Teodosic come Bodiroga, NBA anche no!

Se c’è un giocatore che molti vorrebbero giocare un giorno in NBA quello è il Playmaker del CSKA Mosca Milos Teodosic (29 anni), il serbo da anni illumina i parquet europei e internazionali quando chiamato a vestire l’uniforme del suo paese ma questo desiderio rimarrà incompiuto.

La scorsa estate, dopo i Giochi di Rio dove la Serbia onorevolmente conquistò l’argento contro gli Stati Uniti, i rumors sul futuro di Teodosic impazzarono con i Memphis Grizzlies unica squadra veramente interessata ma non se ne fece nulla anche perché, diciamocelo, Teodosic non ha bisogno di andare in NBA; gioca in quella che quest’anno e complessivamente da anni è la corazzata europea da battere, in Eurolega sono i campioni in carica e sicuramente saranno protagonisti alle Final Four di Istanbul, l’Europa è il suo parco giochi perché appartiene a questo mondo e, come il grande Dejan Bodiroga, per quanto le doti per giocare in NBA ci siano tutte (testa permettendo) preferisce restare nel basket nobile e vincere che rischiare di fare la fine di altri colleghi (vedi Navarro) bruciandosi un anno nei PRO a prendere botte e giocare pochi minuti.

Come dargli dorto? A dir la verità solo un Playmaker europeo poteva andare in USA e dire la sua e quello era Sarunas Jasikevicius che dal 2005 al 2007 vestì le uniformi di Indiana Pacers e Golden State Warriors, ma pure “Jazzy Cabbages” (come lo soprannominava coach Don Nelson) malgrado prestazioni convincenti e qualche magia preferì tornare in Europa vestendo la maglia del Panathinaikos vincendo 2 anni dopo l’Eurolega.

Poi c’è l’aspetto contrattuale, al CSKA percepisce €2,5 milioni e sarà Free-Agent questa estate, tutti gli indizi portano ad un oneroso rinnovo di contratto con la franchigia russa, si vocifera il più oneroso della storia, in NBA si era parlato massimo di un pluriennale da $3 milioni l’anno.

Poco male perché se l’NBA non ha potuto godere del talento prima di Bodiroga e poi di Teodosic, tra un anno alla prima scelta assoluta del Draft 2018 potrà godersi quella che oggi è la chimera del basket del vecchio continente, quel Luka Doncic che a soli 17 anni sta facendo impazzire tutti gli amanti della palla a spicchi e scomodando paragoni molto pesanti del passato.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B