potrebbe essere un top 10 o pure più sotto.

    Jokic è riuscito ad emergere anche perché nei nuggetts non c’è un leader o go-to-guy, quindi non appena Malone ha capito che questo riusciva a far girare la squadra per davvero gli ha dato in mano il team senza pensarci un secondo.

    Anche KAT ha carisma, ma deve dividere l’attenzione e le responsabilità con Wiggins e LaVine. E ciò nonostante questi non riescono a trovare una quadratura.

  • Michael Philips

    Quando si taglierà via quelle cipster che si trova in testa, avrà pure l’aspetto di un giocatore serio.

  • gasp

    Ma molto probabilmente lo ritireranno, la vera anima e colonna portante dei Celtics 2007-2013 era Garnett