Cleveland sbanca Washington! Che Wade

I Cleveland Cavaliers riescono nell’impresa di battere i Wizards a casa loro grazie a 94 punti del loro trio e a un Kyrie Irving decisivo nell’OT, Memphis demolisce gli Spurs (privi di Leonard), Dwyane Wade la decide a Sacramento, Westbrook cade di misura ad Indianapolis, vola Miami!

REGULAR SEASON

New York Knicks – Los Angeles Lakers 107-121
NYK: Anthony 26, Porzingis 16, O’Quinn 10, Hernangomez 8 (13 rimb), Holday 14, Jennings 16
LAL: Ingram 14, Randle 14, Young 17, Nance Jr. 10 (10 rimb), Zubac 10, Clarkson 12, Williams 22

Tornano a vincere i Los Angeles Lakers in trasferta e lo fanno dominando i Knicks al Madison Square Garden; match sempre in mano ai giallo-viola che alla sirena del 3° quarto sono già sotto la doccia avanti 73-97 con già ben 6 giocatori in doppia-cifra!

Washington Wizards – Cleveland Cavaliers 135-140 OT
WAS: Porter 25, Morris 15, Gortat 16, Beal 41, Wall 22 (12 ass), Oubre Jr. 11
CLE: James 32 (17 ass), Love 39 (12 rimb), Thompson 22 (12 rimb), Irving 23, Korver 13

Partita della notte al Verizon Center di Washington dove i Cleveland Cavaliers fermano a 17 la striscia di vittorie consecutive casalinghe dei Wizards grazie a 94 punti del trio James-Love-Irving col “Re” decisivo sul finire dei regolamentari; infatti i capitolini pregustano a 3” dalla sirena finale il 18° referto rosa casalingo avanti 120-117, Love dalla rimessa lancia lungo e sulla sirena LeBron si inventa una pazzesca tripla dall’angolo per il 120-120 mandando tutti al supplementare!
Nell’Overtime è il momento di Kyrie Irving, Bradley Beal (autore di 41 punti) spara la bomba del sorpasso Wizards sul 133-131 a 80” dalla fine, “Uncle Drew” si mette in proprio con tiro del pareggio, tripla del sorpasso e 2/2 ai liberi a 10” per il +3 Cavaliers (135-138)! Ultima chance per i padroni di casa, si va per forza da Beal ma la sua tripla non andrà a segno e Kevin Love chiuderà i conti dalla lunetta. Per Kyrie 11 punti su 23 finali enll’overtime!

Indiana Pacers – Oklahoma City Thunder 93-90
IND: George 21, Turner 10, Teague 17, Robinson 14
OKC: Roberson 11 (11 rimb), Adams 15, Oladipo 14, Westbrook 27 (18 rimb)

Russell Westbrook sfiora la 26esima Tripla-Doppia stagionale (27+18+9) ma i Thunder cadono di misura ad Indianapolis; finale in volata con Westbrook che porta i suoi su -1 (91-90) a 2’05” dalla conclusione, momento chiave arriva a 1’48” quando, dopo un errore di George, prima Westbrook e poi Adams sbagliano il canestro del potenziale sorpasso, PG13 non si farà pregare e a 1’20” segna il tiro del +3 (93-90). Non segnerà più nessuno fino alla fine con Westbrook che sbaglierà a 3” la tripla del potenziale overtime.

Toronto Raptors – Los Angeles Clippers 118-109
TOR: Valanciunas 21 (12 rimb), DeRozan 31, Lowry 24, Joseph 12
LAC: Rivers 22, Griffin 26 (11 rimb, 11 ass), Jordan 9 (12 rimb), Redick 12, Speights 15, Crawford 14

Torna DeMar DeRozan (31 punti) e Toronto batte i Clippers malgrado la Tripla-Doppia di Blake Griffin (26+11+11); partita sempre in controllo dei canadesi che trovano al fuga decisiva su finire del 3° quarto, break di 9-3 per il +15 (97-82) col quale entreranno nel 4° periodo andando poi a toccare il +20 (113-93).

