Harden, Thomas, Westbrook…notte di fuoco!

Notte NBA con i fuochi d’artificio, Tripla-Doppia e finale rovente per Russell Westbrook contro Memphis, James Harden rimonta e batte da solo Chicago, Isaiah Thomas altro 4° periodo di fuoco e vittoria storica per i Celtics. Devin Booker sulla sirena castiga i Kings, Yogi Ferrell esplode a Portland.

REGULAR SEASON

Orlando Magic – Toronto Raptors 102-94
ORL: Ibaka 20 (12 rimb), Vucevic 18, Fournier 20 (10 rimb), Payton 10, Watson 18
TOR: Valanciunas 18 (11 rimb), Powell 18, Lowry 18, Ross 12, VanVleet 15

Gli Orlando Magic escono nella seconda metà di partita e piegano i Toronto Raptors; canadesi che chiudono il 1° tempo avanti 52-54 ma nella ripresa non riusciranno più a trovare la via del canestro, Orlando li limiterà a 40 punti col 25% dal campo realizzando a sua volta 50 punti.

Brooklyn Nets – Indiana Pacers 97-106
BKN: Lopez 23, Dinwiddie 13, Harris 15, Kilpatrick 18
IND: George 24 (11 imb), Young 10, Turner 11, Teague 24, Jefferson 11

Quinta vittoria consecutiva per gli Indiana Pacers che vincono a Brooklyn con Paul George da 24+11; match deciso a 92” dalla fine, sul -3 Nets (95-98) Acy sbaglia il layup del potenziale -1 e Indiana piazzerà un 4-0 firmato Teague-George per il +7 (95-102) a 56”.

Detroit Pistons – Minnesota Timberwolves 116-108
DET: Morris 36, Leuer 24, Drummond 12 (18 rimb), Jackson 10, Harris 14, Smith 10
MIN: Wiggins 21, Dieng 6 (12 rimb), Towns 24 (11 rimb), LaVine 20, Rubio 16, Muhammad 15

Al Palace di Detroit è la notte di Marcus Morris, Career-High da 36 punti e vittoria Pistons sui T-Wolves; Detroit comanda per tutta la partita arrivando anche sul +13 (104-91) a 3’46” dalla fine, Minnesota abbozza una rimonta che varrà il -5 (106-101) a 93” ma un tio di Morris spegnerà i sogni di rimonta.

Houston Rockets – Chicago Bulls 121-117 OT
HOU: Arizaq 10, Capela 14, Harden 42 (12 rimb), Gordon 21
CHI: Carter-Williams 23, Gibson 20, Lopez 7 (11 rimb), Wade 19, Zipser 11, Mirotic 11, McDermott 12

A Houston viene ritirata la #11 di Yao Ming e James Harden per un assist non firma la Tripla-Doppia (42+12+9) nel successo tirato all’overtime contro Chicago (priva di Jimmy Butler); è Houston riagguanta la partita con un super finale, a 2’45” dalla sirena dei regolamentari Zipser sigla il +8 Bulls (100-108) ma gli ospiti non la chiuderanno, rimonta Houston on Harden che a 27” firma il pareggio (108-108)! Infrazione di 24” per Chicago, ultimo tiro per i texani ma niente Buzzer-Beater per il “Barba”.
Extra-Time combattuto, Chicago prende la leadership a 1’28” con Wade (116-117) che però si farà stoppare da Gordon a 52”, dalla stoppata nascerà il parziale finale di 5-0 tutto firmato Harden (gioco da 3 punti e 2 liberi) col quale i Rockets festeggeranno la vittoria.

Oklahoma City Thunder – Memphis Grizzlies 114-102
OKC: Adams 16 (13 rimb), Westbrook 38 (13 rimb, 12 ass), Morrow 15, Lauvergne 16
MEM: Parsons 12, Gaso, 31, Allen 11, Conley 18, Randolph 16 (10 rimb)

Tripla-Doppia che invece Russell Westbrook non si fa mancare, 38+13+12 nel successo casalingo dei Thunder contro Memphis con un finale da urlo; Memphis mette la testa avanti a 2’51” dal termine sul 99-102 e da quel momento sarà ”Westbrook-Show”! Russ realizzerà tutti gli ultimi 14 punti dei suoi compreso un terrificante Back-To-Back da 3 per il 108-102 a 1’26”

Boston Celtics – Los Angeles Lakers 114-107
BOS: Crowder 18, Horford 11, Brown 12, Thomas 38, Rozier 10
LAL: Young 17, Russell 20, Ingram 14, Nance Jr. 18 (11 rimb), Williams 21

Isaiah Thomas lo ha fatto di nuovo, 4° periodo da favola per il folletto dei Celtics che realizza 17 dei suoi 38 punti trascinando Boston ad una vittoria storica; Lakers che vanno sotto di 17 nel primo tempo ma riescono a rientrare portandosi sul -7 (87-80) a 8’50” dalla fine, tripla di Thomas e layup di Rozier per un 5-0 Celtics che varrà il +12 (92-80) per non girarsi più.
Vittoria storica per Boston perché le squadre entravano stanotte con 1,222 vittorie a testa nella storia della Lega, quella di stanotte è stata la numero 3,253 quindi adesso Boston è prima solitaria nella storia NBA per vittorie.

