Harden pauroso a Phila, Spurs KO a New Orleans

Houston espugna Philadelphia con una prestazione monstre di James Harden alla sua 14^ Tripla-Doppia in stagione, colpo Pelicans che battono di autorità gli Spurs, tornano a vincere Cavs e Raptors, New York c’è su Charlotte.

REGULAR SEASON

Indiana Pacers – Sacramento Kings 115-111 OT
IND: George 33, Turner 14, Miles 18, Teague 17
SAC: Cousins 26 (16 rimb), Koufos 9 (12 rimb), Afflalo 15, Collison 26, Lawson 16, Toliver 10

Indiana batte Sacramento dopo un tempo supplementare con Paul George autore di 33 punti; proprio PG13 pareggia sul 104-104 con 2 liberi a 1’17” dalla fine, nessuna segna più con Afflalo che stoppa Cousins a 18” e George che sbaglierà il tiro della vittoria a 2”.
Nell’OT è sempre George il protagonista, realizza 6 degli 11 punti dei suoi compreso il tiro del sorpasso (113-111) a 35”, Sacramento tirerà 0/3 negli ultimi 90” di partita e Teague la chiuderà dalla lunetta.

Cleveland Cavaliers – Brooklyn Nets 124-116
CLE: James 31 (11 ass), Love 13 (14 rimb), Thompson 10 (10 rimb), Irving 28, Korver 14
BKN: Bogdanovic 17, Hamilton 12, Foye 16, Dinwiddie 10, Kilpatrick 18, Whithead 16

Tornano a vincere i Cavaliers e lo fanno con 59 punti del duo James-Irving contro i Brooklyn Nets; Cleveland che prima chiude i primo tempo sul 55-47 con tanto di Buzzer-Beater da 3 di Richard Jefferson e poi spacca la partita con un 3° quarto da 39-26 dove Kyrie ne realizza 20 dei suoi 28 e James 10 per il +21 (94-73).

Boston Celtics – Orlando Magic 128-98
BOS: Crowder 19, Johnson 10, Broen 20, Thomas 21, Zeller 10, Smart 8 (11 ass), Olynyk 16
ORL: Gordon 12, Vucevic 14, Payton 12, Biyonbo 10, Rudez 14

I Boston Celtics spazzano via gli Orlando Magic on a miglior prestazione stagionale di Jaylen Brown (20 punti), match che ha visto i Celtics toccare anche il +40; partita finita dopo i primi 12’ con Boston sul 39-24 col rookie autore di 11 punti e 71% dal campo di squadra, Boston comanderà e dominerà il resto della partita.

Toronto Raptors – Milwaukee Bucks 102-86
TOR: Patterson 10, Valanciunas 8 (11 rimb), Powell 19, Lowry 32
MIL: Antetokounmpo 19, Parker 21 (13 rimb), Dellavedova 11

DeMar DeRozan ancora OUT ma Toronto ritrova il sorriso dopo 5 KO consecutivi battendo i Bucks; partita segnata dall’ottimo 1° quarto dei giocatori di Casey, 36-19 con Lowry autore di 12 punti, i Bucks rientrano ad inizio 4° periodo portandosi sul -8 (80-72) ma un perentorio break di 10-3 Raptors darà il +15 (90-75) a 6’47”.

New York Knicks – Charlotte Hornets 110-107
NYK: Anthony 18 (11 rimb), Porzingis 18, Lee 16, ROse 13, Jennings 15, O’Quinn 10
CHA: Kidd-Gilchrist 12, Williams 17, Batum 15 (11 rimb), Walker 31 (10 rimb), Belinelli 15

Italian Job: Belinelli 15 pt (4/5, 2/5, 1/1), 2 rimb, 1 ass, 2 perse, 1 rec in 20’

New York batte Charlotte di misura con Carmelo Anthony protagonista nel finale; a 35” dalla conclusione Batum spara la tripla del -2 Hornets (107-105), Melo non ci sta e gli risponde 22” dopo con il Fadeaway del +4 (109-105) che di fatto segnerà la partita, inoltre fallo tecnico a Marvin Williams (fallo lontano dalla palla) su O’Quinn che non sbaglierà il libero del +5.

