Thomas piega Toronto, Gallinari infortunato!

Quinta gara sopra i 40 per Isaiah Thomas che demolisce i Toronto Raptors con un altro 4° periodo superlativo, vittorie facili per Cavaliers, Warriors con Curry da 39 punti, Chicago ad OKC e Memphis a Denver col Gallo infortunato. Clippers meglio di Bledsoe.

REGULAR SEASON

Orlando Magic – Indiana Pacers 88-98
ORL: Ibaka 20, Vucevic 15 (15 rimb), Fournier 12, Payton 11, Augustin 10
IND: Young 12, Turner 11, Miles 16, Teague 12, Jefferson 10, Robinson 14

Malgrado un Paul George da 8 punti (3/14 dal campo) Indiana vince ad Orlando; Magic che inseguono per tutta la partita, arrivano sul -5 (84-89) a 4’53” dalla fine ma un mini-break di 4-0 firmato Young-Miles regalerà il +9 (84-93) a 2’38” che garantirà il successo ai Pacers.

Cleveland Cavaliers – Minnesota Timberwolves 125-97
CLE: James 27 (12 ass), Frye 18, Thompson 18 (14 rimb), Irving 14 (14 rimb), Korver 20
MIN: Wiggins 23, Towns 26 (12 rimb), Rubio 14 (13 ass), Muhammad 16

Cleveland esce nella seconda parte di gara e batte Minnesota con 16 assist combinati tra LeBron James e Kyrie Irving e ben 15 triple a segno; all’intervallo T-Wolves in partita sul -3 (63-60), nel 2° tempo però gli ospiti verranno limitati a 37 punti contro i 62 dei Cavs che tireranno col 57% dal campo (9/21 da 3).

Boston Celtics – Toronto Raptors 109-104
BOS: Crowder 14, Horford 11, Thomas 44, Smart 10
TOR: Patterson 10, Powell 12, Lowry 32, Nogueira 10, Sullinger 13

Isaiah Thomas dice 44 punti (12/22 dal campo con 15/16 ai liberi) e Boston batte Toronto allungando in classifica per il 2° posto ad East; ancora una volta Mr.4° periodo non tradisce, le squadre entrano negli ultimi 12’ sul 85-77 Boston, Toronto crolla e Boston non perdonerà con un 4° quarto da 32-19 con Thomas autore di 19 punti!

Brooklyn Nets – New York Knicks 90-95
BKN: Bogdanovic 15, Hollis-Jefferson 16, Lopez 10, LeVert 10, Booker 12
NYK: Anthony 15, Porzingis 19 (12 rimb), Jennings 6 (10 ass), Hernangomez 16, Vujacic 12

Torna a ruggire Kristaps Porzingis (19+12) e New York si aggiudica il derby contro i Nets; Knicks che rimontano dal -12 del 1° quarto, si portano davanti e la chiudono a 32” dalla fine con la bomba del lettone che varrà il +6 (86-92), Porzingis autore di 12 punti su 31 di squadra nell’ultimo quarto.

Miami Heat – Atlanta Hawks 116-93
MIA: Whitesode 18 818 rimb), Waiters 20, Dragic 27, T.Johnson 11, J.Johnson 16
ATL: Hardaway Jr. 10, Howard 6 (11 rimb), Bazemore 14, Schroder 12, Dunleavy 11

Non si fermano più i Miami Heat che vincono la 9^ partita consecutiva dominando gli Atlanta Hawks sempre col duo Waiters-Dragic; match senza storia dall’inizio alla fine con i padroni di casa che alla sirena del 3° quarto conducono 94-71 con Dragic già autore di tutti i suoi 27 punti.

Detroit Pistons – New Orleans Pelicans 118-98
DET: Drummond 17, Caldwell-Pope 38, Harris 19, Smith 15
NOP: Jones 11, Davis 31 (12 rimb), Holiday 22 (11 ass)

Kentavious Caldwell-Pope firma il suo Career-High (38 punti) e Detroit batte sulla distanza i Pelicans; primi 3 quarti equilibrati con gli sopiti sotto 83-81 a fine del 3° poi il nulla, Detroit cambia marcia nel 4° periodo tirando col 68% dal campo, 11 punti a testa per KCP e Ish Smith su 35 di squadra contro i 17 degli avversari.

Dallas Mavericks – Philadelphia 76ers 113-95
DAL: Barnes 15, Curry 22, Ferrell 11, Harris 14, Mejri 16 (17 rimb)
PHI: Ilyasova 13 (10 rimb), Okafor 16, Saric 10, Henderson 10

Ancora senza Joel Embiid i Sixers cadono a Dallas sotto i colpi di Seth Curry (22 punti); Sixers che stanno in partita fino a 3’ dalla fine del 3° quarto sul 68-64, Dallas cambia marcia e chiuderà la frazione con un parziale di 13-5 per il +12 (81-69) senza più girarsi indietro.