Denver Nuggets – Milwaukee Bucks 121-117
DEN: Chandler 23, Faried 19, Jokic 20 (13 rimb, 11 ass), Harris 14, Muray 18, Arthur 10
MIL: Antetokounmpo 23, Parker 27 (11 rimb), Henson 16, Dellavedova 4 (12 ass)

Italian Job: Gallinari DNP

Torna Nikola Jokic nelle fila dei Nuggets e registra la sua prima Tripla-Doppia (20+13+11) in carriera battendo i Bucks; finale in volata con Milwaukee sul -1 (114-114) a 1’43”, Tripla di Jameer Nelson a 90” dalla fine che di fatto deciderà il match, i Bucks non segneranno più un libero di Faried a 24” chiuderà la pratica.

Sacramento Kings – Phoenix Suns 103-105
SAC: Cousins 22 (12 rimb, 12 ass), Barnes 6 (10 rimb), McLemore18, Collison 19, Lawson 18
PHX: Warren 21, Booker 33, Chandler 7 (12 rimb), Bledsoe 20, Knihht 12

Non basta a i Kings la Tripla-Doppia di DeMarcus Cousins (22+12+12) per battere i Suns che all’ultimo respiro espugnano al Golden 1 Arena, cortesia di Devin Booker; finale cal cardio palma, Tucker porta avanti i Sun sul 101-103 a 21”, Collison non demorde e assistito da DMC pareggia sul 103-103 lasciando 8” agli ospiti. Rimessa da centrocampo, palla a Devin Booker che riceve sul lato sinistro marcato da Barnes il quale non casca alla fine costringendo il sophomore a forzare in Fade-Way un long-two…che va a segna accolto dalla tabella sul suono della sirena!

Portland Trail Blazers – Dallas Mavericks 104-108
POR: Turner 24, McCollum 28, Lillard 13, Aminu 14
DAL: Matthews 27, Barnes 13, Curry 19, Ferrell 32

Dallas sbanca Portland cavalcando la super notte di Yogi Ferrell, 32 punti con 11/17 dal campo ma soprattutto 9/11 da 3; Dallas che domina arrivando anche a toccare il +24, Portland però ci crede e arriva fino al -1 (101-102) a 37”, a spegnere i sogni di rimonta sarà Ferrell con la sua nona tripla a 19” per il 101-105. Ferrell ha anche pareggiato il numero di triple a segno All-Time per un rookie.

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • In Your Wais

    Complimenti ai Nets, non si smentiscono mai, sfanculano Yogi Ferrell ai Mavs, dato che Brooklyn è già troppo forte quindi che ci fai con Ferrell, e quello improvvisamente gioca come se fosse Steph Curry

  • gasp

    Fmb meglio che correggi subito il dato delle maggiori W per i Celtics… ora ne hanno 3,252 non capisco quei numeri a caso ahahahah

  • gasp

    https://uploads.disquscdn.com/images/121e65261a44cec038d441fd77615bdcd75a266a5794778631153603b6176d8e.jpg
    Ecco il dato aggiornato fino a prima della partita tra Lakers e Celtics di stanotte

  • Perché sono così stronzo che nel mio file con tutte le stat ho mischiato le W di Popovich con quelle dei Celtics, post scritto alle 6:20…ci ho messo 20′ a capire, adesso è a posto

  • Yogi era nel mirino dell’Olimpia….

  • Michael Philips

    Westbrook è esplosivo, ok.
    Thomas è impressionante cosa riesca a fare giocando contro gente in media 20-30 centimetri più alta di lui.
    Curry tira da 10 metri e segna.
    Lebron fa assiste e qualche schiacciata.
    Irving 1-2 volta a gara ti fa un numero pazzesco e così via.
    Durant è una guardia di 211cm.

    Ciò nonostante in questo momento non vedo nulla di più spettacolare di Jokic.

    Va a 2 all’ora. Non salta(spesso letteralmente come ieri su quel rimbalzo in attacco e canestro), gioca come se riuscisse a rallentare il tempo. Fa tutto lentamente eppure gli avversari non ci capisco nulla. Segna da qualsiasi posizione con irrisoria facilità.
    A rimbalzo alza le braccia e lo prende lui perché sì è un 7 piedi, ma sa sempre dove mettersi.
    Gli assist? Beh per quello servirebbe un articolo a parte.
    Ho visto divac, sabonis, i due gasol, duncan e altri, ma come la passa questo qui nessuno.
    Non si tratta più nemmeno di parlare di un lungo che la sa passare. Si tratta di un top 10 NBA come visione di gioco, già ora.

    22 anni tra due settimane.
    2nd round (11th pick, 41st overall).

  • gasp

    ” Segna da qualsiasi posizione con irrisoria facilità.” un po’ come Bargnani ehehe

  • Michael Philips

    Che spreco Andrea. E sì che pure lui poteva diventare qualcosa di difficile da fermare. Ancora oggi non trovi tanti 7 piedi veloci come lui, e con quella capacità di segnare.

    Lì è mancato totalmente il carattere e anche l’impegno.

    Darko Milicic viene subito dopo in quanto a talento sprecato a causa di una testa bacata.

  • Michael Philips

    Datome ci rende orgogliosi con la giocata dell’anno:

    https://www.youtube.com/watch?v=MbXeyEvNWek

  • mad-mel

    beh aspettiamo una ventina di partite almeno