Cavs e Warriors facili, Miami entra nella storia!

Cleveland demolisce i Pacers a domicilio, Golden State asfalta Chicago e Miami vince la 12^ consecutiva entrando nella storia! Washington sopravvive a Brooklyn, a New York succede di tutto e la scampano i Clippers, Kings super senza Cousins.

REGULAR SEASON

Philadelphia 76ers – San Antonio Spurs 103-111
PHI: Covington 18, Ilyasova 11, Okafor 20, Stauskas 16, Saric 20
SAS: Leonard 32, Aldrodge 15 (10 rimb), Dedmon 10 (11 rimb), Green 11, Parker 18

San Antonio passa a Philadelphia (senza Embiid) con Kawhi Leonard da 32 punti; Spurs che riescono a far loro la partita solo nel finale, sul +5 (91-96) a 2’21” dalla sirena finale arriva il parziale di 7-1 chiuso con la bomba di Danny Green per il +11 (92-103).

Indiana Pacers – Cleveland Cavaliers 117-132
IND: George 22, Turner 16, Miles 23, Teague 22 (14 ass), Ellis 13
CLE: James 25, Love 14 (10 rimb), Irving 29, Korver 29

Ad Indianapolis i Cavaliers firmano la 4^ vittoria consecutiva con un superbo 3° quarto e un Kyle Korver da 29 punti con 8/9 da 3; al riposo lungo sono i Pacers al comando sul 63-57 ma nel 3° quarto sarà un Cavs-Show, 40-18 il parziale della 3^ frazione col 65% dal campo il tutto con un attacco equilibrato, dall’altra parte 8/23 dal campo per Indiana che dal +6 entrerà nell’ultimo quarto sotto di 16 (81-7).

Brooklyn Nets – Washington Wizards 110-114 OT
BKN: Bogdanovic 21, Hollis-Jefferso 13 (11 rimb), Lopez 20, Booker 14 (11 rimb), Kilpatrick 10
WAS: Porter 20 (10 rimb), Gortat 14 (14 rimb), Beal 31, Wall 23 (12 ass), Smith 15

Washington torna subito a vincere ma ha bisogno di un tempo supplementare per battere i Nets a Brooklyn; sono i bianco-neri a 41” a riacciuffare la partita con la bomba di Bogdanovic per il 100-100 e saranno sempre gli stesi Nets ad avere l’ultimo tiro sempre col croato che però sbaglierà la tripla della possibile vittoria.
Nell’OT finale in volata, Bradley Beal fa 2/2 dalla lunetta per il +4 Wizards (109-113) a 18”, i Nets vanno in lunetta con Foye, 1/2 a 7” ma Wall perde una sanguinosa palla a 6” lasciando un’ultima chance ai padroni di casa ce, ancora una volta, Bogdanovic non sfrutterà mancano la tripla de pareggio.

Atlanta Hawks – Denver Nuggets 117-106
ATL: Hardawawy Jr. 14, Millsap 23, Howard 11 (13 rimb), Bazemore 14, Schroder 24 (10 rimb), Bembry 10, Muscala 10
DEN: Chandler 24, Jokic 18 (15 rimb), Harris 13, Barton 17, Arthur 10, Murray 11

Italian Job: Gallinari DNP

Agli Atlanta Hawks basta un convincente primo tempo per battere i Dnever Nuggets sempre privi di Danilo Gallinari; Atlanta va negli spogliatoi sul 72-55 dopo aver toccato anche il +20 con quattro giocatori in doppia-cifra e il 54% dal campo.

Detroit Pistons – Los Angeles Lakers 121-102
DET: Morris 14, Leuer 20m Drummond 24 (17 rimb), Harris 19, Smith 10, Baynes 10
LAL: Ingram 15, Randle 17, Black 8 (10 rimb), Clarkson 12, Williams 17

Ai Detroit Pistons invece basta il 3° di quarto per battere i Lakrsc on un Andre Drummond da 24+17; intervallo con Detroit avanti 56-50, nel 3° periodo Drummond è incontenibile, ne firma 14 su 36 di squadra con 71% dal campo e 10 assist, dall’altra parte 20 punti col 33%, dal +6 al +22 (92-70) Pistons.

Milwaukee Bucks – Miami Heat 88-106
MIL: Antetkounmpo 22, Parker 14, Beasley 11
MIA: McGruder 10, Whiteside 23 (16 rimb), Ellington 17, Dragic 16, J.Johnson 20

Notte storia a Milwaukee per i Miami Heat che conquistano il 12° referto rosa consecutivo, prima volta nella storia aNBA che una squadra con record perdente taglia tale traguardo; Miami parte forte e alla prima sirena conduce sul 15-28, Milwaukee non riuscirà mai a stare in partita e a cavallo tra il 3° e 4° periodo un break personal di James Johnson di 7-0 porterà gli ospiti sul +20 (63-83).