Atlanta Hawks – Utah Jazz 95-120
ATL: Hardaway Jr. 14, Millsap 14, Howard 10, Schroder 21, Delaney 13
UTA: Hayward 30, Favors 20 (10 rimb), Gobert 14, Hill 22

Vittoria di autorità degli Utah Jazz in quel di Atlanta col solito Gordon Hayward sugli scudi (30 punti); primo tempo equilibrato chiuso sul 50-54 Jazz, nel 3° i Jazz alzano il volume della radio, George Hill realizza 10 punti con i suoi che tireranno 16/20 dal campo (80%) per 37 punti contro i 23 di Atlanta, dal -4 al +18 (73-91) per non girarsi più.

Detroit Pistons – Philadelphia 76ers 113-96
DET: Morris 19, Leuer 12, Drummond 16 (17 rimb), Caldwell-Pope 12, Jackson 14, Baynes 12, Smith 11
PHI: Covington 11, Okafor 16, McConell 10, Saric 13, Rodriguez 10

Ancora senza Joel Embiid i Sixers perdono a Detroit che manda 7 giocatori in doppia-cifra; Philly tiene botta nel 1° quarto (24-27) poi verrà asfaltata dei periodi centrali realizzando appena 40 punti contro i 65 dei Pistons che entreranno nell’ultimo quarto sul +22 (89-67).

New Orleans Pelicans – Phoenix Suns 111-106
NOP: Davis 34, Hield 11, Holiday 30, Moore 12
PHX: Warrenn 20, Chandler 11 (12 rimb), Booker 14, Bledsoe 14, Knight 12, Barbosa 14

Anthony Davis e Jrue Holiday combinano per 64 punti e New Orleans batte in volata Suns; Phoenix è avanti 103-102 a 82” dalla conclusione quando i Pelicans piazzano il break decisivo di 7-0 cominciato con una tripla di Holiday per il 109-103 a 14” dalla fine.

Minnesota Timberwolves – Miami Heat 113-115
MIN: Wiggins 27, Dieng 13, Towns 35, Rubio 14 (13 ass), Muhammad 12
MIA: McGruder 15, Whiteside 19 (13 rimb), Waiters 12, Dragic 33, J.Johnson 11

Non si fermano più i Miami Heat alla loro 11esima vittoria consecutiva, stavolta referto rosa strappato a Minnesota di misura con Goran Dragic da 33 punti con 7/9 da 3; a 1’45” dalla sirena finale Dragic al alza per la schiacciata di Whiteside che vale il +7 Heat (107-114), Miami però alza le mani dal manubrio e Minnesota ci crede, Wiggins da solo porta si suoi sul -1 (113-114) a 22”, Johnson perde palla a 18” ma Wiggins sbaglierà il tiro del potenziale sorpasso! Whiteside tiene comunque in vita i T-Wolves col suo 1/2 dalla lunetta a 8” ma Wiggins ancora non troverà il bersaglio per l’overtime.

Denver Nuggets – Dallas Mavericks 110-87
DEN: Barton 31, Chandler 14 (10 rimb), Jokic 13, Harris 20
DAL: Matthews 10, Barnes 12, Curry 15, Ferrell 15, Powell 14

Italian Job: Gallinari DNP

Ai Denver Nuggets basta un solido 2° quarto per archiviare la pratica Mavericks; dopo aver chiuso avanti di 5 il 1° quarto i padroni di casa scappano nel 2° con 30 punti grazie anche al 23% dal campo degli avversari, al riposo lungo Nuggets sul 59-37.

