Westbrook Tripla-Doppia da Oscar, Clips in volata

È la notte degli Oscar e Russell Westbrook piazza una superba Tripla-Doppia da 40 punti contro New Orleans, Jaylen Brown salva i Celtics, Clippers che fatica contro gli Hornets, bene Spurs, Bucks e Toronto in rimonta.

REGULAR SEASON

Los Angeles Lakers – San Antonio Spurs 98-119
LAL: Ingram 22, Randle 6 (12 rimb), Russell 18, Clarkson 19
SAS: Leonard 25, Aldridge 16, Dedmon 11, Gasol 15

Allo Staples Center bastano i primi 12’ ai San Antonio Spurs per archiviare la pratica Lakers con Kawhi Leonard da 25 punti in 25’; pronti via e la partita di San Antonio è già in discesa sul 20-36 con un Kawhi scatenato da 16 punti e un 57% complessivo per gli Spurs che poi toccheranno anche il +28.

Milwaukee Bucks – Phoenix Suns 100-96
MIL: Antetokounmpo 28, Snell 13, Monroe 14, Brogdon 15, Beasley 17
PHX: Warren 23, Booker 15, Bledsoe 11, Williams 17 (15 rimb)

Giannis Antetokounmpo trascina i Bucks al successo sui Suns anche se è stato Tony Snell l’eroe; a 45” dalla fine Chriss porta a casa un gioco da 3 punti per il -1 Suns (97-96), Middleton sbaglia da 3 e Phoenix ha la ghiotta chance di portarsi avanti ma Chriss commette un sanguinoso 0/2 dalla lunetta a 30”, i Bucks stavolta non perdonano e Snell spara la bomba del +4 finale a 8”.

Denver Nuggets – Memphis Grizzlies 98-105
DEN: Gallinari 24, Chandler 14, Jokic 10 (11 rimb), Harris 19, Nelson 12, Murray 11
MEM: Gasol 23, Green 9 (10 rimb), Conley 31, Randolph 20

Italian Job: Gallinari 24 pt (4/9, 2/7, 10/11), 4 rimb, 1 ass, 1 persa, 2 rec in 34’

I Memphis Grizzlies e Mike Conley escono nell’ultimo quarto e battono i Nuggets di Danilo Gallinari; le squadre entrano nell’ultimo periodo sul 68-68, Conley realizza 13 dei suoi 31 punti negli ultimi 12’ compresa la tripla spezza gambe a 4’21” dalla fine per il +8 Grizzlies (79-87).

Washington Wizards – Utah Jazz 92-107
WAS: Beal 22, Wall 23 (11 ass), Bogdanovic 15
UTA: Hayward 30, Favors 10, Gobert 15 (20 rimb), Hood 11, Hill 21

Vittoria d’autorità degli Utah Jazz che espugnano la capitale grazie ai 30 di Gordon Hayward; Utah va all’intervallo sul +10 (49-39) e nei primi 7’ della ripresa piazza un break di 21-7 scappando sul +24 (46-70) per non non girarsi più.

Toronto Raptors – Portland Trail Blazers 112-106
TOR: Ibaka 18 (10 rimb), Valanciunas 15, DeRozan 33, Joseph 14, Wright 11
POR: Harkless 18, McCollum 17, Lillard 28, Aminu 13

Bella vittoria in rimonta dei Toronto Raptors (sempre privi di Lowry) che dal -12 battono i Trail Blazers col solito DeMar DeRozan; a 4’41” dalla fine Portland insegue sul -2 (98-96) con Nurkic che sbaglia il libero del potenziale -1, si accende Serge Ibaka realizzando 4 punti nel break di 9-2 Toronto chiuso con un gioco da 3 punti di Corey Jospeh per il 107-98 a 2’41”.

Detroit Pistons – Boston Celtics 98-104
DET: Morris 16 (10 rimb), Leuer 10, Drummond 17 (15 rimb), Caldwell-Pope 18, Jackson 17
BOS: Crowder 14 (11 rimb), Brown 13, Thomas 33, Smart 14, Rozier 13

Boston vince a Detroit in volata con 33 punti di Isaiah Thomas ma è Jaylen Brown l’eroe del match; Thomas stavolta si limita a solo 8 punti nel 4°, la partita è combattuta e si arriva alla volata finale sul 96-95 Pistons a 1’45 dalla sirena finale. I Pistons sprecano una buona occasione con Jackson a 55”, sul capovolgimento di fronte Horford serve Brown il quale da 3 spara l(con fallo) a bomba del sorpasso Celtics (96-98) a 37” dalla conclusione! Il Rookie di Boston sbaglia il libero supplementare ma ecco Marcus Smart scippare il rimbalzo offensivo e poi mettere 2/2 dalla lunetta a 37” per il +4 finale.

