Boston di misura su Cleveland, super Leonard!

Boston vince in volata una pazzesca partita contro Cleveland, Kawhi Leonard batte da solo Indiana, grandi vittorie esterne per Washington, Denver e Minnesota, Houston facile ad L.A contro i Clippers, Anthony Davis vince col 100% dal campo.

REGULAR SEASON

Orlando Magic – New York Knicks 90-101
ORL: Gordon 10, Vucevic 14 (10 rimb), Fournier 22, Augustin 15, Green 11
NYK: Thomas 11, Anthony 17, Porzingis 20, Rose 19, Holiday 14

Buona vittoria dei New York Knicks ad Orlando grazie a dun ottimo 2° tempo difensivo; NY chiude il primo tempo avanti 51-60 e nella ripresa concederà appena 39 punti ai padroni di casa andando anche a toccare il +16.

Toronto Raptors – Washington Wizards 96-105
TOR: Ibaka 22 (12 rimb), Valanciunas 7, DeRozan 24, Joseph 11, Poetle 17
WAS: Morris 13, Gortat 12, Beal 23, Wall 12 (13 ass), Bogdanovic 27

Grande vittoria esterna per i Washington Wizards che si prendono la briga di battere i Raptors col solito John Wall (12+13) am anche con un Bojan Bogdanovic da 27 punti uscendo dalla panchina; partita aperta in due dal 2° quarto dei capitolini, 38-20 il parziale col 65% dal campo e Bogdanovic autore di 16 dei suoi 27 punti finali, al riposo lungo Wizards avanti di 16 (46-62). Toronto non rietrerà in partita finendo sotto anche di 24.

Atlanta Hawks – Dallas Mavericks 100-95
ATL: Millsap 18 (10 ass), Howard 14 (12 rimb), Bazemore 15, Schroder 17, Hardaway Jr. 10, Ilyasova 18
DAL: Barnes 25, Nowitzki 11 (10 rimb), Curry 21, Ferrell 11

Vittoria al foto-finish per gli Atlanta Hawks che battono i Mavericks negli ultimi 55” di partita; Dalla avanti 94-95 a 55” dopo 2 liberi di Curry, Millsap risponde subito per il contro-sorpasso Hawks (96-95) e Dallas sparirà dal campo! Atlanta chiuderà la partita con un break di 6-0 chiuso con una schiacciata di Bazemore a 7” per il 100-95 finale, per i Mavs sanguinosa la persa di Harris a 10” sul -3.

Miami Heat – Philadelphia 76ers 125-98
MIA: Whiteside 15 (11 rimb), Waiters 15, Dragic 15, J.Johnson 14, T.Johnson 24, Ellington 18
PHI: Covington 19, Saric 10, McConnell 14, Holmes 15, Rodriguez 10

Tutto facile per i Miami Heat contro i Sixers che dovranno giocare il resto della stagione senza Joel Embiid; match già chiuso dopo i primi 24’ sul +20 Heat (64-44) con 3 giocatori in doppia-cifra e il 59% dal campo.

Milwaukee Bucks – Denver Nuggets 98-110
MIL: Antetokounmpo 15, Brogdon 17, Dellavedova 15, Monroe 11, Middleton 21
DEN: Gallinari 22, Chandler 13, Jokic 13 (14 rimb, 10 ass), Harris 14, Murray 10, Barton 13

Italian Job: Gallinari 22 pt (4/6, 2/5, 8/8), 5 rimb, 1 ass, 2 perse, 1 rec, 1 stop in 33’

Ancora una volta l’asse Gallinari.Jokic trascina i Nuggets al successo, battuti i Bucks a Milwaukee con 22 del gallo e la 4^ Tripla-Doppia stagionale del serbo; Denver chiude subito la pratica Bucks nei primi 12’, alla prima sirena il punteggio recita 15-32 Nuggets con 11 punti di Danilo, 59% dal campo e 10 assist di squadra, Milwaukee non c’è proprio e addirittura finirà sotto di 31 durante la partita.