Memphis Grizzlies – San Antonio Spurs 89-74
MEM: Gasol 15, Conley 12, Randolph 15
SAS: Aldridge 13 (10 rimb), Dedmon 2 (12 rimb), Green 12, Ginobili 12, Lee 14

I Memphis Grizzlies sfruttano l’assenza di Kawhi Leonard nelle fila degli Spurs e battono San Antonio con un devastante 4° periodo; le squadre entrano negli ultimi 12’ sul 69-65 poi gli Spurs spariscono dal campo! Nel 4° periodo realizzeranno appena 9 punti tirando 3/26 dal campo contro il 42% dei padroni di casa rei di 20 punti!

Sacramento Kings – Chicago Bulls 107-112
SAC: Cousins 18 (14 rimb), Koufos 10, Collison 14, Lawson 22, Barnes 19
CHI: Grant 13, Gibson 13, Lopez 17, Wade 31, Carter-Williams 21

Senza Jimmy Butler Dwyane Wade sale in cattedra e decide la partita contro i Kings; a 30” dalla fine Cousins pareggia i conti sul 107-107 chiudendo un suo personale break di 5-0 che poteva essere di 6 se non avesse sbagliato il tiro libero supplementare, palla D-Wade che a 13” piazza il Fade-away del sorpasso Bulls (107-109) ma il #3 dei Bulls non si fermerà, sul possesso successivo scippa Barnes e schiaccerà per il 107-11. Wade ha realizzato tutti gli ultimi 7 punti dei suoi, 12 su 31 nel 4°. Giusto per la cronaca, durante il 2° tempo Cousins si è preso un tecnico ossia il 16° stagionale, sarà OUT ella prossima partita!

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • Michael Philips

    Mi pare ci sia un westrbrook ai thunder, harden ai rockets e Leonard agli spurs.
    Di superstar si tratta.
    Pure te ogni tanto non ti trattieni e cerchi di creare discussioni dal nulla.
    Non ho voglia.

  • michele

    ovvio, pero’ chi ne ha piu’ di una come cleveland e golden state si nota di piu’ ( e infatti si ritroveranno in finale tanto per cambiare), nessuna polemica…utah vola bassa, ma puo’ sperare che, consolidando questo nucleo, possano ingolosire qualche free agent di peso in futuro. glielo auguro

  • Barone birra

    Intanto Thomas e curry nominati giocatori della settimana. Ormai wardell sta andando in forma. Non escluso un altro mvp se continuano così lui e i warriors

  • DrDre

    Infatti, sono totalmente d’accordo.

  • sconocchini

    ma non avevi detto che per un po’ te ne stavi lontano dalle palle? e dai, su…

  • sconocchini

    beh, a rigor di logica uno che ha giocato 6 finali nba di fila non dovrebbe giocare così tanto, superata la trentina. soprattutto se teniamo conto che i warriors l’anno scorso (senza durant) sono stati battuti proprio sul piano fisico. non credo che ci siano dubbi su quale fosse la squadra tecnicamente più forte, e meno che meno ci sono quest’anno. i cavs possono vincere di fisico, ma se arrivano spompati sono cazzi. (nessun vaso scoperchiato, almeno da parte mia. a parte la pietosa presenza di barone birra si può chiacchierare tranquillamente)

  • sconocchini

    io dico solo che i warriors li batti con il fisico e l’intimidazione, come l’anno scorso. se arrivi spompato è finita.

  • sconocchini

    perché utah non avrà mai superstar? ce le ha oklahoma e ce le ha milwakee e anche sacramanto.

  • sconocchini

    triste, triste coglione.

  • Barone birra

    E perché mai. Per lasciare spazio a tutte le fighette piangina come te e i tuoi degni compari.