Oklahoma City Thunder – New Orleans Pelicans 118-110
OKC: Adams 13 (10 rimb), Abrines 13, Westbrook 41 (11 rimb, 11 ass), Kanter 20
NOP: Davis 38, Cousins 31 (10 rimb), Moore 10

Spettacolare notte di Russell Westbrook che firma la Tripla-Doppia n° 29 in stagione (7^ con 40+ punti a referto in carriera) e trascina OKC al successo contro i Pelicans di Davis-Cousins; fino a 2’47” dal termine abbiamo una partita sul +1 Thunder (107-106) poi va in in scena il “Russ Show”, Westbrook realizza tutti gli ultimi 11 punti dei suoi (21 per lui nel 4°), break di 11-3 Thunder e vittoria. Da sottolineare il capolavoro di Cousins che dopo soli 32” dall’inizio della partita riesce a farsi fischiare un fallo tecnico, essendo già oltre il limite salterà la prossima partita.

Los Angeles Clippers – Charlotte Hornets 124-121 OT
LAC: Griffin 43 (10 rimb), Jordan 20 (19 rimb), Redick 22, Paul 15 (17 ass)
CHA: Kaminsky 16, Batum 31, Walker 34, Lamb 19

Italian Job: Belinelli 5 pt (1/1, 1/3 da 3), 2 rimb, 1 persa in 14’

Ci sono voluti 43 punti di Blake Griffin e un tempo supplementare ai Clippers per battere di misura i Charlotte Hornets; Clippers che dominano nel 1° tempo toccando anche il +17 ma Charlotte non molla e negli ultimi 36” Kemb Walker da solo riagguanta la partita! Prima con la tripla del -2 (113-111) e poi, dopo un errore di Paul, conquista e realizza i 2 liberi del 113-113 a 11”, ultima chance per i padroni di casa ma CP3 mancherà il bersaglio.
Overtime combattuto e deciso negli ultimi 30”, Griffin fa 1/2 dalla lunetta a 20” per il +1 Clippers (121-120), Walker perde una sanguinosa palla e sul capovolgimento di fronte arriva la giocata chiave, sbaglia Paul ma a 3” arriva il Tap-In vincente di DeAndre Jordan per il +3 Clippers! Nel finale Walker va in lunetta ma sul secondo libero, sbagliato apposta, Griffin catturerà il rimbalzo.

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Barone birra

    Il giorno dopo la notte degli academy awards è sempre tutto da oscar ehh ehh. Incredibile ennesima performance di brodie che ne fa 21nel solo ultimo quarto e posterizza il mio idolo dmc. Non parlerò dell’arrivo di bogut va i cavi è inutile ;quello che sta facendo LeBron è il motivo principale per il quale non lo stimo più è inutile ritornarci sopra, meglio parlare dei 17 assist Senza To di cp3 magistrale il modo con cui amministra il gioco

  • In Your Wais

    Non mi frega niente che i compagni si spostino per fargli prendere i rimbalzi, o se le sue statistiche sono in qualche modo gonfiate. Quell’uomo è posseduto dal Maligno, e se vagamente ti piace il basket, non si può non ammirare

  • Nel momento in cui Kevin Durant decide di andare ad aiutare i Warriors a risorgere dopo anni di sventure, tu devi rispondere; Cleveland quest’anno non ha MAI giocato col roster completo che aveva delle falle si da ottobre, Korver è stato un acquisto in extremis ma il PG e il C erano i target del mercato estivo 2016, J.R ha bloccato tutto.
    Non capisco lo sgomento e poi, come dice il mio amico Zeno Pisani, se sei forte ti basta aspettare e infatti…

  • In Your Wais

    Boh, certo pure te che gli rispondi…ma ignorarlo e basta, in modo che ad una certa si levi dai coglioni da solo?

  • misterwolf

    speriamo nella risalita dei thunder perche RW merita un riconoscimento

  • Michael Philips

    Ma infatti la “critica” è ad un modo di gonfiare le sue stats, ma Westbrook sono anni che fa prestazioni super a prescindere dai compagni. Nessuno critica il giocatore o mette in dubbio il suo valore.

  • Michael Philips

    Il problema dei Pelicans è che quelli sono pure forti ma sono in due, e usando il “trattamento Kevin Love” si tratta di due dei più grandi re del losing effort attivi nella lega.