Denver Nuggets – Memphis Grizzlies 99-119
DEN: Gallinari 14, Faries 11 (11 rimb), Harris 12, Mudiay 14, Arthur 14
MEM: Gasol 24, Conley 18, Randolph 13, Carter 14, Ennis III

Italian Job: Gallinari 14 pt (4/9, 0/3, 6/8), 3 rimb (1 off), 32 ass, 2 perse in 29’

Notte da dimenticare per i Nuggets che perdono sia la partita che Danilo Gallinari (strappo all’inguine) contro i Memphis Grizzlies; match senza storia, Memphis prende subito le redini del match dopo i primi 12’ (18-27) e non si girerà più andando al riposo lungo sul 49-62 con Mike Conley autore di 16 dei suoi 18 unti finali, Memphis toccherà anche il +25.

Utah Jazz – Milwaukee Bucks 104-88
UTA: hyward 27, Gobert 26 (15 rimb), Johnson 14
MIL: Parker 17, Maker 12, Monroe 13, Brogdon 10

Agli Utah Jazz di Gordon Hayward (27 punti) e Rudy Gobert (26+15) basta un solido 2° quarto per archiviare la pratica Bucks in una serata no di Gianni Antetokounmpo (9 punti con 2/10 dal campo); primi 12’ con Jazz avanti ma 30-27 (Hayward 12), nel 2° quarto Gobert è incontenibile, realizza 15 punti su 31 di squadra (52% dal campo) contro i 16 dei Bucks per andare al riposo lungo avanti 61-43.

Phoenix Suns – Los Angeles Clippers 114-124
PHX: Chandler 11, Booker 20, Bledsoe 41, Tucker 10 (14 rimb)
LAC: Felton 18, Griffin 29, Jordan 6 (12 rimb), Rivers 14, Crawford 14

I Clippers escono nel finale hanno la meglio sui Suns di Eric Bledsoe (41 punti); momento chiave a 3’50” dal termine, gioco da 3 punti di Bledsoe che vale il -3 Suns (106-109), risposta Clippers spietata con tripla di Redick, 1/2 di Crawford e tripla di Felton a 2’16” per il +10 (106-116)!

Oklahoma City Thunder – Chicago Bulls 100-128
OKC: Oladipo 12, Westbrook 28, Grant 15
CHI: Butler 28, Lopez 14, Wade 18, Grant 12, Felicio 11, McDermott 11

Gli Oklahoma City Thunder piazzano un’altra partita inquietante al tiro (38/100) e i Bulls di Jimmy Butler ringraziano; dopo essere andati all’intervalli avanti 47-55 i Bulls finiscono l’opera con un buon 3° quarto da 26-39 grazie a 10 punti di Butler ma soprattutto all’8/25 dal campo dei padroni di casa.

Golden State Warriors – Charlotte Hornets
GSW: Durant 18, Green 8 (10 rimb), Thompson 29, Curry 39
CHA: Williams 14, Batum 13, Belinelli 16, Kaminsky 24

Italian Job: Belinelli 16 pt (5/6, 1/5, 3/3), 2 rimb 81 off), 7 ass, 1 persa, 1 rec in 30’

Ai Golden State Warriors basta uno spumeggiante 1° quarto per annichilire gli Hornets con uno Steph Curry da 39 punti con 11/15 da 3; Curry comincia con 18 punti nei primi 12’ con Golden State già sotto la doccia sul 41-21, il massimo vantaggio sarà di 32 punti. Inoltre: quinta gara in carriera con 11+ Triple per Steph che sorpassa Rashard Lewis al 12° posto nella classifica All-Time del tiro da 3 con 1788.

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • brazzz

    con embidio ci vanno coi piedi di piombo,giustamente..salta anche le prox 2..e mancava pure connington..vabbè,ergo sconfitta ovvia contro una squadra in palla..superderby a new york ahah

  • Al netto di record+classifica+rendimento, l’MVP dovrebbe essere una lotta a due tra Thomas e Leonard

  • In Your Wais

    Qualcuno dia un MVP a Thomas…ma a parte questo, da quanti anni è che un Celtic non viaggia sui 30 a partita? Larry Bird un anno viaggiò a 29.9 a partita

  • ILTG6

    Che giocatore Thomas, possessi votare per l’MVP voterei per lui. Potrebbe recuperare Westbrook come top scorer che fa sempre piacere esserlo.

    Finalmente ho visto i Cavs giocare un quarto, il terzo, con l’intensità difensiva giusta e un buon attacco. James praticamente perfetto, Irving ha fatto dei passaggi che non gli avevo mai visto fare, 14 assist sono il massimo in carriera. Bene anche Shumpert, Frye e Korver. L’assenza di Love non si è sentita

  • Michael Philips

    Beh ieri per i cavs è girato tutto bene.
    Irving ha fatto una gara “non sua” perché non è quel tipo di giocatore.
    Se lo diventa bene, ma non ci conto.
    Vincere contro i wolves non è poi così impressionante, quindi attendo che questo tipo di gara la facciano contro i wizards a washington, tra due gare.