New Orleans Pelicans – Detroit Pistons 109-86
NOP: Cunningham 16, Davis 33 (14 rimb), Holiday 22, Ajinca 10, Moore 11
DET: Morris 11, Leuer 22, Drummond 13 (17 rimb), Harris 15

DeMarcus Cousins sospeso e quindi Anthony Davis si carica sulle spalle i Pelicans registrando una prestazione perfetta da 33 punti con 11/11 dal campo; stavolta è il 4° periodo che fa la differenza, le squadre entrano sul 78-70 New Orleans che scapperà via, Cunningham realizza 10 punti su 31 di squadra contro i 16 di Detroit che tirerà 8/21 dal campo.

Boston Celtics – Cleveland Cavaliers 103-99
BOS: Crowder 17 (10 rimb), Horford 9 (10 rimb, 10 ass), Bradley 11, Thomas 31, Olynyk 10
CLE: James 28 (13 rimb, 10 ass), Irving 28, Derrick Williams 13

Partita di livello Playoffs a Boston tra Celtics e Cavaliers dove non è bastata la Tripla-Doppia di LeBron James (28+12+10) a i Cavs per battere il solito Isaiah Thomas dell’ultimo quartO, si entra nell’ultimo periodo sul 74-71 Boston, il match è punto-a-punto tanto che a 38” dalla fine Irving pareggia sul 99-99! Palla ad Isaia che scippa un fallo andando in lunetta, 2/2 per il #4 Celtics e palla a Cleveland, Irving va per il pareggio, sbaglia ma c’è il rimbalzo del solito Thompson, palla a LeBron che pesca un solo Deron Williams nell’angolo da 3 ma la tripla del nuovo arrivato non andrà a segno a 5” dalla sirena, Crowder metterà la parola fine con 2 liberi.

San Antonio Spurs – Indiana Pacers 100-99
SAS: Leonard 31 (10 rimb), Gasol 18, Lee 18
IND: George 22, Turner 16, Miles 19, Ellis 11

A San Antonio Kawhi Leonard batte da solo gli Indiana Pacers con una prodezza all’ultimo respiro; a 95” dalla conclusione Turner porta avanti i Pacers sul 98-99 e poi il delirio, non segna più nessuno con Indiana che si mangerà clamorosamente la partita a 9” quando, dopo un recupero, Monta Ellis commette 0/2 dalla lunetta, Leonard sente l’odore del sangue e a 2” spara uno stupendo Fade-Away in testa a George per il sorpasso Spurs (100-99)! George ci proverà sulla sirena ma niente da fare.

Utah Jazz – Minnesota Timberwolves 80-107
UTA: Hayward 13, Favors 10 (12 rimb), Exum 15
MIN: Wiggins 20, Towns 21 (15 rimb), Rubio 11, Bjelica 13 (11 rimb), Muhammad 18

Grande vittoria di personalità dei Minnesota Timberwolves che vincono ad Utah sempre guidati dal duo dei “Ragazzi Terribili” Wiggins-Towns; partita dominata dall’inizio alla fine per gli ospiti che nei periodo centrali rifilano 60 punti ai Jazz limitandoli a soli 37, alla sirena del 3° quarto T-Wolves avanti 53-81!

Los Angeles Clippers – Houston Rockets 103-122
LAC: Mbah a Moute 13, Griffin 17, Jordan 10, Paul 16 (11 ass), Rivers 16, Felton 12
HOU: Anderson 23, Capela 14 (12 rimb), Beverley 14 (12 rimb), Harden 26, Nene 16 (10 rimb), Gordon 14

Quality Win di lusso per gli Houston Rockets che dominano i Clippers allo Staples Center con un James Harden da soli 26 punti; partita che viene decisa nei periodo centrali, nel 2° quarto Eric Gordon esce dalla panchina realizzando 13 punti su 36 di squadra con i Clippers da 7/22 dal campo e sotto di 12 (58-70) all’intervallo, nella ripresa gli uomini di D’Antoni chiudono i giochi con un 3° periodo da 38-20 col duo Beverley-Anderson a fare la differenza (9/15 dal 3 di squadra, Beverley 4/4) per il +30 (78-108).