  • Barone birra

    Nessuno sgomento Cleveland ha tutto il diritto di riinforzarsi magari la forma con cui LeBron in Primis chiede suddetti rinforzi che lascia perplessi. Magari a questo punto ammettere che warriors e cavs partono alla par con i cavs che vista la facilità con cui arriveranno in finale vista la conferenza partono anche un filino avanti sarebbe solo onestà intellettuale.

  • Barone birra

    Va a giocare fa parlare le persone adulte

  • Barone birra

    Nessuno tranne te che settimana scorsa hai fatto un pistolotto proprio per lamentarti del fatto che tutti giocano per fargli fare triple doppie.

  • Barone birra

    Se fa la tripla doppia di media con record di triple doppie stagionali annesso si convincerà la maggior parte dei critici. Per me è l’unico mvp con quello che sta fave trascinare bbe anche i nets ai play offs

  • Cleveland è da vedere al completo per giudicarla

  • michele

    Dopo le critiche dell’altro giorno, Jaylen Brown ha pensato bene di rispondere a MP con il primo go-ahead bucket nell’ultimo minuto di gioco della sua giovane carriera (tripla + fallo)…la maledizione del sito colpisce ancora eheheheh

  • michele

    hai detto due verità sacrosante, FMB: il rinnovo di JR ha intasato tutto e per avere rinforzi bisognava aspettare i saldi di fine stagione, ecco fatto ( e in mezzo pure la trade KOrver, altro capolavoro). Cose ovvie che anche chi chiedeva insistentemente rinforzi avrebbe dovuto sapere.

  • Michael Philips

    Consapevole del mio inutile potere, l’ho fatto per voi verdi.
    Ringrazia!

  • michele

    beh i pelicans hanno bisogno di tanto tempo, comunque questa prima settimana di Boogie tra sconfitte, sontuosi losing effort, tecnici e poster subito da RW è da incubo.

  • michele

    sei tu quello che su facebook ha coniato la “Lebron Luxury Rule” ( o Lebron Luxury Exception) ?

  • michele

    sta già perdendo i capelli, il buon Luke: gli sta spuntando in testa una chierica non indifferente. Di questo passo dovrà ricorrere al metodo Conte eheheh

  • Hanamichi Sakuragi

    agghiaggiande signori…
    agghiaggiande!!

  • misterwolf

    spero tu abbia ragione ma il record di squadra è molto importante per dare l’mvp

  • michele

    si ma dire che prende qualche rimbalzo di troppo grazie ai compagni non significa svalutarlo, quei rimbalzi quando si tratta si far ripartire l’azione sono davvero l’aspetto meno rilevante del suo gioco.

  • Michael Philips

    Blake Griffin non è più lo showman di un tempo, ma ha lavorato come un matto sui fondamentali così da campare bene anche senza schiacciare in testa a chiunque:

    2011-12) 20.7 ppg e 2.9 schiacciate a sera. 52% ai liberi.
    2016-17) 22.3 ppg e 1.1 schiacciate a sera. 75% ai liberi.

    Penso a queste stats e mi viene in mente che mostro sarebbe potuto essere Howard con un minimo di impegno.

  • michele

    ti ho risposto nell’altra pagina su gasol, hana

  • Michael Philips

    Che poi quella è una cosa che ho notato “solo io” eh:
    https://uploads.disquscdn.com/images/3f7a4e0ec4d1b784f96355baa121996f1c82b1b02510f9e3505b49dc726bcad9.jpg

    Io sono lo stesso che lo ha quasi sempre difeso quando qua dentro lo si chiamava cancro dei thunder e cose simili e sono lo stesso che già l’anno scorso, quando non aveva il team “a disposizione”, disse che già allora westbrook era superiore a lebron in quanto a capacità di piazzare triple doppie e al contempo che Lebron era sopravvalutato in questo aspetto.

    Lo ripeto ancora: Pound per pound westbrook è il migliore “tripla-doppista” che abbia mai visto, perché i suoi rivali (magic, lebron, bird) sono tutti alti almeno 10-15 cm in più e quando si tratta di rimbalzi questo dettaglio conta. Solo Kidd può far valere le sue oltre 100 triple doppie pur contando su 193cm e un atletismo lontano da westbrook.