  • Barone birra

    Ammazza quando piangete siete peggio di lebron

  • Barone birra

    Di pietoso c’è solo la vostra pernici osa insistenza nel piangere sempre. Ma ti rendi conto che ad ovest gs prima della finale deve farsi almeno un’altra finale mentre lebron soci fanno allenamento. Rispondi coi fatti e gli argomenti se puoi

  • Barone birra

    stai a rosica .sai solo offendere gratuitamente come iyw e Mp. Ché fantastico trio. Penso a voi e mi diverto un mondo

  • gasp

    E hai letto come ha risposto LeBron? L’ha toccata leggermente piano…

  • lorenzo tonelli

    Mi sarebbe piaciuto essere al posto di artest ieri sera al garden…e dopo il fadeaway in faccia a Carmelo fargli un suka in stile triple h e shawn michaels

  • Michael Philips

    Capito? Stai a rosicà!

    Questo qui pensa al trio che lo insulta “gratuitamente” e si diverte un mondo.
    Oh, questo è pure masochista.

  • Michael Philips

    Sì, ma ormai dopo anni che costruisce notizie false ci sta eh.

  • brazzz

    per okafor dicono Holiday e prima scelta…o no?

  • Gattoneoneone

    Più che altro fa scalpore (giustamente) la tripla che ha segnato in faccia a Beal nel finale, ma il canestro che fa prima (dove ci sarebbe anche il contatto) dopo una serie di palleggi clamorosi è di una bellezza spaventosa.

  • Gattoneoneone

    Io avevo sentito solo della prima scelta.. Sicuramente se Phila riuscisse a prendere Holiday e una prima scelta farebbe un bel colpo.

  • In Your Wais

    “E perché mai. Per lasciare spazio a tutte le fighette piangina come te e i tuoi degni compari”

    “Sì chiamano lebronett”

    “Di pietoso c’è solo la vostra pernici osa insistenza nel piangere sempre”

    “Ammazza quando piangete siete peggio di lebron”

    Da un sacco di mesi in questo blog si tende ad un discreto livello di civilità. Merito nostro, visto che ci siamo dati chi più chi meno una regolata. L’idillio è regolarmente interrotto da un solo utente, che interviene solo per prendere in giro, creare discussioni di cui nessuno sente la mancanza, dare fastidio, invece di controllare quanti senegalesi si sono chiusi in camera da letto con sua moglie

    Mi dispiace che MP e Sconochini gli diano spago invece di ignorarlo, mi dispiace che altri utenti lo tollerino solo perchè il nemico del mio nemico (LeBron) è mio amico. Dispiace ancora di più che FMB, così attento a dare una patina di rispettabilità al blog o alla pagina FB, non sentano l’esigenza di cacciare a calci nel culo un utente che non apporta nulla alla discussione, e cerca solo di provocare

    Eppure basterebbe così poco per eliminare il problema

  • Barone birra

    Allora non ti rendi neanche conto di quanto il tuo alter ego virtuale sia ridicolo. Ti sei mai chiesto come mai quando l ingresso al blog era Libero tu eri lo zimbello del blog con troll multipli che ti tutti il giorno ti prendevano di mira? E quando sei scappato poi solo perché qualche volta ti prendevo in giro per tornare dopo le 10 w consecutivo dei cavs ai play offs per fare il figo hai raggiunto l’apice. E ti chiedi anche perché mi provochi ilarità. Ciao robertino

  • Barone birra

    Sentire te che parli di civiltà è come rocco siffredi parlare di astinenza .ti preferivo quando facevi il bullo da tastiera augurando infortuni e malattie mortali a chi ti stava sulle palle, almeno non eri ipocrita

  • sconocchini

    beh dai, almeno io mica gli do corda. mi diverto a insultarlo, poi manco leggo le sue risposte. dato che non possiamo liberarcene (e chi può è chiaramente interessato a mettere un po’ di pepe per aumentare i commenti) tanto vale fomentarlo, come si fa con le formiche. detto questo, è innegabile che il suo ritorno ogni volta coincide con un aumento dei commenti, un po’ perché commenta continuamente e un po’ perché scatena le polemiche. immagino che a FMB questo faccia comodo per diverse ragioni, quindi bisogna accettarlo pur di avere questo bel sito.

