Thomas piega Toronto, Gallinari infortunato!

Quinta gara sopra i 40 per Isaiah Thomas che demolisce i Toronto Raptors con un altro 4° periodo superlativo, vittorie facili per Cavaliers, Warriors con Curry da 39 punti, Chicago ad OKC e Memphis a Denver col Gallo infortunato. Clippers meglio di Bledsoe.

REGULAR SEASON

Orlando Magic – Indiana Pacers 88-98
ORL: Ibaka 20, Vucevic 15 (15 rimb), Fournier 12, Payton 11, Augustin 10
IND: Young 12, Turner 11, Miles 16, Teague 12, Jefferson 10, Robinson 14

Malgrado un Paul George da 8 punti (3/14 dal campo) Indiana vince ad Orlando; Magic che inseguono per tutta la partita, arrivano sul -5 (84-89) a 4’53” dalla fine ma un mini-break di 4-0 firmato Young-Miles regalerà il +9 (84-93) a 2’38” che garantirà il successo ai Pacers.

Cleveland Cavaliers – Minnesota Timberwolves 125-97
CLE: James 27 (12 ass), Frye 18, Thompson 18 (14 rimb), Irving 14 (14 rimb), Korver 20
MIN: Wiggins 23, Towns 26 (12 rimb), Rubio 14 (13 ass), Muhammad 16

Cleveland esce nella seconda parte di gara e batte Minnesota con 16 assist combinati tra LeBron James e Kyrie Irving e ben 15 triple a segno; all’intervallo T-Wolves in partita sul -3 (63-60), nel 2° tempo però gli ospiti verranno limitati a 37 punti contro i 62 dei Cavs che tireranno col 57% dal campo (9/21 da 3).

Boston Celtics – Toronto Raptors 109-104
BOS: Crowder 14, Horford 11, Thomas 44, Smart 10
TOR: Patterson 10, Powell 12, Lowry 32, Nogueira 10, Sullinger 13

Isaiah Thomas dice 44 punti (12/22 dal campo con 15/16 ai liberi) e Boston batte Toronto allungando in classifica per il 2° posto ad East; ancora una volta Mr.4° periodo non tradisce, le squadre entrano negli ultimi 12’ sul 85-77 Boston, Toronto crolla e Boston non perdonerà con un 4° quarto da 32-19 con Thomas autore di 19 punti!

Brooklyn Nets – New York Knicks 90-95
BKN: Bogdanovic 15, Hollis-Jefferson 16, Lopez 10, LeVert 10, Booker 12
NYK: Anthony 15, Porzingis 19 (12 rimb), Jennings 6 (10 ass), Hernangomez 16, Vujacic 12

Torna a ruggire Kristaps Porzingis (19+12) e New York si aggiudica il derby contro i Nets; Knicks che rimontano dal -12 del 1° quarto, si portano davanti e la chiudono a 32” dalla fine con la bomba del lettone che varrà il +6 (86-92), Porzingis autore di 12 punti su 31 di squadra nell’ultimo quarto.

Miami Heat – Atlanta Hawks 116-93
MIA: Whitesode 18 818 rimb), Waiters 20, Dragic 27, T.Johnson 11, J.Johnson 16
ATL: Hardaway Jr. 10, Howard 6 (11 rimb), Bazemore 14, Schroder 12, Dunleavy 11

Non si fermano più i Miami Heat che vincono la 9^ partita consecutiva dominando gli Atlanta Hawks sempre col duo Waiters-Dragic; match senza storia dall’inizio alla fine con i padroni di casa che alla sirena del 3° quarto conducono 94-71 con Dragic già autore di tutti i suoi 27 punti.

Detroit Pistons – New Orleans Pelicans 118-98
DET: Drummond 17, Caldwell-Pope 38, Harris 19, Smith 15
NOP: Jones 11, Davis 31 (12 rimb), Holiday 22 (11 ass)

Kentavious Caldwell-Pope firma il suo Career-High (38 punti) e Detroit batte sulla distanza i Pelicans; primi 3 quarti equilibrati con gli sopiti sotto 83-81 a fine del 3° poi il nulla, Detroit cambia marcia nel 4° periodo tirando col 68% dal campo, 11 punti a testa per KCP e Ish Smith su 35 di squadra contro i 17 degli avversari.