  • Barone birra

    Infatti io spero che questa volta arrivino entrambe al massimo della forma e senza infortuni. E che vinca il migliore

  • Barone birra

    No non sono io.ma vorrei averlo fatto. Lol

  • Barone birra

    Purtroppo è vero ma più di quello che sta facendo è difficile da fare. Godiamoci comunque questa annata da fenomeno

  • Barone birra

    E con il 18 esimo tecnico salta anche la prossima partita. Idolo indiscusso .magari la prossima partita la vincono. Sai che spasso

  • sconocchini

    Michele ma davvero pensi che lebron abbia fatto quella scenata a caso? non è che nella scelta di deron williams c’entra anche la consapevolezza di essere stato “espressamente e pubblicamente richiesto”? è vero, i cavs hanno il payroll più alto di sempre. ma sai benissimo che lebron con la sua presenza e tutta la manfrina del ritorno a casa fa guadagnare ai cavs (e alla nike e a mezzo milione di altri) quantità di soldi spaventose. quindi delle due l’una: o lebron ha volutamente fatto quel pezzo per favorire griffin (infatti era chiaro che non avrebbero potuto prendere nessuno via trade e bisognava aspettare i waived, dove conta solo la volontà del diretto interessato) oppure ha sbroccato perché non voleva che a gilbert spiuntasse il braccino. in entrambi i casi, e visto il risultato con le ottime acquisizioni, ha fatto bene. difficilmente si può sostenere che ha arrecato un danno alla squadra.

  • Gattoneoneone

    Intanto non vorrei che a Washington il periodo d’oro tra gennaio e febbraio abbia un attimino offuscato la mente alla dirigenza durante l’All Star Break. Nel senso, considerando per cosa i Kings hanno dato via Cousins e considerando che Wall la menava da mesi sta cosa di giocare col Cugino, Washington qualcosa lo avrebbe potuto offrire, ma secondo me è stata frenata appunto da tutte le vittorie fatte a gennaio e dalla partita coi Cavs. Come se la dirigenza avesse pensato “Bè ma siamo forti così, puntelliamo la panchina (Bogdanovic) e ce la giochiamo con tutti, non serve rovinare il giocattolino per prendere una testa calda”.
    Speriamo avessero ragione, anche se nutro qualche dubbio…

  • Doctor J

    In realtà secondo me il Cugino è destinato a vestire maglia wizard una volta che diventerà free agent. Washington non potrà ambire nei prossimi anni a nulla più che una finale di conference perché finché ci sarà LeBron l’est sarà roba sua. Però quando alla fine della prossima stagione Cousins andrà in scadenza, secondo me la grande amicizia ed il grande rispetto che c’è tra lui e Wall lo porterà ad andare nella capitale ed allora si che i wizards potranno davvero ambire a qualcosa in più di una finale di conference.

  • misterwolf

    speriamo

  • Gattoneoneone

    Mah, lo spero ma non ci credo molto. Anche perché la scorsa estate hanno rinnovato Beal, questa c’è da rinnovare Porter.. La fortuna è che Wall scade solo tra 2 anni e a quel contratto è quasi un furto (prende come Mahinmi, per dire). Mahinmi che ha firmato un bel 16*4 in estate quindi andrebbe spedito a quel paese..

  • brazzz

    troppo idiota per imparare qualcosa..

  • Michael Philips

    O quello o una totale mancanza di impegno.
    Delle due l’una, ma comunque male male direi.

  • Michael Philips

    Lo ripeto, se i cavs prendono anche deron e bogut, dopo korver e williams, allora a rigor di logica tutti quelli che hanno ripetuto fino alla nausea che lebron è il vero gm dei cavs e che decide tutto lui, dovrebbero ammettere che anche come GM è un mostro.

    Io continuo a dare il merito a griffin.

  • michele

    Non mi pare che nessuno accusi James di aver arrecato danni. Io ho tirato fuori il payroll per dire che i cavs non hanno margini di manovra,quindi era logico aspettassero i buyout di fine stagione per rinforzarsi: ergo, chiedere a gran voce rinforzi lasciava il tempo che trova se sai che gli spazi di manovra sono risicati. Già la trade Korver è stato un mezzo miracolo. Non vedo cosa c’entri il braccino di GIlbert ( che già spende piu’ di tutti i proprietari), è evidente che se deron e bogut vanno a cleveland non sarà tanto per l’ingaggio, quanto per la concreta possibilità di vincere un titolo ( soprattutto d-will)seppur da comprimario, come capitato ad esempio a Payton nel 2006 o a Cassell nel 2008. Insomma, mica ci sarà un asta, non è un discorso economico.

  • michele

    I Cavs sono un organizzazione-cerbero a tre teste ( Gilbert-Griffin-James), i risultati sono arrivati e in abbondanza con un storico titolo, quindi sono tutti promossi a pieni voti.