Philadelphia 76ers – Houston Rockets 118-123
PHI: Covington 10, Embiid 32, McConnell 13, Henderson 13, Saric 12, Luwawu-Cabarrot 12
HOU: Anderson 11, Nene 21, Harden 51 (13 rimb, 13 ass)

Houston espugna Philadelphia grazie ad un’altra prestazione superlativa di James Harden che sigla la seconda Tripla-Doppia da 50 punti (51+13+13) nonché la 14esima stagionale, non basta il Career-High di Joel Embiid ai Sixers; Rockets che entrano nell’ultimo quarto avanti 94-82 grazie ad un ottimo 3° periodo dove Harden ne ha messi 19 a referto, Phila non molla, torna in partita sul -5 (105-110) a 3’47” dalla conclusione ma Harden non è contenibile, realizza 5 punti consecutivi nel parziale di 7-0 Rockets per il 105-117 a 2’48” che di fatto spegnerà le speranze locali. Per Harden 17 punti nel 4°.

Chicago Buls – Miami Heat 88-100
CHI: Zipser 14, Gibson 14, Wade 15, Rondo 13
MIA: Reed 20, Waiters 19, Dragic 16 (11 ass), Ellington 14

A Chicago regna il caos e i Bulls perdono in casa contro Brookyn in un match segnato prima dalla palla a due, infatti Jimmy Butler e Dwyane Wade partono dalla panchina per punizione dopo le esternazioni contro i compagni, chiuderanno con 3 e 15 punti; Chicago resta in partita chiudendo i primi 24’ sul 53-53, ma nel 2° tempo realizzerà appena 35 punti col 33% contro i 47 di Miami trascinata dal solito Goran Dragic.

New Orleans Pelicans – San Antonio Spurs 119-103
NOP: Hill 16, Davis 16 (22 rimb), Holiday 23 (11 ass), Motiejunas 10, Evans 11, Moore 13, Jones 21
SAS: Leonard 23, Aldridge 14 (14 rimb), Lee 13 (10 rimb), Bertans 17

I New Orleans Pelicans di Anthony Davis (16+22) fermano a 5 la striscia di vittorie consecutive dei San Antonio Spurs; partita equilibrata ne primo tempo con gli Spurs avanti 48-57 poi, usciti dagli spogliatoi, in campo ci saranno solo i Pelicans! San Antonio forzata al 35% dal campo per 46 punti contro i 71 di New Orleans che tirerò col 58% trascinata dal duo Moore-Jones (13 punti a testa).

Atlanta Hawks – Washington Wizards 86-112
ATL: Howard 12 (13 rimb), Bazemore 15, Hardaway Jr. 12, Scott 11
WAS: Porter 21 (11 rimb), Morris 15, Gortat 15 (12 rimb), Beal 15, Wa 19

Il quintetto dei Washington Wizards ne scrive 85 a referto su 112 di squadra e i capitolini passano ad Atlanta; partita sostanzialmente segnata dai primi 24’ che hanno visto gli ospiti andare al riposo lungo sul 45-67 col quintetto autore di 56 punti, Washington toccherà anche il +30.

Portland Trai Blazers – Memphis Grizzlies 112-109
POR: Pumlee 13 (10 rimb), McCollum 18, Lillard 33, Crabbe 23, Aminu 12
MEM: Green 10, Gasol 32, Conley 17 (10 ass), Randolph 17 (13 rimb), Carter 13

Al MODA Center di Portland Damian Lillard si scatena nel 4° periodo realizzando 15 dei suoi 33 punti e portando i Trail Blazers al successo sui Grizzlies con tanto di brivido finale.; Portland che però trema nel finale, McCollum realizza i layup del 112-109 a 73” dalla sirena finale, Lillard sbaglia a 32” la bomba ammazza partita e Memphis ha ancora una chance. Carter va per due veloci ma sbaglia, rimbalzo Blazer ma Lillard vien scippato da Tony Allen il quale va in lunetta, fa 0/2 con rimbalzo offensivo a 6” di Gasol, apre per Conlye da 3 ma niente da fare.

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Michael Philips

    Harden ancora numeri irreali.
    Una curiosità, the Beard di media mette a referto più canestri dai liberi, che in azione. Come lui solo Butler.
    Ma la cosa sorprendente di Harden è che per lui si tratta della quinta stagione di fila in cui mette a segno più liberi che canestri dal campo. Credo sia un primato.

    Date ad Embiid un minutaggio da vero titolare (33-37 min) e avremo un candidato all’MVP.