Dallas Mavericks – Philadelphia 76ers 113-95
DAL: Barnes 15, Curry 22, Ferrell 11, Harris 14, Mejri 16 (17 rimb)
PHI: Ilyasova 13 (10 rimb), Okafor 16, Saric 10, Henderson 10

Ancora senza Joel Embiid i Sixers cadono a Dallas sotto i colpi di Seth Curry (22 punti); Sixers che stanno in partita fino a 3’ dalla fine del 3° quarto sul 68-64, Dallas cambia marcia e chiuderà la frazione con un parziale di 13-5 per il +12 (81-69) senza più girarsi indietro.

Denver Nuggets – Memphis Grizzlies 99-119
DEN: Gallinari 14, Faries 11 (11 rimb), Harris 12, Mudiay 14, Arthur 14
MEM: Gasol 24, Conley 18, Randolph 13, Carter 14, Ennis III

Italian Job: Gallinari 14 pt (4/9, 0/3, 6/8), 3 rimb (1 off), 32 ass, 2 perse in 29’

Notte da dimenticare per i Nuggets che perdono sia la partita che Danilo Gallinari (strappo all’inguine) contro i Memphis Grizzlies; match senza storia, Memphis prende subito le redini del match dopo i primi 12’ (18-27) e non si girerà più andando al riposo lungo sul 49-62 con Mike Conley autore di 16 dei suoi 18 unti finali, Memphis toccherà anche il +25.

Utah Jazz – Milwaukee Bucks 104-88
UTA: hyward 27, Gobert 26 (15 rimb), Johnson 14
MIL: Parker 17, Maker 12, Monroe 13, Brogdon 10

Agli Utah Jazz di Gordon Hayward (27 punti) e Rudy Gobert (26+15) basta un solido 2° quarto per archiviare la pratica Bucks in una serata no di Gianni Antetokounmpo (9 punti con 2/10 dal campo); primi 12’ con Jazz avanti ma 30-27 (Hayward 12), nel 2° quarto Gobert è incontenibile, realizza 15 punti su 31 di squadra (52% dal campo) contro i 16 dei Bucks per andare al riposo lungo avanti 61-43.

Phoenix Suns – Los Angeles Clippers 114-124
PHX: Chandler 11, Booker 20, Bledsoe 41, Tucker 10 (14 rimb)
LAC: Felton 18, Griffin 29, Jordan 6 (12 rimb), Rivers 14, Crawford 14

I Clippers escono nel finale hanno la meglio sui Suns di Eric Bledsoe (41 punti); momento chiave a 3’50” dal termine, gioco da 3 punti di Bledsoe che vale il -3 Suns (106-109), risposta Clippers spietata con tripla di Redick, 1/2 di Crawford e tripla di Felton a 2’16” per il +10 (106-116)!

Oklahoma City Thunder – Chicago Bulls 100-128
OKC: Oladipo 12, Westbrook 28, Grant 15
CHI: Butler 28, Lopez 14, Wade 18, Grant 12, Felicio 11, McDermott 11

Gli Oklahoma City Thunder piazzano un’altra partita inquietante al tiro (38/100) e i Bulls di Jimmy Butler ringraziano; dopo essere andati all’intervalli avanti 47-55 i Bulls finiscono l’opera con un buon 3° quarto da 26-39 grazie a 10 punti di Butler ma soprattutto all’8/25 dal campo dei padroni di casa.

Golden State Warriors – Charlotte Hornets
GSW: Durant 18, Green 8 (10 rimb), Thompson 29, Curry 39
CHA: Williams 14, Batum 13, Belinelli 16, Kaminsky 24

Italian Job: Belinelli 16 pt (5/6, 1/5, 3/3), 2 rimb 81 off), 7 ass, 1 persa, 1 rec in 30’

Ai Golden State Warriors basta uno spumeggiante 1° quarto per annichilire gli Hornets con uno Steph Curry da 39 punti con 11/15 da 3; Curry comincia con 18 punti nei primi 12’ con Golden State già sotto la doccia sul 41-21, il massimo vantaggio sarà di 32 punti. Inoltre: quinta gara in carriera con 11+ Triple per Steph che sorpassa Rashard Lewis al 12° posto nella classifica All-Time del tiro da 3 con 1788.

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B