Cleveland bombarda Atlanta, Pelicans beffati!

Cleveland espugna Atlanta con tanto di Record per triple realizzate in singola partita, San Antonio beffa i Pelicans in una partita caotica, Westbrook super ma OKC stavolta perde a Phoenix, Toronto si vendica sui Wizards, bene Boston e Philadelphia trascinata da Dario Saric.

REGULAR SEASON

Philadelphia 76ers – New York Knicks 105-102
PHI: Covington 16, Saric 21 (10 rimb), Okafor 12, McConnell 11, Holmes 10, Luwawu-Cabarrot 10, Anderson 19
NYK: Anthony 18, Thomas 21, Porzingis 18, Lee 16, ROse 20

Dario Saric guida i 76ers al successo in volata contro i Knicks; partita ad elastico e si entra negli ultimi 61” sul 100-102 per NY che da quel momento non segnerà più, Phila chiude la patita con un parziale di 5-0 con decisivo Justin Anderson, suo il tiro a 24” dalla fine per il sorpasso (103-102)! I Knicks hanno l’ultimo tiro ma prima sbaglia Melo e poi Lance Thomas su rimbalzo offensivo.

Washington Wizards – Toronto Raptors 106-114
WAS: Porter Jr. 18, Morris 11, Beal 27, Wall 30
TOR: Ibaka 14, DeRozan 32 (13 rimb), Joseph 15, Powell 21

I Toronto Raptors si prendono la rivincita sui Wizards andando loro stavolta a vincere in trasferta con un super DeMar DeRozan (32+13); dopo aver toccato anche il +19 i Raptors si fanno rimontare e e squadre sono sul 78-79 a 12’ dalla fine, la partita si decide nel 4° dove DeRozan realizza 15 dei suoi 32 punti compresa la tripla spezza gambe a 20” dalla sirena finale per il 105-111 Toronto.

Orlando Magic – Miami Heat 110-99
ORL: Ross 10, Gordon 21 (10 rimb), Vucevic 25, Fournier 11, Payton 12 (10 rimb), Green 11
MIA: Whiteside 15 (18 rimb), Dragic 15, T.Johnson 10, J.Johnson 19, Ellington 14

Gli Orlando Magic del duo Gordon-Vucevic si prendono il derby della Florida battendo Miami; Heat che inseguono per tutta la partita, entrano nell’ultima frazione in scia sul -7 (60-53) ma subiranno un parziale di 12-5 nei primi 3’30” finendo sotto 72-58.

Atlanta Hawks – Cleveland Cavaliers 130-135
ATL: Millsap 27, Howard 15 (10 rimb), Bazemore 14, Schroder 17, Hardaway Jr. 36, Ilyasova 10
CLE: James 38 (13 rimb), Frye 11, Irving 43, Jefferson 11

Alla Philips Arena di Atlanta sono serviti 81 punti del duo James-Irving e la bellezza di 25 triple (25/46, Record All-Time RS NBA) ai Cavaliers per battere gli Hawks; Cleveland domina i primi 3 quarti entrando nell’ultimo avanti 88-106 dopo esser stati anche sul +25, il tutto con 21/35 da 3 e 63 punti di James-Irving, ma i Cavs alzano troppo presto le mani dal manubrio e Atlanta rimonta!
A 92” dalla conclusione Millsap fa impazzire l’arena col canestro del -2 (123-124), al risposta Cavs è non si farà attendere, James pesca Korver e l’ex no perdona con la tripla (la 25esima della partita) del +4 seguita poi da un layup di Kyrie per il +6 Cleveland (123-129) a 28”, Irving realizzerà tutti gli ultimi 8 punti dei suoi.

Milwaukee Bucks – Los Angeles Clippers 112-101
MIL: Middleton 19, Antetokounmpo 24, Brogdon 12, Monroe 24, Dellavedova 15
LAC: Griffin 21, Jordan 14 (10 rimb), Redick 10, Paul 21

I Milwaukee Bucks giocano un super primo tempo e battono i Los Angeles Clippers; pronti via e alla prima sirena Milwaukee è già avanti 34-19 con 10 punti di Gianni Antetokounmpo, al riposo lungo il vantaggio sarà di 19 punti sul 66-47. I Clippers tentano la rimonta ma arriveranno massimo fino al -6 prima di subire un break di 10-0 a cavallo tra il 3° e 4°.