Sacramento Kings – Brooklyn Nets 100-109
SAC: Afflalo 14, Labissiere 10, Collison 11, Lawson 15, Hield 16, Evans 15
BKN: LeVert 13, Lopez 24, Lin 17, Whitehead

Infine tornano a vincere i Brooklyn Nets e lo fanno in quel di Sacramento col duo Lopez-Lin a trascinare la squadra; partita sostanzialmente decisa sul finale del 3° quarto grazie ad un break di 9-2 Nets col quale le squadre sono entrate nell’ultimo quarto sul +9 (72-81) Broklyn, vantaggio difeso fino alla fine.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • In Your Wais

    Deve essere piacevole per DeMarcus sapere che appena non gioca i suoi vincono. Ma tanto se avesse un cervello funzionante non sarebbe stato scambiato per un Mocio Vileda e due pacchi di assorbenti

    Leonard Vs George, infortunio o non infortunio, è un no contest, e non da oggi. Da una parte un all star, dall’altra semplicemente uno dei migliori 5 giocatori della Lega

  • In Your Wais

    E comunque quelli di Leonard erano passi, ma non lo dirà nessuno perchè lui è un bravo ragazzo

  • Barone birra

    Come volevasi dimostrare dmc non gioca e no torna alla vittoria. Lol

  • misterwolf

    guardando i widzars li vedo proprio rognosi nei p.o.

    deron Williams è una vera e propria porta girevole ,LBjames fa 40 minuti , sevono due fottuti play,
    derrik williams ma che diavolo gli è successo? era un giocatore ormai da cina…
    a boston serve un fottuto centro!!! che gran lavoro ha fatto stevens

  • Boston mi piace un casino, fortunata che in quell’angolo NON ci fosse stato Korver però la vedo sempre più come prima rivale di Cleveland anche perché l’ambiente spinge…cazzo se spinge!
    Pelicans mi vien da ridere…

  • misterwolf

    ieri si diceva giustamente che il gioco si è spostato sugli esterni e quindi aumentano le tripledoppie…
    ma poi arriva Nikola Jokic …..inspiegabile

  • low profile

    Jokic è un giocatore d’altri tempi con delle letture da Einstein del basket e nel basket del pace and space uno così bravo a vedere i tagli dei compagni può solo andare a nozze.
    Se tutti fossero come lui la nba attuale sarebbe uno dei momenti migliori di questo sport.
    Per usare una frase da pro loco è la tradizione e che incontra la modernità.
    Ma è una mosca bianca purtroppo

  • Loco Dice

    Sono d’accordo sui Wiz rognosi per i playoff. E penso che da questo punto di vista il motivo sia più di natura “comportamentale e mentale” più che tecnica e tattica. Loro come i Celtics, sanno essere fisici, sportivamente cattivi, aggressivi, tutte qualità che aiutano a compensare il gap tecnico.
    Oltre ad avere 2 leader nettamente superiori e trascinatori del gruppo.
    Tutte caratteristiche che secondo me mancano ai Raptors e, al tempo delle 60W, agli Hawks.

  • michele

    beh derozan è un gran trascinatore, non credo sia cosi inferiore a thomas e wall. il problema dei raps è che si è fatto di nuovo male lowry, altrimenti con il colpo Ibaka sarebbero ancora la seconda forza dell’est ( speriamo rientri anche lui per i playoff).

  • low profile

    Ma più per il bravo ragazzo, e lo è ovviamente, gli andrebbe concesso il pass per una volta fa pass..i perché è una delle poche star che nonostante le tutele usa il perno come lo insegnava Naismith. Poi passi sono passi e se dovesse anche lui iniziare ad abusarne vedrai che verrà fatto notare come giusto che sia

  • Michael Philips

    Io questo lo vedo e ha un qualcosa di Dirk(la meccanica di tiro simile, lenta e precisa) e qualcosa di Duncan(l’abitudine di tenere sempre la palla in alto dopo un rimbalzo così da sfruttare al 100% la propria stazza e la pragmaticità sotto il ferro).

