Bucks in palla, altro OT per gli Spurs, ok Harden!

Seconda vittoria consecutiva di qualità per i Milwaukee Bucks che superano i Raptors, San Antonio rischia ma poi batte Minnesota all’Overtime, Cleveland fa riposare James-Irving a Miami, bene Clippers e Rockets. Derby italiano a Belinelli.

REGULAR SEASON

Philadelphia 76ers – Detroit Pistons 106-136
PHI: Saric 19, Holmes 13, Stauskas 24, McConnell 10, Rodriguez 12
DET: Morris 22, Drummond 14 (14 rimb), Caldwell-Pope 26, Hackson 21, Harris 20, Smith 11 (13 ass)

L’attacco dei Pistons esplode in quel di Philadelphia chiudendo con 136 punti (56%) dal campo in un match dominato dall’inizio alla fine; i Sixers provano a stare in scia nei primi 24’ al al riposo lungo sono già sotto 52-67 e nel corso del 2° tempo Detroit arriverà anche sul +33.

Milwaukee Bucks – Toronto Raptors 101-94
MIL: Middleton 24, Antetokounmpo 21 (10 rimb), Brogdon 17, Hawes 16
TOR: Ibaka 19, Valanciunas 13, DeRozan 11, Joseph 14, Powell 12

Khros Middleton firma il suo Season-High con 24 punti e Milwaukee batte Toronto grazie ad un 2° quarto superbo; Raptors avanti di 7 (12-19) dopo i primi 12’, nel 2° periodo Milwaukee realizzerà 41 punti tirando col 76% dal campo contro il 40% (23 punti) dei canadesi per il +11 (53-42) del riposo lungo. Milwaukee allungherà fino al +14 e difenderà il vantaggio fino alla fine.

Miami Heat – Cleveland Cavaliers 120-92
MIA: Whiteside 20 (13 rimb), Draic 23, T.Johnson 17, RIchardson 12
CLE: Korver 15, Thompson 10, Deron Williams 10, Derrick Williams 10, Jefferson 11, Frye 21

All’American Airlines Arena di Miami partita decisa prima della palla a due tra Heat e Cavaliers, LeBron James e Kyrie Irving si prendono un giro di riposo e gli Heat ringraziano; Cleveland sta in partita giusto il 1° quarto (32-32) poi subirà 28 punti nel resto della partita arrivando anche sul -31 ad un certo punto, nel 2° quarto Miami scappa via (32-16).
A fine partita spiacevole teatrino tra J.R Smith e Dion Waiters, scambio verbale acceso per via un di un fallo di McGruder su Frye durante la partita.

Chicago Bulls – Los Angeles Clippers 91-101
CHI: Butler 16, Portis 11, Lopez 12, Wade 10, Zipser 10
LAC: Mbah a Moute 12, Griffin 16, Jordan 6 (14 rimb), Redcik 13, Paul 17, Crawford 25

Tornano a vincere i Clippers e lo fanno a Chicago col solito asse portante Paul-Griffin-Jordan-Crawford sugli scudi; match deciso a 3’40” dalla fine del 3° quarto, Butler porta avanti i Bulls 73-72 ma i Clippers chiuderanno la frazione con un break di 10-0 entrando nell’ultimo quarto sul +9 (73-82), i Bulls subiscono il colpo e nei primi 5’ del 4° subiranno un parziale di 9-3 finendo sul -15 (76-91) senza più poter rientrare.

Denver Nuggets – Charlotte Hornets 102-112
DEN: Gallinari 22, Jokic 31 (14 rimb), Murray 14
CHA: Williams 14 (12 rimb), Zeller 11, Batum 21, Walker 27, Lamb 12, O’Bryant III 15

Italian Job: Gallinari (DEN) 22 pt (3/7, 2/8, 10/10), 5 rimb (2 off), 1 rec in 33’ / Belinelli (CHA) 3 pt (0/5, 1/3 da 3), 3 rimb, 3 ass, 1 rec in 27

Derby Italiano che va individualmente a Danilo Gallinari ma il referto rosa lo porta a casa Charlotte grazie al duo Walker-Batum; Charlotte domina dall’inizio alla fine, nei primi 3 quarti arriverà a toccare il +20 entrando negli ultimi 12’ sul 79-90 con ben5 giocatori in Doppia-Cifra, Denver arriverà anche fino al -4 (96-100) a 4’33” dalla fine ma Charlotte risponderà con break di 9-0.

Houston Rockets – Memphis Grizzlies 123-108
HOU: Capela 24 (11 rimb), Beverley 12, Harden 33 (11 ass), Gordon 18, Nene 11
MEM: Green 20 (10 rimb), Gasol 17, Allen 11, COnley 23, Douglas 12

James Harden chiude con 33+11 e Houston batte senza problemi i Grizzlies; Memphis sta in scia chiudendo il 1° tempo sul -4 (55-51) ma nel 3° Houston cambia passo e grazie ad un parziale di 9-2 a metà frazione scappa sul +15 (81-66) e non si girerà più (frazione chiusa 38-27).

San Antonio Spurs – Minnesota Timberwolves 97-90 OT
SAS: Leonard 34 (10 rimb), Aldridge 18 (10 rimb), Gasol 17
MIN: Wiggins 17, Dieng 13 (11 rimb), Towns 24 (14 rimb), Rubio 11 (13 rimb, 10 ass), Bjelica 12

Ancora San Antonio, ancora Overtime e ancora una vittoria per i ragazzi di Popovich che sono riusciti a domare i T-Wolves di Wiggins-Towns e Ricky Rubio autore di una Tripla-Doppia; è Minnesota che riacciuffa la partita a 56” con Towns sull’83-83 e addirittura Wiggins ha la palla per la vittoria a 20” ma il suo tiro non andrà a segno, tiro che gli Spurs non riusciranno neanche a prendere.
Overtime combattuto e punteggio sul 90-90 a 2’53” dalla fine poi è il momento di Kawhi Leonard, piazza 4 punti consecutivi nel break finale di 7-0 che regalerà la vittoria ai nero-argento, per Minnesota 0/5 e 2 perse. Vittoria che consente agli Spurs di staccare il biglietto per i Playoffs per la 20esima volta consecutiva.