Dallas Mavericks – Memphis Grizzlies 104-100
DAL: Barnes 18, Nowitzki 10, Noel 15 (17 rimb), Curry 24, Ferrell 17
MEM: Gasol 13, Conley 30, Carter 10, Randolph 24 (10 rimb)

Bella ed importante vittoria per i Dallas Mavericks che superano i Grizzlies grazie al duo Curry-Noel; finale in volata con Memphis che è sul -4 (94-90) e palla in mano a 46”, Gasol commette fallo, non la prende bene e si prende il fallo tecnico dal quale i Mavericks ne usciranno con 3 punti per il +7 (97-90) a 46” che risulterà decisivo.

Utah Jazz – Brooklyn Nets 112-97
UTA: Hayward 12, Favors 19 (12 rimb), Gobert 11, Ingles 12, Hill 34
BKN: Lopez 17, Kilpatrick 10, Acy 18, Booker 8 (11 rimb)

Tutto facile per gli Utah Jazz contro i Brooklyn Nets,; partita subito indirizzata dopo i primi 12’ con i padroni di casa avanti 38-26 (Favors 13) che toccheranno anche il +21 durante la gara.

Phoenix Suns – Oklahoma City Thunder 118-111
PHX: Warren 15, Booker 17, Bledsoe 18, Williams 14 (13 rimb), Ulis 14, Barbosa 14
OKC: Sabonis 11, Abrines 13, Westbrook 48 (17 rimb), Kanter 11

Russell Westbrook registra la 4^ partita consecutiva con 40 punti e per un assist non firma la 31esima Tripla-Doppia stagionale, ma il referto rosa lo hanno portato a casa i Suns; grazie ad un break di 6-0 ad inizio 4° periodo i Suns volano sul +14 (97-83), Westbrook realizzerà 20 punti dei suoi 48 negli ultimi 8’24” di partita ma non basteranno ad OKC, arriverà da solo sul -5 (110-105) a 37” ma 2 liberi di Bledsoe spegneranno le poche speranze Thunder.

New Orleans Pelicans – San Antonio Spurs 98-101 OT
NOP: Davis 29, Cousins 19 (23 rimb), Holiday 26
SAS: Leonard 31, Aldridge 21 (15 rimb), Gasol 13, Mills 15

Torna DeMarcus Cousins, chiude con 19+23 e a momenti vince la prima con Pelicans ma San Antonio li beffa all’overtime; Spurs che si mangiano le mani con Pau Gasol proprio sul finire dei regolamentari, a 59” dalla fine i Pelicans si portano sul +4 con Holiday (89-85) ma si addormenteranno, Leonard rimonta fino al -1 (89-88) a 38”; Holiday sbaglia e Cousins commette fallo su Gasol a 6”…lo spagnolo però sbaglierà il secondo libero e Holiday grazierà gli Spurs sbagliando di nuovo, 89.89, overtime!
Nell’Extra-Time l’eroe Spurs è Patty Mills con le sue triple, prima quella del sorpasso sul 94-97 e poi quella decisiva a 1’14” per il +4 (96-100), nell’ultimo minuto succede di tutto, New Orleans arriva sul -2 e possesso ma Anthony Davis commetterà fallo in attacco a 16”, Aldridge però dalla lunetta non è un cecchino e fa 12 e poi 0/2 a 8” lasciando l’ultima chance ai Pelicans, tira Cousins da 3 ma niente da fare.

Los Angeles Lakers – Boston Celtics 95-115
LAL: Randele 13, Russell 17, Clarkson 20
BOS: Crowder 14, Johnson 12, Horford 17, Bradley 15, Thomas 18, Browns 16

Passeggiata dei Boston Celtics sul campo dei Lakers in un match già finito all’intervallo; grazie ad un 2° quarto da 35-19 col 54% i Celtics vanno negli spogliatoi sul 45-70 e riusciranno anche a toccare il +31.

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • Loco Dice

    Niente non gli entra in testa questa cosa 🙂
    Poi va beh, giudicare una squadra come i cavs per come erano messi a Novembre mi sembra tanto una presa in giro, sono anni e anni e anni che si ripete che le squadre da titolo vanno giudicate dal post all-star game e guarda caso i cavs ora hanno il roster più lungo (e costoso) della storia.

    E quindi si, Maniavantismo da tutta la stagione al grido di “non vinceremo, loro sono una squadra da 73W più Durant, mentre noi non abbiamo panchina”

  • mad-mel

    alla fine visto il calendario avremo settimo ottavo seed

  • Loco Dice

    Si peró facciamo chiarezza un attimo anche sui giocatori tagliati da Dallas, perché qui sembra che si parli di 2 giocatori da D-League qualsiasi.
    Bogut è arrivato ma è stato completamente poco professionale, all’inizo la squadra giocava male e lui ha pensato bene di scazzare subito.
    Deron, è stato tagliato più per sua richiesta per andare a Cleveland che per reale volontà di Dallas.