  • I Bulls sono diventati i Kings dell’East

  • michele

    -Wizards sempre piu’ in palla….Harden vabbè prestazione irreale, mi spiace mad mel ma Leonard non ha alcuna chance di vincere l’mvp finchè lui e RW registrano queste cifre. Embiid non ha preso bene l’esclusione dell’ASG. Autogol clamoroso della lega, forse pensano che le folle preferiranno vedere le “magie” di Love o Paolino Millsap invece di un futuro hall of famer eheheheh

  • gasp

    Stranamente tutto è iniziato con un giocatore che è passato proprio dai Kings…

  • Michael Philips

    I Blazers hanno un bel problema sotto il ferro:

    55pts da Cousins
    40pts da Love
    38pts da Davis
    36pts da Marc Gasol
    33pts da Cousins
    32pts da Gasol

    31pts da Davis
    31pts da Porzingis
    30pts da Vucevic
    28pts da Drummond
    28pts da Whiteside

    tutti messi a referto con % tra il 55 e il 60%.

  • Michael Philips

    Il paradosso è che i Cavs pur avendo zero protezione del pitturato non hanno mai subito grandi performance da parte dei lunghi avversari, il migliore è stato cousins con 28pts ma il 36% dal campo.

    I warriors stesso discorso, il problema sarebbe la protezione del pitturato, eppure tolto Davis, nessun lungo ha dominato contro di loro, ma come contro i cavs, è stata la festa per gli esterni.

  • Lorenzo Escriva

    beh i Kings erano i Kings anche prima di Rondo…..e così Rondo lo era…a Boston un po’ si era già visto….diciamo che i Bulls hanno fatto mercato come i Knicks, con le figurine e il risultato è quello….CAOS

  • Lorenzo Escriva

    embiodio cosa ridicola….comunque Leo meriterebbe come giocatore molto di più degli altri 2…però si sa…le stats contano molto….

  • michele

    le prestazioni di harden e westbrook non servono solo a riempire il boxscore, ma muovono le loro rispettive squadre verso posizioni in classifica di un certo rilievo. Leonard non ha bisogno di fare certe cifre perchè gioca nel sistema Spurs, poi che kawhi sia uno dei giocatori piu’ forti al mondo non ci piove.

  • michele

    su lakersland sognano una trade butler per lou williams, swaggy p e una scartina a caso: trade Gasol 2.0 ehehheeh

  • Lorenzo Escriva

    non accadrà….sono i soliti rumors del cavolo…

  • Lorenzo Escriva

    si miche…..ovviamente..però harden sopra kawhi non lo prenderei mai…non mi interessa…come giocatore/persona/personaggio preferisco Leo…però vabbè mvp è un premio ridicolo quindi chissene…può anche vincerlo harden…

  • michele

    beh premio ridicolo fino a un certo punto, solo campionissimi l’hanno vinto ( a parte le classiche eccezioni che confermano la regola, tipo rose 2011), poi concordo che l’unica cosa che conti davvero sia l’anello.

  • gasp

    Però mi sembra che Rondo sia diventato ancora più testa di cazzo… sicuramente Forman ha costruito il team alla cazzum, però chi ha iniziato ad avere problemi con Hoiberg? RONDO

  • gasp

    E sarebbe ampiamente meritato

  • mad-mel

    ahahha…ah per me può fare tutte le triple doppie che vuole…ma tra i due nn ho nessun dubbio chi scegliere…ma proprio zero…
    Poi l’mvp anche per me è un premio relativo…in quell’albo ne mancano parecchi…

  • In Your Wais

    Mi fa sempre un po’ sorridere questo snobismo di alcuni nei confronti dei premi individuali, specie quando si parla di MVP, come se fosse solo una specie di Telegatto, che fa audience ma nella sostanza, i giocatori veri, quelli vecchio stampo se ne fottono, è buono solo per farsi pubblicità

    Il premio di MVP ha il raro dono di mettere assieme statistiche individuali e risultati di squadra, e se al limite si può non essere d’accordo su alcuni vincitori in passato (la solita litania del “Kobe al posto di Nash”), è indubbio che i premiati siano stati sempre giocatori di altissimo livello, tutti Hall of Famers, tutti tranne Rose che sappiamo bene come sia stato condizionato dagli infortuni

    Dall’80 ad oggi, in 22 occasioni l’MVP della RS ha vinto il titolo o è arrivato in finale di conference 29 volte, mi pare sia un premio molto, molto “serio” e di certo dato in base ai meriti. Ed i parecchi che mancano, non ci sono solo per via dei grandissimi giocatori che quell’anno hanno giocato meglio di loro

  • mad-mel

    Ed i parecchi che mancano, non ci sono solo per via dei grandissimi giocatori che quell’anno hanno giocato meglio di loro.