    Con quel fisico e quella prestanza era previsto che ricevesse legnate a destra e a manca.
    In tutto questo continuo a non spiegarmi come riesca ad avere il 57% abbondante dal campo mentre altri tra ali grandi e pivot di primo livello faticano a raggiungere il 50%.

  • low profile

    Mano educata e QI altissimo. Con sto mix e i cm che madre natura gli ha dato le % “devono” essere alte.
    Poi anche lui attraverserà periodi di slump prima o poi, ma come tutti

  • Michael Philips

    “l’altro” Curry sta a 21.5 pts nelle ultime 5 gare, tirando da 3 con percentuali vicine al 60%.
    Non ci fossero giocatori che in una estate si sono trasformati in superstar potrebbe vincere il MIP.

  • Michael Philips

    Ma guarda che questi sono gli stessi discorsi che ho sempre fatto su gente come Marc Gasol o Cousins. Il primo, 216cm, mano educata e QI altino non arriva al 47%.

    Il Cuggino ok QI non super ma fisico e talento epocali, eppure tira con il 45%.

    Pure Duncan nei suoi migliori anni, e giocando molto più vicino al ferro tirava sempre a cavallo tra 49% e 50%. Garnett idem e Dirk stesso discorso. E tolto Dirk quei due avevano ben altra prestanza atletica.

    Per questo non mi spiego come faccia il serbo ad essere così efficiente. Questo ha il 50% dal jumper, una roba che forse nessuno ha nella lega. Manco Dirk credo abbia mai avuto.

    https://uploads.disquscdn.com/images/ffe82137acff541527b93ec2b29d95cf869594493c84738302c2e3e4fa15ec37.jpg

    E si vede che a Jokic nemmeno piace fare schiacciate. Le schifa proprio, a meno che non siano necessarie.

  • low profile

    Ma intanto dalla tabella si vede che varia i colpi e solo per questo lo adoro poi va anche inserito in un contesto di squadra. Tim, Dirk &co il più delle volte avevano tante mani addossocon pochissimo spazio e la responsabilità di portare a casa la pagnotta. Jokic è un giovane in ascesa ma ancora libero di fare o non fare, poi lui è talmente bravo che fa e pure tanto ma un lungo dotato di quello che è dotato lui è anche capitato in un era dove gli spazi sono diversi. Per questo parlavo di tradizione che incontra la modernità

  • Michael Philips

    Quello sì, eppure quando mancavano i titolari Jokic ha preso il team sulle spalle.
    Le medie stagionali mentono riguardo la sua reale produzione.

    Nelle 19 gare giocate da puro go-to-guy con un minutaggio superiore a 30 minuti i numeri parlano chiaro: 23+13+6 di media, 56.6% dal campo e 41% da 3.

    Della serie, più minuti, più tiri e responsabilità e marcature più strette e questo ha semplicemente alzato i numeri senza fare una piega, come fosse all’interno di un videogame che non prende in considerazione diversi fattori riguardo la tenuta fisica, la pressione di essere il bersaglio n.1 delle difese le responsabilità ecc…

    Questo gioca con disarmante facilità ed è una cosa che ho visto raramente.

  • Michael Philips

    Paul George sta a 26/80 (32%) dal campo nelle ultime 5 sfide contro Leonard. L’anno scorso ebbe a dire(in entrame le gare contro di lui) che non stava bene e per quello aveva tirato male dal campo.
    Un malore lungo 2 anni.

  • mad-mel

    Eh stanotte ha visto i sorci verdi. E’ stato portato a scuola stanotte.
    Leonard è splendido in attacco. Ha movenza in post e sui 5 metri che m fanno venire in mente mj e kobe.
    Come stile di gioco direi che sia lui quello che ha preso il testimone da kobe.
    Poi difensivamente sul singolo è qualcosa di allucinante. Il possesso pacers in cui Ellis è andato in lunetta ha sfiorato lo steal due volte.
    4 w dai warriors gli spurs con un roster nn esaltante.
    Sarò fazioso ma nn avrei dubbi a chi dare l mvp

  • misterwolf

    secondo me caratterialmente thomas e wall danno di piu ai compagni dal punto di vista mentale derozan si mette in proprio.
    cmq spero torni lowry tecnicamente sono adatti a far soffrire nei p.o.

