DeRozan 43 e Toronto vola, solito Westbrook!

DeMar DeRozan trascina i Raptors contro i Celtics con 43 punti a referto, Tripla-Doppia e successo per Russell Westbrook, torna a vincere Indiana, San Antonio passa a casa Clippers nel giorno del rientro di Chris Paul. Chicago vince sui Suns ma ringrazia Devin Booker.

REGULAR SEASON

Philadelphia 76ers – Washington Wizards 120-112
PHI: Covington 25 (11 rimb), Saric 20 (11 rimb), Okafor 11, henderson 20, McConnell 10, Holmes 12 (10 rimb), Stauskas 11
WAS: Morris 14, Gortat 11 (11 rimb), Beal 40, Wal 29 (14 ass)

Grande vittoria dei Philadelphia 76ers che senza Embiid batte con autorità i Washington Wizards con Dario Saric da 20+11 alla sua prima da titolare, non bastano i 40 punti di Bradley Beal; decisivo il 2° quarto dove i Sixers sono scappati via, frazione da 35-21 con 21 punti combinati da suo Covigton-Saric e un signor 68% dal campo contro il 38% degli avversari, al riposo lungo Phila avanti 61-49 per poi toccare anche il +22 nella ripresa.

Indiana Pacers – Memphis Grizzlies 102-92
IND: Young 10, Turner 12, Miles 17, Teague 10 (10 ass), Ellis 16, Allen 10 (10 rimb)
MEM: Gasol 12, Allen 11, Conley 10, Carter 11, Randolph 11, Daniels 13

Malgrado un Paul George da 9 punti (3/12 dal campo) gli Indiana Pacers tornano a vincere dopo 6 sconfitte consecutive battendo i Memphis Grizzlies; Indiana costruisce il suo successo nei periodo centrali entrando nell’ultima frazione avanti di 21 (89-58) dopo aver toccato per il +27.

Toronto Raptors – Boston Celtics 107-97
TOR: Ibaka 15, DeRozan 43, Joseph 11, Patterson 11
BOS: Crowder 19, Brown 13, Thomas 20, Smart 19

Scontro al vertice nella Eastern Conference con i Toronto Raptors (privi di Lowry) battono in rimonta Boston Celtics con DeMar DeRozan autore di 43 punti (15/28 dal campo con 12/12 dalla lunetta), bene i nuovi arrivati (Ibaka 15, Tucker 9); partita combattuta con gli ospiit che si impongono nel 1° tempo arrivando anche sul +16 (27-43) per poi chiudere sul +10 (45-55) al riposo lungo. Toronto cambia marcia nel secondo tempo ma i Celtics rimangono sempre davanti (74-77) alla fine del 3°, nel 4° la svolta decisiva.
DeRozan realizza 12 punti nell’ultimo periodo, Toronto tira col 57% dal campo e piazza un quarto da 33-20, decisivo il break di 7-0 a 3’51” dalla fine che ha portato i Raptors sul +4 (95-91).

Chicago Bulls – Phoenix Suns 128-121 OT
CHI: Butler 22, Lopez 19, Wade 23, Valentine 15, Mirotic 20
PHX: Warren 17, Chriss 17, Booker 27, Bledsoe 17 (10 ass), Williams 16

Jimmy Butler e Dwyane Wade combinano per 55 punti e Chicago batte all’overtime i Suns grazie a…Devin Booker; grazie ad un personale break di 5-0 a 48” dalla fine Jimmy Butler porta i Bulls sul 108-106 con 9” da giocare ma Wade commette ingenuamente fallo su Devin Booker su tiro da 3, mette i primi 2 ma sbaglia per fortuna di Chicago il 3°, overtime!
Nell’Extra-Time Chicago prende subito il largo (116-110) ma come sempre Butler-Wade tolgono le castagne dal fuoco, il fade-away del #21 e il Tap-On del #3 consentono a Chicago ti mantenere
il +5 a 2’20” dalla fine. Per Wade 10 punti su 23 finali nell’Overtime.

Milwaukee Bucks – Utah Jazz 95-109
MIL: Antetokounmpo 33 (12 rimb), Beasley 22
UTA: Haywad 29, Favors 19, Gobert 15 (16 rimb), Hill 19, Exum 12

Troppo Utah Jazz per i Milwaukee Bucks che cadono in casa sotto i colpi di Gordon Hayward & Co.; Utah prende subito le redini del match andando al riposo lungo sul 46-59 con 3 giocatori in doppia-cifra contro l solo Mike Beasley autore di 16 dei suoi 22 punti finali, i Jazz arriveranno anche sul +18 nella ripresa (83-101).

Oklahoma City Thunder – Los Angeles Lakers 110-93
OKC: Roberson 19, Adams 15 (10 rimb), Westbrook 17 (18 rimb, 17 ass), Abrines 19, Gibson 12
LAL: Ingram 11, Randle 13 (11 rimb), Russell 29, Zubac 11, Clarkson 14

Russell Westbrook ricomincia da dove aveva lasciato, Tripla-Doppia n° 28 in stagione (17+18+17) e vittoria Thunder sui Lakers; L.A sta in scia nei primi 24’ chiudendo il primo tempo sotto 58-51, nel 3° periodo OKC scappa via con le seconde linee, break di 12-3 chiuso con la bomba di Sabonis per il +19 (80-62) a 5’17” dalla sirena. Nel 3° quarto 0 punti per Russell ma 7 assist!