  • gasp

    Però non è un giocatore che sposta… non è un franchise player, gli manca il classico centesimo

  • michele

    i maghi hanno fatto un mese e mezzo a tutta birra, adesso hanno un po’ di fiatone, mi sembra comprensibile. su DMC la penso come il doc.

  • Hanamichi Sakuragi

    Infatti il merito è dei gm che si rafforza grazie alla presenza di lebron

  • Michael Philips

    ma molti non dicevano questo eh…dicevano che faceva tutto lebron, dal mercato fino al licenziamento di blatt. Fosse vero, il ragazzo non ha sbagliato un colpo. Ma la realtà è che griffin è un ottimo gm. Meno male perché invece gilbert pare proprio un buzzurro.

  • sconocchini

    si si hanno il payroll più alto della storia, ma nel giro di 3 anni il valore della franchigia è tipo decuplicato. volevo solo dire che “james non si deve lamentare perché gilbert spende già tantissimo” non ha senso. james è lì per vincere. come ho già detto, quello dell’anno scorso è stato un mezzo miracolo, i cavs erano più scarsi ma i warriors erano ammaccati. quest’anno potrebbero arrivare in carrozza quindi mi pare logico che james, a 32 anni, chieda a gilbert di fare tutto il possibile per rendere la squadra paragonabile ai dubs. tu credi davvero che i grandi del passato non chidevano rinforzi perché erano super maschi che non avevano bisogno di niente? non li chiedevano perché all’epoca i giocatori non avevano il potere che ha james e non potevano permetterselo. lui fa diventare una contender una squadra da solo e da sempre ha manie di potere. può dare fastidio, lo capisco, ma personalmente mi fa piacere. sono contento se i giocatori hanno potere, qualunque sia il loro nome. stiamo parlando di atleti che guadagnano una fortuna ma generano introidi decine di volte superiori ai loro ingaggi. lo spettacolo lo fanno loro, quindi giusto che abbiano voce in capitolo.

  • mad-mel

    A prescindere che siano i cavs..la lega deve mettere a posto questa anomalia di regolamento sul mercato…
    Nn può una franchigia prendere giocatori che in preseason nn può permettersi minimamente di prendere…
    Va a farsi un po a benedire il senso del cap

  • shaq4ever

    è possibile solo quando una squadra taglia un giocatore.. cioè paga comunque il contratto a un giocatore pur senza poterlo usare. in linea di massima sono sempre bidoni, solo in alcuni casi limite sono giocatori decenti. ma d’altronde parliamo pur sempre di giocatori talmente non voluti che le squadre preferiscono leverseli di torno (e manco gratis!)

    semmai la cosa spiacevole sarebbe se gsw si riprendesse bogut.. praticamente ti riprendi lo stesso giocatore che hai ceduto/tagliato perché non te lo potevi permettere. la lega ha già messo la regola che non puoi riprenderti il giocatore che tu hai tagliato, ma qui essendoci dallas di mezzo, diventa possibile

  • michele

    scusami sconochini, ma secondo me non hai ben capito cosa sia il salary cap. non è che se una squadra vince e decuplica il suo valore, vanta la possibilità di fare spese aggiuntive a suo piacimento. Non siamo nel calcio in cui lo sceicco del Psg volendo potrebbe acquistare Messi per 300 milioni. in NBA c’è un sistema di pesi e contrappesi tra i vari owner, che operano in condizioni ceteris paribus, come si dice in economia politica, ossia di perfetta parità. Poi c’è chi, come Gilbert, puo’ decidere di spendere un po’ piu ‘ degli altri ( entro i limiti stabiliti dal cap, con la luxury tax etc) e lui lo ha fatto in abbondanza con contrattoni elargiti pure a TT e JR oltre che ai big. Coi 5 titolari che si prendono ingaggi stratosferici non c’è molto altro spazio, quindi ecco la genialata di Korver e l’attesa per i saldi di fine stagione, con Bogut e Dwill. Ora, Lebron è troppo intelligente e sa meglio di me tutte queste cose, quindi quello sbrocco del “fucking play” se lo poteva risparmiare a mio avviso, perchè era evidente che un bravo dirigente come Griffin avrebbe aspettato l’unica finestra possibile. Poi liberi i tifosi cavs di difenderlo, come sono liberi i tifosi delle altre squadre di ironizzare sul teatrino messo in scena.

  • Michael Philips

    è da vedere se Bogut vuole tornare ai Warriors.

  • mad-mel

    bogut penso sia cavs ufficiale

  • Michael Philips

    “Andrew Bogut is expected to hold talks with Cleveland, San Antonio,
    Houston and Boston before choosing his next team, league sources say.”