  • michele

    beh Deron in carriera ne ha messe triple pesanti, pure ai playoff ai tempi di Utah…..A cleveland ci sono tanti galli nel pollaio ( le preghiere sono state accolte), Lebron con la sua magnanimità puo’ decidere di regalare gloria a tutti. Postiamo piuttosto la difesa di Bradley che anche tu hai evidenziato nell’articolo.
    https://www.youtube.com/watch?v=o0h1_h2bThQ&app=desktop

  • michele

    sicuramente derozan è piu “solista”, concordo. pero’ i raptors vanno dove li porta lui.

  • Doctor J

    Madonna quanta roba sta difesa !! Avery è un difensore sull’uomo inferiore a pochissimi, tenere così Drew è impossibile per chiunque altro nella lega. Comunque andando controcorrente dico che quest’anno l’est non è davvero niente male. Oltre ai Cavs ci sono 3 squadre che sono diventate davvero forti e sono ad un passo dal diventare serie contenders (Wiz e Bos più dei Raptors secondo me). In questi PO i Cavs non potranno passeggiare perché in semi e finali di conference si troverà di fronte degli avversari molto insidiosi anche se comunque penso andranno in finale senza grossissimi problemi. Comunque questo fa ben sperare per il futuro perché tutte e tre le squadre se aggiungono il pezzo mancante possono davvero lottarsela. Comunque secondo me est e ovest pian piano si stanno equilibrando.

  • Michael Philips

    ieri si sono visti i pregi e difetti di Irving.
    Se lo sfidano ad un 1vs1 non si tira mai indietro, nemmeno se le cose vanno storte non appena mette palla a terra. In questo è totalmente simile a Kobe.

  • Michael Philips

    Thomas credo riesca a fare il trascinatore come nessuno dei citati.
    Derozan segna ma non trascina i suoi emotivamente. Wall un po’ meglio ma alla fine pure lui è molto simile a Paul George. Manca un po’ il carattere da vero leader.

  • 8gld

    Nulla da dire ai Celtics.
    Occhio a Houston.
    Lasciare i Jazz a 80 e’ un bel segnale.

    1: 2: 3: 4: 5:
    James
    Harden
    Cp3. Thompson Leonard ? ?
    Curry
    Wall
    etc. etc.

    Gira la ruota.
    Se giri la ruota a 1 quello che esce si abbina bene.

  • Loco Dice

    Ti avrei risposto usando le parole di misterwolf (che mi ha risolto il problema semicit).
    Comunque non volevo farne un discorso di leader ma di durezza mentale della squadra, e in questo vedo i Raptors un filino indietro. Poi come roster e modo di giocare possono ampiamente essere la seconda forza ad est, soprattutto con le aggiunte di Ibaka e Pj, ma non danno l’impressione di essere una vera minaccia per i cavs.
    L’anno scorso paradossalmente la squadra che ha messo più in difficoltà i Cavs mi son sembrati i Pistons al netto del 4-0 finale, giocando in modo aggressivo e fisico. Poi il talento è quello che è, quindi han preso il cappotto.
    Ma i Celtics e i Wiz sembrano avere il giusto mix di tecnica e fisicità per impensierire un minimo i cavs.
    I quali comunque sono mega favoriti per le finals ma affrontare in un primo turno magari i Pistons o i Bulls, al secondo i Raptors e in finale I celtics non è proprio una passeggiata di salute

  • Loco Dice

    Wall ha un carattere molto forte, secondo me più di George. Ha un sacco di energia, a me ricorda un po’ Westbrook da questo punto di vista.
    A inizio dell’anno quando le cose andavano male sfogava questa energia magari in modo negativo (tecnici, espulsioni, litigi con avversari e compagni), frustato dai risultati negativi. Da quando le cose sono cambiate a me sembra molto migliorato come leader: come ho già detto in passato ha capito che non è una gara a chi ce l’ha più lungo con Beal, ed è diventato il trascinatore di quella che da inizio dicembre è una delle migliori squadre della Lega