Minnesota Timberwolves – Dallas Mavericks 97-84
MIN: Wiggins 27, Towns 26 (18 rimb), Rubio 13 (14 ass), Jones 11
DAL: Barnes 20, Curry 31

Andrew Wiggins e Karl-Anthony Towns trascinano i T-Wolves al successo sui Mavericks in un match deciso nel finale; Dallas c’è, rimonta dal -17 ed è sul -2 (82-80) a 5’57” dalla conclusione Ricky Rubio apre e chiude il break di 8-0 Minnie per il +10 (90-80) a 3’25” che di fatto segnerà la partita, il parziale degli ultimi 5’30” sarà di 15-4 Timberwolves.

Atlanta Hawks – Miami Heat 90-108
ATL: Hardaway Jr. 11, Millsap 21, Bazemore 10
MIA: McGruder 13, Babbitt 12, Whiteside 2 (10 rimb), Waiters 14 (10 ass), Dragic 17, T.Johnson 23, Reed 12 (10 rimb)

Bella vittoria in trasferta per Miami che espugna Atlanta (Schroder sospeso) con Dion Waiters e i solito Tyler Johnson sugli scudi; Miami comanda tutta la partita, scappa via con un 2° quarto da 38-25 (Johnson 12) andando al riposo lungo sul +14 (49-63) e nel secondo tempo ucciderà il match arrivando pure sul +26!

Denver Nuggets – Brooklyn Nets 129-109
DEN: Gallinari 20, Harris 25, Plumlee 12 812 rimb), Chandler 24, Barton 11
BKN: LeVert 10, Hollis-Jefferson 15, Lopez 17, Booker 15, Whitehead 12

Italian Job: Gallinari 20 pt (5/7, 3/6, 1/2), 8 rimb (1 rimb), 1 perse in 24’

Tutto facile per i Denver Nuggets contro i Brooklyn Nets, Danilo Gallinari dice 20 e Mason Plumlee sfiora la Tripla-Doppia (12+12+8); Denver va al riposo lungo sul 54-53, nel 3° Danilo ne segna 10 su 37 di squadra con Brooklyn che finirà anche sotto di 32!

Los Angeles Clippers – San Antonio Spurs 97-105
LAC: Griffin 29, Jordan 14, Paul 17, Rivers 23
SAS: Leonard 21, Aldridge 15 (11 rimb), Dedmon 4 (12 rimb), Parker 17, Mills 14, Gaol 17 (11 rimb)

Torna Chris Paul (17 punti) nelle fila dei Clippers ma non basta contro gli Spurs di Kawhi Leonard; a 4’50” dal termine Clippers sotto di 2 possessi (86-92), San Antonio decide che è il momento, Leonard schiaccia dando vita al decisivo parziale di 6-0 Spurs per il +12 (86-98) a 2’59” sul cronometro.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Michael Philips

    certo che questa storia tra shaq e javalee poteva finire lì ma se prima durant e poi kerr rilanciano allora…

  • sconocchini

    ma avete visto il video di b/r in cui spiegano le stat gonfiate di wesbrook? soprattutto nei rimbalzi è scandaloso come a ogni tiro libero i lunghi di okc taglino fuori allontanandosi da canestro per permettere a wesbrook di prendere l’eventuale rimbalzo.

    su javale/o neal, la cosa peggiore è l’intervento di durant che cerca di attaccare o’neal dicendo che era scarso e non aveva fondamentali, solo fisico. non diciamo cazzate, shaq coi piedi era un ballerino.

  • sconocchini

    e ripeto, a mente fredda la trade per noel è inguardbile. uno come noel avrebbe fatto comodo a mezza nba e valeva una pick al primo giro del 2017, almeno.

  • sconocchini

    tipo ai lakers insieme a randle lo vedevo benissimo.

  • Max

    Certo che la crescita esponeziale di Towns a Minnesota è clamorosa..questo se continua cosi’ dominerà la Nba insieme a Davis!

  • mad-mel

    Si parla poco di hayward, forse perchè bianco e forse perchè gioca a Utah. Ma il ragazzo sta facendo una stagione con i controcazzi e il record di utah è ottimo.

  • Michael Philips

    Io lo dico da dicembre. Mi è bastato vedere 3-4 gare dei thunder per notare che l’intero team sta pesantemente aiutando westbrook a tenere certe medie. La cosa assurda è che quando non gli lasciano i rimbalzi li va a strappare all’adams o roberson di turno, una roba folle.

    Ma stessa cosa succede spesso anche nei rockets. Harden non è che da quest’anno si è messo a lottare a rimbalzo eh, ma se noti sia capela che nene si spostano lasciando tutto a lui, e anzi partono subito in attacco come farebbe una guardia o un’ala piccola.

    Kidd ha messo a referto più di 100 triple doppie, ma non così. Stessa cosa Magic o James che di certo non va a rubare rimbalzi a tristan o a love, che poi sono due dei migliori nel settore.

  • ILTG6

    Il problema è che scade e per pareggiare serviranno sui 20mln.
    Tutti sapevano che i Sixers non avrebbero potuto rifirmarlo causa Joele quindi le offerte saranno state tutte su quel livello.
    Doveva essere ceduto prima.
    Secondo me gran colpo Mavs, i Sixers sperano che Anderson diventi una specie di Crowder-Aminu

  • sconocchini

    non difende, ed è ancora troppo acerbo nelle rezioni. continue lamentele con gli arbitri, e nei momenti decisivi la palla va a wiggins. è un mostro di tecnica, questo non si discute, ma deve ancora dimostrare molto. il paragone con duncan non regge secondo me. al momento meglio cousins ed anthony davis.

  • michele

    beh cousins e davis sono nella lega da ben piu’ tempo, KAT è ancora un sophomore. certo che per adesso quei due non hanno spostato tanto in carriera, aldila’ delle statistiche roboanti.

  • michele

    beh è un all star conclamato e si sa che Boston ha un debole per lui…:)