Portland Trail Blazers- Brooklyn Nets 130-116
POR: Harkless 18, Nurkic 17, McCOllum 31, Lillard 19 (11 ass), Aminu 23
BKN: Hollis-Jefferson 12, Lopez 26, Lin 18, Dinwiddie 14, Kilpatrick 20

A Portland i Trail Blazers superano Brooklyn ma sulla distanza; i Nets stanno in partita fino a 7’53” dalla fine del match sul -6 (103-96), Myers Leonard e Al-Farouq Aminu sparano una tripla a testa dando vita ad un parziale di 10-3 Blazers per il +13 (113-100) che verrà amminstrato fino alla fine.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • Barone birra

    Tra un paio d’anni nella lega circolera un vero e proprio alieno di nome kawhi leonard. È incredibile la sua capacità di migliorare anno per anno ,da superbo difensore è diventato un cecchino dal trentello facile,e ultimamente anche un clutch player. Cosa c’è da aspettarsi ora che diventi anche un fine passatore per completare la metamorfosi nel vero giocatore più completo di sempre?sarebbe bello che vincesse l’mvp e sono sicuro che tutti i veri cultori del basketball lo vorrebbero,ma la prova di stanotte del barba purtroppo e lo dico a livello di gusti personali lo pone ancora come favorito

  • low profile

    MVP! MVP! MVP!

  • michele

    è solo favorito dal sistema, metti George agli Spurs e vedrai di meglio! (cit). Cmq SA sembra voler andare a riprendere i dubs, due w di fila ai supplementari sono abbastanza eloquenti.

  • low profile

    La classifica dice di provarci ma è anche vero che ci sono voluti due OT per avere la meglio di 2 team non irresistibili e quella prima con indiana pure non fu una w brillante. Ma oh a win is a win, meglio ancora se 3.
    Almeno questo b2b ha ridato un LMA più convinto dei suoi mezzi perché non ci sono scuse per lui, é forte e la squadra ha bisogno dei suoi ventelli che se non arrivano é solo colpa sua. Mi piace poi questo Pau dalla panca con Dedmon ha fare a sportellate coi C avversari e lasciare il campo al più nobile catalano per i momenti che contano. Ma questo è ahimè tutto il supporto che ha l’MVP e non credo basterà ne per il primo seed e men che meno per finals, ma la speranza è l’ultima a morire quindi almeno speriamoci.
    Lunedì un bel banco di prova con Houston e da li in poi altri test duri che diranno con più chiarezza la vera dimensione dei nero argento

  • low profile

    A fare

  • ILTG6

    Hornets con Zeller 23-17, senza 4-18. Hanno uno dei peggiori reparti lunghi della lega ma il buon Cody ha un impatto non indifferente nella fanchigia di MJ.

  • gasp

    Ma perché Popovich fa giocare i titolari contro squadre con il record abbondantemente sotto il 50%?

  • low profile

    Ma solo Leonard e Aldridge stanno giocando tanto, gli altri col solito minutaggio controllato. Il problema semmai è queste partite di solito vengono chiuse in anticipo e invece nelle ultime 3 due OT e un canestro sulla sirena che senza tutti quei minuti in campo di Leonard erano 3 L. Giusto così, essere leader significa pure fare gli straordinari quando serve. Basta che gli straordinari non diventino ordinario proprio adesso che si avvicinano i po

  • lorenzo tonelli

    Stasera manca l’unico giocatore per cui avrei guardato volentieri la partita…azz

  • 8gld

    Da quando è’ rientrato Jackson Detroit è’ diventata molto ondivaga svolgendo una r.s. fin qui molto deludente. Così’ come la stagione di Drummond. I. Smith offre un playmaking migliore rispetto al primo. Cercassero di trovare miglior chimica in queste ultime 20 partita per provare a salvare la stagione ed entrare nei p.o. oggi a rischio.
    Partita segnata dalla palla a due.

    Avrei preferito vederla con James e Irving in campo. Se non erro la prossima si ritrovano a campo inverso. Le seconde linee Cleveland tengono per due quarti, poi Miami chiude la partita.
    Deron Williams-Korver-Williams tengono un’intera partita…buon test. L sotto controllo.
    Miami non mi è’ dispiaciuta…poi Whiteside (27 anni) non sarà’ una stella o un gran centro ma continua a non dispiacermi affatto.

    Houston altra W.

    Chiudere i regolamentari contro gli Spurs a 83 e’ altro bel dato dopo Utah.
    Le poche rotazioni, una chimica che si intravede e altro fanno perdere la W.
    Non hanno retto nel 4/4 dove bastava un po’ di attenzione in più’.
    A venti dalla fine si trovano a tre partite da Denver che tiene il 50% contro il loro 60% nelle ultime partite.
    Su venti vuol dire arrivare sotto di una.
    Possono provare a prendersi l’ottavo tanto per provare nuove esperienze continuando a migliorare la fase difensiva.
    Diversamente o dentro o fuori rimane per sempre un calvario ma con note positive…fortunatamente si inizia a intravedere qualcosa.

  • 8gld

    Williams-Korver-Williams possono tenere un’intera partita….sorry. Più’ i secondi due.