All Star Game 2017: Vince l’Ovest con Davis MVP!

All Star Game 2017 va alla Western Conference batte senza problemi l’East con prestazioni altisonanti, dai 41 di Russell Westbrook, passando per la Tripla-Doppia di Kevin Durant (4° di sempre) fino ai 52 punti del padrone Anthony Davis che entra nella storia con tanto di MVP!

ALL STAR GAME

Wester Conference – Eastern Conference 192-182
(48-53; 92-92; 144-139)

WEST: Durant 21 (10 rim, 10 ass), Leonard 4, Davis 52 (10 rimb), Curry 21, Harden 12, Westbrook 41, Green 2, Gasol 10 (10 rimb), Hayward 8, Thompson 12, Jordan 6, Cousins 2
All.Kerr

EAST: Butler 6, James 23, Amtetokounmpo 30, DeRozan 16, Irving 22, Millsap 5, George 12, Lowry 19, Thomas 20, Wall 12, Anthony 10, Walker 7
All.Stevens

MVP: Anthony Davis (WEST), 52 pt (26/35, 0/4 da 3), 10 rimb, 2 rec

Recap

La 66esima edizione dell’All Star Game finisce nelle mani della Western Conference di un superbo Anthony Davis che non solo si limita a vincere l’MVP ma entra nella storia, infatti i suoi 52 punti sono la miglior prestazione di sempre nell’All Star Game, battuti dopo 55 anni i 42 di Wilt Chamberlain! Russell Westbrook è stato protagonista con 41 punti, Tripla-Doppia per Kevin Durant.

Primo tempo da protocollo, Davis realizza il primo canestro di notevole fattura con un Long-Two in Fade-Away e il match prende il via, nelle file dell’East il giocatore più i palla è senza dubbio Giannis Antetokounmpo che addirittura si prende il lusso di scippare dal palleggio James Harden ed inchiodare la schiacciata del 1-14 Ovest dopo 4’ di gioco.
Momento più atteso l’entrata in campo di Russell Westbrook a metà del 1° quarto e subito regala un Alley-Oop per Anthony Davis, ma la giocata della partita arriva a 5’ dalla sirena del 1° quarto quando Westbrook gioca un Dai-E-Vai con Durant con l’ex OKC ad alzarla allo #0 come ai vecchi tempi, schiacciata che ha fatto impazzire l’arena e i giocatori della panchina dell’Ovest che addirittura festeggeranno come se fosse un matrimonio!

La partita è interessante e combattuta, LeBron James batte un colpo prima con una tripla da centrocampo e poi onorando Tracy McGrady con una remix a 1’59” dall’intervallo, al riposo lungo l’Ovest è avanti 97-92 con Davis già a quota 22 punti, squadre con entrambe il 58% dal campo con un complessivo di 19/59 da 3 punti.

Di torna in campo e, per fortuna, stavolta le squadre rispettano il copione tenendosi a bada, nel 3° quarto Antetokounmpo e Curry sono i protagonisti assoluti, in apertura Harden perde palla sempre scippato dal greco che va contropiede 1-Vs-1 in quanto Curry era rimasto nella sua metà campo, il PH dei Warriors non oppone resistenza anzi, si SDRAIA a terra consentenfo al talento dei Buck la schiacciata de -1 East (103-104)!
I due non hanno finito, a 4’ dalla fine del 3° quarto Antetokounmpo, su errore di Paul George dalla media, sbuca da nulla e posterizza il povero Curry con un super Tap-In che vale il -8 East (130-122).

Come detto prima partita equilibrata, si entra negli ultimi 12’ sul 144-139 per la Western Conference, il tutto fa presagire un finale in volata ma a metà del 4° arriva la svolta e la storia dell’All Stra Game, l’Ovest piazza un break di 10-3 e scappa sul 180-165 (massimo vantaggio), nel break sono ben 8 i punti di Anthony Davis con l’Alley-Oop assistito da Hayward a 5’45” che gli vale i punti 43 e 44 battendo finalmente il record di Wilt.
L’East subisce il colpo e non riuscirà più a rientrare, spettacolare Alley-Oop con palla appoggiata al tabellone di Curry sempre per Davis che chiude in reverse a 2’50” per il 185-73, il punto esclamativo del padrone di casa sulla partita. Per Anthony Davis 20 punti con 10/15 dal campo nell’ultimo quarto!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B