    Non facciamoli passare per 2 giocatori presi dalla spazzatura perché cosi non è.

  • ILTG6

    ma io non ho mica detto che sono due bidoni, per la panchina sono due super aggiunte per i Cavs.
    Il mio punto è che il loro arrivo ad inizio anno non era scontato e le “lamentele” dei tifosi Cavs sulla rotazione ridotta erano lecite.
    Deron è stato tagliato dai Mavs come “favore” all’atleta che a Dallas aveva poco senso anche perché Carlaise vuole vedere Yogi all’oall’opera.
    Bogut è stato tagliato da Phila, cosa più che normale e non mi sembra poco professionale.
    Derrik Williams tagliato dagli Beat perché giocava malissimo.
    Nessuno si poteva aspettare tre entrate di questo calibro senza trade.

  • Michael Philips

    più che i rimbalzi (lebron 8, love 10, tristan 9) serve intimidazione. Quella sì che è totalmente assente nei cavs.

  • sconocchini

    si ma eventualmente contro i dubs sarà il cambio di thompson, che prende più rimbalzi e soprattutto può tenere gli avversari sul perimetro. contro draymond bogut è inutile, significa concedere un piazzato da tre a chiunque.

  • sconocchini

    io si, tutta la vita.

  • ILTG6

    Bogut contro i Warriors giocherebbe ben poco, sarà più utile, come detto da MP, per le serie ad est e un’eventuale finale a sorpresa contro Spurs o Clippers

  • In Your Wais

    Balle, Loco ha detto che i tifosi Cavs mettono le mani avanti, e che dicono “non vinceremo”. Basterebbe guardare i vecchi post per non trovare niente di questo. Ma nessuno di voi lo farà, troppo più facile lanciare accuse generiche, parlare di piagnistei

    Si è detto, e lo ripeto per “la ventesima volta”, che i Cavs di qualche tempo fa avevano una panca ridicola (falso?), specie con gli infortuni di Love e JR, e si è detto che i Warriors al completo erano favoriti (vogliamo dire che è falso anche questo? Oppure erano 50-9 giocando praticamente per 3/4 solo perchè gli altri si scansavano?)

    Questo è quanto. E se i Cavs si sono mossi bene e portato pazienza, non era neanche scritto da nessuna parte che potesse arrivare Korver, che DWill o Bogut avrebbero cercato un buyout, che Derrick W. si mostrasse così utile. Quindi si, lamentarsi della panca Cavs era assolutamente legittimo, dato che faceva cagare

    Poi naturalmente non mi aspetto certo che “vi entri in testa questa cosa”, molto meglio accusare gli altri in modo falso, su questo blog in cui l’80% detesta LeBron vi farete sempre un sacco di pompini a vicenda. Se postate le stesse mondezze sulla pagina Facebook durate 4-5′ forse prima di scappare a gambe levate

    Onestà questa sconosciuta

  • In Your Wais

    Non farci caso, come dice lui, “Niente non gli entra in testa questa cosa :)”

    Se ti piace LeBron devi solo fare pippa anche se ti si rompono Irving e Love in finale, o se il massimo aiuto dalla panca è Jefferson. Altrimenti sei un piagnone

    Che vuoi farci, è la vita

  • sconocchini

    che è esattamente quello che ho detto io all’inizio.

  • Loco Dice

    Madonna IYW scopa di più che sei più acido di uno yogurt scaduto da 3 settimane.
    Ho solo specificato che normalmente i giocatori tagliati sono o infortunati, o scarsi.
    Williams e Bogut non era nulla di ciò, indicarli come prese di giocatori tagliati é riduttivo in quanto sono molto più di un Caspi tagliato da NOLA o Stephenson da Minnie.
    Ora vai a segarti sulle foto di Mr “giocatore che sposta di più della storia” e non cagare il cazzo: parli di onestá ma sei il tifoso più ultrá del blog senza un minimo di obiettività.
    Godi per le sconfitte dei Cubs, godi degli infortuni di Durant, del resto ti sei definito da solo come un morto di fame che ogni tanto si fa un viaggetto qua e là per il mondo.
    Ti auguro 200 Barone Birra in questo sito, magari è la volta buona che sei tu ad andartene

  • 8gld

    Hai ragione.