Memphis Grizzlies – Phoenix Suns 110-91
MEM: Green 11 (10 rimb), Gasol 19, Allen 10, Conley 23, Douglas 11, Daniels 14
PHX: Booker 20, Chandler 5 (10 rimb), Bledsoe 16, Len 11, Knight 16

Memphis batte Phoenix con Mike Conley a guidare la squadra; Suns che stanno in partita tanto che sono sul -5 (51-46) ad inizio 3° quarto ma un break di 14-4 Grizzlies darà il +15 (65-50) a 5’18” dalla fine della frazione, Memphis non si girerà più e toccherà anche il +22.

New Orleans Pelicans – Utah Jazz 94-127
NOP: Jones 21, Davis 12 (10 rimb), Holiday 15, Moore 13, Frazier 11
UTA: Hayward 17, Favors 12, Gobert 10 (16 rimb), Hill 19, Exum 11, Burks 13, Johnson 27

Tutto facile per gli Utah Jazz sul campo dei Pelicans in un match comandato dall’inizio alla fine con Joe Johnson da 27 punti uscendo dalla panchina; New Orleans è ancora in vita alla fine del primo tempo sotto 53-61 ma nella seconda parte di gara realizzerà appena 41 punti contro i 65 degli avversari.

Minnesota Timberwolves – Toronto Raptors 112-109
MIN: Wiggins 31, Dieng 11, Rowns 29 (14 rimb), Muhammad 22
TOR: Carroll 19, Valanciunas 16, DeRozan 30, Lowry 20, Ross 11

Andrew Wiggins dice 31, Karl-Antony Towns 29+14 e Minnesota batte di misura i Toronto Raptors; partita che si decide negli ultimi 30”, DeRozan pareggia sul 107-107 e a 19” tripla che spacca la partita firmata Tyus Jones /5 punti per lui in 27’) per il 110-107 T-Wolves. Valanciunas va in lunetta per il -1, tocca a Wiggins che è glaciale per il nuovo +3 Minnie a 10”, ultimo tiro per Toronto ma Lowry non troverà il bersaglio.

New York Knicks – Los Angeles Clippers 115-119
NYK: Anthony 28, Porzingis 27, O’Quinn 18, Rose 20
LAC: Griffin 32, Jordan 28 (15 rimb), Redick 14, Rivers 7 (10 ass), Crawford 20

Partita surreale al Madison Square Garden con i Clippers escono nel finale del 4° periodo e battono i Knikcks guidati dal duo Griffin-Jordan; dopo 6’ di partita in campo tutto ok ma in tribuna Charles Oakley viene scortato fuori dalla sicurezza dopo un brusco diverbio con un tifoso, mentre uscirà dal campo urlerà a Phil Jackson che è tutta colpa di James Dolan.
New York entra nell’ultimo quarto avanti di 10 e tiene la leadership della partita fino a 98” dalla fine, sul 111-109 i Clippers escono con un parziale di 7-0 per il +5 (111-116) a 55”, Melo non molla e risponde con la tripla del -2 (114-116), segna Jordan, segna Porzingis e Clippers sempre sul +3 a 20”.
Fallo sistematico su Jordan e 0/2 preciso, quindi ultima chance Knicks ma Melo sbaglia la tripla del pareggio e a Porzingis non riesce a convertire il Tap-In, a Griffin basterà un libero per chiudere al contesa.

Golden State Warriors – Chicago Bulls 123-92
GSW: Durant 22 (10 rimb), Green 19, McGee 13, Thompson 28, Curry 13, Looney 10
CHI: Gibson 15, Lopez 17 (10 rimb), Grant 12, Rondo 12, Mirotic 10

Notte alla Golden State Warriors ad Oakland dove i padroni di casa massacrano i Bulls (privi di Butler e Wade) tirando col 55% dal campo e 37 assist a referto; partita già finita dopo la prima sirena sul 30-17.

Sacramento Kings – Boston Celtics 108-92
SAC: Tolliver 11, Collison 26, Koufos 6 (11 rimb), McLemore 17, Cauley-Stin 14, Barnes 14 (11 rimb)
BOS: Johnson 14, Horford 10, Thomas 26, Smart 10

DeMarcus Cousins sospeso (16 tecnici stagionali) e Sacramento si prende il lusso di battere con autorità i Boston Celtics dell’ex Isaiah Thomas; Boston parte bene e dopo i primi 12’ è avanti 19.28, poi solo Kings! Rimontano, prendono il comando e nel 4° scappano via con un parziale di 16-1 per il 96-79 a 5’ dalla fine!

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B