  • cuni

    la cosa più spaventosa di questa difesa non è tanto (secondo me) il non cadere o non perdere equilibrio/spazio sui primi palleggi, ma il recupero che ha fatto dopo la virata di Kyrie, perché in quel caso era finito a un paio di metri da lui e ha recuperato in un lampo .. mostruoso

  • Jurassic_Park

    Credo che i Raptors abbiano raggiunto già il loro ceiling però, non vedo come possano migliorare. L’unica sarebbe cedere Carroll, ma bisognerebbe rifilare un enorme ‘pacco’ a qualcuno.

  • misterwolf

    su wall mi hai anticipato

  • misterwolf

    boston e wizards erano ad un durant dal diventare contender gia quest’anno…

  • Michael Philips

    se arrivano ai playoffs sani con lowry, derozan, carroll, ibaka e Valanciunas, sono decisamente più forti dell’anno scorso.

    Derozan e Lowry poi sono al top in carriera.
    Mi spaventano più i raptors dei celtics, perché se contro boston limiti thomas allora quelli muoiono senza avere un sostituto in grado di segnare a comando.
    Nei raptors hai due che ti possono rovinare a giorni alterni. E avere anche Ibaka garantisce punti in più e presenza nel pitturato.
    Con biyombo hanno vinto diverse gare. Ibaka può fare lo stesso lavoro sporco aggiungendo anche punti da sotto e da fuori.

  • gasp

    E poteva arrivare Durant…KD2DC sempre

  • gasp

    “non ci fossero” io ne vedo uno…

  • Michael Philips

    Antetokounmpo è già una superstar.
    Jokic lo sarebbe stato giocando titolare da inizio stagione, e comunque pure lui è da MIP.
    Harrison Barnes è passato da 11 a 20pts.
    Devin Booker da 14 a 21 pts.

    Troppi talenti, pure Jabari(da 14pts a 20 imparando in una estate a tirare bene da 3).

  • michele

    eh, me lo immagino durant andare in una squadra che l’anno scorso neanche ha fatto i playoff eheheh…i “tuoi” wizards dovevano svegliarsi prima di quest’anno

  • michele

    al completo secondo me toronto ha qualcosina in piu sia di boston che di washington ( concordo con l’intervento di MP). minacce vere e proprie per i cavs non ce ne sono pero’, solo qualche fastidio al massimo.

  • michele

    purtroppo è troppo fragile, speriamo stavolta di averlo ai playoff

  • Hanamichi Sakuragi

    Si però rafa.de rozan e lowry in 3 anni di play off hanno ingarrato 2 partite in tutto.. 2 partite non serie,e non a testa.. in 2..

  • gasp

    Jabari non si sa come torna… comunque solo Anteto è attuale una superstar, gli altri sono sulla buona strada ma non si può mai dire

  • Lorenzo Escriva

    a boston faceva bingo….ma vabbè storia vecchia…ora pure rotto è…peccato…

  • gasp

    Se è per questo neanche ai Celtics che avevano fatto i PO… anche a lui ha bruciato il culo come al tizio a Cleveland nel 2010, forse peggio

  • Lorenzo Escriva

    thomas…non scordiamoci lo gnomo….era buono eh, ma quest’anno, mah…vediamo a chi lo daranno…

  • misterwolf

    la solita fortuna di lebron

    i widzards o i celtics con KD e DC come li fermi?

  • michele

    sì ma i celtics sono stati concretamente sul punto di arrivare a durant, lui stesso pare abbia detto (espn dixit) che se i dubs avessero vinto il titolo 2016 sarebbe andato a boston, per non dare l’impressione di aggregarsi a una dinastia con due titoli vinti…cosi invece puo’ essere quello che riporta il titolo sulla baia. poi certo durant è andato a GS e tutti gli altri se la sono presa in saccoccia eheheh