  • ILTG6

    Si però era da un Po che non li vedevo così, in questo periodo pure nelle vittorie si giocava male, ieri giocate a caso o iso continue non non se ne sono viste indipendentemente dall’avversario

  • brazzz

    tutto sommato questo preoccuparsi dei tifosi cavs è un pochino buffo..tranquilli,in finale ci vanno i cavs,vome potrebbe essere diversamente?eheh..

  • lilin

    Thomas bene, benissimo, ma sono l unico a pensare che la differenza tra lui e star come westbrook e harden sta nel fatto che queste partite se le fanno il barba e lo 0 non stupiscono?
    Siamo tutti troppo influenzati dalla sua taglia. Grande talento ma sfido chiunque a preferire lui agli altri 2

  • sconocchini

    ma embiid che ha fatto? qual è il problema. è ufficialmente il mio giocatore preferito, mi fa ammattire.

  • ILTG6

    È sempre stato così pero in questo preciso momento non saprei chi scegliere, Thomas sta viaggiando a 29.7 di media e, partendo dal 2017, sta viaggiando a 35 pt con più del 50% da campo, è il giocatore più in forma della lega e sta portando a casa W dominando i 4 periodi. Poi perde pure pochi palloni e gioca in maniera intelligente.
    Westbrook e Harden hanno fatto di più in carriera, gli sono superiori come status e danno più garanzie, Thomas bisogna capire come continuerà soprattutto ai PO però il fatto che venga accostato a due super star del genere la dice lunga su quello che sta facendo in una franchigia storica come i Celtics

  • Stop preventivo, non possono spremerlo

  • sconocchini

    sto preventivo di 5 partite?

  • lilin

    Si sia chiaro che non lo voglio sminuire…sta facendo unna super stagione, però se ti dicessero: con westbrook boston starebbe messa meglio come record e status tu cosa risponderesti? Io in tutta onestà non me la sentirei di dire di no…

  • Michael Philips

    I. Thomas 10.5 pts di media nei quarti periodi, tirando col 49%.
    Fosse uno che spara 30 tiri a sera farebbe meno impressione, ma questo ha il 46.8% dal campo su 20 tiri, e segna 29.7.
    Andate a vedere un Kobe con che % tirava in generale, e sopratutto quando metteva il 30ello o comunque 26-27pts.
    E Kobe è Kobe, nulla a che vedere col pur enorme Thomas.

  • mad-mel

    Alla fine secondo me, paradossalmente era Curry da inserire nel nuovo sistema warriors con l’arrivo di Durant…
    E’ da qualche partita che sta macinando bene…magari a differenza dello scorso anno…ha voluto essere in forma nella second parte di stagione

  • Michael Philips

    Secondo me la differenza è che I.Thomas non potrà mai incidere in difesa. Che si impegni o meno.
    Westbrook e sopratutto Harden hanno tutti i mezzi per spostare su entrambi i lati del campo, eppure anche loro latitano.

    Ripeto ancora, realizzare che il nano tira comunque meglio di loro, senza avere gli stessi centimetri, atletismo e fisico e non potendo contare su un sistema un pò drogato che permette agli altri due di correre come matti e mettere cifre da urlo, la dice lunga su Thomas.

    Questo fa sul serio. Non è da sottovalutare come fanno in tanti.
    Se invece che 175, fosse 195cm, vedere un giocatore che ne mette 30 a sera, dominando i 4/4 e tirando meglio di tanti altri scorer, sarebbe comunque una roba rara.

  • michele

    ma direi anche un bel sti cazzi dell’mvp, noi siamo contenti cosi del profeta isaiah. piuttosto mi preoccupo del fatto che non arrivi spompato ai playoff, sta facendo a dir poco gli straordinari ( specialmente da quando bradley è out).

  • Per me li fanno “sasso-carta-forbice” su chi deve fare 30/40

  • ILTG6

    In effetti Curry nell’ultimo periodo sta tornando pericolosamente simile a quello dell’anno scorso.m

  • Michael Philips

    Grande delusione Mirotic. Da rookie dava l’idea di poter diventare un titolare serio da 18-20 pts, ma è rimasto quello che era, anzi è pure involuto.

  • michele

    per non parlare del disastro estetico, con quella barba hipster del menga eheheh

  • brazzz

    contusione al ginocchio,ci vanno coi piedi di piombo,e fan bene…è stato fermo 2 anni,mica 15 gg

  • michele

    forza joelone, ci manchi! speriamo che in questa pausa riesca almeno a trombarsi rihanna eheheh

  • gasp

    Sempre facendo una statua a Ainge

  • lilin

    Il barba iberico…che spettacolo.
    Credo che a chicago abbiano smesso di funzionare le cose da un bel po. Sicuramente lui sta pagando tutto questo.