  • Doctor J

    Certo che la parola “ipocrita” detta da uno che ha iniziato a scrivere nel blog come “Prescelto” parlando di James come il più fastidioso dei fanboy, è quantomeno curioso.

  • gasp

    Solamente per una prima scelta

  • DrDre

    Ci sta tutto e di base i Warriors li batti come dici te, ma è ancora presto per valutare il minutaggio generale della stagione con 32 partite ancora da fare. Più che altro era esagerato non dare neanche una chance ai Cavs in ogni caso, visto soprattuto come è finita lo scorso anno.

  • sconocchini

    IYW, mi dispiace fare questi discorsi, ma la verità la conosciamo tutti. questo è un bel sito che ci permette di confrontarci sulle partite della notte e gli spunti dell’nba. FMB fa un bel lavoro e di questo siamo tutti contenti. ma il successo del sito (testimoniato dalla comparsa di diversi sponsor, da nba 2k17 al league pass) dipende dalle letture e dai commenti. se davvero volessimo costringere FMB a liberarsi delle menti malate basterebbe che tutti non leggessimo nba-evolution per una settimana, anche meno. e addio Barone Birra. ma in fondo chi ce lo fa fare, basta ignorarlo o divertirsi a prenderlo per il culo.

  • michele

    beh ma le squadre che citi le loro stelle le hanno trovate via draft, anche per loro credo sia difficile attrarre free agent ( anzi, durant da uno di quei posti è scappato a gambe levate..)…i jazz ormai per questo ciclo hanno chiuso la via del draft, devono sperare che il duo hawyard-gobert renda al massimo e poi fare qualche aggiunta intelligente via via ( scusate qualceh errore, sono col cell)

  • michele

    dalla foto in bianco e nero e dal nome sembra uscito da un film su al capone.

  • michele

    beh, io penso che lue sappia meglio di tutti noi queste cose, probabilmente lebron stesso si sente ancora in grado di chiedere tanto al suo super fisico. Comunque quest’anno qualche partita l’ha saltata. Io penso anche che, paradossalmente, potrebbero permettersi di metterlo in borghese per altre 6-7 partite da qui alla fine della stagione, anche se perdessero il fattore campo per le EFC passerebbero comunque.

  • mad-mel

    Con la sconfitta di oggi…è iniziato ufficialmente il tanking a ny. Peccato a dicembre con arroganza parlando con Michele sostenevo che i knicks erano superiori ai Celtics. Beh mi sbagliavo.
    Nella grande mela mancano due cose leader e palle a differenza di Boston.
    La squadra è andata. Melo pensa a fare la sua prestazione fine a se stessa, Rose è diventato un fantasma, Noah lasciamo stare, Porzi con qst situazione si sta involvendo e il resto dei giocatori nn gliene sbatte un xazzo.
    Hornacek ha provato in tutti i modi a rianimare il morto.

    Unica nota positiva: Hernangomez. Pj ha scelto bene.

  • Jurassic_Park

    Tecnicamente è un dato di fatto che Cleveland abbia avuto culo prendendo 4 prime scelte al draft, altrimenti si ritroverebbe in una situazione simile ai Jazz. Infatti le 2 superstar che hanno giocato a Salt Lake City sono arrivate appunto da lì, e in free agency non hanno mai piazzato colpi particolari.
    Poi oh, la programmazione che hanno fatto fin ora potrebbe dare una mano nei prossimi anni in quel senso. Insomma, aiutati che Dio ti a Utah (pessima)

  • Michael Philips

    “aiutati che Dio ti a Utah”

    bene, dopo questa l’avviso di garanzia + querela non te lo leva nessuno.

  • Leggete ancora gente come Frank Isola? Ragazzi, è un giornalista du NY….che credibilità può avere?

  • “Unica nota positiva: Hernangomez. Pj ha scelto bene.” e io mi farei qualche domanda…PJ non sa neanche quello che sta facendo