NFL Top 10 All-Time Super Bowl

A poco più di 48 ore dal Super Bowl LI di Houston (CLICCA QUI per la Preview) andiamo a rivedere quali sono stati, secondo noi, le finali più appassionanti della storia NFL con questa Top 10.

TOP 10 SUPER BOWL

Numero 10
Denver Broncos – Green Bay Packers (SB32)
John Elway spezza finalmente la maledizione dei tre Superbowl persi precedentemente e grazie principalmente alla prova monstre del running back Terrell Davis (che firma ben tre touchdown) può festeggiare finalmente la conquista dell’anello [31-24]

Numero 9
New Orleans Saints – Indianapolis Colts (SB44)
A meno di cinque anni dalla tragedia dell’uragano Katrina, New Orleans trova modo di festeggiare una storica vittoria nel Superbowl XILV: Drew Brees e coach Sean Payton disegnano una partita offensivamente perfetta e per Peyton Manning&Co non c’è speranza [31-17]

Numero 8
Pittsburgh Steelers – Arizona Cardinals (SB43)
A meno di tre minuti dalla fine uno spettacolare catch and run di Larry Fitzgerald consegna la leadership ai Cardinals. Gli Steelers non si perdono d’animo e a meno di trentacinque secondi dalla “sirena” Big Ben Roethlisberger trova Santonio Holmes () per il touchdown della vittoria [27-23]

Santonio Holmes - Pittsburgh Steelers - SB43

Numero 7
Pittsburgh Steelers – Dallas Cowboys (SB3)
amosi per la loro difesa d’acciaio (la famosa Steel Courtain), gli Steelers hanno la meglio sui Cowboys in un’inconsueta partita dal punteggio alto. Terry Bradshow gioca la miglior partita in carriera mandando in touchdown Lynn Swann, Rocky Bleier e John Stallworth. Roger “Captain America” Staubach risponde da par suo guidando la rimonta dei Cowboys nel quarto quarto: un onside kick fallito a venti secondi dalla fine decreta però la vittoria dei gialloneri [35-31]

Numero 6
New York Jets – Baltimore Colts (SB3)
In una delle più grandi sorprese della storia del Football, i New York Jets hanno la meglio degli strafavoriti Baltimore Colts del leggendario Johnny Unitas. Joe Namath, quarterback dei biancoverdi, garantisce prima della partita la vittoria della sua squadra: lo prendono per pazzo ma alla fine a festeggiare è proprio Broadway Joe [16-3]

Numero 5
New England Patriots – Carolina Panthers (SB38)
Un ultimo quarto da infarto (37 punti i punti segnati dalle due squadre) illumina uno Superbowl appassionante che viene deciso da un field goal del futuro Hall of Famer Adam Vinatieri a meno di quattro secondi dalla fine [32-29]

Numero 4
Seattle Seahawks – New England Patriots (SB49)
Con la palla sulla linea di 1 yard a ventisei secondi dalla fine e la possibilità di superare i New England nel punteggio, il coaching staff di Seattle si inventa la chiamata offensiva più balorda della storia NFL e, invece che affidarsi ad una corsa dell’affidabile Marshawn Lynch, va per una giocata aerea. Malcolm Butler intercetta il lancio di Russell Wilson per Ricardo Lockette e per New England arriva la più insperata delle vittorie [28-24]

Numero 3
St. Louis Rams – Tennessee Titans (SB34)
I Rams di quegli anni erano famosi per l’efficacia del proprio che schiacciava le difese avversarie senza pietà mettendo sul tabellone punti su punti. Nel primo Superbowl del nuovo millennio, invece, a salvare capre e cavoli per Kurt Warner, Marshall Faulk e il resto del celebre “Greatest Show on Turf” ci vuole un placcaggio del semi sconosciuto linebacker Mike Jones che, a tempo scaduto, placca il ricevitore dei Titans sulla linea della 1 yard impedendo a Tennessee di spedire la partita all’overtime [23-16]

Numero 2
San Francisco 49ers – Cincinnati Bengals (SB23)
Con 3’10” minuti sul cronometro e 92 yards da fare. Joe Montana decide di entrare definitivamente nella leggenda disegnando il drive che, a 39 secondi dalla fine, culminerà nel lancio per il touchdown di John Taylor che darà la vittoria ai Niners [20-16]

Joe Montana - San Francisco 49ers - SB23

Numero 1
New England Patriots – New York Giants (SB42)
I Patriots arrivano al Superbowl imbattuti e con la speranza di entrare nella storia come la seconda squadra di sempre a confezionare la Perfect Season (dopo i Dolphins del 1972). I Giants però non ci stanno, imbrigliano Brady e l’attacco dei Patriots (in cui era presente anche un certo Randy Moss) e con un td di Plaxico Burress a pochi secondi dalla fine completano uno dei più grossi upsets della storia NFL. Ah ci sarebbe anche la famosa catch da cinema di David Tyree nel corso del drive finale dei Giants [17-14]

Fabio G

Fabio G

Anconetano doc, seguo da anni gli Sport Americani e la NFL in particolare, con un occhio di riguardo per i Detroit Lions. Da poco collaboro con NBA-Evolution come redattore per la sezione NFL. Nickname: Fabio G