Atlanta che rimonta a Houston, Wizards non stop!

Nella notte in cui viene ufficializzato tutto l’All Star Saturday (h9:30 tutti i partecipanti) gli Atlanta Hawks sbancano Houston rimontando 20 punti negli ultimi 8’ con un Tim Hardaway Jr. scatenato, San Antonio e Warriors vittorie facili, Washington fanno 16 di fila in casa.

REGULAR SEASON

Washington Wizards – Los Angeles Lakers 116-108
WAS: Porter 11, Morris 12 (11 rimb), Gortat 21 (14 rimb), Beal 23, Wall 33 (11 ass)
LAL: Deng 17, Black 13 (11 rimb), Russell 17 (11 ass), Clarkson 20, Williams 15

La “House Of Guards” dice 56 punti e Washington batte i Lakers per la 16esima vittoria consecutiva tra le mura del Verizon Center; capitolini che chiudono il primo tempo avanti 58-44 ma i Lakers non mollano e a 78” dalla fine sono sotto di 3 (108-105) e possesso. Tarick Black viene scippato da John Wall che poi realizzerà anche il tiro del +5 (110-105) a 66” e sarà ancora il #2 dei Wizards a 38” con un altro tiro dalla media ad affossar le speranze giallo-viola per il +6 (112-106). Wall sarà autore di 16 punti nel 4° periodo di cui tuti gli 8 dei suoi.

Houston Rockets – Atlanta Hawks 108-113
HOU: Anderson 11, Capela 22, Harden 41, Gordon 13
ATL: Hardaway Jr. 33, Millsap 16, Howard 34 (23 rimb), Bembry 10

Vittoria della notte firmata dagli Atlanta Hawks dell’ex Dwight Howard (24+23) in rimonta sul campo degli Houston Rockets dove non sono bastati i 41 di James Harden, protagonista del match Tim Hardaway Jr col suo Career-High (33 punti); Houston comanda le operazioni durante i primi 3 quarti ed entra nell’ultimo avanti 86-73 toccando subito il +20 sul 97-77 dopo 1’30” di gioco, sembra fatta ma invece…Invece Houston da quel momento ha tracollo ed Atlanta si infiammerà! I ragazzi di Budeholzer realizzeranno 40 punti col 64% trascinati da uno spettacolare Hardaway Jr. da 23 punti (33 finali), un Hardaway che a 4’19” dalla fine diventerà immarcabile pizzano un personale parziale di 15 punti consecutivi compreso il gioco da 3 punti a 2’25” per il sorpasso Atlanta (106-107)! La giocata decisiv però porta la firma dell’ex di giornata, stoppata di Howard ai danni di Harden a 57” con Hardaway che poi realizzerà il layup del +3 (108-111), nel finale un’illusione ottica illude i Rockets perché Ariza tira per il pareggio e la palla sembra davvero entrare…invece è corta!

San Antonio Spurs – Philadelphia 76ers 102-86
SAS: Leonard 19, Bertans 12, Dedmon 13 (10 rimb), Green 12, Mills 12, Lee 12, Simmons 11
PHI: Saric 14, Ilyasova 25 (10 rimb)

San Antonio esce nelle ripresa e batte senza difficoltà i Sixers; Philadelphia che va al riposo lungo avanti 48-53 ma nel secondo tempo ecco arrivare gli Spurs che limiteranno gli ospiti a 33 punti col 24% realizzandone 54!

Los Angeles Clippers – Golden State Warriors 120-133
LAC: Rivers 18, Griffin 31, Redick 17, Crawford 21
GSW: Durant 26 (10 rimb), McGee 11, Thompson 21, Curry 29 (11 ass), Clark 11, Iguodala 13, McAdoo 10

Anche senza Draymond Green i Warriors non hanno problemi ad archiviare la pratica Clippers col trio Durant-Curry-Thompson da 76 punti; pronti via e Golden State chiude i primi 12’ sul 22-33 dopo esser stata anche su +14 (17-31), i Clippers inseguiranno per tutta la partita senza mai arrivare sotto la doppia-cifra di scarto, Warriors che arriveranno anche a toccare il +21.

TOP 5

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B