  • 8gld

    Bogut puo’ rimanere utile, punto.
    Il problema è’ capire come sta fisicamente, come utilizzarlo per abbassare le percentuali di non arrivare bene ai p.o.
    Gia’ poterlo utilizzare sui 20 a partita e’ un’aggiunta non da poco.
    Poi, se a questo abbini un’approccio mentale giusto, che sia una rivalsa o la semplice e giusticata voglia di vincere un anello, allora puoi alzare il tuo livello di franchigia.
    Non ti aspettare punti, come non ti aspettare una gazzella. Ma tu mettilo spalle a canestro e lo usi come boa o trovare il termine giusto e vedi, dipende dal coach, che l’attacco gira bene e se mentre tiene palla gli fai incrociare due sui lati, lui ti crea attacco.
    In difesa sa giocare e prende sicuramente rimbalzi.
    Se tiene bel colpo da parte Cavs…penso che si possa dire, che ne dici?
    Poi su Korver non c’è’ molto da dire come tiratore e il suo in difesa lo fa…non è’ un titolare ma si può’ dire che dalla panca e’ una bella chicca?
    Giocatore che ha ancora 30 minuti o intera partita sulle gambe? Mi sembra non male.

  • Barone birra

    Non hai capito loco qui per un paio di soggetti siamo su lebron evolution e se non dici quello che piace a loro cioè magnificare il discreto tiratore di liberi 24 ore su 24 non sei capace di intendere e volere. Niente paura appena si mette male per i cavs scapperanno piagnucolando. L’anno scorso il prode iyw scomparve dal blog sul 3-1 dubs facendosela sotto dalla paura che io dicessi 2 su7 e cose varie,per apparire trionfante la mattina dopo il 4-3 e dirne 4 a tutti i miscredenti. Lol ecc con chi hai perso tempo oggi pomeriggio

  • michele
  • Hanamichi Sakuragi

    La logica a volte..

  • Hanamichi Sakuragi

    Su bogut hai perfettamente ragione, tanto è vero che il suo infortunio è stato minimizzato dai tifosi cavs ed indicato, da tutti gli altri, come una delle cause della sconfitta dei Warriors, nonché uno dei motivi x cui x alcuni kd non doveva essere preso smontando il giochino di kerr

  • Hanamichi Sakuragi

    Minkia smettiamola di dire che.bogut era un bidone siete dei disonesti

  • 8gld

    Dai, non serviva arrivare a tale imprecazione, non lo merita. Quella tienitela per cose molto più’ importanti.
    Usa il…hai ragione o dai, hai ragione.
    Questo non vuol dire non esprimere il proprio pensiero, il fascitello che non sa nemmeno cosa voglia dire fascismo e le proprie sfaccettature meglio metterlo da parte.
    Una volta espresso e spiegato all’evenienza, sempre pronto a metterlo in discussione ed, eventualmente, fare anche un passo indietro, lascia perdere.
    A quel punto un bel…hai ragione e vai avanti. Ti dovevi solo preoccupare se le orecchie in giro fossero sorde ma visto che così’ non è’ chiudi e vai avanti.
    Uno che gode sugli infortuni altrui e dispensa malattie in tutte le direzioni si risponde da solo.
    Ripeti con me…hai ragione. Dai iyw, hai ragione. È’ benefico.

  • michele

    Fantastica poi la chiosa su facebook, lui che in quella pagina-latrina rivolse epiteti non proprio oxfordiani verso Curry ( venendo ripreso dal buon Lorenzo Escriva che gli chiese “perchè lì usi certi toni mentre nel blog fai sempre il diplomatico?”). Probabilmente in un posto pieno di gente che segue il basket nba da 2-3 anni, in cui campeggiano titoli come “Geims non vuole proprio vincere a Miami” e proliferano nativi digitali che si esprimono con sospiri da emo-kid tipo “Kevino Cuoricino” si sente un po’ come il classico ripetente di 15 anni alle scuole medie.

  • Loco Dice

    Amen 🙂

  • Loco Dice

    Hai ragionissima, io peró ho sempre rispettato tutti qua dentro. Anche quando la discussione era più accesa (mi ricordo con Michele per la storia di Durant Was vs. Bos) si risolveva sempre con una risata e un chiarimento.
    Con lo stesso IYW che una volta mi disse “che ho la merda nel cervello” non me la presi e gli dissi che mi era piaciuta come battuta.
    Ora però sinceramente mi sono stancato, perché va bene tutto, ma se parli di Lebron, anche in modo che non lo riguardano direttamente, non c’è niente da fare: sei un hater, un incompetente, reato di lesa maestà.
    Anche un commento con una faccina sorridente viene usato contro di te in modo indispettito.
    Io l’atteggiamento zen ho provato ad averlo, ma quando è troppo è troppo

  • Barone birra

    Ahhh ahhh la meglio gioventù

  • In Your Wais

    Che bello vederti perdere la pazienza, io poi sarei quello che non scopa. Ciao rosicone, comunque complimenti per la bestemmia (questi reali)