Sollievo Warriors: Durant OUT 4 settimane!

Sono state ore di alta tensione nella baia dopo l’infortunio ce ha colpito ieri notte Kevin Durant (28 anni) nella trasferta poi persa contro i Washington Wizards, oggi c’è stata l’attesa radiografia e il risultato ha fatto tirare un sospiro di sollievo ai tifosi giallo-blu, la stagione NON è finita per l’ex Thunder!

Notte sfortunata per KD, dopo appena 93″ di partita viene accidentalmente colpito da Zaza Pachulia (33 anni) che a sua volta era stato colpito da Marcin Gortat (33 anni) in una lotta a rimbalzo (🎥); Durant ha subito lasciato l campo senza fare ritorno, all’inizio si pensava ad una iper.estensione del ginocchio sinistro, la radiografie di oggi invece hanno decretato MCL di 2° grado ossia distorsione di 2° grado al collaterale mediale.

I tempi di recupero sono stati stimati attorno alle 4 settimane con poi ulteriore valutazione della situazione, oggi i Warriors sono al 1° posto della Western Conference con 40-10 e +4.0 gare di vantaggio sui San Antonio Surs. Per correre subito ai ripari i Warriors hanno ingaggiato il veterano Matt Barnes (36 anni).

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • ILTG6

    Dispiace per KD, in generale per lo spettacolo ma personalmente non per gli Warriors.

    Ovviamente questo è un danno per Golden State però penso reggeranno bene la sua assenza, anche nella scorsa regular season giocarono parecchie senza Barnes. Nella notte hanno quasi vinto a Washington rimontando uno svantaggio di 16 punti senza Durant.
    Il trio Curry-Thompson- Green è comunque da Elite della lega indipendentemente da KD. Con il 35 hanno potuto “non giocare” 2/3 quarti a partita vincendo.

  • michele

    “Sollievo” fino a un certo punto, si sapeva che non si era rotto il crociato. Un mese di stop minimo e poi una revisione del ginocchio significa che i tempi sono molto stretti, bisognerà poi vedere in che condizioni sarà al rientro. Golden State ha comunque un buon vantaggio da amministrare sugli Spurs, potranno permettersi anche di perdere qualche partita e penso che eviteranno di spremersi troppo.