    Da qst frase converrai con me che c’è molta soggettività per dire se uno ha giocato meglio dell’altro.
    Lo si può dimostrare? Non sempre. Anzi.

  • In Your Wais

    No, secondo me non è affatto un premio relativo, è un premio che segue comunque una stagione eccezionale. Poi nel merito si può preferire Tizio o Caio, ma è indubbio che chiunque venga premiato è, quanto meno, uno dei migliori 2-3 della Lega, almeno per quella stagione

    Al contrario dell’MVP dei playoff, che ovviamente ha un valore intrinseco enorme, dato che va a chi vince, ma ha visto premiato in passato giocatori ottimi ma che magari hanno “azzeccato” solo 5-6 partite invece di 80 e passa (Jo Jo White, Cedric Maxwell, Dumars, Igoudala, etc)

  • Lorenzo Escriva

    si si gasp….ma lui lo è sempre stato testa di cazzo eh….prima era nascosto dai big 3..ma già sul fatto ray jesus allen si sa com’è andata….cioè lui è un cazzone…però i bulls sono andati a donne di facili costumi per il mercato fatto alla cazzum come dici tu…non solo per colpa di Rajone…(Ray ray che giocatore…solo nominarlo mi viene i brividi…)

  • Lorenzo Escriva

    è un premio ridicolo….ci vorrebbe l’mvp nei playoff…ma non della finale…di ogni turno…quello avrebbe senso..perchè li si gioca a basket…in RS giocano al 30%…e ps. già che kobe ne ha vinto uno fa capire quanto sia ridicolo…

  • Lorenzo Escriva

    Super quoto mel…

  • Lorenzo Escriva

    già spiegato la mia posizione sopra…Harden < Leo….non mi interessa nulla della sua stagione..per questo è un premio ridicolo..dovrebbero darlo al giocatore migliore…e comunque cambia tutto..la RS è ridicola di per se…e lo sappiamo bene…serve per arrivare ai PO..li si gioca a basket…per me avrebbe senso MVP di ogni turno playoff…quello dimostra molto di più….comunque fare sempre queste discussioni sui premi non ha senso…tanto l'unico che conta è l'anello…KD è andato in una squadra di stelle per vincerlo….se voleva l'MVP (un altro) rimaneva dove era….quindi credi cosa vuoi ma già questo dimostra cosa vogliono davvero i giocatori…

  • Michael Philips

    ah ecco perché è ridicolo…
    Lo stavo per chiedere “non è che dici così solo perché kobe è fermo a 1?”

    Ridicolo no perché non è dato necessariamente al miglior giocatore della stagione, ma a quello più importante di una delle squadre migliori.
    Per questo motivo Kobe ne ha uno(e che dovrebbe dire shaq?).

    Quando ne metteva 35 lo faceva in un team da 45 vittorie, e quando qualche anno dopo vinceva tante gare con i lakers(e vinceva gli anelli) in regular season c’era qualche altro che faceva meglio di lui(non faccio nomi), senza avere a disposizione le star dei lakers.

  • Hanamichi Sakuragi

    Sul discorso mvp ha abbastanza ragione iyw però è sicché vero che a certi giocatori, james durant ad esempio, oggi sembra interessi poco

  • Lorenzo Escriva

    che significa ha ragione? niente….io la penso così, lui la pensa in maniera diversa…nessuno ha ragione….

  • Lorenzo Escriva

    si….ma non ti fermare alla citazione di Kobe….ahahahahahhaha ho scritto anche altro….in ogni caso pensatela come vi pare…a me l’Mvp non è un premio che mi dice che quello è un gran giocatore…ognuno credo possa pensare ciò che vuole…Fine

  • Hanamichi Sakuragi

    ha ragione nel senso che sono d’accordo con lui.
    poi il cellulare mi ha scritto sicchè ma volevo dire “è anche vero”…